unci banner

compra calabria

Sei qui: HomeNEWSAnche il Comune di Belvedere di Spinello (KR) aderisce alla Rete Dei Comuni Solidali

Anche il Comune di Belvedere di Spinello (KR) aderisce alla Rete Dei Comuni Solidali

Pubblicato in NEWS Martedì, 14 Maggio 2019 12:33

Il 13 maggio 2019, con una delibera della Giunta guidata dal Sindaco Avv. Rosario Macrì, anche il Comune calabrese di Belvedere di Spinello, in provincia di Crotone, ha deciso di aderire alla Rete Dei Comuni Solidali abbracciando quei valori di solidarietà e pace che, fin dal 2003, hanno fatto si che centinaia di Comuni, da Nord a Sud, si unissero in una rete di Enti, ponendo nel loro modo di pensare ed agire l'attenzione al più debole e la volontà di collaborare per la realizzazione di un mondo più giusto, con la voglia di aiutare gli altri ma nell'atteggiamento di chi è pronto anche a ricevere.

Il rappresentante legale della Rete Dei Comuni Solidali, Giovanni Maiolo, e tutto il coordinamento Re.Co.Sol. danno il loro più caloroso benvenuto al Comune di Belvedere Spinello, sicuri che s’instaurerà una proficua collaborazione e convinti che i Comuni rimangono un punto fondamentale dal quale partire per la quotidiana affermazione della democrazia. Il Comune, in qualunque paese del nord o del sud del Mondo, rappresenta una base importante, concreta e spesso l'unica in grado di dare risposte ai piccoli e grandi problemi dei suoi cittadini.

Ufficio Stampa Re.Co.Sol.

Gioiosa Jonica 14 maggio 2019

Letto 30 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Caulonia Marina, martedì 23 aprile torna l’appuntamento con la distribuzione gratuita di vestiario nuovo

    Dopo l’ottimo risultato delle distribuzioni effettuate nei mesi scorsi presso la sede Re.Co.Sol. di Caulonia Marina, dove la Soc. Cooperativa “Sankara” e la testata giornalistica online “Ciavula” hanno consegnato gratuitamente alle famiglie cauloniesi, e non solo, vestiario assolutamente nuovo e con etichetta, raggiungendo un pubblico ampio di beneficiari, si è deciso di replicare nuovamente la donazione.
    Pertanto, grazie ancora una volta alla disponibilità dei locali della sede cauloniese di Re.co.sol.-Rete dei Comuni Solidali, di cui la Società Cooperativa “Sankara” è partner, martedì 23 aprile 2019 verrà effettuata nuovamente la distribuzione gratuita dei capi d’abbigliamento nuovi, nel completo rispetto dell’anonimato, a tutti coloro ne avessero bisogno.

  • “Mettiamo le mani in pasta”: pubblicato l’e-book di ricette della tradizione africana degli ospiti dello Sprar - Re.Co.Sol. di Gioiosa Ionica

    Re.Co.Sol. – Rete dei Comuni Solidali nell’ambito delle attività laboratoriali attivate nel Progetto Territoriale SPRAR di Gioiosa Ionica, ha attivato una serie d’incontri teorici e pratici sulla gastronomia, nell’ambito di un progetto che si è concluso con la creazione di un e-book che raccoglie ricette tradizionali da varie parti dell’Africa e dell’Asia, condivise dai partecipanti e a cura di Roberta Ferruti.
    Il cibo, oltre ad essere considerato una necessità può essere a pieno titolo considerato anche uno strumento attraverso il quale raccontare la storia dei popoli e, quando necessario, creare delle sinergie e integrazione tra questi. La “cucina” diviene non solo parte integrante dell’identità dei Popoli, ma elemento di unione tra i Popoli. Affinità inaspettate possono unire popoli lontani e sempre attraverso particolari abitudini alimentari si possono capire anche alcune scelte religiose.

  • Comune di Bagnara Calabra aderisce alla Rete dei Comuni Solidali: il benvenuto di Re.Co.Sol.

    Reggio Calabria. Il 28 febbraio 2019, con una delibera della Giunta guidata dal sindaco Frosina Gregorio Giuseppe, anche il Comune di Bagnara Calabra, splendida cittadina sulla costa tirrenica reggina, ha deciso di aderire alla Rete dei Comuni Solidali abbracciando quei valori di solidarietà e pace che, fin dal 2003, hanno fatto si che centinaia di Comuni, da Nord a Sud, si unissero in una rete di Enti,

  • Re.Co.Sol. accoglie cinque migranti della Tendopoli di San Ferdinando

    Sabato, dopo l’ennesimo rogo alla tendopoli di San Ferdinando, costato la vita ad Al Ba Moussa, 29enne senegalese, la Rete dei Comuni Solidali, contattata dalla Prefettura di Reggio Calabria, si è offerta di ospitare all’interno dei progetti Sprar i migranti della tendopoli e sabato sera ne ha accolti cinque all’interno dello Sprar di Gioiosa Ionica.

  • Mostra conclusiva del laboratorio di argilla realizzata dai beneficiari del progetto sprar di Gioiosa Ionica

    Sabato 16 febbraio a partire dalle ore 16:00 presso Palazzo Amaduri a Gioiosa Ionica si terrà la mostra conclusiva del Laboratorio di didattica integrativa e innovativa della ceramica, denominato “Sulla faccia della Terra”, organizzato dalla Rete dei Comuni Solidali, Ente Gestore del Progetto SPRAR, in collaborazione con il Comune di Gioiosa Ionica, il Servizio Centrale SPRAR e l’Associazione Culturale “Arteterapia Zefiroart”.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.