unci banner

compra calabria

Sei qui: HomeNEWSATTUALITA'Lunedì nuova udienza del processo agli attivisti No Carbone

Lunedì nuova udienza del processo agli attivisti No Carbone

Pubblicato in ATTUALITA' Sabato, 09 Luglio 2016 15:29

Reggio Calabria 09/07/2016 - Si terrà lunedi 11 luglio alle ore 12:00 presso il Tribunale di Reggio Calabria (CEDIR), l’ennesima udienza del processo intentato dalla società SEI S.p.a., contro Noemi Evoli e Paolo Catanoso del Coordinamento Associazioni Area Grecanica, difesi dagli Avv.ti Angiolino Palermo e Angela De Tommasi, e Domenico Larosa del Movimento Difesa Ambientale, difeso dagli Avv.ti Antonino De Pace e Mario Zema. La SEI S.p.a., attraverso il suo legale rappresentate Fabio Bocchiola, e difesa dagli Avv. Alberto Panuccio, Renato Vitetta e Luca Zampano, il 2 maggio 2014 citò in giudizio gli attivisti no carbone chiedendo loro un maxi risarcimento di 4 milioni di euro per un presunto danno d'immagine arrecato alla società che vorrebbe costruire una centrale a carbone nell'area ex liquichimica di Saline Joniche. A finire sotto accusa è stata l'azione di contrasto al progetto SEI svolta nel corso di questi anni dal Coordinamento Associazioni Area Grecanica No al Carbone attraverso la pubblicazione di alcuni comunicati stampa e locandine dal chiaro contenuto satirico, frutto di un impegno collettivo e tesa a dimostrare la nocività

e gli effetti negativi che la costruzione di una centrale a carbone avrebbero causato su tutta l'area. Comunicati stampa e locandine prodotte e pubblicate collettivamente dal Coordinamento Associazioni Area Grecanica No al Carbone, di cui né Evoli né Catanoso hanno mai avuto alcuna responsabilità.
Oggi che il progetto SEI S.p.A. sembrerebbe destinato alla via del tramonto, che Repower è stata costretta a uscire dalla società a seguito dell’esito del referendum popolare decidendo di puntare in futuro tutto su energia verde e sostenibile, oggi che lo stesso Presidente Repower, E. Rikli, ha annunciato che la SEI S.p.A. verrà messa in liquidazione, risulta sempre più assurdo e paradossale che questo processo sia ancora in piedi.
Ci auguriamo che SEI S.p.A. faccia un definitivo passo indietro, ritirandosi anche da questa causa che colpisce non solo Noemi Evoli, Paolo Catanoso e Domenico La Rosa, ma tutti noi e la nostra libertà di espressione.
SEI S.p.A. chiede 4 milioni di euro a Evoli, Catanoso, La Rosa, ma dentro l’aula di tribunale ci saranno virtualmente tutti coloro che difendono la libertà di espressione e il proprio territorio da chi vuole farne terra di conquista. Ci saremo noi con la forza delle nostre ragioni.
Coordinamento Associazioni Area Grecanica

Letto 469 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Saline, Crea: segnalazioni disattese. Crolla l'impalcato di una campata sulla spiaggia

    Facciamo seguito alle precedenti segnalazioni tra cui quelle datate 29 settembre 2014, 9 luglio 2015 e 26 luglio 2017, per evidenziare che nessun provvedimento a tutela dell’incolumità pubblica e dell’ambiente marino è stato adottato. Intanto registriamo un grave evento che sarebbe potuto sfociare in tragedia e che ci fa legittimamente ritenere che non sono state nemmeno eseguite le verifiche circa la stabilità delle strutture mobili (pontili provvisori d’attracco) e sovrastrutture (manufatti in cemento armato e tubazioni) e su quant’altro presente nell’area marittima circostante che reca pregiudizio per le persone.

  • L'ente metropolitano eserciterà il diritto di prelazione sull’acquisto del “Pantano” di Saline Joniche

    La Città Metropolitana di Reggio Calabria eserciterà il diritto di prelazione sull’acquisto del cosiddetto “Pantano” di Saline Joniche. Firmata dal Vicesindaco metropolitano, Riccardo Mauro, la Delibera di manifestazione di interesse mirata all'acquisto del terreno.
    L’area rappresenta un patrimonio naturalistico inestimabile che l’Amministrazione Falcomatà intende tutelare, al fine di valorizzarla in chiave turistico -ricettiva.
    Il Consiglio Metropolitano si era già espresso all’unanimità, dando mandato al Sindaco Falcomatà di procedere alla manifestazione di interesse per l'acquisto, da parte dell’Ente, dell’area posta in liquidazione dalla S.I.P.I.

  • Motorshow 2Mari abbraccia Targa Florio: storia, arte e cultura approdano a Saline Joniche

    Un museo tra la gente. Un museo itinerante che, dalla Sicilia, si posta a Saline Joniche per accogliere le centinaia di migliaia di appassionati pronti ad invadere la cittadina grecanica dall’uno al nove giugno prossimo. È un accordo destinato a scrivere una pagina importante nella storia dei motori quello siglato fra il Motorshow 2Mari e il museo del Motorismo Siciliano e della Targa Florio di Termini Imerese. Nei giorni scorsi, infatti, il presidente dell’associazione “Motorshow 2Mari”, Vincenzo Moscato, ed il direttore del museo, Nuccio Salemi, hanno dato vita ad una sinergia fra le due realtà che vedrà il museo trasferirsi, per buona parte, in riva allo Stretto, in occasione del più importante evento motoristico italiano.

  • Nasce il Club Kiwanis K-Kids dell'Istituto Comprensivo Montebello – Saline

    Sabato 29 Ottobre alle ore 10.30 presso l’aula magna dell'istituto comprensivo Montebello – Saline, avrà luogo la cerimonia della consegna ufficiale della simbolica Charter che sancirà la nascita del nuovo club Kiwanis k-Kids “Insieme si può” alla presenza del Dirigente Scolastico Fortunato Praticò, dei docenti e degli alunni. La nascita di questo club K-Kids fortemente voluta e sponsorizzata dal Kiwanis Club RC Città dello Stretto, si colloca in linea con un programma che su scala internazionale coinvolge moltissimi giovani in età scolare. In Italia si rivolge agli alunni delle scuole elementari mentre nel mondo sono già coinvolti ben otto Paesi con più di milleduecento Club.

  • A Saline Joniche il prossimo giugno 2019 in programma il “Motorshow 2Mari”

    Gli addetti ai lavori lo indicano già come l’evento per eccellenza del 2019 per il Sud Italia. Oltre 350.000 metri quadrati di superficie; più di 600 aziende partecipanti; ben 2,5 chilometri di piste. Sono questi alcuni dei numeri che caratterizzeranno il “Motorshow 2Mari”, la più grande manifestazione motoristica del Meridione e protagonista indiscussa nel panorama italiano ed europeo che si terrà dall’uno al nove giugno 2019.
    Nei giorni scorsi, i rappresentanti dell’associazione “Motor show 2 mari” hanno illustrato il progetto al governatore della Calabria, Mario Oliverio, nel corso di un incontro avuto nell’ufficio reggino del presidente della Giunta,

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.