unci banner

:: NEWS

Contrasto ai cambiamenti climatici, Parco Aspromonte presenta 21 progetti sostenibili al Ministero

Contrasto ai cambiamenti climatici, Parco Aspromonte presenta 21 progetti sostenibili al Ministero

Sono ben ventuno i progetti presentati dal Parco Nazionale dell’Aspromonte al Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, nell’ambito del maxi fondo di 85 milioni messo a...

Scilla, c’è anche la corrente “Vision board” nella mostra internazionale “Viaggi”

Scilla, c’è anche la corrente “Vision board” nella mostra internazionale “Viaggi”

Uno sguardo nello sguardo. Un occhio attento che riesce a cogliere i cambiamenti dell’anima, traslazioni rispecchiate perfettamente nell’arte. Mentre la rassegna “Scilla jazz festival 2019” ha chiuso i battenti per...

Kaulonia Tarantella Festival: gran finale con Paola Turci, Mimmo Cavallaro e la KTF Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival: gran finale con Paola Turci, Mimmo Cavallaro e la KTF Orchestra

Una parata di stelle per il gran finale del Kaulonia Tarantella Festival 2019. La kermesse di musica e cultura etnica chiuderà i battenti martedì 20 agosto con grandi ospiti tra...

I Ragainerba dedicano il nuovo singolo agli Mbuttaturi della Varia di Palmi

I Ragainerba dedicano il nuovo singolo agli Mbuttaturi della Varia di Palmi

Dopo 'VOLIRI VOLARI', inno storico della Varia, la band palmese dei RAGAINERBA dedica ancora un altro pezzo dal titolo 'MBUTTATURI' dedicata proprio ai 200 portatori che nel giorno della Festa...

Concorso di narrativa "Italo Falcomatá" del DLF, prorogato al 30 settembre il termine di partecipazione

Concorso di narrativa "Italo Falcomatá" del DLF, prorogato al 30 settembre il termine di partecipazione

Gli scrittori che vorranno partecipare alla settima edizione del concorso di narrativa “Italo Falcomatà” avranno un po’ di tempo in più per lavorare alla propria opera. Infatti, l’associazione “Dopolavoro ferroviario”,...

compra calabria

Sei qui: HomeCuriositàCANGIARI al Museo Salvatore Ferragamo per “Sustainable Thinking”

CANGIARI al Museo Salvatore Ferragamo per “Sustainable Thinking”

Pubblicato in Curiosità Martedì, 16 Aprile 2019 11:07

La tradizione del telaio a mano calabrese reinterpretata con filati biologici a Palazzo Spini Feroni: CANGIARI espone alla mostra “Sustainable Thinking”, inaugurata lo scorso venerdì al Museo Salvatore Ferragamo di Firenze. Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, direttore del Museo Salvatore Ferragamo e della Fondazione Ferragamo, con il contributo di Giusy Bettoni, Arabella S. Natalini, Sara Sozzani Maino e Marina Spadafora, vuole fornire un contributo artistico-culturale sul tema cruciale della sostenibilità, intesa come “uno sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di sopperire alle proprie necessità” (Rapporto Brundtland, 1987).

La mostra ospita opere di artisti e fashion designer internazionali che presentano la propria chiave di lettura sul recupero di un rapporto più meditato con la natura e la sua profonda relazione con la tecnica, l’impiego di materie organiche e il riuso creativo, fino a sottolineare l’importanza di un impegno collettivo, di un modo di pensare consapevole e condiviso.

La sostanza materica diventa il fil-rouge dell’intera rappresentazione: l’itinerario ideale comincia dalla ricerca sui materiali condotta dallo stilista Salvatore Ferragamo, a partire dagli anni Venti del Novecento, tra canapa, cellofan e pelle di pesce, per poi esplorare le storie di materie di pregio che, giunte al termine della loro vita, vengono trasformate in prodotti di qualità, a rappresentazione concreta del concetto di economia circolare.

Installazioni realizzate rievocando le antiche tecniche dell’artigianato vengono raccontate nella duplice veste di protagoniste dell’arte del riciclo e del recupero di tradizioni manuali, aspetti fondamentali della filosofia sostenibile.

Nella sezione “Intrecci”, la mostra ospita quindi il cappotto kimono CANGIARI interamente tessuto secondo la tradizione magnogreca del telaio a mano inserita nella ricerca sui filati biologici.

La mostra “Sustainable Thinking” resterà all’interno del Museo Salvatore Ferragamo fino a domenica 8 marzo 2020 (orario di apertura 10.00 - 19.30). In concomitanza alla mostra sono previsti progetti collaterali, seminari e workshop.

____________________________________

CANGIARI (cambiare in dialetto calabrese) è dal 2009 il primo marchio di moda eco-etica di fascia alta in Italia.

Artigianalità – Si caratterizza per i suoi tessuti prodotti al telaio a mano: l’antica tradizione della tessitura calabrese (di origine magnogreca e bizantina) unita a ricerca e innovazione dà vita a prodotti unici, con preziose rifiniture sartoriali. Grazie al controllo diretto di tutta la filiera produttiva, i capi possono essere altamente personalizzabili.

Sostenibilità ambientale – Tutti i tessuti e i capi CANGIARI sono realizzati con materiali e colorazioni biologiche, per il massimo rispetto dell’ecosistema e del benessere di chi li indossa.

Etica – La filiera di produzione è totalmente Made in Italy, formata dalle cooperative sociali di GOEL – Gruppo Cooperativo che si prendono cura delle fasce più deboli e operano per il riscatto del territorio.

Rc 16 aprile 2019
Josephine Condemi
Redazione GOEL - Gruppo Cooperativo

Letto 202 volte

Articoli correlati (da tag)

  • L'esperienza di Goel si racconta in Germania

    Reggio Calabria 22/10/2016 - Ieri, Vincenzo Linarello, presidente di GOEL - Gruppo Cooperativo e Fellow di Ashoka (la più grande rete mondiale di innovatori sociali) ha presentato per la prima volta in Germania l'esperienza di GOEL in un incontro pubblico dal titolo “Davide vs. Golia: Fighting the mafia through social economy”, organizzato a Berlino da Ashoka Germania e dall'associazione nazionale “Mafia? Nein, Danke!”.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.