unci banner

:: NEWS

Brunori SAS torna con un nuovo tour. Il 5 aprile concerto al PalaCalafiore

Brunori SAS torna con un nuovo tour. Il 5 aprile concerto al PalaCalafiore

Farà tappa anche al PalaCalafiore di Reggio Calabria il tour 2020 di Brunori SAS. Lo rende noto la Esse Emme Musica che organizza il concerto del cantautore calabrese in programma...

Presentato in Pinacoteca il programma del primo Festival Olistico Morgana

Presentato in Pinacoteca il programma del primo Festival Olistico Morgana

È stato presentato nella Pinacoteca del Comune di Reggio Calabria il programma della prima edizione del Festival Olistico Morgana, organizzato dall’Associazione culturale Maradan, che si terrà dal 20 al 22...

Art Bonus, incontro formativo in Biblioteca

Art Bonus, incontro formativo in Biblioteca

Mercoledì 18 Settembre l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria, si renderà promotrice di un incontro formativo-informativo sugli strumenti dell’Art bonus e del Fundraising a supporto degli interventi di recupero e valorizzazione...

Palazzo San Giorgio offre il Cero votivo alla Madonna della Consolazione, patrona della città

Palazzo San Giorgio offre il Cero votivo alla Madonna della Consolazione, patrona della città

Palazzo San Giorgio rinnova l'offerta del Cero votivo alla Madonna della Consolazione, Patrona della Città. Queste le parole del sindaco Giuseppe Falcomatà: Eccellenza reverendissima, Reverendo Capitolo Metropolitano, porgo a voi...

Il concerto di Carmen Consoli chiude l'Estate reggina 2019

Il concerto di Carmen Consoli chiude l'Estate reggina 2019

Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà l’aveva presentata a inizio giugno, nella Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, come un contenitore ricco di grandi appuntamenti nazionali e internazionali...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAAlloggi popolari, percorso della petizione degli 11 milioni di euro dovrebbe ripartire entro settembre

Alloggi popolari, percorso della petizione degli 11 milioni di euro dovrebbe ripartire entro settembre

Pubblicato in POLITICA Giovedì, 12 Settembre 2019 18:17

Arriva qualche buona notizia in merito alla Petizone popolare per il ripristino degli 11 milioni di euro del "Decreto Reggio" per l'acquisto di alloggi popolari. Il presidente del Consiglio comunale, Demetrio Delfino, ha invitato martedì scorso le associaizoni e i movimenti dell'Osservatorio sul disagio abitativo ad una Conferenza dei capigruppo consiliari. Purtroppo alla conferenza dei capigruppo non ha partecipato nessuno dei capigruppo consiliari invitati. Era presente l'Osservatorio con una nutrita rappresentanza ed il presidente del Consiglio Delfino.

L'Osservatorio ha chiesto al presidente Delfino, in continuità con l'impegno del suo ufficio, di riattivare in tempi brevi il percorso del finanziamento, prevedendo l'inserimento, nel prossimo incontro di Consiglio Comunale, della ratifica della delibera di Giunta Comunale nr 145 dell'11 luglio 2019, relativa al ripristino degli 11 milioni di euro del "Decreto Reggio" per l'acquisto di alloggi da assegnare alle famiglie a basso reddito.

Alle scuse del Presidente D. Delfino per l'assenza di tutti i capigruppo consiliari, è seguita la rassicurazione di inserire, entro settembre 2019, all'ordine del giorno del Consiglio Comunale la ratifica della delibera di Giunta sugli 11 milioni di euro. Per il presidente Delfino questo potrà avvenire solo dopo che la prima Commissione "Assetto del territorio" avrà espresso il proprio parere sul tema.

Dal canto suo, il presidente della Prima Commissione, G. Sera, incontrato dall'Osservatorio nello stesso pomeriggio di martedì scorso, si è impegnato ad inserire e a discutere il tema degli 11 milioni di euro nella Commissione comunale non appena avrà ricevuto dall'Ufficio Giunta la relativa pratica. Difatti, fino al 10 settembre scorso, la relativa documentazione non era ancora giunta in Commissione.

Si auspica che si provveda al più presto all'invio della documentazione necessaria alla Prima Commissione e che i Consiglieri comunali della stessa, una volta ricevuta la documentazione, provvedano celermente a discutere il tema. Il Presidente Delfino potrà così inserire la discussione in Consiglio entro il mese di settembre.

Decine di famiglie a basso reddito, vincitrici del bando 2005 ed in emergenza abitativa, hanno già subíto sulla propria pelle la decisione del 2016 di stornare il finanziamento di 11 milioni di euro che avrebbe garantito la casa a oltre cento nuclei familiari.

Pertanto la contromisura a quella decisione dovrà essere applicata nei tempi più brevi possibili ed esclusivamente a favore della politica degli alloggi popolari.

Questo per garantire il diritto alla casa alle fasce economicamente più deboli della popolazione, quelle che spesso la politica ignora ma che in assoluto continuano a pagare il costo sociale più alto.

Reggio Calabria, 12 settembre 2019

Osservatorio sul disagio abitativo

Un Mondo Di Mondi – Giacomo Marino- Cristina Delfino

CSOA Angelina Cartella

Società dei Territorialisti/e Onlus

Centro Sociale Nuvola Rossa

Comitato Solidarietà Migranti

Reggio Non Tace

Collettiva AutonoMia

Letto 81 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Politica alloggi popolari, fermo il percorso della petizione popolare di 11 milioni

    Nel 2016, con una delibera di consiglio comunale, si scelse di destinare ad altre opere il finanziamento di 11 milioni di euro del Decreto Reggio prima finalizzato all'edilizia residenziale pubblica. Una scelta effettuata senza alcuna considerazione per le centinaia di famiglie vincitrici del bando 2005 e in emergenza abitativa, tuttora in attesa dell'assegnazione di un alloggio. Lo scorso 18 febbraio, l'Osservatorio sul disagio abitativo ha presentato al Comune una petizione popolare, firmata da oltre cinquecento cittadine e cittadini, con la quale si è chiesto il ripristino del finanziamento di 11 milioni di euro per l'acquisto di nuovi alloggi popolari, da assegnare alle famiglie aventi diritto. Alloggi reperibili nel volume complessivo di immobili vuoti, abbandonati o in disuso, dei quali la cittá abbonda in ogni quartiere.

  • L'Osservatorio Disagio Abitativo sull'emergenza rifiuti nell'area della ex Polveriera di Ciccarello

    La tutela dell'ambiente e il rispetto per le persone non hanno nessuna connotazione etnica ma rammarica dover leggere sulla stampa come la frustrazione di alcuni cittadini del quartiere Ciccarello venga riproposta, senza alcuna esitazione, con toni di tipo razziale. È ben comprensibile il malcontento delle persone che vivono a Reggio, in zone sommerse dai rifiuti e dall'assenza delle piú elementari regole del vivere civile, ma dare una spiegazione etnica, additando solo un gruppo di cittadini, come la causa di ogni male è fuorviante, quanto inutile.

  • Appello per una famiglia sotto sfratto che attende dal Comune l'assegnazione di un alloggio

    Un'altra famiglia sarà sfrattata il prossimo 5 settembre e, se il Comune non provvederà ad assegnarle un alloggio popolare, finirà per strada. La famiglia Ferraro è composta da due adulti con invalidità e, con un reddito molto basso, non riesce a sostenere le spese di un affitto. Da quando, nel mese di luglio 2018, ha avuto inizio la procedura di sfratto, la famiglia ha richiesto al Comune di Reggio Calabria l'assegnazione di un alloggio popolare per emergenza abitativa, ai sensi dell'articolo 31 della legge regionale nr 32/1996 e del relativo regolamento comunale.

  • L'Osservatorio sul disagio abitativo incontra il delegato Sera. Qualche impegno, ma si attendono i fatti

    Qualche notizia sul fronte alloggi popolari trapela in seguito all'incontro tra l'Osservatorio sul disagio abitativo, insieme alle persone interessate al tema, e il consigliere delegato all'edilizia residenziale pubblica, G. Sera, alla presenza del dirigente del settore, D. Piccione, ed il RUP del progetto Ex Polveriera, G. Melchini. Martedì scorso, l'Osservatorio ha presentato ai rappresentanti del Comune le rivendicazioni sulla politica della casa proposte da anni, chiedendo risposte operative in tempi certi. Le risposte hanno riguardato le 23 pratiche di decadenza, risultato ottenuto dopo due anni e mezzo dalla delibra di Consiglio Comunale del 10 febbraio 2017. Quattro sarebbero state notificate agli interessati. Le altre sarebbero ancora da firmare o sottoposte al parere della Commissione alloggi.

  • Osservatorio Disagio Abitativo: ghetti alloggi popolari, ancora soluzioni inefficaci mentre gli interventi da attuare sarebbero altri

    La questione "ghetti urbani" di alloggi popolari è stata oggetto del seminario di Federcasa a Reggio Calabria, nei giorni scorsi. Nella città di Reggio Calabria, il quartiere di Arghillà nord e di Archi cep sono esempi concreti del problema da affrontare. Nel resto del territorio regionale, ci sono altri quartieri ghetto del settore erp. La Ciambra di Gioia Tauro e quelli della periferia di Catanzaro e Cosenza sono gli esempi più noti. Durante il seminario si è messo ancora una volta in evidenza come questi ghetti nella città di Reggio siano diventati “enclave della ndrangheta”. Un dato che si accompagna ad analisi e soluzioni ormai note quanto inefficaci.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.