unci banner

:: Evidenza

Reggio Calabria. Sul palco del teatro "Cilea" il 10° Memorial Mino Reitano

Reggio Calabria. Sul palco del teatro "Cilea" il 10° Memorial Mino Reitano

Reggio Calabria. La decima edizione del Memorial Mino Reitano è sempre più imminente. L'atteso spettacolo promosso dall'Associazione Musicale e Culturale "La Vita è così" in collaborazione con l'Associazione "Amici di Mino Reitano Onlus" è in...

LegaPro. La Reggina 1914 cede al Rende i giocatori Zivkov e Bonetto

LegaPro. La Reggina 1914 cede al Rende i giocatori Zivkov e Bonetto

Reggio Calabria. La Reggina comunica di aver ceduto al Rende i calciatori Petar Zivkov e Mattia Bonetto. Il difensore austriaco si trasferisce a titolo temporaneo fino al termine della stagione mentre il centrocampista scuola Inter...

Reggio Calabria. "Giorno della Memoria": venerdì 25 gennaio cerimonia in Prefettura

Reggio Calabria. "Giorno della Memoria": venerdì 25 gennaio cerimonia in Prefettura

Reggio Calabria. In occasione della ricorrenza del "Giorno della Memoria" istituito con la legge 20 luglio 2000, n.211, il 25 gennaio prossimo, con inizio alle ore 10, presso il Palazzo del Governo, si svolgerà una...

Martedì 29 gennaio la presentazione del singolo dei Mattanza: "Luna Turca"

Martedì 29 gennaio la presentazione del singolo dei Mattanza: "Luna Turca"

È stato rilasciato poco meno di un mese fa il singolo Luna turca dei Mattanza, storico gruppo reggino di world music. Il brano, scritto da Mario Lo Cascio e che Mimmo Martino ha fortemente voluto...

Reggio Calabria. AVR: dal 22 al 24 gennaio possibili rallentamenti raccolta differenziata

Reggio Calabria. AVR: dal 22 al 24 gennaio possibili rallentamenti raccolta differenziata

Reggio Calabria. L'Avr informa la città che "in virtù dello stato di agitazione dei dipendenti di AVR S.p.A., indetto per l'intero turno di lavoro di tutti i dipendenti nell'arco delle 48 ore dalle ore 5,01...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAA Palazzo Corrado Alvaro focus su "Populismo e linguaggio dell'odio"

A Palazzo Corrado Alvaro focus su "Populismo e linguaggio dell'odio"

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 11 Gennaio 2019 21:17

di Giusi Mauro - A Palazzo Corrado Alvaro sede della Città Metropolitana, si è trattato di uno degli argomenti che da qualche tempo è tra i più ‘gettonati’. Non vi è trasmissione televisiva, talk, giornali che ciclicamente – da quando con le ultime elezioni si è registrata una netta preferenza da parte degli italiani per partiti e movimenti come quello dei 5 Stelle e della Lega- ripropongano la questione del ‘Populismo’. Un ‘tema, di grande attualità che l’Ufficio del Consigliere delegato alla Cultura per la Città Metropolitana, rappresentato da Filippo Quartuccio, ha voluto affrontare insieme ai cittadini ed a personalità politiche e del mondo della cultura per discutere del rinnovato interesse in queste forme di pensiero che si pensava ormai sbiadite e del linguaggio di odio che viene veicolato attraverso la propaganda politica.

Un incontro, moderato dal giornalista Mario Meliadò, che ha visto intervenire: il consigliere Metropolitano Filippo Quartuccio, il Presidente del Consiglio Comunale di Reggio Calabria Demetrio Delfino, il Sindaco Giuseppe Falcomatà, il Sindaco di CInquefrondi Michele Conia, il Sindaco di Staiti Giovanna Pellicanò, l’Assessore Comunale Anna Nucera e il professore di PHD pensiero Politico dell’Università di Catania Gianfranco Cordì. La storia si sa, è fatta di corsi e ricorsi. È come la moda. Un capo d’abbigliamento, come un pensiero politico, in auge negli anni Venti, può capitare ritorni a fare capolino nel XXI secolo. Ovviamente, queste rivisitazioni subiscono sempre delle piccole ma significative modifiche nel corso del tempo, come è ovvio, se paragoniamo il populismo dei primi della fine del diciannovesimo secolo agli inizi del ventesimo, quando nacque. È tutta un’altra storia. Il populismo, nacque nella Russia della fine del XIX secolo come movimento culturale e politico e si proponeva di raggiungere, attraverso l’attività di propaganda e proselitismo svolta dagli intellettuali presso il popolo e con una diretta azione rivoluzionaria (culminata nel 1881 con l’uccisione dello zar Alessandro II), un miglioramento delle condizioni di vita delle classi diseredate, specialmente dei contadini, e la realizzazione di una specie di socialismo rurale basato sulla comunità agricola russa, in antitesi alla società industriale occidentale. È stato poi interpretato come un atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi. Ma cosa c’è di tanto ‘pericoloso’ in questo pensiero? Questo ‘movimento ideologico/politico, come spiega il professor Cordì, fa “leva sul malcontento del popolo”. Sfrutta la condizione di precarietà che un paese, una società, e quindi l’individuo percepisce facendo leva sul senso di frustrazione che ne deriva trasformando questo sentimento in rabbia che provoca, senso di protezione del proprio territorio e quindi chiusura. A spiegare meglio, questo ‘timore’ sentito da molti, sono le parole del Santo Padre che proprio pochi giorni fa, in un suo discorso ha ricordato il «periodo tra le due guerre mondiali», quando «le propensioni populistiche e nazionalistiche prevalsero sull’azione della Società delle Nazioni». Francesco è preoccupato perché «il riapparire di tali pulsioni sta indebolendo il sistema multilaterale, con l’esito di una generale mancanza di fiducia, di una crisi di credibilità della politica internazionale», e di una «progressiva marginalizzazione dei membri più vulnerabili della famiglia delle nazioni». Il Pontefice è in apprensione per il «riemergere delle tendenze a far prevalere e a perseguire i singoli interessi nazionali senza ricorrere a quegli strumenti che il diritto internazionale prevede per risolvere le controversie e assicurare il rispetto della giustizia». Negli anni tra i due conflitti planetari del secolo scorso le propensioni populistiche e nazionalistiche prevalsero sull’azione della Società delle Nazioni e «il riapparire oggi di tali pulsioni sta progressivamente indebolendo il sistema multilaterale, con l’esito di una generale mancanza di fiducia, di una crisi di credibilità della politica internazionale e di una progressiva marginalizzazione dei membri più vulnerabili della famiglia delle nazioni. Compito di quella ‘politica’ avvertita dai cittadini come elitaria e troppo distante dalle esigenze del popolo è quello di mettere in guardia da chi si “traveste da amico”, come ricorda Delfino, “non basta farsi vedere mangiare la pizza o l’arancino e poi dire che non si è salvato la Banca ma i risparmiatori”. Bisogna fare attenzione alle parole, non è detto che perché luccica si stia per forza guardando un diamante. Compito della politica è quello di informare e riacquistare credibilità e contatto con i propri elettori.

Rc 11 gennaio 2019

Letto 62 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Incontro dibattito: “I nuovi populismi e il linguaggio dell’odio”

    La cittadinanza è invitata a partecipare all’incontro dibattito tra istituzioni e cittadinanza sul tema: “I nuovi populismi e il linguaggio dell’odio”, in programma nella giornata del 11 gennaio 2019 alle ore 17,00 presso Palazzo "C. Alvaro" - Piazza Italia, Reggio Calabria. L’incontro - dibattito che abbiamo organizzato ha lo scopo di aprire il confronto tra gli attori Istituzionali, sociali e i cittadini nell’auspicio di una più forte sensibilizzazione e coinvolgimento verso un tema abbastanza caldo e attuale che è quello dell’acquisizione di consensi deviati da logiche populistiche generanti odio e perdita di umanità che il nostro Paese sta vivendo in questo contesto temporale. Parlare, confrontarsi e fare Rete è la nostra idea di crescita e azione positiva per contribuire a riaffermare i sani valori di compartecipazione civica e politica alla vita.

  • Venerdì 11 gennaio a Palazzo Alvaro incontro su "I nuovi populismi e i linguaggi dell'odio"

    A palazzo Corrado Alvaro il prossimo venerdì 11 gennaio 2019 alle ore 17 l’incontro dibattito sul tema “I nuovi populismi e i linguaggi dell’odio”, organizzato dal consigliere delegato alla cultura della Città Metropolitana, Filippo Quartuccio. Un confronto a più voci: “Ognuno di noi deve fare la propria parte. Stare a guardare serve a poco se non a nulla. Serve parlarne, confrontarsi, capire chi si è e dove si vuole arrivare. Serve fare “Rete” per correggere il tiro rispetto a quello che stanno vivendo le nostre comunità, la nostra Nazione. Serve, prima di tutto, pronunciare parole positivamente Forti”. L’incontro è aperto a tutta la cittadinanza. 

  • Nomina Quartuccio, commissione nazionale cultura ANCI: la soddisfazione di Tripodi

    Reggio Calabria. "La nomina di Filippo Quartuccio quale membro della commissione nazionale “cultura” di Anci è un riconoscimento  prestigioso, che vede il consigliere comunale e metropolitano di Liberi e Uguali all’interno dell’associazione che riunisce gli amministratori locali di tutta Italia, motivo di enorme soddisfazione per la città metropolitana di Reggio Calabria e

  • Reggio Calabria. Anci: Quartuccio nominato membro della commissione nazionale “cultura”

    Reggio Calabria. Il consigliere Filippo Quartuccio è stato nominato membro della commissione nazionale “cultura” di Anci. La prestigiosa commissione permanente all’interno dell’associazione che riunisce gli amministratori locali di tutta Italia si apre all’unica presenza calabrese. Il consigliere Filippo Quartuccio, già delegato alla cultura della città metropolitana, avrà il compito di

  • Insediata la commissione scientifica per il Palazzo della Cultura

    Si è insediata ufficialmente, presso il palazzo della cultura "Pasquino Cupri", la commissione scientifica, per la realizzazione di mostre ed esposizioni. La commissione fortemente voluta dal Delegato alla Cultura dell'ente Città Metropolitana Filippo Quartuccio, è nominata, a titolo gratuito, dal Sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà, ed è formata da tre esperti, di pittura, scultura e fotografia. La Commissione oltre a fare da garante, fornendo pareri comunque non vincolanti, si farà promotrice di atti di indirizzo per interessanti collaborazioni come quella con l’Accademia di belle arti e gli artisti che vorranno proporsi.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.