unci banner

:: NEWS

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

Sono trascorsi 25 anni da quando l’AB 212 – Prora 706, appartenente al 2° gruppo elicotteri della base Maristaeli di Catania, ha solcato il cielo di Montalto.Era toccato alla Marina...

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Strumenti jazz amalgamati a quelli della tradizione popolare, ritmi mediterranei fusi con la tarantella, voci calde e appassionate affiancate a chitarre di ogni genere. Il Kaulonia Tarantella Festival è pronto...

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAAeroporto ai minimi storici, Ripepi (FdI): “E’ finita la pacchia per chi ha svenduto e umiliato Reggio”

Aeroporto ai minimi storici, Ripepi (FdI): “E’ finita la pacchia per chi ha svenduto e umiliato Reggio”

Pubblicato in POLITICA Sabato, 09 Marzo 2019 18:20

Reggio Calabria.  “Due anni sono passati dalla gestione unica Sacal, voluta dall’irresponsabile sindaco Falcomatà e l’unico risultato ottenuto al Tito Minniti è la perdita secca di 150 mila passeggeri,  record negativo di tutta la storia dello scalo. Qui è in gioco il destino di Reggio Calabria e dei reggini,  soprattutto di quelli che non prenderanno mai l’aereo, i commercianti, gli

imprenditori i singoli cittadini che decidono di costruire un’attività per non lasciare la terra natia; sì perché dallo sviluppo dell’aeroporto dipende il destino di ogni tipo di impresa che si vuole realizzare in Città ed in provincia. - Esordisce così Massimo Ripepi, segretario di Fratelli d’Italia per la Città Metropolitana di Reggio Calabria e organizzatore di una nuova conferenza stampa che ha visto la nascita di un fronte comune in difesa dello scalo reggino: accanto a lui anche il collega neo capogruppo del partito in Consiglio comunale Antonio Pizzimenti, Emiliano Imbalzano, rappresentante della Lega in Consiglio comunale e Angelo Costantino, portavoce provinciale di Gioventù Nazionale. Per Ripepi a dare il colpo di grazia la scellerata decisione di affidare la gestione degli aeroporti ad una società unica, la Sacal, che opera facendo gli interessi dello scalo di Lamezia, che invece di passeggeri ne ha guadagnati ben 500mila, e dell’area di Catanzaro-Cosenza, favorita da una politica PD di incapaci- sia locale che nazionale (vedi governo Renzi)-che ha creato le condizioni necessarie affinchè il Tito Minniti giunga presto a chiusura: l’assenza della classificazione ad aeroporto “strategico” ha fatto sì che l’aeroporto sia soggetto a vincolo di bilancio e, con questi numeri, il default è vicino; a ciò si aggiunga che  la continuità territoriale resta una chimera, se pensiamo che Falcomatà- &Co. avrebbero potuto essere interlocutori privilegiati durante il governo precedente. Oggi invece vediamo tra i numerosi paradossi anche la deputata pentastellata Federica Dieni chiedere al governatore Oliverio di interloquire con il ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli – quest’ultimo sempre del M5S Ripepi commenta anche l’inserimento dei voli di compagnie lowcost, contentini di una politica che ci vede ai margini e sintomatico di una “programmazione residuale” che la Sacal avrebbe previsto per Reggio, una programmazione che non è data sapere visto che la Sacal continua a tenere segreto il Piano industriale. “Senza sapere quali piani e obiettivi ha la società per Reggio Calabria, come potranno gli investitori pensare di spendere risorse per creare strutture e attività?”-si chiede Ripepi che, annunciando un ricorso al Tar in proposito, sottolinea che l’aeroporto non è un servizio utile solo a chi viaggia ma è soprattutto occasione di sviluppo per un’area, quella dello Stretto costituita da due Città Metropolitane- Reggio e Messina- con il loro enorme bacino di utenza (2milioni di persone), un’area che potrebbe benissimo gestirsi con una propria società unica a maggioranza privata.  Il consigliere comunale di FDI ha ringraziato l’attività parlamentare forzista di Francesco Cannizzaro, il cui emendamento pro Tito Minniti consentirà un finanziamento di 25 milioni. “Due anni di bluff gli ultimi due trascorsi-secondo il consigliere comunale- che non hanno portato a nulla. Vogliamo: continuità territoriale-aeroporto strategico-abbandono di Sacal e costituzione di una società dello Stretto. Su questo non si scende a patti! e se arriva Ryanair senza il piano industriale pubblico, mentre gli altri festeggeranno noi faremo un altro rapporto alla Città dicendo tutta la verità, la pacchia per chi uccide e umilia Reggio è finita. ” Posizioni ampiamente condivise anche dal capogruppo FdI in consiglio comunale Antonio Pizzimenti: ‘’Reggio è baricentrica nel Mediterraneo. L’aeroporto è una struttura fondamentale se pensiamo che nel 2019 tutte le città sono ben collegate, ma Reggio è lontana da queste prospettive! Ringrazio Sandro Nicolò per la battaglia a livello regionale dove ha puntellato Regione e Sacal che stanno puntando solo su Lamezia!’’-tuona Pizzimenti che punta il dito anche contro Falcomatà “non è in grado di rappresentare le istanze per l’aeroporto nelle sedi opportune. Riunioni, tavoli, incontri sono rimasti senza risultati! E’ chiaro che gli imprenditori sono scoraggiati.’’ Combattivo e determinato anche Emiliano Imbalzano per la Lega, attuale forza di Governo e in posizione favorevole per spingere verso un cambio di rotta al Tito Minniti: ‘’E’risaputo che l’aeroporto è infrastruttura necessaria per l’economia.’’- sottolinea Imbalzano che per il settore turistico cita l’esempio di Barcellona, città che in 10 anni ha portato al massimo gli indici di recettività - ‘’Per l’aeroporto non ci sono steccati politici. Per questo ringrazio l’attività alla Camera e al Senato rispettivamente di Cannizzaro e Siclari.” Ha concluso il consigliere leghista annunciando che “è in fase di stesura un dossier da consegnare ai sottosegretari alle infrastrutture della Lega Armando Siri ed Edoardo Rixi.”

Reggio Calabria 9 marzo 2019

Letto 234 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Ripepi: mentre a Lamezia c'è l’accordo per il porto turistico, Reggio resta al palo

    Falcomatà ed il PD tutto hanno svenduto da tempo la nostra amata Città. Nessun complotto contro Reggio, semplicemente i nostri competitor fisiologici Catanzaro, Lamezia e Cosenza vogliono cancellarci dalle carte geografiche. Reggio Città Metropolitana poteva essere lo strumento per uno sviluppo certo e consolidato nel tempo. I nostri competitor lo hanno capito e utilizzando i politici reggini che non hanno nessun interesse per il proprio territorio ci stanno massacrando.
    Lo abbiamo detto in tutti i modi, l’Aeroporto dello Stretto è il motore per ogni speranza di sviluppo turistico. Noi il vero tesoro lo abbiamo, e passa dal mare. Il traffico del turismo della nautica da diporto mondiale passa davanti a noi. Per intercettarlo bisogna creare una rete di porti turistici collegati all’aeroporto dello stretto che si trova posizionato a pochi metri.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 1 agosto 2019

    Gli appuntamenti di oggi: - alle ore 11 presso l’Aula Seminari del Dipartimento di Agraria Località Feo di Vito Reggio Calabria si terrà una conferenza stampa di presentazione della nuova offerta formativa del Dipartimento di Agraria della Mediterranea.

    - alle ore 11.00, la conferenza stampa di presentazione della 4^ edizione del concorso Nazionale per stilisti Nuovi Talenti per la Moda

    - dalle ore 14 USB e i lavoratori delle strutture psichiatriche reggine saranno in presidio davanti Palazzo Campanella in occasione dei lavori del Consiglio Regionale.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 31 luglio 2019

    Gli appuntamenti di oggi: - Manca davvero poco alla XIV edizione de “I Tesori del Mediterraneo”, il grande evento organizzato dall’Associazione Nuovi Orizzonti, in programma dal 31 luglio al 4 agosto sul Lungomare di Reggio Calabria. Si partirà con la conferenza stampa di presentazione in programma alle ore 11 nel salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio.
    -alle ore 18 si terrà nella terrazza della Cultura di Reggio Calabria (Via S. Caterina 56); un convegno sul tema: “Reggio Calabria tra cronaca e storia – come recuperare il ruolo e prospettare lo sviluppo socio-economico della città nell’ attuale momento politico”.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 30 luglio 2019

    Gli appuntamenti di oggi: -ore 9:30 protesta operatori Coolap (strutture psichiatriche) davanti sede ASP di via Diana

    -Tutto pronto per il Sunset Festival che si svolgerà all'interno del lido locrese per sei domeniche, dal 21 luglio al 25 agosto 2019. L'evento di presentazione del alle ore 10,30 presso "Malavenda Cafè" in via Zecca a Reggio Calabria.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 29 luglio 2019

    Gli appuntamenti di oggi: - il Consiglio Comunale è convocato, in sessione straordinaria, alle ore 9,00 nella sala adunanze di Palazzo San Giorgio
    - Il fine cantautore Bungaro racconterà il meraviglioso idillio artistico con Ornella Vanoni alle ore 11, presso l’A Gourmet Accademia di Filippo Cogliandro

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.