unci banner

compra calabria

Sei qui: HomeNEWSStrutture psichiatriche reggine: continua il presidio dei lavoratori

Strutture psichiatriche reggine: continua il presidio dei lavoratori

Pubblicato in NEWS Mercoledì, 15 Maggio 2019 08:05

La giornata di ieri, martedì 14 maggio, ha visto un presidio continuo dei lavoratori delle strutture psichiatriche, dell’Usb e del Coo.La.P., che rivendicano le spettanze inevase dall’inizio dell’anno.
Nel corso del presidio, che ha visto anche momenti di forte tensione, una delegazione ha incontrato il Prefetto Meloni e il Dr. Giordano della terna commissariale. La comunicazione data dai due commissari ha del grottesco: non possiamo sapere quando si potranno pagare le fatture dei servizi regolarmente prestati perché bisogna rispettare la legalità.

È uno strano concetto però questo di legalità per chi, come Usb e Coo.La.P., denuncia da tempo le storture del settore psichiatrico della provincia reggina, da ben prima che la Procura reggina avviasse un’inchiesta su questa gestione.
Illegale per noi è non preoccuparsi della vita di 180 pazienti psichiatrici. Illegale per noi è infischiarsene delle gravi difficoltà dei circa 200 operatori, molti monoreddito, che nonostante tutto continuano a prendersi cura dei degenti. Illegale per noi è affidare un servizio così delicato con tanto di decreto commissariale e poi dire che non ti posso pagare.
Oggi il presidio continuerà davanti agli uffici della Direzione dell’Asp in Via Diana, mentre una delegazione incontrerà il Gen. Cotticelli a Catanzaro, a ricordare che non ci può essere rispetto delle leggi senza il rispetto della dignità delle persone, specialmente quando così vulnerabili, e dei lavoratori.

Reggio Calabria, 15.05.2019
USB Reggio Calabria
Coo.La.P.

Letto 49 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Strutture psichiatriche, USB e Coolap: "Cotticelli deciso a risolvere la questione in tempi brevi"

    I rappresentanti delle Cooperative sociali, del sindacato USB e del Coo.la.p (coordinamento lavoratori psichiatria) sono stati ricevuti mercoledi 15 maggio dal Generale Cotticelli e dai funzionari delegati dal Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria. Agli stessi è stato consegnato il documento appositamento prediposto, con le proposte più idonee a superare lo stallo attuale e scongiurare il pericolo della consegna al mittente delle “chiavi della gestione”, atteso che, ormai da tempo, le cooperative non sono messe nella condizione di rendere agli ospiti delle strutture un servizio efficace e decoroso.

  • USB VV.F. Calabria interpella la Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica italiana

    L’Unione Sindacale di Base dei Vigili del Fuoco della Calabria continua senza sosta la lotta per il diritto all’assunzione di tutti i precari del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, infatti in queste ore ha elaborato una missiva per un intervento parlamentare tempestivo con relativa interrogazione agli organi competenti, riguardante appunto la procedura speciale di reclutamento a domanda, per la copertura di posti, nei limiti stabiliti dall’art.1, della legge n. 205 del 2017, nella qualifica di Vigile del Fuoco nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, riservata al personale discontinuo.

  • Strutture psichiatriche, i lavoratori tornano a protestare e minacciano dimissioni in massa

    Sono tornati a protestare questa mattina i lavori delle strutture psichiatriche del reggino. Ancora infatti non si è sbloccata la situazione dei pagamenti arretrati che in alcuni casi raggiungono i dodici mesi, così come per molti resta incerto anche il futuro. L'ASP da parte sua ha annunciato tutta l'intenzione di sbloccare la vicenda ma per i lavoratori ogni giorno che passa è sempre più difficile anche raggiungere il posto di lavoro. Non di meno resta alta la preoccupazione dei parenti degli ospiti delle strutture che questa mattina hanno manifestato con i lavoratori in via Diana davanti la sede dell'Asp

  • Strutture psichiatriche reggine, le Cooperative Sociali fanno il punto

    I rappresentanti delle Cooperative sociali, nel quadro delle iniziative avviate per sollecitare la risoluzione delle gravissime problematiche che incombono sulle strutture residenziali psichiatriche, hanno tenuto, giorno 10 c.m., un sit in di protesta presso la Direzione Generale dell’ASP 5. Assenti i Commissari dell’ASP 5, sono stati pertanto ricevuti, unitamente all’organizzazione sindacale (USB) ed ai rappresentati dei lavoratori, dalla solerte Dirigente dr.ssa Loredana Carrera. I presenti hanno formulato precise richieste da girare, per le vie brevi, al Commissario alla Sanità della Regione Calabria, generale Saverio Cotticelli.

  • Strutture psichiatriche: Coolap e Usb annunciano nuovo sit-in per martedì 14 maggio

    “Visto da vicino nessuno è normale” (F. Basaglia). Mai come ora ci sentiamo in dovere di citare il grande F. Basaglia, fondatore della concezione moderna della salute mentale. Quando lo stesso Basaglia, quarant’anni or sono, parlava di diritti e di tutela dei più deboli, chissà se si sarebbe immaginato che oggi, a distanza di tempo e in una società che si definisce civile, degli operatori si sarebbero ancora battuti contro chi dovrebbe rispettare e tutelare l’inviolabile diritto alla cura e alla dignità delle persone. Oggi, abbiamo appurato, che chi gestisce l’Asp di Reggio Calabria, ovvero la triade commissariale, non considera adeguatamente l’annoso problema del settore psichiatrico reggino, confermando ciò dal fatto che non si sono presentati al confronto richiesto, sempre, nei modi e nei tempi dovuti.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.