unci banner

compra calabria

Sei qui: HomeNEWSNicolò: successo prestigioso e inequivocabile, quello ottenuto da FdI

Nicolò: successo prestigioso e inequivocabile, quello ottenuto da FdI

Pubblicato in NEWS Lunedì, 27 Maggio 2019 15:52

“È un successo prestigioso e inequivocabile, quello ottenuto da FdI.” Lo afferma in una dichiarazione il Coordinatore provinciale di FdI di Reggio Calabria e consigliere regionale, Alessandro Nicolò.
“Fratelli d’Italia, con il 10,26% dei voti in Calabria e con il 12,24 % raggiunto a Reggio e provincia, è vero riferimento di strati sociali di varia estrazione. Un partito aperto alle istanze della società, dagli imprenditori al mondo del lavoro, ai professionisti, con un unico obiettivo: migliorare e rendere competitivo il territorio e tracciare nuovi obiettivi europei in cui le istanze delle singole comunità nazionali trovino pieno rispetto e accoglienza dei loro bisogni.

Fratelli d’Italia – prosegue Nicolò – è una colonna portante del centrodestra con una classe dirigente di conosciuta e riconosciuta qualità e qualità, al servizio delle comunità, ferma sui principi di lealtà, coerenza e difesa dei valori della nazione e del primato degli italiani.
Vanno riviste regole e trattati, affinché i popoli europei siano protagonisti di una nuova stagione, dove la sicurezza e la protezione sociale siano innanzitutto obiettivi comuni per riequilibrare risorse e investimenti.
Continueremo a lavorare - conclude l’On. Nicolò- con ferma determinazione, per dare respiro ad una seria progettualità che tuteli lo sviluppo e la crescita della Calabria, a partire dalla vocazione del territorio, puntando concretamente in settori importanti, quali agricoltura e turismo, zoccolo duro per far crescere decisamente il prodotto interno lordo della nostra Regione.”

Rc 27 maggio 2019

Letto 70 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il consigliere Nicolò interviene sulle anticipazioni del decreto "Salva-Roma"

    “Destano sorpresa e preoccupazione gli indirizzi del decreto ‘Salva-Roma’ per come oggi anticipati dal quotidiano Il Sole-24 Ore”. Lo afferma in una dichiarazione il consigliere regionale Alessandro Nicolò.
    “L’imponente accollo finanziario dello Stato centrale, pari a 3,6 miliardi di euro, delle obbligazioni emesse dal Comune di Roma nel 2004 e il fondo di 541 milioni di euro, ripartito in tredici anni, destinato ai Comuni capoluoghi delle Città Metropolitane di Torino, Napoli, Messina e Catania, escludono, almeno finora, la citta di Reggio Calabria. L’unica provvidenza per Reggio – prosegue Nicolò - consisterebbe nell’allungamento a venti anni del piano di rientro del debito.

  • Il consigliere regionale Nicolò interviene sul sistema di depurazione calabrese

    “Anche nel 2019, com’è avvenuto puntualmente ogni anno in questa legislatura regionale, arriviamo alla stagione estiva e siamo costretti a constatare l’ennesima mortificazione delle straordinarie bellezze naturali calabresi a causa delle criticità ambientali, a cominciare dalle acque del mare e dalle spiagge. E alla penosa e preoccupante prospettiva di forti penalizzazioni per le aziende del settore e per gli operatori della ricettività turistico-balneare, si aggiungono timori e allarme per gli effetti negativi che si delineano per la stessa salute pubblica delle nostre comunità. Timori, purtroppo, non solo giustificati ma addirittura ora certificati ufficialmente dalla stessa Giunta Oliverio, e nella massima sede istituzionale, nel corso dell'audizione del dirigente generale dipartimento Presidenza della Regione, sentito in commissione parlamentare d' inchiesta sulle ecomafie che da settimane ormai ha aperto un dossier-Calabria”.

  • Nicolò: "l’emergenza rifiuti riemerge in tutta la sua drammaticità a Reggio e in Calabria"

    “L’emergenza rifiuti riemerge in tutta la sua drammaticità a Reggio e in Calabria, e non si vedono soluzioni per fronteggiarne le conseguenze”. Lo afferma in una nota il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Alessandro Nicolò.
    “Vi sono chiare responsabilità del Governo regionale a guida Pd per i ritardi finora accumulati per indicare le vie di uscite di un fenomeno che sta rendendo la vita difficile a migliaia di cittadini, soprattutto nei centri urbani. Una legislatura inconcludente, nonostante l’ampio mandato elettorale allora ricevuto, che certifica il fallimento politico e istituzionale, tutto ai danni dei calabresi.

  • TAC Ospedale Polistena, l'appello del consigliere regionale Alessandro Nicolò

    “Il Tomografo assiale computerizzato (Tac) dell’ospedale di Polistena fermo da mesi in attesa di riparazione, pazienti sballottati da un presidio ospedaliero all’altro, rappresentano l’icona dello stato delle cose in cui versa la sanità calabrese e quella reggina in particolare”.
    Lo afferma in una dichiarazione il consigliere regionale di FdI, Alessandro Nicolò. “L’odissea quotidiana imposta a decine di ammalati, l’impotenza del personale medico e paramedico in servizio a Locri e Polistena, certificano una sorta di ‘stato di guerra’ da cui non sono certamente esenti le responsabilità della Giunta regionale, ulteriormente aggravate dalla decisione del Governo nazionale di perpetuare il commissariamento della sanità calabrese nominando ‘tecnici’ da fuori regione, senza che, a tutt’oggi, sia stata intrapresa alcuna azione utile e virtuosa per riportare in asse la gestione nel settore.

  • Il consigliere regionale Nicolò su cooperativa Coossel

    “Desta stupore la decisione dei Commissari straordinari della Asl di Reggio Calabria di recidere la convenzione con la cooperativa Coossel, trasferendo gli ammalati psichiatrici ad altra struttura”. Lo afferma in una dichiarazione il consigliere regionale, Alessandro Nicolò.
    “Dopo anni di apprezzato lavoro assistenziale, dodici degenti affetti gravemente da disturbi psichiatrici vengono destinati ad altre strutture senza che i dipendenti e gli amministratori di Coossel ne siano, quanto meno, preventivamente informati della decisione. Un gesto inaspettato – continua l’esponente di FdI – a fronte di tutta una serie di iniziative e di interlocuzioni con le strutture della Asp che prefiguravano un altro tipo di percorso e di decisioni, come il mantenimento in servizio dei dipendenti.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.