unci banner

:: Evidenza

Pino sradicato dal vento sul Lungomare davanti l'istituto Piria

Pino sradicato dal vento sul Lungomare davanti l'istituto Piria

Un pino di grosse dimensioni è stato sradicato dal vento questa notte sulla via Marina davanti l'istituto Piria. L'albero è finito sulla carreggiata della via Marina Superiore ostruendola completamente.

LegaPro. La Reggina vince e convince: battuta a Lentini la Sicula Leonzio (1-2)

LegaPro. La Reggina vince e convince: battuta a Lentini la Sicula Leonzio (1-2)

Reggio Calabria. La Reggina sbanca Lentini e conquista la prima vittoria stagionale esterna nella 15^ giornata di campionato di LegaPro. Sandomenico su rigore e Solini firmano la vittoria amaranto. Il tabellino della gara:

Reggio Calabria. A Piazza De Nava, grande successo per l’iniziativa “Doni da Donare”

Reggio Calabria. A Piazza De Nava, grande successo per l’iniziativa “Doni da Donare”

Reggio Calabria. Si è tenuto stamattina a Piazza de Nava l'evento organizzato dai Masci in collaborazione con l'Associazione Paolo Costantino "Doni da Donare". Successo straordinario per l'iniziativa inserita dall'Amministrazione Comunale nel cartellone degli eventi del...

Basket. Gran Galà del Molise: secondo posto per la Calabria

Basket. Gran Galà del Molise: secondo posto per la Calabria

Reggio Calabria. Come da pronostico, la fortissima selezione “Campania” vince in scioltezza l’ottava edizione del Gran Galà del Molise. La “Calabria” si arrende contro gli avversari dopo aver conquistato la finalissima della manifestazione battendo le...

compra calabria

Sei qui: HomeCURIOSITA'Sant'Antonio, fede e devozione di tanti reggini

Sant'Antonio, fede e devozione di tanti reggini

Pubblicato in Curiosità Mercoledì, 13 Giugno 2018 12:16

Fernando di Buglione nacque a Lisbona nel 1195 in una nobile famiglia che lo accompagnò nell’educazione religiosa. A soli quindici anni si unì all’ordine degli Agostiniani e prese i voti sacerdotali continuando a studiare come teologo e filosofo, ma la sua vita in monastero venne sconvolta quando giunsero dall’Africa i corpi martirizzati di cinque frati francescani. Il Santo si unisce così all’ordine dei minimi e sceglie di prendere il nome di Antonio, spinto dal desiderio di donare la propria vita per testimoniare Cristo, ma a causa di una grave malattia è presto costretto al riposo forzato ed impedito nella predicazione.

Arriva ad Assisi ed incontra il Santo Poverello che lo invia a predicare per tutto il nord Italia e nel sud della Francia, combattendo le eresie dei catari e degli albigesi. Sceglie infine di risiedere a Padova e stringe con la città un legame fortissimo prodigandosi per i poveri e contro le ingiustizie, ma quando la sua salute si aggrava, si ritira in un luogo solitario a pochi chilometri dalla città dove trascorre le giornate in preghiera e meditazione in un rifugio sopra un grande albero di noce. Il 13 giugno 1231, capendo che la fine è vicina, chiede di esser riportato in città dove una folla di devoti accompagna il suo estremo viaggio gridando: “È morto il Santo!!”.

Subito dopo la sua morte, iniziarono i lavori per l’edificazione della Basilica di Sant’Antonio: meta di continui pellegrinaggi, è senz’altro uno dei santuari più visitati dai fedeli che continuamente si recano sulla tomba del Santo alla ricerca di grazie e miracoli. Esempio originalissimo ed eccezionale dell’arte medievale italiana, custodisce immensi capolavori come il preziosissimo altare di Donatello nel quale lo scultore intreccia le storie della vita di Cristo con quelle del Santo. I pannelli alla base della struttura raccontano i miracoli che Sant’Antonio compì in vita, come il Miracolo dell’asina con il quale il teologo dimostra la presenza di Cristo nell’Eucarestia, mostrando alla mula l’ostia consacrata davanti alla quale l’animale si inginocchia ignorando il cibo che le viene offerto e convertendo così gli eretici presenti.

Un altro grande miracolo legato alle opere del Santo è quello del Pane dei Poveri: Tommaso è un bimbo lasciato dalla madre solo in casa e ritrovato poco dopo senza vita, affogato in un bacile d’acqua. La madre disperata invoca l’aiuto del Santo al quale promette in voto che donerà ai poveri tanto pane quanto pesa il bambino, il figlio torna in vita e nasce così la preghiera del “pondus pueri” attraverso la quale i genitori affidano i figli al Santo, promettendo carità per i bisognosi tanto quanto fosse il peso dei piccoli. Questo miracolo è all’origine della Caritas Antoniana, organizzazione che si prende cura dei poveri in tutto il mondo.

Sullo Stretto la devozione a Sant’Antonio si celebra nel Santuario di Sant’Antonio che domina la città dalla Collina degli Angeli. Voluto dal Santo Don Luigi Orione, venne consacrato nel 1934 ed intitolato al Santo di Padova per volere stesso del sacerdote, è meta continua di pellegrinaggi dalla Calabria e dalla provincia di Messina. I fedeli salgono in ginocchio la scala che conduce alla statua del Santo, ai piedi della quale lasciano biglietti e preghiere chiedendo grazie e miracoli. Soprattutto i più giovani si rivolgono al Santo predicatore nel periodo degli Esami di Stato e della Maturità per ricevere sostegno e grazie per superare la prova.

Rc 13 giugno 2018

Letto 151 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Gli appuntamenti di oggi in città 29 novembre 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: -Giornata dell’Udito: a partire dalle ore 9,00 il DLF di Reggio Calabria organizza la giornata di diagnosi e prevenzione, con l’obiettivo di informare sui rischi connessi alla perdita dell’udito da rumore e sensibilizzare sulla necessità di fare prevenzione
    - Il Consiglio regionale, convocato dal presidente Nicola Irto, tornerà a riunirsi a Palazzo Campanella alle ore 10,00.
    -dalle ore 10,00 presso Piazza Italia manifestazione dell’Osservatorio Disagio Abitativo

  • Gli appuntamenti di oggi in città 28 novembre 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: -convegno “Violenza assistita: le ripercussioni della violenza intrafamiliare sui minori. Il fenomeno nella provincia di Reggio Calabria, prassi operative per combatterlo” ore 8,30/13,30 – 14,30/17,45 - Sala Federica Monteleone, Palazzo Campanella, Consiglio Regionale della Calabria.
    - alle ore 9.30 presso la Sala Conferenze di Palazzo Alvaro si terrà il seminario economico “Reggio e la Calabria: Prospettive ed Opportunità Economiche con la Tunisia”. Reggio Calabria accoglierà l’Ambasciatore di Tunisia a Roma, Moez Sinaoui.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 27 novembre 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: -ore 9 Palazzo San Giorgio seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi che di fatto inaugura il nuovo ciclo di una esperienza in crescita per partecipazione e progettualità, giunta ormai alla sua terza edizione.
    -ex Polveriera di Ciccarella conferenza stampa dell’Osservatorio Disagio Abitativo ore 10,30 per denunciare il fermo dell’intervento di equa dislocazione delle famiglie del ghetto
    - Pio XI e il totalitarismo” sarà il tema dell’incontro promosso dall’Associazione Culturale Anassilaos, con il patrocinio della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, che si terrà alle ore 17,30 presso lo Spazio Open con l’intervento del Prof. Antonino Romeo.

  • Aeroporto dello Stretto: lanciata una nuova campagna di marketing territoriale

    di Tatiana Muraca - Novità per quanto riguarda l’Aeroporto dello Stretto, e non solo: in base ad un rapporto di collaborazione avviato tra la Città Metropolitana di Reggio Calabria e la SACAL SpA, Società di Gestione degli Aeroporti Calabresi, partirà una campagna di marketing territoriale che coinvolgerà il nostro scalo e quello di Lamezia Terme. A detta del sindaco Giuseppe Falcomatà, oltre agli interventi già espletati, come l’istallazione dei “panettoni” per disciplinare il traffico presso il Tito Minniti, ce ne saranno molti altri che saranno comunicati man mano, “un punto concreto, frutto di un’idea più ampia di collaborazione”. Saranno investiti 240mila euro più IVA l’anno in tre anni, attuando una revisione annuale, e si prevedono campagne di marketing territoriale stagionali, “con l’obiettivo di promuovere l’immagine di Reggio quanto più possibile negli aeroporti regionali e anche sul sito internet di SACAL”.

  • Le Spose di Abakhi incantano il Miramare con il loro sogno di futuro

    Si è tenuto presso il salone degli Specchi del Miramare, l'evento benefico “Le spose di Abakhi”, una raccolta fondi molto particolare, che ha coniugato moda e solidarietà, grazie agli abiti da sposa donati dall’Accademia del Tempo Libero, tra cui uno creato dalla sartoria Sole Insieme, indossati per l'occasione da ragazze normali, alla loro prima esperienza come modelle, ed accompagnate da due ragazzi, di cui uno facente parte proprio di quei minori non accompagnati di cui l'associazione Abakhi, promotrice dell'evento, si occupa attivamente.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.