unci banner

:: Evidenza

Il Comune di Palmi insignito del Premio Nazionale Trasparenza AIDR per i Comuni tra i 5001 e i 20000 abitanti

Il Comune di Palmi insignito del Premio Nazionale Trasparenza AIDR per i Comuni tra i 5001 e i 20000 abitanti

Il Comune di Palmi è stato insignito del premio trasparenza 2019, assegnato dall’AIDR (Italian Digital Revolution). L’Ente è stato scelto dal Comitato Tecnico – Scientifico nominato per la 2 ͣ edizione del “Premio Nazionale AIDR...

Nasce il movimento politico "Dieci Idee per la Calabria"

Nasce il movimento politico "Dieci Idee per la Calabria"

Il movimento “10 Idee per la Calabria” è un soggetto politico che vuole proporsi sulla scena calabrese, nella consapevolezza che la Calabria stia vivendo una condizione drammatica e soffrendo da troppo tempo l’assenza di una...

Falcomatà: “Bene proroga bilanci, adesso aspettiamo misure a sostegno delle finanze locali”

Falcomatà: “Bene proroga bilanci, adesso aspettiamo misure a sostegno delle finanze locali”

“La proroga della scadenza per l’approvazione dei bilanci di previsione per i Comuni in piano di riequilibrio è una buona notizia e rappresenta un segno positivo della volontà politica di risolvere le criticità intervenute a...

Parco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Parco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Dal Falco pecchiaiolo alla Tortora selvatica, dalla Balia dal collare al Verzellino: 66 specie censite, alcune di grande valore conservazionistico, per creare una check-list degli uccelli nidificanti nel Parco dell’Aspromonte, integrare la banca dati a...

Torna in riva allo Stretto l'attore Gennaro Calabrese con un live tutto da ridere

Torna in riva allo Stretto l'attore Gennaro Calabrese con un live tutto da ridere

Torna in riva allo Stretto nella sua città natale, l'attore comico e volto e voce di Alice Tv e radio Kiss Kiss, Gennaro Calabrese con l'esilarante spettacolo "Gennaro Calabrese show". Un imitatore inimitabile, espressione di...

compra calabria

Sei qui: HomeCURIOSITA'Un francobollo per celebrare il grande Valentino Mazzola nel centenario della nascita

Un francobollo per celebrare il grande Valentino Mazzola nel centenario della nascita

Pubblicato in Curiosità Sabato, 26 Gennaio 2019 10:11

Poste Italiane comunica che oggi 26 gennaio 2019 viene emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “lo Sport” dedicato a Valentino Mazzola, nel centenario della nascita, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10€. Tiratura: due milioni e cinquecentomila esemplari. Fogli da quarantacinque esemplari. Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente. Bozzetto a cura di Fabio Abbati. La vignetta raffigura un ritratto di Valentino Mazzola, in primo piano sulla sagoma di un toro in posizione rampante presente nello stemma del Grande Torino, la squadra di calcio riconosciuta come una delle più forti al mondo nella seconda metà degli anni ’40 di cui il giocatore ne fu capitano e simbolo. Completano il francobollo la leggenda ”VALENTINO MAZZOLA”, le date “1919 – 1949”, la scritta “ITALIA” e la dicitura della tariffa B. 

L’annullo primo giorno di emissione è disponibile presso lo Spazio Filatelia Torino e presso l’Ufficio postale di Cassano d’Adda (MI). Il francobollo ed i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi, possono essere acquistati presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it. Per l’occasione è stato realizzato anche un folder in formato A4 a due ante contenente il francobollo, una cartolina annullata ed affrancata, una busta primo giorno di emissione, al costo di 12€.


Valentino Mazzola nacque a Cassano d'Adda, il 26 gennaio 1919, da una famiglia di umili origini. Ebbe un'infanzia disagiata; il padre nel 1929 venne licenziato e il piccolo Valentino, per aiutare la famiglia cominciò a lavorare trovando impiego prima come garzone di un fornaio, poi a 14 anni come operaio al Linificio di Cassano d'Adda. Era un ragazzino molto vivace e si meritò presto il soprannome di “Tulen” - che in dialetto significa “latta”-, a causa della sua abitudine di palleggiare con qualsiasi oggetto metallico che potesse rotolare.
La sua vocazione calcistica iniziò giocando nelle file della “Carlo Tresoldi”, con un premio di 10 lire a partita. Atleta originale e guizzante, fu notato da un suo compaesano che lavorava all'Alfa Romeo di Arese e grazie al quale ottenne un posto nella squadra aziendale nonché un posto di lavoro da meccanico. Nello stesso periodo ricevette un’offerta dal Milan, con la opportunità di giocare in Serie A.
Nel 1939 fu chiamato alle armi nella Regia Marina, a Venezia dove conseguì la licenza elementare frequentando una scuola serale e la sua passione per il pallone lo pose ancora una volta all’attenzione degli sportivi. Al provino per il Venezia calcio, si presentò giocando a piedi nudi, avendo lasciato intenzionalmente gli scarpini personali a casa per non rovinarli. Debuttò in Serie A il 31 marzo1940 in Lazio-Venezia (1-0) e nel 1941, sempre con il Venezia, vinse la Coppa Italia, in finale sulla Roma. Nel 1942 venne acquistato dal Torino – squadra alla quale associò per sempre il suo nome – con un ingaggio di 1250000 lire (equivalenti a 700.000 € circa). Con il suo arrivo il Torino fu la prima squadra a fare la doppietta Campionato-Coppa Italia e Mazzola in quest'ultima divenne capocannoniere con cinque reti.
Esordì in Nazionale nel 1942; nel 1947 indossò per la prima volta la fascia di Capitano.
Sempre nel 1942, Mazzola si sposò con Emilia Ranaldi, che gli diede i due figli Ferruccio e Sandro (entrambi calciatori); il matrimonio fu annullato nel 1947 da un tribunale rumeno.
Nella stagione 1945-1946, il Torino, in una partita sconfisse la Roma per 7-0 realizzando sei reti in tredici minuti: era nato il quarto d'ora granata, cui Mazzola dava inizio rimboccandosi le maniche.
Nella stagione 1946-1947 Mazzola, partito come capitano, nella partita Torino-Vicenza, (6-0) fu autore della tripletta più veloce della storia del calcio italiano, realizzando tre reti in tre minuti, dal 29' al 31'. Nel campionato 1948-1949 Mazzola non volle adeguarsi alle condizioni di reingaggio che la società gli propose. Il presidente Novo non voleva fare differenze tra i suoi calciatori; furono così i suoi compagni a convincere Novo ad aumentargli lo stipendio. Il primo maggio 1949, i Granata volarono a Lisbona per un'amichevole contro il Benfica, partita organizzata da Mazzola per l'addio al calcio dell'amico Francisco Ferreira, capitano della nazionale portoghese. Il 4 maggio 1949, durante il viaggio di ritorno, in condizioni di scarsa visibilità per una nebbia fitta, l’aereo che trasportava la squadra, i dirigenti e i giornalisti si schiantò alle ore 17:05 contro il muro della Basilica di Superga, provocando la morte di tutte le 31 persone a bordo.
È sepolto al cimitero monumentale di Torino. Cassano d’Adda gli ha dedicato una via, lo stadio della città e una squadra di calcio.

Ing. Roberto Maviglia
Sindaco di Cassano d’Adda

Roma 26 gennaio 2019

Letto 271 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Poste Italiane: online il sito “Piccoli Comuni” con i progetti realizzati

    Roma, 16 aprile 2019 – E’ consultabile da oggi all’indirizzo www.posteitaliane.it/piccoli-comuni il nuovo portale web che aggiorna in tempo reale gli obiettivi del programma realizzato nelle migliaia di Comuni con meno di 5.000 abitanti, invitati da Poste Italiane all’incontro dell’AD Matteo Del Fante con i “Sindaci d’Italia” del 26 novembre scorso.

  • Apre il nuovo ufficio postale di San Ferdinando in via Rimessa

    Reggio Calabria, 5 aprile 2019 - Poste Italiane comunica che da lunedì 8 aprile sarà aperto al pubblico il nuovo ufficio postale di San Ferdinando, ubicato nella nuova sede di via Rimessa.
    Il nuovo ufficio, realizzato adottando le più moderne tecnologie finalizzate a coniugare qualità del servizio e design, è caratterizzato da spazi più ampi, maggiore luminosità, arredi nuovi e più funzionali e impianti di sicurezza all’avanguardia.
    Nella nuova sede saranno operativi due sportelli per i clienti e uno sportello automatico Atm di ultima generazione, in funzione 24 ore su 24 che garantirà ai titolari di Carta libretto e Postamat di prelevare contante anche a sportelli chiusi.

  • La Nazionale di Poste Italiane scende in campo con mister Di Livio

    “Calcio d’inizio” per la Nazionale di Poste Italiane pronta al debutto agli ordini di mister Angelo Di Livio, il campione della Juventus, della Fiorentina e della Nazionale che guiderà dalla panchina la squadra gialloblù. La Nazionale di Poste è parte di un disegno di ampio respiro sostenuto dall’Amministratore Delegato, Matteo Del Fante, e dal Responsabile Corporate Affairs, Giuseppe Lasco, con il quale l’azienda punta alla valorizzazione dello sport come veicolo di integrazione e coesione tra colleghi favorendo lo spirito di squadra e diffondendo un messaggio di partecipazione e di leale competizione.

  • Negli uffici postali di Roccella Jonica e Gioiosa Jonica i nuovi ATM Postamat

    Due sportelli automatici di nuova generazione per gli uffici postali di via Carrera a Roccella Jonica e di via Gabriele D’Annunzio a Gioiosa Ionica. Dotato di monitor digitale ad elevata luminosità e dispensatore di banconote innovativo, il nuovo Atm Postamat presenta moderni dispositivi di sicurezza, tra cui il macchiatore di banconote, che rende inutilizzabile il denaro sottratto in caso di atto vandalico. A maggior tutela della clientela è presente anche il nuovo sistema elettronico “antiskimming”, per impedire la clonazione delle carte di credito.

  • Un francobollo per celebrare Don Giuseppe Diana nel 25esimo anniversario della sua uccisione

    Poste Italiane comunica che è stato emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Senso civico” dedicato a Giuseppe Diana, nel 25° anniversario della scomparsa, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10€. Tiratura: due milioni e cinquecentomila esemplari. Fogli da quarantacinque esemplari. Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente. Bozzetto a cura di Giustina Milite. La vignetta raffigura sullo sfondo di un gruppo di scouts, in primo piano a sinistra, un ritratto di don Giuseppe Diana affiancato, a destra, dalla scritta “Per amore del mio popolo” che rappresenta il suo scritto più noto, una lettera manifesto dell’impegno contro il sistema criminale.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.