unci banner

:: NEWS

Castello Aragonese e Museo. Aspromonte protagonista a Reggio nel sabato di mezz’estate

Castello Aragonese e Museo. Aspromonte protagonista a Reggio nel sabato di mezz’estate

Mostra e Concerto per un sabato da protagonista. L’Aspromonte indossa l’abito elegante e si prepara ad un doppio appuntamento per il 17 agosto con la città di Reggio Calabria, dove...

Il MArRC aperto a Ferragosto fa il "botto" di presenze

Il MArRC aperto a Ferragosto fa il "botto" di presenze

Ferragosto da record per il MArRC che nella giornata di ieri ha registrato il “tutto esaurito” con ben 7760 ingressi. La scelta dell’apertura nella giornata festiva con ingresso gratuito a...

Premio Anassilaos Arte Cultura Economia e Scienze 2019 31^ Edizione

Premio Anassilaos Arte Cultura Economia e Scienze 2019 31^ Edizione

Sabato 17 agosto alle ore 19,00, nell’ambito delle manifestazioni “Autore in vetrina” promosse dalla Libreria Nuova Ave e in occasione della presentazione del volume “Sospesi tra due infiniti. Una nuova...

Al castello Ruffo di Scilla Maria Barresi, con Daniela Marra e i Mattanza, racconta "L'essenza della Felicità"

Al castello Ruffo di Scilla Maria Barresi, con Daniela Marra e i Mattanza, racconta "L'essenza della Felicità"

"La felicità che ci viene donata ogni giorno non sempre ha radici nel nostro presente ma va ricercata nel nostro passato, rivolgendoci ed essa per proiettarla nel nostro futuro". Il...

San Roberto, donna ai domiciliari per danneggiamento seguito da incendio

San Roberto, donna ai domiciliari per danneggiamento seguito da incendio

Lunedì pomeriggio, i carabinieri della Stazione di San Roberto hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Reggio Calabria su richiesta...

compra calabria

Sei qui: HomeCuriositàIl Questore revoca i 19 Daspo ai ragazzi della Nuova Gioiese

Il Questore revoca i 19 Daspo ai ragazzi della Nuova Gioiese

Pubblicato in Curiosità Domenica, 11 Dicembre 2016 21:12

Reggio Calabria 11/12/2016 - I giovani giocatori della squadra di calcio della “Nuova Gioiese”, alcuni dei quali minorenni, durante l’incontro disputatosi il 2 febbraio scorso presso lo Stadio comunale di Gioia Tauro, valido per il Campionato Regionale Juniores, si erano resi responsabili di una violenta aggressione nei confronti dei giocatori della squadra avversaria del “Calcio Cittanovese”.

I ragazzi erano stati, pertanto, destinatari del provvedimento di divieto di accesso ai luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive per 2 anni, con l’ulteriore prescrizione dell’obbligo di presentazione presso gli Uffici di Polizia. I giovani, dopo circa 10 mesi di divieto, durante i quali hanno pienamente rispettato le prescrizioni imposte, hanno presentato attraverso Don Gianni, il Parroco della Chiesa “Maria Santissima di Porto Salvo”, un’accorata e corale istanza al Questore, che li ha convocati nel proprio ufficio, dichiarandosi consapevoli dell’errore commesso, consci della gravità dell’accadimento e pentiti per quanto accaduto.

 

Il Questore della Provincia reggina ha, pertanto, inteso revocare tali provvedimenti, volendo dare ai giovani l’opportunità di ritornare a praticare lo sport da loro tanto amato da calciatori e nei luoghi a ciò istituzionalmente deputati. I provvedimenti di D.A.SPO. a suo tempo emessi, infatti, avevano di fatto stroncato il loro sogno di avere un futuro da calciatori professionisti. Con le revoche il Questore Grassi ha inteso ridare fiducia ai 19 giovani interessati dalla triste vicenda, riattivando la loro legittima aspirazione ad un miglioramento della propria vita e alla pratica di uno sport dall’indubbio valore socio-educativo che fa sognare molti giovani che aspirano a divenire campioni.


Tale revoca è stata simbolicamente annunciata ai ragazzi nel corso di un incontro, tenutosi nel pomeriggio dell'altroi ieri presso l’Oratorio della Chiesa “Maria Santissima di Porto Salvo”, nel cui campetto i giovani in questi mesi hanno continuare a giocare a calcio, alla presenza del Parroco Don Gianni, dei giovani calciatori e dei loro genitori, che hanno manifestato grande plauso all’iniziativa del Questore, commuovendosi per le parole espresse dell’Autorità Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. In taluni contesti, infatti, il “perdono” può assumere un’efficacia rieducativa maggiore rispetto alla punizione, restituendo, nella circostanza, ai giovani calciatori fiducia nella vita e nelle Istituzioni, portatrici di legalità e di valori sociali, che vanno ben oltre la mera repressione dei comportamenti illeciti.


Il provvedimento di revoca, infatti, è un chiaro segnale dell’attenzione riposta dalla Polizia di Stato nei confronti dei giovani che, in una provincia come quella reggina tristemente insidiata dalla crimi-nalità e caratterizzata da contesti sociali degradati, spesso non hanno altra opportunità di trascorrere il proprio tempo libero se non praticando lo sport che insegna il rispetto delle regole, con finalità socio-educativa che va ben oltre il mero individualismo.

Letto 498 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il Questore della Provincia di Reggio Calabria emette tre provvedimenti di d.a.spo.

    Il Questore di Reggio Calabria mantiene alta l’attenzione rispetto alla necessità di assicurare che durante lo svolgimento delle manifestazioni sportive sia assicurato il rispetto e la correttezza dei comportamenti di tutti i partecipanti.
    Dura è stata la risposta ai disordini occorsi durante l’incontro di Calcio a Cinque disputato il 18.03.19 tra la squadra “A.C.S.D. Ludos Vecchia Miniera” e quella della “Xenium”, valevole per il Campionato Regionale di Serie “C2”;
    Tre sono i provvedimento di d.a.spo. emessi nei confronti di:

  • D.A.SPO. emesso per un giocatore della squadra di calcio A.C. Locri 1909

    Un altro provvedimento di D.A.SPO. è stato emesso dal Questore di Reggio Calabria, che grande attenzione ha posto alla necessità di assicurare durante lo svolgimento delle manifestazioni sportive il rispetto e la correttezza dei comportamenti di tutti i partecipanti.
    Il provvedimento è stato disposto nei confronti di D. M. G. cl.’96, giocatore della compagine calcistica della “A.C. Locri 1909” che, al termine dell’incontro di calcio disputato presso lo stadio comunale di Locri (RC) il 14.04.19 con la “A.S. IGEA VIRTUS”, valevole per il Campionato di Serie “D” Girone I, si è reso responsabile di una condotta oltraggiosa nei confronti delle forze dell’ordine.

  • Il Questore della Provincia di Reggio Calabria emette un provvedimento di aggravamen-to di d.a.spo

    Un’altra decisa risposta arriva da parte del Questore della Provincia di Reggio Calabria ai comportamenti scorretti tenuti in occasione della manifestazioni sportive.
    E’ stato aggravato il provvedimento di d.a.spo. nei confronti di P.G. cl.’95, già emesso da quest’Ufficio il 29.08.17 per anni due.
    Il tifoso della squadra calcistica della “Reggina 1914”, sebbene già sottoposto al divieto di accedere alle manifestazioni sportive, era stato notato dal personale del locale U.P.G.S.P. in prossimità del cancello d’ingresso alla Curva Sud dello stadio “O.Granillo” di Reggio Calabria, in occasione dell’incontro di calcio disputato il 20.04.19 con la “F.C. Casertana”, valevole per il Campionato di Lega Pro Girone C.

  • Reggina-Casertana, arrestati 2 reggini sottoposti a D.A.SPO mentre tentavano di accedere allo Curva Sud

    L’intensificazione dei controlli in occasione dei servizi di ordine pubblico disposta dal Questore Maurizio VALLONE durante lo svolgimento della manifestazione sportiva di Lega PRO, al fine di prevenire atti violenti in danno delle strutture sportive, della società “Urbs Reggina 1914”, e dei tifosi ospiti, che potrebbero causare multe e squalifiche del campo in un momento così delicato della stagione calcistica Reggina, ha conseguito ulteriori importanti risultati quando, lo scorso sabato 20 aprile, durante lo svolgimento dell’incontro di calcio “Reggina-Casertana”, valevole per il campionato di Lega Pro, gli Agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Volanti, impegnati nello specifico compito di vigilanza per impedire l’accesso allo stadio a soggetti gravati dalla misura di prevenzione del divieto di accesso alle manifestazioni sportive (D.A.Spo), hanno sorpreso tre soggetti intenti a scavalcare la recinzione dello stadio nei pressi della curva sud, evidentemente intenzionati ad entrare ed assistere alla partita senza essere in possesso di biglietto.

  • Il Questore emette 6 provvedimenti di D.A.SPO dopo l'incontro A.C. Locri 1909 - A.S. Marsala Calcio

    Non si è fatta attendere la risposta del Questore della Provincia di Reggio Calabria dopo i deprecabili episodi del 3 marzo scorso occorsi durante la partita disputata presso lo stadio comunale di Locri (RC) tra la squadra della “A.C. Locri 1909” e quella della “A.S. Marsala Calcio” valida per il campionato di Serie “D”. In data 5 aprile u.s. sono stati emessi 6 provvedimenti di D.A.SPO. nei confronti di altrettanti sostenitori della “A.C. Locri 1909”, responsabili a vario titolo sia di un fitto lancio di oggetti e di bottiglie d’acqua all’indirizzo della terna arbitrale e dei giocatori della squadra ospite, sia del tentati-vo d’ingresso negli spogliatoi al termine dell’incontro, al fine di venire in contatto con i predetti giocatori. Nello specifico gli stessi hanno forzato il cancello di ingresso ripetutamente con calci, pugni e spintoni e, subito dopo, hanno danneggiato e frantumato il pannello in plexiglass che ricopre l’inferriata del suddetto cancello.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.