unci banner

:: NEWS

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

È importante che, a problemi strutturali, si diano risposte strutturali. Ribadiamo, anche da questo palcoscenico, che chi di dovere deve avere l'umiltà di sedersi intorno ad un tavolo, con tutte...

A Palazzo Campanella il convegno "Racket, tre mafie a confronto"

A Palazzo Campanella il convegno "Racket, tre mafie a confronto"

"Iniziative come questa sono la testimonianza che, tutti uniti lavorando verso una direzione comune, possiamo definitivamente spezzare i tentacoli della piovra mafiosa". Così, il sindaco Giuseppe Falcomatà, ha salutato gli...

Villa, rifiuti zero. Il Conai finanzia il progetto di sensibilizzazione

Villa, rifiuti zero. Il Conai finanzia il progetto di sensibilizzazione

Con riferimento al Bando Anci Conai per la comunicazione locale – edizione 2019, il comune di Villa San Giovanni è stato ammesso al cofinanziamento di 45mila euro per il progetto...

A palazzo Corrado Alvaro la visita del cardinale Ernest Simoni

A palazzo Corrado Alvaro la visita del cardinale Ernest Simoni

S’è tenuto questa mattina, nella sala “Monsignor Ferro” di Palazzo Alvaro, l’incontro istituzionale tra il cardinale Ernest Simoni e il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà – introdotto da Marcello Condorelli, portavoce...

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

C'è anche Caulonia tra i centri beneficiari del finanziamento milionario per i beni culturali del distretto della Locride deliberato dalla Giunta Regionale. Ammonta infatti a 1 milione e 400 mila...

compra calabria

Sei qui: HomeCuriositàCrea (Ancadic/Torrente Oliveto): Più sensibilità per le esigenze dei bambini

Crea (Ancadic/Torrente Oliveto): Più sensibilità per le esigenze dei bambini

Pubblicato in Curiosità Mercoledì, 26 Giugno 2019 14:23

L’attività svolta dall’ANCADIC è finalizzata anche alla tutela dell’ambiente, della salute e della incolumità pubblica, ma quando si tratta di esigenze che riguardano i bambini in senso lato del mondo scolastico siamo maggiormente stimolati a stare più vicino a loro, ai loro genitori e a tutte quelle persone e associazioni di volontariato, che operano in silenzio dedicando gran parte del loro tempo alle esigenze dei bambini e alla loro crescita in senso fisico. Per questo abbiamo pensato, anche a seguito di sollecitazioni di alcuni cittadini, di chiedere in primis al Sindaco del Comune di Reggio Calabria il completamento di alcuni impianti sportivi con particolare riferimento alle strutture in acqua (piscine).

Con missiva dello scorso 23 giugno, indirizzata al Sindaco del Comune di Reggio Calabria, al Consigliere delegato allo sport del Comune di Reggio Calabria, al Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, al Comitato Olimpico Nazionale Italiano, al CONI Calabria e alla F.I.G.C - Federazione Italiana Gioco Calcio, abbiamo scritto: ”Vogliamo segnalare la incancrenita volontà di portare avanti l’attività pallonara (calcistica) trascurando le altre attività sportive che non stiamo qua ad elencare.
Alcune famiglie che hanno interesse specifico per la crescita dei propri bambini bisognevoli di queste strutture in acqua (piscine) anche per disabili, non sono la maggior parte del popolo, ma a nostro avviso se la natura nasce in acqua già nel grembo materno, probabilmente la prosecuzione in questi ambiti dovrebbe essere necessaria e utile,
ci chiedono di intervenire presso le Istituzioni competenti per dedicare più attenzione con finanziamenti ad hoc alla realizzazione di questi impianti, che peraltro sono previsti nella redazione di qualunque piano urbanistico ed essendo queste strutture previste e mai realizzate anche nel nostro Comune, ex piano Quaroni, ancora in vigore con funzionari reggenti pagati a spese di noi cittadini da anni immobili senza decidere su ciò che è avvenuto negli anni dell’abusivismo edilizio e su quello che si deve fare oggi per la crescita della vita sociale.
Nello specifico questi cittadini, che sono obbligati a frequentare la piscina sulle colline della dirimpettaia Messina con disagi di notevole entità, sollecitano noi e voi la solerte realizzazione della piscina limitrofa al campo sportivo Oreste Granillo da anni sempre pronta per essere riappaltata all’ adeguamento come per legge e di realizzarne una
seconda con procedura straordinaria in località Laboccetta/Ciccarello, dove da anni non viene alla luce l’ennesima struttura della F.I.G.C per attività calcistica che 50 anni fa aveva un significato per lo sviluppo del calcio locale e nazionale, oggi è venuta meno la necessità iniziale in quanto è stata colmata grazie alle attività di privati e alle consulenze federali per le attività agonistiche dei vari campionati, però la F.I.G.C essendo proprietaria del terreno non ha per nulla inciso nella realizzazione nel campo di calcio di Ciccarello e quindi i cittadini oggi chiedono di convertire quest’area in una struttura di acque (piscina).
Al consigliere Delegato allo sport del Comune di Reggio Calabria, Giovanni Latella, la raccomandazione di occuparsene in tempo e per tempo con gli Organi Federali nazionali prima che finisca il suo mandato elettorale, i cittadini e noi gliene saremmo grati. Sappiamo che la soluzione sarà difficile ma mai dire mai.
Al CONI la raccomandazione di bilanciare queste strutture anche perché non c’è disciplina sportiva che non abbia necessità di farne uso.
Si ringrazia"

Vincenzo Crea
Referente unico dell’ANCADIC
e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”

Rc 26 giugno 2019

Letto 176 volte

Articoli correlati (da tag)

  • L’ANCADIC, dopo le numerose segnalazioni ottiene l’interessamento dell’On. Maria Tripodi per la rupe di Capo d’Armi

    Dopo le numerose segnalazioni effettuate da questa associazione sin dal 2015 per quanto riguarda la pericolosità della rupe di Capo d’Armi, finalmente registriamo la nota positiva dell’interessamento dell’Onorevole Maria Tripodi che, nel silenzio delle Autorità cui spetta la competenza, ha deciso dopo un esame della copiosa documentazione da noi inviatele, di presentare una interpellanza urgente al parlamento per chiedere delucidazioni su questa delicata questione della rupe di Capo d’Armi al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. L’ANCADIC ha apprezzato molto la presa di posizione dell’On. Maria Tripodi in virtù anche del suo personale intervento alla Camera dei Deputati sulla questione dell’Ospedale Tiberio Evoli di Melito di Porto Salvo, in merito al quale questa associazione ha più volte richiesto anche agli Organi di Governo nazionale interventi di messa in sicurezza e rivalorizzazione.

  • Crea (Ancadic/Oliveto) sottovalutate le segnalazioni sulla rupe di Capo D’Armi

    Nei primi giorni della scorsa settimana, un blocco lapideo dall’alto del viadotto di Capo d’Armi è franato demolendo un pezzo di basamento dei piloni. La notevole quantità di blocchi lapidei crollati e giacenti sulla spiaggia ben certifica il perpetuarsi della condizione di pericolo, per cui anche a seguito della recente frana, è necessario disporre urgenti verifiche tecniche e geologiche già richieste dall’ANCADIC a far data settembre 2015, per accertare la stabilità geologica della rupe, perché lo stato dei luoghi indica crolli di grossi blocchi lapidei dal livello del mare in su e altri blocchi pronti a staccarsi.

  • Lazzaro, Crea (Ancadic/Oliveto): nuova discarica in via dei Mosaici

    Il Comune di Motta SG effettuata il servizio di raccolta dei rifiuti con il metodo porta a porta, avvalendosi della società Locride Ambiente.
    Da quasi un anno si registrato notevoli ritardi nella raccolta dei rifiuti solidi urbani che ha determinato gravi inconvenienti igienico sanitari in tutto il territorio mottese, soprattutto nel paese di Lazzaro. In particolare si registra una grave situazione igienico sanitaria che si perpetuata da tanto tempo originata dall’ammasso di rifiuti che per giorni e giorni giacciono sul marciapiede di via dei Mosaici a pochi metri dalle abitazioni, ove vi è una notevole quantità di rifiuti di diversa tipologia tra cui quelli di natura organica, contenuti in buste di plastica di diverso colore in gran parte rotte i cui liquami si riversavano sul marciapiede.

  • Motta San Giovanni, Crea (Ancadic/Oliveto): positivo momento di confronto con l'amministrazione comunale

    Lo scorso 30 luglio si è tenuto un incontro presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Motta SG tra il Responsabile dell’Area Ambiente – Lavori Pubblici e dell’Area Tecnica, Ing. Giovanna Chilà e il referente unico dell’A.N.CA.DI.C e responsabile del Comitato Torrente Oliveto, Vincenzo Crea.
    L’incontro è scaturito dalla necessità di avere un quadro completo delle numerose problematiche segnalate dalla scrivente associazione, atteso che al precitato dipendente di ruolo del Comune di Motta SG lo scorso 21 maggio con ordinanza sindacale sono state conferite sino al 31/12/2019 le funzioni degli Uffici sopra indicati essendo venuto meno, a seguito del dissesto finanziario dichiarato dal comune di Motta SG, il rapporto di lavoro con il precedente Dirigente.

  • Incendio distrugge gli alberi di Piazzale Zagarella a Lazzaro

    Intorno alle ore 16,30 dello scorso 24 luglio si è innescato un incendio in piazza Zagarella di Lazzaro, la cui propagazione favorita dal vento ha interessato da vegetazione spontanea, arbustiva e arborea, sterpaglie e erba secca e numerosi alberi, alcuni dei quali situati sul rilevato stradale della Ss 106 che su questa propendono. Sono stati bruciati rifiuti di diversa tipologia presenti tra le sterpaglie, tra cui materiale plastico. Interessate anche le infrastrutture presenti, illuminazione pubblica.Le adiacenti abitazioni e tutto il circondario sono stati invasi dal fumo, per qualche ora l’aria era irrespirabile e la visibilità sull’adiacente Ss 106 era quasi a zero.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.