unci banner

:: Evidenza

Nicky Nicolai, Stefano Di Battista e Minino Garay chiudono il Roccella Jazz Festival

Nicky Nicolai, Stefano Di Battista e Minino Garay chiudono il Roccella Jazz Festival

Mercoledì 22 agosto il gran finale di Rumori Mediterranei, 38ma Edizione di Roccella Jazz Festival. L'ultima serata al Teatro al Castello di Roccella Jonica esalta...

Gole del Raganello: sale il bilancio delle vittime, continua la ricerca dei dispersi

Gole del Raganello: sale il bilancio delle vittime, continua la ricerca dei dispersi

Sale a diecii il bilancio delle vittime della piena nelle Gole del Raganello. Tre le persone ancora disperse. Le operazioni di ricerca sono andate avanti...

Addio a Mario Congiusta, il ricordo di Libera

Addio a Mario Congiusta, il ricordo di Libera

Si è spento oggi Mario Congiusta, da anni si batteva perchè venisse fatta piena luce sull'omicidio del figlio Gianluca. Il suo ricordo nelle parole di...

compra calabria

Sei qui: HomeCURIOSITA'Figli di genitori che si separano, primo bilancio del progetto Gruppi di Parola

Figli di genitori che si separano, primo bilancio del progetto Gruppi di Parola

Pubblicato in Curiosità Mercoledì, 28 Febbraio 2018 15:02

Presentato oggi a Roma, nella sede dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, un primo bilancio del progetto “Gruppi di parola, una risorsa per i figli dei genitori separati”, promosso dall’Autorità garante, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e l’Istituto Toniolo di Studi Superiori. Nell’occasione è stata annunciato l’avvio di una iniziativa finalizzata alla promozione di una “Carta dei diritti dei bambini nella separazione”, pensata come strumento di tutela e protezione comprensibile e utilizzabile direttamente dai bambini e dai ragazzi coinvolti nell’esperienza della separazione dei genitori. I principi fondanti della Carta saranno ispirati alla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Partito lo scorso 9 novembre con il primo ciclo di incontri ospitati dal Consultorio familiare dell’Università Cattolica di Roma, il progetto intende valorizzare l’esperienza della condivisione delle emozioni come strumento di confronto ed elaborazione dei vissuti tra i bambini e i ragazzi coinvolti negli eventi di separazione o divorzio che coinvolgono i loro genitori. “Si tratta di un numero elevato di bambini e ragazzi - commenta la Garante Filomena Albano - che si amplifica se si pensa che nel nostro Paese non esiste una misura a favore di questa particolare categoria di minorenni vulnerabili. Per questo abbiamo promosso questo progetto, che mira a far conoscere e diffondere lo strumento dei Gruppi di Parola: i bambini e i ragazzi vanno aiutati ad attraversare questa particolare fase di transizione della famiglia e l’esperienza del gruppo intende offrire un sostegno ai figli che si trovano ad affrontare la perdita dell’unità familiare, spingendo il loro sguardo verso un orizzonte in cui la separazione dei genitori non implica la perdita del legame con loro”.
I Gruppi di Parola sono interventi brevi, destinati a bambini (6-11 anni) e adolescenti (12-15 anni) con genitori separati o divorziati. È un’esperienza di gruppo - articolata in quattro incontri di due ore ciascuno, a cadenza settimanale - in cui i bambini e i ragazzi possono parlare, condividere pensieri ed emozioni, attraverso il gioco, il disegno e altre attività, con l’aiuto di professionisti specializzati. Il Gruppo di Parola (GdP) aiuta a esprimere i vissuti, a porre domande, a nominare le paure rispetto alla separazione, a trovare modi per dialogare con i genitori e per fronteggiare le difficoltà legate ai cambiamenti familiari. Il Gruppo di Parola coinvolge anche i genitori: dalla fase di informazione e autorizzazione per i figli alla partecipazione all’incontro conclusivo del gruppo, fino al colloquio di approfondimento realizzato a distanza di un mese.
“Il nostro impegno, da oltre quarant’anni, è rivolto alle famiglie e i Gruppi di Parola rappresentano un’iniziativa pienamente integrata con le nostre proposte cliniche e di ricerca a sostegno dei legami familiari, attente ai bisogni dei più piccoli – ha sottolineato la dottoressa Paola Cavatorta, direttore del Consultorio Familiare dell’Università Cattolica a Roma e responsabile scientifico del progetto -.  Nel Consultorio di Roma abbiamo realizzato finora oltre 20 GdP e il loro numero sale a oltre 40 se consideriamo le edizioni realizzate a Milano e a Napoli. Abbiamo constatato in molti modi il valore del GdP, abbiamo ascoltato le parole rasserenate dei bambini, i commenti positivi dei genitori, gli apprezzamenti di insegnanti che ci hanno riferito i cambiamenti osservati nei bambini.”
Un primo obiettivo dei promotori del progetto è la realizzazione di 7 GdP: 4 a Roma, 2 a Milano e 1 a Napoli, tutti gratuiti, associati alla somministrazione di un questionario - appositamente predisposto per questo progetto - per valutare il GdP dal punto di vista dei figli partecipanti e dei genitori. A Roma sono già stati completati i primi due GdP ai quali hanno partecipato complessivamente 15 bambini e un terzo si avvia oggi con 8 ragazzi di 12-16 anni. A Napoli è iniziato il 15 febbraio un gruppo con 5 bambini, a Milano è partito la scorsa settimana il primo dei due GdP previsti, con 5 ragazzi. Gli ultimi GdP previsti dal progetto saranno realizzati il prossimo maggio a Milano e Roma.
Un ulteriore obiettivo del progetto è la rilevazione delle esperienze realizzate sul territorio italiano, per avere una mappa aggiornata dell’offerta di GdP.
Insieme a questa indagine si intende promuovere la creazione di un network nazionale di centri e professionisti formati alla conduzione dei Gruppi di Parola, esperti e affidabili, ai quali le famiglie possano rivolgersi con fiducia.
“Per condurre adeguatamente questa risorsa dal forte valore preventivo e di accompagnamento clinico nella complessa transizione familiare del divorzio – ha spiegato la professoressa Costanza Marzotto, responsabile della formazione del Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia dell’Università Cattolica di Milano e conduttrice di GdP presso il Servizio di psicologia clinica per la coppia e la famiglia della sede milanese dell’Ateneo - è richiesta una formazione rigorosa e approfondita articolata in giornate d’aula, studio e revisione della propria pratica con conduttori esperti al termine del percorso e in incontri periodici di supervisione.” Dal 2005 ad oggi sono stati realizzati complessivamente 15 percorsi formativi nelle tre sedi di Milano, Roma e  Napoli per un totale di circa 250 professionisti accreditati dall’Università Cattolica-Servizio Formazione Permanente. Sono risorse qualificate, presenti in quasi tutte le regioni, in molti casi attivi nei servizi pubblici o di privato convenzionato.

Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza
Ufficio stampa

Roma 28 febbraio 2018

Letto 129 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il 14 Luglio a Roma alla Casa Internazionale delle Donne prima assemblea nazionale lanciata da Dem-A

    Il 14 Luglio a Roma alla Casa Internazionale delle Donne prima assemblea nazionale lanciata da Dem-A con Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli, suo ispiratore e tante altre realtà tra le quali Il Sud che Sogna.
    Appuntamento che rappresenta la svolta nell'azione collettiva del popolo della sinistra in Italia. Realtà civiche territoriali e nazionali, movimenti, associazioni, realtà sociali di base ed alcuni soggetti politici della sinistra hanno infatti cominciato ad immaginare durante un incontro preliminare a Napoli lo scorso 23 Giugno dove, una ipotesi di uno spazio di alternativa credibile che, innanzitutto, rifugga la sterile somma algebrica tra soggetti politici che si ripropone ad ogni scadenza elettorale.

  • La Collezione "Katherina" al Museo Correale di Sorrento per la Maison Celestino

    Santa Caterina da Siena, Patrona d’Italia e d’Europa, Caterina d’ Aragona, Principessa di Spagna, Caterina Cornaro, Regina di Cipro, Caterina La Grande, Imperatrice di Russia, Katharine Jeffert Schori, Vescovo del Nevada e Presidente della Conferenza Episcopale degli Stati Uniti d’America, Caterina Ferrucci, scrittrice e pedagoga, Katherine Hepburn, Premio Oscar per il Cinema, Catherine Deneuve, attrice francese, Caterina Caselli, produttrice discografica e cantante: sono i miti ispiratori del Vernissage sorrentino, le indiscusse protagoniste di un omaggio alla donna che la Maison Celestino propone oltre il tempo e la storia.

  • Premio "Calabria nel mondo" alla presidente Casellati, Siclari: "Momento ricco di significato"

    Reggio Calabria. «La premiazione del presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, che ha ricevuto il riconoscimento "Calabria nel mondo" è stato un momento commovente e allo stesso tempo ricco di significato». Il senatore Marco Siclari membro storico dell'associazione "Calabresi nel mondo" ha partecipato e commentato la cerimonia che si è svolta a Roma

  • Rome Inclusive Fashion Night: alla sfilata internazionale le creazioni dello stilista Sapone

    Roma. Grande successo di critica e di pubblico per la “Rome Inclusive Fashion Night”, evento tra i più originali e più prestigiosi della moda internazionale, organizzato dalla Fondazione Vertical, ente no profit impegnato nella ricerca sulle lesioni midollari, in collaborazione con l’Agenzia di Moda inclusiva Iulia Barton. Lo show ha decretato, con grande forza, il principio che la

  • Roma, Confindustria agli studenti della “Sapienza”: “Fare impresa al Sud si può"

    Reggio Calabria. L'Aula V della facoltà di Economia dell'università "La Sapienza" di Roma ha ospitato la prima tappa del roadshow dal titolo "Fare impresa al Sud si può, gli strumenti a sostegno delle start up" promosso da Unindustria Calabria e Confindustria Reggio Calabria in collaborazione con Invitalia. L'iniziativa è la prima tappa di un articolato percorso che gli industriali reggini intendono portare avanti nei vari atenei del centro

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.