unci banner

compra calabria

Sei qui: HomeNEWSBiesse presenta il progetto "TeatriAmo in Carcere"

Biesse presenta il progetto "TeatriAmo in Carcere"

Pubblicato in NEWS Martedì, 11 Giugno 2019 11:49

Conferenza stampa giovedì 13 giugno ore 11 00 presso l'istituto Penitenziario G Panzera per la firma del protocollo d'intesa tra Biesse Associazione Culturale Bene Sociale, Casa Circondariale Reggina G. Panzera e Ufficio del Garante dei diritti dei detenuti. "TeatriAmo" in Carcere" dichiara la Presidente Biesse, Bruna Siviglia attraverso il proprio Gruppo Artisti, si adopera per la realizzazione e la rappresentazione di spettacoli teatrali per cui intende offrire ai detenuti una concreta opportunità per riallacciare i legami con il mondo esterno grazie allo svolgimento di attività creative e altamente formative che vedranno protagonisti i detenuti e le detenute della casa circondariale reggina.

Il teatro entra in carcere ,corso di recitazione gratuito a cura del nostro socio Gianni Festa regista del Gruppo Artisti Biesse coordinato dal nostro socio Antonio Enrico Squillace. Al fine di sperimentare ruoli e dinamiche diverse da quelli propri della detenzione che favoriscano una maggiore inclusione sociale. Per tale occasione conclude la Presidente Bruna Siviglia sarà presente il Questore Maurizio Vallone con il quale avvieremo un altro protocollo d'intesa.

La Presidente
Biesse
Bruna Siviglia

Rc 11 giugno 2019

Letto 78 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Biesse a Palazzo Zani presenta "Un futuro di ritorno" ultimo libro della scrittrice Natina Cristiano

    Interessante e partecipato incontro-dibattito organizzato dalla Biesse in occasione della presentazione del libro della prof.ssa Natina Cristiano Ippolito, avente ad oggetto il tema del viaggio inteso come percorso reale e spirituale. “Un futuro di ritorno” presentato di recente al Salone del libro di Torino, nella sua analisi realistica della società contemporanea, ha fornito lo spunto per una riflessione sugli aspetti pregnanti della modernità, non sempre aventi valenza positiva. La società attuale a dirla come Baumann, è una società liquida, una società governata dall’ incertezza, destrutturata e priva di solidità. Ciò che esiste è il presente, non vi è più passato né futuro. Le nuove generazioni sono sempre più tecnologiche, sempre meno interessate all’analisi e alla riflessione storica e anche la gamma dei sentimenti tende a cristallizzarsi.

  • Biesse: siglato il protocollo d'intesa per il progetto "TeatrAmo in Carcere"

    Sottoscritto il protocollo d'intesa" TeatriAmo in Carcere" percorso che partirà nel mese di settembre e che vedrà il coinvolgimento dei detenuti e delle detenute della casa circondariale reggina. Il Gruppo Artisti Biesse si esibirà per i detenuti in uno spettacolo teatrale, a seguire Biesse grazie al regista Gianni Festa svolgerà un corso di recitazione gratuito per i detenuti e le detenute della casa circondariale.
    Saranno proprio loro alla fine del corso i protagonisti di una performance teatrale, si esibiranno non solo per gli ospiti dell'istituto penitenziario ma anche per i loro familiari e per le scuole della provincia che potranno assistere alle loro esibizioni.

  • A Palazzo Zani incontro organizzato da Biesse dedicato alla Via della Seta

    Un ulteriore tassello nel mosaico di iniziative dell'associazione Biesse che ha promosso il dibattito pubblico su un tema di grande attualità "La via della Seta". Dopo i saluti della Presidente Bruna Siviglia che ha introdotto i lavori, a prendere la parola il Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane Prof Massimiliano Ferrara, illustrando nello specifico il modello cinese, oggi protagonista di un "neocololialismo" di dimensioni mondiali a livello finanziario e politico. La Prof.ssa Caterina Capponi si è soffermata su una lucida ricostruzione storica e le origini, a partire dal dinamismo commerciale di Venezia che conferma lo splendore della serenissima passaggio obbligato per i collegamenti con il nord Europa.

  • Alla Radice-Alighieri l'incontro con docenti e genitori nell'ambito del progetto "In-difesa"

    Giovedi 23 Maggio presso l’aula magna dell’istituto comprensivo “Radice- Alighieri “si è svolto l’incontro con docenti e genitori previsto nel progetto In-difesa promosso dall’associazione Biesse presieduta da Bruna Siviglia. Hanno partecipato all'evento la Dott.ssa Sapone dirigente dell’istituto, la dott.ssa Elisa Mottola Psicologa Psicoterapeuta Responsabile del Consultorio San Marco Sono intervenuti la Dott.ssa Maria Chindemi Psicologa, la quale ha affermato che “La violenza si combatte con l’educazione e la prevenzione. È fondamentale promuovere tra gli adolescenti la cultura della legalità, il rispetto delle regole, di se stessi e degli altri.

  • A Palazzo Sarlo consegnate cinque borse di studio a ragazzi meritevoli

    Consegnate a Palazzo Sarlo cinque borse di studio ad altrettanti ragazzi impegnati in un nuovo percorso di crescita. Un progetto che vede capofila l'associazione Biesse insieme alla Fondazione Benedetta è la Vita e il Tribunale dei Minori insieme a tante realtà a latere che quotidianamente sono impegnate nel sostegno ai ragazzi. Queste le parole della presidente Biesse, Bruna Siviglia: E’ stata una cerimonia molto commovente, abbiamo consegnato cinque borse di studio a cinque ragazzini segnalati appunto dal Tribunale di Minori di Reggio Calabria.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.