unci banner

compra calabria

Sei qui: HomeNEWSBagnara, Ruggiero: «Un bene confiscato diventerà un centro antiviolenza. In arrivo un milione di euro»

Bagnara, Ruggiero: «Un bene confiscato diventerà un centro antiviolenza. In arrivo un milione di euro»

Pubblicato in NEWS Venerdì, 10 Maggio 2019 20:22

La tenacia, la forza di volontà e il duro lavoro dell'assessore Silvana Ruggiero hanno portato il Comune di Bagnara ad ottenere un risultato eccezionale per portata e unicità. Infatti, su input dell'assessore Ruggiero l'amministrazione guidata dal sindaco Gregorio Frosina ha partecipato al Pon Legalità 2014/2020 del Ministero dell'Interno posizionandosi al quinto posto di una graduatoria che ha visto accolti solo 12 progetti in tutta la Calabria. Grazie a questo progetto, diligentemente e sapientemente portato avanti in questi mesi, a Bagnara saranno destinati 1 milione di euro per trasformare un bene confiscato in un centro per donne vittime di violenza.

«Mancano le parole per esprimere la soddisfazione nel vedere approvato un progetto su cui ho impiegato forze e risorse – ha dichiarato l'assessore Ruggiero – questo dimostra come quando esiste la volontà anche se con poco personale e zero soldi è possibile realizzare grandi cose. A questo centro tenevo particolarmente perché si va a realizzare il mio desiderio di attenzionare le politiche sociali a 360°. Con questo lavoro, ancora una volta, stiamo dando alla città una risposta importante e presto sarò lieta di illustrare i dettagli del progetto a tutta la città al cospetto di autorità e istituzioni. Per aver creduto in me e in questo progetto ringrazio il sindaco e un grazie per la preziosa collaborazione va a Giancarlo Mamone del Patto Territoriale dello Stretto».

L'iniziativa progettuale ammessa a finanziamento, come evidenziato dalla Ruggiero, è stata curata e redatta dal "Patto territoriale dello Stretto", società per azioni a prevalente capitale pubblico, con esperienza ventennale e con il riconoscimento di agenzia di sviluppo locale ai sensi della legge regionale 42 del 2013. Sarà il "Patto territoriale dello Stretto" che, nei tempi previsti dalla convenzione ministeriale e dal crono programma, a curare la progettazione esecutiva, di concerto con l'ufficio tecnico comunale, e fornirà ogni utile supporto anche di carattere amministrativo al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi e delle finalità dell'iniziativa. Importante sottolineare che il centro antiviolenza servirà l'utenza di tutto l'Ambito territoriale 14 e che saranno coinvolti in modo sinergico tutti gli enti e tutte le istituzioni interessare a garantire la più ampia ricaduta sociale.

«Il patto territoriale dello Stretto nell'esprimere profonda soddisfazione per l'esito della proposta progettuale – ribadisce Mamone- coglie l'occasione per ringraziare l'amministrazione comunale di Bagnara Calabra e per essa il sindaco Gregorio Frosina e l'assessore ai servizi sociali Silvana Ruggiero per la fiducia accordata, nel solco di un proficuo rapporto di collaborazione avviato a partire dal bando regionale sul social housing, nell'esclusivo interesse della tutela e salvaguardia delle fasce più deboli e bisognose della collettività».

Bagnara 10 maggio 2019

Letto 196 volte

Articoli correlati (da tag)

  • A Bagnara Calabra la cerimonia di consegna dello "Sciammiscu d'Oro"

    «Non ci hanno fermato, non ci hanno fatto niente. Sono loro che se ne devono andare. Sono pochi e sono vigliacchi e lo dimostrano in ogni modo che sono vigliacchi. C'è una frase che si addice a queste persone. I palermitani dicono su nuddu mischiati cu nenti. Questo sono e siamo noi donne ad andare avanti». Con queste parole Tina Montinaro, moglie di Antonio Montinaro capo scorta di Falcone scomparso quel maledetto 23 maggio del 1992 durante la strage di Capaci, ha incoraggiato i tanti giovani, e non solo, presenti ieri sera in piazza Matteotti per assistere alla sesta edizione dello "Sciammisciu d'Oro". Una premiazione che va oltre i confini della Calabria, infatti, l'assessore Silvana Ruggiero che ha fortemente voluto premiare la Montinaro, ha intravisto nel suo coraggio e nella sua tenacia quei tratti che caratterizzano la calabresità femminile.

  • Dalle cime dell'Aspromonte al Mare di Bagnara tra i sentieri del trekking

    Dal Mare alla Montagna, da Sant’Eufemia d’Aspromonte a Bagnara. Quasi 19 chilometri di trekking tra le bellezze del nostro territorio, grazie all’iniziativa dell’Ente Parco Aspromonte. Poi in riva al mare si è discusso del valore dei sentieri e di quanto negli ultimi anni essi registrino numeri di interesse sempre maggiore. 

  • Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

    «Amarezza, mista a rabbia e sconforto per l’atteggiamento di molti Comuni facenti parte dell‘Ambito Sociale n.14 di Villa San Giovanni che hanno disertato ben due convocazioni, prima e seconda rispettivamente del 10.06.2019 e dell’11.06.2019, per l’approvazione del Pal (Piano di attuazione locale), importante documento di Programmazione locale di contrasto alla povertà, e per determinare i criteri per l’utilizzo appunto del Fondo Povertà per il rafforzamento del Servizio Sociale Professionale secondo le linee guida per l’impiego della “quota Servizi del Fondo Povertà” – annualità 2018».

  • Bagnara è poesia...Bagnara esti poesia: concluso sabato il concorso poetico-letterario promosso dall'A.C.E.D. di Bagnara

    Si è concluso sabato nella ridente cittadina della Costaviola presso il Dalì Pub il concorso poetico-letterario, giunto ormai alla sua terza edizione, Bagnara è poesia...Bagnara esti poisia, organizzato dall'associazione A.C.E.D. presieduta dal poeta dialettale Carmine Laurendi. Il premio, che mira alla valorizzazione della cultura linguistica dialettale, è stato organizzato secondo due distinte sezione alle quali hanno partecipato un elevato numero di poeti provenienti un po' da tante parti del nostro Bel Paese.
    Le due sezioni, rispettivamente lingua italiana e lingua vernacolare hanno così visto recitare i poeti con le loro opere:

  • Bagnara, Ruggiero: "L’inclusione passa dal lavoro. Il comune si dota di sei tirocinanti con disabilità"

    La battaglia per garantire l’inclusione in tutti gli ambiti che da sempre Silvana Ruggiero porta avanti, oggi anche da amministratrice, arriva a una svolta che regala a Bagnara un primato eccezionale. Infatti, il Comune si doterà di sei tirocinanti disabili grazie all’approvazione della convenzione per l’attivazione di tirocini formativi approvati nell’ambito del bando regionale “Dote lavoro inclusione attiva”. La convenzione è stata firmata oggi a Palazzo San Nicola dal sindaco Gregorio Frosina e dei rappresentanti legali delle due realtà promotrici, per la Synapsis Anna Rita Arcudi e per Cifap Francesco Labate alla dell’assessore Ruggiero che si è fatta promotrice affinchè il Comune ospitasse sei tirocinanti disabili iscritti nelle liste speciali dell’ufficio dell’impiego.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.