unci banner

compra calabria

Sei qui: HomeNEWSMartedì 28 maggio al Cartella nuovo appuntamento con la Rete Jin

Martedì 28 maggio al Cartella nuovo appuntamento con la Rete Jin

Pubblicato in NEWS Lunedì, 27 Maggio 2019 13:06

Il 25 novembre dello scorso anno, nella giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, nel nord est della Siria in Rojava è stato inaugurato Jinwar, un piccolo villaggio costruito e abitato da donne della regione, curde, arabe, yazide, con figli o senza, vedove di guerra e non, di età molto diverse, ma con un sogno in comune: vivere un’esperienza di vita collettiva tra donne, senza l’oppressione patriarcale dei padri o dei mariti. Queste donne sono riuscite a costruire un’economia cooperativa autorganizzata e una comunità ecologica basata su modelli familiari gestiti in maniera assembleare.

Frutto del lavoro collettivo di decine di associazioni, organizzazioni di difesa dei diritti delle donne e della cooperazione tra l’amministrazione autonoma del Rojava e gruppi femministi, Jinwar è un progetto unico in Medio Oriente, esempio di pratiche ed esperienze che puntano alla costruzione di una società libera, in mezzo a campi di grano a pochi chilometri dai luoghi in cui le milizie dello Stato islamico (ISIS) erano solite effettuare le loro decapitazioni.

Martedì 28 maggio, alle ore 18.30, presso il CSOA “Angelina Cartella”, supportate dalla proiezione di video, come Rete Jin (la rete italiana in solidarietà con il movimento delle donne curde) anche a Reggio Calabria ci confronteremo con la testimonianza diretta di tre attiviste italiane di ritorno dal Rojava

Rc 27 maggio 2019

Letto 91 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Sciopero della fame nelle carceri turche: il CSOA “Angelina Cartella” aderisce alle giornate d’azione nazionali

    Il CSOA “Angelina Cartella” aderisce alle giornate d’azione nazionali in solidarietà con lo sciopero della fame di massa attualmente in corso nelle carceri della Turchia e non solo, promosse da Rete Jin (la rete di donne in solidarietà con il movimento delle donne curdo, l’Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia, Retekurdistan Italia e gli ex combattenti YPG/YPJ italiani) chiedendo agli organi di stampa del territorio di rompere il silenzio su questo sciopero della fame a tempo indeterminato, portato avanti ormai da parecchi mesi da oltre 7000 persone con la richiesta di porre fine all’isolamento di Abdullah Öcalan, che, sequestrato in Kenia a seguito di un complotto internazionale nel febbraio del 1999, dall’aprile 2015 si trova in isolamento totale nell’isola prigione di Imrali. Questo isolamento è una tortura, una violazione dei diritti umani e delle leggi internazionali e nazionali turche.

  • Le iniziative per il 25 aprile 2019 al csoa Cartella

    Il 25 Aprile non è solo una ricorrenza “doverosa”, come una rata da saldare alla storia, un obolo per darsi una ripulita alla coscienza. Il significato sta nel far propri quei principi e renderli parte di una quotidianità, di un percorso, di una prassi. Il 25 Aprile oggi continua a significare lotta e accettazione di nuove sfide, contro antichi mali che si presentano con nuove vesti. La segregazione sociale del diverso, l’odio per gli ultimi, l’indifferenza verso chi perisce ma ha la sfortuna di vivere altrove, lontano da occhi che non siano quelli delle telecamere. L’espropriazione del potere di decidere delle proprie vite e del futuro del territorio nel quale si vive, diventa un fatto accettato in nome di diktat ineludibili che arrivano da un altrove non ben definito: ce lo chiede il mercato, ce lo chiede l’Europa, ce lo chiede la NATO.

  • Al csoa Cartella: “Jineoloji, la scienza delle donne”

    Domani 15 MARZO alle ore 18.00 al CSOA “Angelina Cartella” di Via Quarnaro 1° a Gallico Marina, il gruppo locale di Rete Jin, la rete italiana di donne in solidarietà col Movimento delle donne curde, organizza la presentazione dell’opuscolo “Jineoloji, la scienza delle donne” con l’intervento di una rappresentante curda del Comitato Europeo di questa nuova scienza. Jineoloji critica l’egemonia dell’uomo nella storia, base della nostra comprensione del presente. Ma la storia della donna si è sempre cercato di nasconderla e distruggerla. Pertanto Jineolojî vuole reinterpretare mitologia, religione, filosofia e scienze sociali, ritrovando le tracce e la verità delle donne al fine di individuare percorsi per la loro liberazione. E attraverso la liberazione delle donne, essa mira alla liberazione dell’intera società e alla costruzione di una vita libera e comunitaria.

  • L'Osservatorio sul disagio abitativo esprime solidarietà al Csoa "Cartella"

    Reggio Calabria. L'Osservatorio sul disagio abitativo esprime solidarietà al C.S.O.A "A. Cartella" per gli atti di vandalismo subiti nei giorni scorsi al parco di Gallico. Il Centro sociale Cartella, componente dell'Osservatorio, è da anni attivo sul territorio con azioni di sensibilizzazione e di lotta per la salvaguardia ambientale e la promozione dei diritti sociali, e già in passato ha

  • Reggio Calabria, Csoa Cartella: domani concerto della band Nimby

    Reggio Calabria. Venerdì 11 maggio la band calabrese Nimby si esibirà live al Csoa Cartella di Reggio Calabria - Via Quarnaro, Gallico (Reggio Calabria) - dalle ore 22:00. La band formata da Tommaso La Vecchia (voce, chitarra, synth), Aldo Ferrara (chitarra, cori), Francesco La Vecchia (chitarra, cori), Stefano Lo Iacono (basso, cori), Simone Matarese (batteria) e Raffele De

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.