unci banner

:: Evidenza

Pellaro, recuperata una tartaruga gravemente ferita. Le prime cure al Centro di Brancaleone

Pellaro, recuperata una tartaruga gravemente ferita. Le prime cure al Centro di Brancaleone

Reggio Calabria. Tutti i media parlano dell'ormai conclamato "allarme ambientale", e le immagini che vediamo in tv e nei giornali non lasciano alcun dubbio alla drammatica situazione in atto. Ma averne a che fare con...

Reggio Calabria. Al liceo "Campanella" le lezioni di difesa personale del Sensei Cuzzocrea

Reggio Calabria. Al liceo "Campanella" le lezioni di difesa personale del Sensei Cuzzocrea

Reggio Calabria. In occasione della settimana autogestita presso gli Istituti scolastici superiori, si è conclusa la lezione di difesa personale al Liceo Classico "T. Campanella" di Reggio Calabria, organizzata dall’alunna di V° D Serena Martino...

Da FSC 80 milioni per strade del Sud. Falcomatà: “Comuni più coinvolti in scelte investimento”

Da FSC 80 milioni per strade del Sud. Falcomatà: “Comuni più coinvolti in scelte investimento”

80 milioni di euro per il varo del “Piano straordinario di messa in sicurezza delle strade” nei piccoli Comuni delle aree interne del Mezzogiorno. E risorse per 21 milioni da destinare al “Piano straordinario asili...

Processo "Miramare": chiesti 10 mesi di reclusione per l’ex assessore Marcianò

Processo "Miramare": chiesti 10 mesi di reclusione per l’ex assessore Marcianò

Reggio Calabria. Dieci mesi di reclusione è la richiesta che Walter Ignazzitto, sostituto procuratore di Reggio Calabria, ha chiesto oggi per Angela Marcianò, ex assessore ai Lavori pubblici del Comune, nell’ambito dell’udienza per il processo...

Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Nell’ottobre dello scorso anno, la comunità caulonese veniva a conoscenza del furto della Statuetta in legno, dipinta a mano, raffigurante S. Ilarione Abate, risalente al periodo compreso tra fine del 1700 e gli inizi del...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAA Palazzo Corrado Alvaro focus su "Populismo e linguaggio dell'odio"

A Palazzo Corrado Alvaro focus su "Populismo e linguaggio dell'odio"

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 11 Gennaio 2019 21:17

di Giusi Mauro - A Palazzo Corrado Alvaro sede della Città Metropolitana, si è trattato di uno degli argomenti che da qualche tempo è tra i più ‘gettonati’. Non vi è trasmissione televisiva, talk, giornali che ciclicamente – da quando con le ultime elezioni si è registrata una netta preferenza da parte degli italiani per partiti e movimenti come quello dei 5 Stelle e della Lega- ripropongano la questione del ‘Populismo’. Un ‘tema, di grande attualità che l’Ufficio del Consigliere delegato alla Cultura per la Città Metropolitana, rappresentato da Filippo Quartuccio, ha voluto affrontare insieme ai cittadini ed a personalità politiche e del mondo della cultura per discutere del rinnovato interesse in queste forme di pensiero che si pensava ormai sbiadite e del linguaggio di odio che viene veicolato attraverso la propaganda politica.

Un incontro, moderato dal giornalista Mario Meliadò, che ha visto intervenire: il consigliere Metropolitano Filippo Quartuccio, il Presidente del Consiglio Comunale di Reggio Calabria Demetrio Delfino, il Sindaco Giuseppe Falcomatà, il Sindaco di CInquefrondi Michele Conia, il Sindaco di Staiti Giovanna Pellicanò, l’Assessore Comunale Anna Nucera e il professore di PHD pensiero Politico dell’Università di Catania Gianfranco Cordì. La storia si sa, è fatta di corsi e ricorsi. È come la moda. Un capo d’abbigliamento, come un pensiero politico, in auge negli anni Venti, può capitare ritorni a fare capolino nel XXI secolo. Ovviamente, queste rivisitazioni subiscono sempre delle piccole ma significative modifiche nel corso del tempo, come è ovvio, se paragoniamo il populismo dei primi della fine del diciannovesimo secolo agli inizi del ventesimo, quando nacque. È tutta un’altra storia. Il populismo, nacque nella Russia della fine del XIX secolo come movimento culturale e politico e si proponeva di raggiungere, attraverso l’attività di propaganda e proselitismo svolta dagli intellettuali presso il popolo e con una diretta azione rivoluzionaria (culminata nel 1881 con l’uccisione dello zar Alessandro II), un miglioramento delle condizioni di vita delle classi diseredate, specialmente dei contadini, e la realizzazione di una specie di socialismo rurale basato sulla comunità agricola russa, in antitesi alla società industriale occidentale. È stato poi interpretato come un atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi. Ma cosa c’è di tanto ‘pericoloso’ in questo pensiero? Questo ‘movimento ideologico/politico, come spiega il professor Cordì, fa “leva sul malcontento del popolo”. Sfrutta la condizione di precarietà che un paese, una società, e quindi l’individuo percepisce facendo leva sul senso di frustrazione che ne deriva trasformando questo sentimento in rabbia che provoca, senso di protezione del proprio territorio e quindi chiusura. A spiegare meglio, questo ‘timore’ sentito da molti, sono le parole del Santo Padre che proprio pochi giorni fa, in un suo discorso ha ricordato il «periodo tra le due guerre mondiali», quando «le propensioni populistiche e nazionalistiche prevalsero sull’azione della Società delle Nazioni». Francesco è preoccupato perché «il riapparire di tali pulsioni sta indebolendo il sistema multilaterale, con l’esito di una generale mancanza di fiducia, di una crisi di credibilità della politica internazionale», e di una «progressiva marginalizzazione dei membri più vulnerabili della famiglia delle nazioni». Il Pontefice è in apprensione per il «riemergere delle tendenze a far prevalere e a perseguire i singoli interessi nazionali senza ricorrere a quegli strumenti che il diritto internazionale prevede per risolvere le controversie e assicurare il rispetto della giustizia». Negli anni tra i due conflitti planetari del secolo scorso le propensioni populistiche e nazionalistiche prevalsero sull’azione della Società delle Nazioni e «il riapparire oggi di tali pulsioni sta progressivamente indebolendo il sistema multilaterale, con l’esito di una generale mancanza di fiducia, di una crisi di credibilità della politica internazionale e di una progressiva marginalizzazione dei membri più vulnerabili della famiglia delle nazioni. Compito di quella ‘politica’ avvertita dai cittadini come elitaria e troppo distante dalle esigenze del popolo è quello di mettere in guardia da chi si “traveste da amico”, come ricorda Delfino, “non basta farsi vedere mangiare la pizza o l’arancino e poi dire che non si è salvato la Banca ma i risparmiatori”. Bisogna fare attenzione alle parole, non è detto che perché luccica si stia per forza guardando un diamante. Compito della politica è quello di informare e riacquistare credibilità e contatto con i propri elettori.

Rc 11 gennaio 2019

Letto 162 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il cordoglio del presidente Demetrio Delfino per la scomparsa del dottor Filippo Zema

    Oggi la nostra città perde in modo improvviso e prematuro un grande professionista, un galantuomo ed un cittadino modello. Una persona sempre pronta a tendere una mano, che ha saputo svolgere la professione con amore e dedizione. Mancherai alla città intera. Mancherai a tutti noi Filippo, abbiamo affidato a te la salute dei nostri figli, il bene più prezioso e tu ci hai sempre ascoltati e indirizzati senza mai sottrarti neanche x un momento alle tue responsabilità professionali.
    Ognuno di noi faticherà tantissimo a dire ai nostri bambini che il loro dottore è andato ad ascoltare il respiro degli angeli in cielo. Addio Filippo. Ti sia lieve la terra.

  • Alla Città Metropolitana riconoscimento all'attore Saverio Malara

    Nella sala di Rappresentanza "Monsignor Ferro" di Palazzo "C. Alvaro", il consigliere metropolitano Filippo Quartuccio ha incontrato l'attore reggino Saverio Malara consegnando una targa allo stesso quale riconoscimento del talento, impegno e servizio nella promozione della cultura del territorio metropolitano.

  • Al Circolo ReggioSud "Il cammino degli eroi" tra storia, cultura e accoglienza

    Al Circolo ReggioSud quattro ospiti d'eccezione per la presentazione del libro "Il cammino degli eroi". Daniele Castrizio, Fabio Cuzzola e Tonino Perna accompagnati dal cantastorie Fulvio Cama sulle orme dei Bronzi hanno raccontato di storia, cultura e accoglienza nella nostra terra.

  • A palazzo Corrado Alvaro il 26 gennaio la presentazione del libro: “Il piano B” di Angelo Duro

    Filippo Quartuccio, Consigliere delegato alla Cultura della Città Metropolitana di Reggio Calabria, e la Libreria Nuova Ave invitano tutti a partecipare alla presentazione del libro: “Il piano B" di Angelo Duro, in programma nella giornata del 26 gennaio 2019 alle ore 17,00 presso la Sala Perri di Palazzo "C. Alvaro" - Piazza Italia, Reggio Calabria. Attore, comico, cantante, Angelo Duro debutta in libreria anche in veste di scrittore con il suo primo romanzo "Il piano B" (Mondadori). Avrete l'occasione per incontrare dal vivo Angelo Duro nei nuovi panni di scrittore e assaporare i contenuti interessanti, cinici e dissacranti di un romanzo che con humor e sarcasmo tratta tematiche attuali e profonde.

  • Incontro dibattito: “I nuovi populismi e il linguaggio dell’odio”

    La cittadinanza è invitata a partecipare all’incontro dibattito tra istituzioni e cittadinanza sul tema: “I nuovi populismi e il linguaggio dell’odio”, in programma nella giornata del 11 gennaio 2019 alle ore 17,00 presso Palazzo "C. Alvaro" - Piazza Italia, Reggio Calabria. L’incontro - dibattito che abbiamo organizzato ha lo scopo di aprire il confronto tra gli attori Istituzionali, sociali e i cittadini nell’auspicio di una più forte sensibilizzazione e coinvolgimento verso un tema abbastanza caldo e attuale che è quello dell’acquisizione di consensi deviati da logiche populistiche generanti odio e perdita di umanità che il nostro Paese sta vivendo in questo contesto temporale. Parlare, confrontarsi e fare Rete è la nostra idea di crescita e azione positiva per contribuire a riaffermare i sani valori di compartecipazione civica e politica alla vita.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.