Sei qui: HomeLeggi tutto

REGGIO CALABRIA, 22 maggio 2015

 

Da venerdì 22 maggio a domenica 24 maggio 2015 si terrà il "Metropolitan Book Festival", la prima fiera del libro di Reggio Calabria. Tre giornate dedicate alla cultura e al libro, promosse e coordinate da tre associazioni: Associazione Culturale Fahrenheit 451, Associazione LiberArchè, la Gilda degli Artisti in collaborazione con Mebook! Social Network per la Cultura. 

 

Il Festival, sotto la direzione artistica di Elmar Elisabetta Marcianò e patrocinato dal Comune di Reggio Calabria, coinvolgerà tre location del centro storico della città: la galleria di Palazzo San Giorgio, la Pinacoteca e la Biblioteca. Quindici gli eventi in programma, tra incontri con gli autori, stand espositivi, mostre, reading, dibattiti e momenti musicali. 

 

Questo il programma delle tre giornate:

22 Maggio 2015
Galleria di Palazzo San Giorgio
ore 10.30 Apertura Ufficiale Saluti delle Autorità e degli Organizzatori
Ore 19.00 – Spettacolo musicale dei Flattayers
Malavenda Cafè
Ore 11.00 Incontro con Andrea Tripepi (Operazione Alzheimer) – Kimerik ed.
“Vi siete mai chiesti cosa vedete realmente quando guardate i telegiornali? Vi siete mai chiesti quali verità raccontano? O meglio ancora: vi siete mai chiesti se raccontano la verità?”
Presenta la scrittrice Domenica Cosoleto.
Biblioteca Comunale
Ore 17.00 Incontro con Enzo Musolino (Eccezione e trascendenza. La teoria politica di Carl Schmitt) –Disoblio ed.
“L’opera indaga il pensiero di Carl Schmitt, ripercorrendo i momenti epocali nei quali i concetti di teologico e di politico, di eccezione e di trascendenza assumono ogni volta, nella dimensione del diritto, delle metamorfosi essenziali che originano nuove figure del potere e che inglobano le vecchie mantenendone il lessico e le categorie”
Presenta Fabio Palumbo ricercatore universitario
Pinacoteca
Ore 17.30 Mostra personale di Giuseppe Bonaccorso “Ritratti”.
“Tutte le cose materiali sono destinate alla decadenza, mentre è solo lo spirito creativo che dura in eterno.
I volti scempiati, quasi fotografie impietose di un ritratto collettivo sull’orlo del disfacimento, con l’utilizzo della carta
attraverso contrasti cromatici di infinita drammaticità ed equilibrio formale e con accostamenti che valorizzano persino le imperfezioni, trasformo la caducità e la povertà in una sontuosa pittura. Ed è proprio alla carta che mi rivolgo, attraverso l’assemblaggio eseguito in chiave pittorica.
Ore 18.00 Incontro con Vins Gallico – Presentazione del libro ‘’Final Cut’’, finalista Premio Strega 2015, Fandango ed.
“Attraverso una narrazione brillante racconta di ordine, confusione e liberazione, e diventa il ritratto parossistico e ultramoderno di una generazione digitale incapace di affrontare vicinanza e sentimenti.”
Interverranno: Assessore alla Cultura di Reggio Calabria Patrizia Nardi, Giovanni Vittorio (Pres. Ass. Fahrenheit 451), Salvatore Cucinotta (Founder CEO Mebook!), Prof. Fabio Cuzzola

 

23 Maggio 2015
Galleria di Palazzo S. Giorgio
Ore 18:00 “Il poeta Balia” di Giuseppe Cantarella, Città del Sole ed.
“Nella Reggio che cerca di risollevarsi dopo la seconda guerra mondiale, il poeta Balia s’inventa un commercio di libri usati per aiutare le famiglie in un momento di difficoltà. Non sa che sta diventando il protagonista di un centro di attrazione culturale della città dello Stretto.”
Ore 19.00 Incontro con Pasqualino Placanica L’odore del mare, Disoblio ed.
Presenta il giornalista Antonio Giuseppe d’Agostino
Intervengono: Francesca Rappoccio (insegnante); Salvatore Bellantone (dir. Disoblio ed.)
Pinacoteca
Ore 16.30 Incontro con Davide Carmelo Ortisi (Filosofia in pillole), Armando ed.
“Una panacea, una sorta di libretto delle istruzioni della vita. Se letto con oculatezza ci aiuta a capire, a conoscere gli altri e soprattutto noi stessi, se letto in modo raffazzonato può far girar la testa e creare molti dubbi.”
Presenta il giornalista Antonio Giuseppe D’Agostino.
Ore 18.00 Incontro con Rossella Maggio (Fata del cuore mio), Kimerik ed.
“Il romanzo è sì, una storia d’amore, ma soprattutto è una storia d’amore di ognuno con se stesso. Un percorso teso a conoscere ed amare, sia pure attraverso l’altro e con diverse modalità, la propria fata interiore, la nostra essenza più profonda.”
Presenta la speaker radiofonica Francesca Martino
Malavenda Cafè
Ore 17.00 ‘’I piccoli archeonauti’’di Vasiliki Vourda, Laruffa ed.
“Una vera e propria scoperta all’interno del Nuovo Museo Archeologico di Reggio Calabria, un’emozionante esperienza di apprendimento da vivere e da rivivere, attraverso il racconto”
Presenta la speaker radiofonica Letizia Cuzzola

 

24 Maggio 2015
Galleria di Palazzo San Giorgio
Ore 11.00 Reading Concert by The Jasmine Coast” di Fabio Macagnino, Città del Sole ed.
“Un viaggio fatto di musica, immagini e parole, raccontato con gli occhi distaccati di chi è nato e cresciuto in Germania ma poi è tornato alla Calabria. Questa doppia anima dà luogo ad una visione poetica e contrastante della vita. Più che un concerto, un viaggio dell’anima tra bellezze e contraddizioni.”
a cura della giornalista Gabriella Lax
Ore 19.00 Spettacolo musicale dei Nerodipinto e Rocket Baby Dolls Acoustic
Muse
Biblioteca Comunale (Viletta De Nava)
Ore 17.30 Tavola rotonda con le case editrici e tutti i protagonisti del Metropolitan Book Festival sul tema:L’evoluzione dell’editoria nell’era digitale. Quali prospettive?
Presenta e modera la giornalista Laura Sidari
Ore 17.30 Laboratorio teatrale,, racconti e favole per bambini a cura dell’ Associazione Pagliacci Clandestini (locali della Villetta De Nava).

 

Per tutta la durata dell'evento nella Galleria di Palazzo San Giorgio saranno presenti gli espositori delle case editrici e degli sponsor.

REGGIO CALABRIA, 26 aprile 2015

È stata inaugurata lo scorso mercoledì 15 aprile, al B’art, la mostra dei lavori partecipanti al concorso-workshop “Premio Antonio Quistelli”, organizzato dal “Laboratorio AbitaZone Arghillà città aperta/città per tutti” che ha aperto la quinta stagione dei “Caffè di Architettura”. La serata, coordinata dagli architetti Valentina Monteleone e Francesco Morabito, si è svolta all’insegna di un dialogo tra gli amministratori impegnati principalmente nelle politiche di strategia ambientale del territorio reggino, i protagonisti del “Laboratorio” e i tanti cittadini presenti.
Il “Premio Quistelli”, alla sua prima edizione e coordinato da Berardo Dujovne e Francesco Morabito con la collaborazione del prof. Giuseppe Fera, è stato uno stimolo fondamentale per attivare quei processi di rigenerazione urbana che, in futuro, potranno ridisegnare e definire lo spazio della comunità di Arghillà. Questo quartiere infatti, come sottolinea lo stesso portavoce del sindaco Falcomatà, Franco Arcidiaco, presenta differenti punti critici sia sotto l’aspetto sociale, che sotto quello urbano ed è per tale motivo che iniziative come queste, non solo vanno sostenute ma devono diventare parte di un progetto organico di rigenerazione urbana, affinché la nuova città metropolitana possa ripartire. D’altra parte l’attenzione del sindaco Giuseppe Falcomatà nei confronti delle periferie è stata ampiamente dimostrata dalla decisione di riunire la prima giunta nel borgo periferico di Santa Venere.
La presenza di rappresentanti dell’amministrazione nel “Caffè di Architettura” ha dimostrato la volontà di portare avanti una collaborazione diretta tra il “Laboratorio” e le istituzioni locali, ma anche con i cittadini, al fine di proporre delle soluzioni pratiche ai bisogni sociali della comunità, innescando così, usando le parole dell’assessore all’ambiente Antonino Zimbalatti, «un circuito vizioso del bene».
Al dibattito è intervenuta, tra gli altri, Serena Campolo della “Mirfak” sottolineando l’importanza di queste progetti anche per le aziende locali, le quali, non solo possono acquisire nuovi input, ma soprattutto sono in grado di dare il proprio contributo per la rinascita della città. Dello stessa opinione anche l’imprenditore tipografico Domenico Surace di “Creative 3.0” e la presidente dell’associazione “Arte” di Arghillà, che inoltre vedono nel progetto la possibilità di uno sviluppo economico e socio-culturale.
Tra le tante proposte, anche quella di Nuccio Barillà di Legambiente, il quale si è augurato che Arghillà si presti a divenire un esempio di “ecoquartiere”, luogo concreto di sperimentazione urbana della “smart-city” metropolitana, esempio di sinergia civile e sociale.
Alla fine dell’incontro, Giuseppe Fera ha sottolineato l’aspetto della composizione, che nel caso del Workshop si è dimostrato uno strumento capace di offrire occasioni di collaborazione tra i vari campi del sapere, diffondendo il «seme di speranza» di chi, come chiarito dal parroco don Francesco Megali, «vuole guardare profeticamente oltre per vedere il bene».
Inoltre, il prossimo 25 aprile, alle ore 9, ad Arghillà di fronte alla parrocchia Sant’Aurelio, avrà luogo il raduno del gruppo di lavoro del “Laboratorio” che installerà le opere realizzate nelle strade del quartiere, mentre nel pomeriggio, alle 17, vi sarà l’inaugurazione alla presenza del sindaco Giuseppe Falcomatà.

REGGIO CALABRIA, 22 aprile 2015

Giornata dello Stretto. Sabato mattina sulla nave "Messina" delle Ferrovie dello stato per i sindaci dell'area dello Stretto. Giuseppe Falcomatà, sindaco di Reggio Calabria, assieme al sindaco di Villa San Giovanni, Rocco La Valle e il sindaco di Messina Renato Accorinti, per firmare il patto dello Stretto che vuole far riconoscere lo Stretto di Messina come patrimonio dell’umanità.

Nasce così la “Giunta Congiunta”, questo il nome della manifestazione, a cui hanno partecipato non solo Reggio, Messina, Villa San Giovanni, ma anche i sindaci di Campo Calabro, San Roberto, Motta San Giovanni, Santa Cristina d’Aspromonte, Antillo, Castelmola e Alì Terme, tutte insieme su una nave per siglare il patto.

L’accordo prevede di tutelare e valorizzare il patrimonio naturale, paesaggistico, storico ed archeologico dell’Area dello Stretto, promuovendone ogni azione per ottenere il riconoscimento da parte di organismi nazionali e sovranazionali, ottenendo una reale ed adeguata continuità territoriale tra le due coste. Lo Stretto è un sito unico al mondo e deve essere riconosciuto come tale.

Entusiasmo è stato espresso dal sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà, che ha voluto ricordare come, "se pur i protocolli rimangono lettera morta, oggi non sarà così. Gelosie e campanilismi devono essere messi da parte, questo significa avere una voce più autorevole anche sul piano nazionale. Reggio e Messina, con le relative province, se la giocano alla pari”. La sfida sarà quella di portare avanti questo percorso di collaborazione, con una visione comune, più dal Sud si alza una voce unanime - continua il sindaco di Reggio – più dalle stanze romane questa voce sarà accolta con forza".

Il sindaco di Messina, Renato Accorinti, ha definito la giornata come “epocale, destinato a interrompere la storia di due città e di due regioni che sono state a lungo tempo "rivali". Da oggi lo Stretto ci unisce e non ci divide – dichiara Accorinti - da qualsiasi punto di vista, culturale, sociale e dell'amicizia, ma anche nei rapporti economici, quella di oggi è un importante pagina della nostra storia".

Sull’imbarcazione erano presenti tutte le associazioni che hanno sposato l’iniziativa: Fareverde, Legambiente, WWF, Fai e Italia Nostra, insieme ai rappresentanti delle Università di Reggio e Messina.

Ad allietare il viaggio, il coro del teatro Cilea assieme agli artisti messinesi. Ai passeggeri è stato offerto Caffè Barbera e dolci della Pasticceria Irrera, tipicità uniche dello Stretto.

REGGIO CALABRIA, 15 aprile 2015

REGGIO CALABRIA, 14 aprile 2015

REGGIO CALABRIA, 1 aprile 2015

REGGIO CALABRIA, 29 marzo 2015

REGGIO CALABRIA, 26 marzo 2015

REGGIO CALABRIA, 25 marzo 2015

REGGIO CALABRIA, 19 marzo 2015

Spettacolo e Solidarieta' - 1 Marzo 2015 - Teatro Francesco Cilea ore 18:00

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.