unci banner

compra calabria

Sei qui: HomeNEWSL'Ugl Agroalimentare Calabria fa il punto sui lavoratori forestali

L'Ugl Agroalimentare Calabria fa il punto sui lavoratori forestali

Pubblicato in NEWS Venerdì, 24 Maggio 2019 16:47

Partecipato incontro pubblico organizzato dalla Ugl Agroalimentare Calabria all’hotel Excelsior di Reggio sul tema del rinnovo del contratto integrativo dei lavoratori forestali della Regione Calabria e sul futuro del settore.
Nella sua introduzione il segretario regionale Guido Castellani ha ribadito l’importanza del settore a tutela del patrimonio naturale della Regione ed evidenziato come sia necessario un nuovo Contratto di lavoro, visto che il vigente è scaduto da ben 8 anni, che sappia guardare al futuro valorizzando le professionalità e preveda una migliore organizzazione del lavoro per ridare slancio ed efficacia agli interventi.
Quindi una nuova idea del settore forestale al servizio della Calabria e dei calabresi.

Purtroppo, le ripetute richieste di confronto partecipativo hanno trovato un muro nell’atteggiamento di chiusura da parte della Giunta Regionale guidata dal Presidente Oliverio, che pure ha tenuto a sè la delega al settore.
Inoltre, il segretario regionale ha dato atto dell’impegno svolto dal commissario straordinario di Calabria Verde e tuttavia rileva la necessità di programmare il futuro, superando l’attuale fase commissariale, vista l’elevata età media dei lavoratori cui va assicurato il giusto ricambio occupazionale.
In seguito ha presto la parola la segreteria generale Ugl Calabria, Ornella Cuzzupi, che ha espresso il suo rammarico per l’ingiusta volontà di escludere la Ugl dal tavolo negoziale del più importante contratto regionale in Calabria che interessa oltre 5 mila addetti e che non può essere “privatizzato” a piacimento, forse per escludere una voce fuori dal coro come la Ugl, portatrice di idee probabilmente scomode a chi intende determinare le sorti del settore.
Dopo vari interventi dei dirigenti e delegati di varie parti della Calabria, tra cui:
Bruna Siviglia,che ha sottolineato l’importanza del lavoro femminile in settore storicamente appannaggio maschile, assumere più donne non è solo un dovere ma è anche garanzia di sostenibilità e di crescita per qualsiasi azienda. Meritocrazia e diversità sono leve fondamentali per un maggiore sviluppo e per un rinnovamento di quello che è considerato come settore il cuore verde del mediterraneo.

Piero Tassone che ha esposto lo stato di disagio dei Lavoratori dell’area delle serre vibonesi;
Mario Chidichimo, della minoranza Arbesh che ha esposto la necessità di una gestione protettiva/produttiva dei sistemi forestali per coniugare tutela ed occupazione dei territori interni e rurali calabresi;
Biagio Di Masi, dell’area di Gioia Tauro ha ribadito l’importanza di tutelare il lavoro forestale e gli addetti da attacchi strumentale che negano l’importante opera svolta come nel servizio AIB;
Salvatore Calabrò, delegato del settore per la Sorveglianza idraulica ha rappresentato il disagio dei lavoratori che devono usare il mezzo proprio per compiere la preziosa attività di monitoraggio e segnalazione dei rischi dei corsi d’acqua e che non hanno applicato il corretto contratto di lavoro.
In conclusione, il Segretario Generale Ugl Agroalimentare, Paolo Mattei ha tirato le somme dell’incontro e rappresentato la volontà della Ugl di lottare per il futuro del settore forestale calabrese comunicando che il 25 giugno ci sarà la prima udienza per la causa promossa contro la discriminatoria esclusione della Ugl, attuale firmataria sia del contratto integrativo come del nazionale di settore.
Mattei, ha inoltre posto l’accento sulla necessità di nuove assunzioni di giovani per garantire la continuità con le esperienze maturate e che le assunzioni siano programmate e gestite in piena trasparenza, senza clientelismi che non gioverebbero alla Calabria.
Parte delle risorse per le assunzioni, ha concluso Mattei, potrebbero anche venire da tagli del contributo di assistenza sanitaria contrattuale sindacale e del monte ore di permessi sindacali.

Rc 24 maggio 2019

Letto 129 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Convegno Ugl Agroalimentare: “Le politiche forestali attive per la Calabria: con quali lavoratori?”

    Si terrà domani, 26 giugno 2019, presso l’Hotel del Torrione, alle ore 17, il convegno organizzato dall’UGL Agroalimentare “Le politiche forestali attive per la Calabria: con quali lavoratori?”. “L’evento – spiega Paolo Mattei, Segretario Generale della Federazione Nazionale dell’UGL Agroalimentare – è l’occasione per un confronto aperto con gli esperti del settore sul valore del patrimonio forestale regionale, da interpretare come risorsa di sviluppo, abbandonando le logiche di un approccio emergenziale che ne hanno causato il depauperamento”

  • La federazione regionale FNASLA-CISAL interviene sulla questione dei lavoratori forestali

    A distanza di circa nove anni dall’immissione in servizio a seguito del concorso pubblico espletato ai sensi della normativa nazionale per l’accesso al “Pubblico Impiego”nonché delle Leggi Regionali 31 e 52 del 2009, il contingente dei lavoratori del “Servizio di Sorveglianza Idraulica e Monitoraggio Della Rete Idrografica Regionale” , in organico a Calabria Verde dal mese di aprile 2014, poiché transitato dall’AFOR nonostante una parte sia stata costretta a ricorrere ad un azione forte per vedersi riconosciuto un diritto con tanto di sentenza che dichiara illegittimo il CCNL applicato “Idraulico-Forestale” in modo che preferiamo definire elegantemente “improprio” non si riesce a comprendere cosa intende fare l’Azienda per avviare correttamente questo “Servizio”.

  • I forestali diventino una risorsa per la Calabria e un baluardo a difesa del territorio

    Ad iniziativa della Federazione Regionale Ugl Agroalimentare si svolgerà domani presso l’Hotel Excelsior di Reggio Calabria, con inizio alle ore 17, un incontro pubblico sul tema del rinnovo del Contratto Integrativo dei lavoratori Idraulico Forestali. L’Ugl Agroalimentare da tempo ha avviato una campagna di raccolta firme e di mobilitazione per sollecitare la Regione sulla importante trattativa che riguarda oltre 5000 lavoratori forestali di Calabria Verde, Parco delle Serre e Consorzi di Bonifica, e tuttavia dalla Regione Calabria i segnali di riscontro sono stati tutt’altro che positivi.

  • L’Ugl Agroalimentare Calabria protesta, poca trasparenza nelle trattative per il rinnovo del Contratto Integrativo dei lavoratori forestali

    Le trattative per il rinnovo del Contratto Integrativo Regionale dei lavoratori forestali calabresi sono condotte dalla Regione in maniera poco trasparente e con logiche discriminatorie. Per la Ugl Agroalimentare della Calabria, un contratto che interessa oltre 5000 addetti al settore e scaduto già da anni dovrebbe essere rinnovato senza zone d’ombra ed aperto al contributo di tutte le organizzazioni sindacali firmatarie del contratto attualmente in vigore. Invece, seguendo criteri oscuri ed arbitrari alla Ugl viene negata la partecipazione senza nessuna spiegazione da parte dei competenti uffici.

  • UGL agroalimentare: Siviglia nominata responsabile "Pari opportunità, Politiche sociali e familiari"

    Reggio Calabria. La segreteria regionale Ugl Agroalimentare ha assegnato la responsabilità del settore “Pari opportunità e politiche sociali e familiari” a Bruna Siviglia, come riconoscimento del fattivo e proficuo impegno a favore delle lavoratrici, del loro ruolo nell’impresa e nella famiglia, per tutto il lavoro svolto nel corso di questi anni con iniziate concrete volte al

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.