unci banner

:: NEWS

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

E’ stata annullata ieri ad Acquaro di Cosoleto la tradizionale processione di San Rocco. La decisione del parroco dopo che Polizia e Carabinieri avevano accertato che gran parte dei portatori...

Il MArRC aperto a Ferragosto fa il "botto" di presenze

Il MArRC aperto a Ferragosto fa il "botto" di presenze

Ferragosto da record per il MArRC che nella giornata di ieri ha registrato il “tutto esaurito” con ben 7760 ingressi. La scelta dell’apertura nella giornata festiva con ingresso gratuito a...

Al castello Ruffo di Scilla Maria Barresi, con Daniela Marra e i Mattanza, racconta "L'essenza della Felicità"

Al castello Ruffo di Scilla Maria Barresi, con Daniela Marra e i Mattanza, racconta "L'essenza della Felicità"

"La felicità che ci viene donata ogni giorno non sempre ha radici nel nostro presente ma va ricercata nel nostro passato, rivolgendoci ed essa per proiettarla nel nostro futuro". Il...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAApprovata mozione su Radio Radicale, il presidente Irto primo firmatario: "Patrimonio di informazione e democrazia"

Approvata mozione su Radio Radicale, il presidente Irto primo firmatario: "Patrimonio di informazione e democrazia"

Pubblicato in POLITICA Lunedì, 29 Aprile 2019 17:31

“Radio Radicale non può e non deve chiudere. E' un patrimonio per l'informazione e la democrazia del Paese e il Consiglio regionale della Calabria non poteva rimanere insensibile dinanzi al rischio di un così grave depauperamento del panorama informativo nazionale”. Lo afferma il presidente dell'Assemblea legislativa calabrese, Nicola Irto, primo firmatario della mozione approvata oggi dall'aula di Palazzo Campanella a sostegno della storica emittente radiofonica. “Radio Radicale concorre in maniera preziosa e pressoché insostituibile al servizio pubblico contribuendo a inverare il principio di trasparenza e il diritto dei cittadini a una informazione puntuale e costante.

Per questo è necessario che anche le istituzioni assumano una posizione ferma a tutela di una realtà di straordinario valore”.
Nel documento che ha ottenuto il via libera dal Consiglio regionale, viene ricordato tra l'altro che “con legge 230/1990, lo Stato finanzia imprese radiofoniche private che trasmettono quotidianamente propri programmi informativi su avvenimenti politici, religiosi, economici, sociali, sindacali o letterari per non meno di nove ore comprese tra le ore 7 e le ore 20”. In questo quadro, “Radio Radicale svolge con la sua attività un servizio pubblico di informazione che dal 1976 garantisce la trasmissione integrale di eventi istituzionali e politici, un servizio di rassegna stampa quotidiana dei giornali, interviste con ospiti politici e attività di confronto e dialogo diretto con i cittadini”.
L'emittente, si legge ancora, “copre il 75% del territorio italiano raggiungendo l’85% della popolazione del Paese” e “custodisce il più grande archivio audio e video presente in Italia, composto da oltre 540 mila documenti”.
La mozione prosegue: “Da 11 anni lo Stato rinnova annualmente la convenzione con Radio Radicale per trasmettere senza pubblicità le sedute del Parlamento, del Consiglio Superiore della Magistratura e della Corte Costituzionale” ma la legge di bilancio 2019 prevede l'abrogazione della legge 230 dal prossimo anno. Dinanzi a questa prospettiva nefasta, il Consiglio regionale “impegna il Presidente della Regione Calabria a farsi parte attiva nei confronti del Governo nazionale e del Ministero dello Sviluppo economico, affinché vengano intraprese tutte le iniziative per scongiurare la chiusura di Radio Radicale e la conseguente perdita di un patrimonio storico, culturale e politico di incommensurabile valore per l’Italia”.​

Rc 29 aprile 2019

Il Portavoce

Letto 156 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il cordoglio del Presidente Irto per la scomparsa del Presidente di SES, Gianni Morgante

    “Se n’è andato un galantuomo, una persona perbene. Un pioniere dell’editoria nel Mezzogiorno, dotato di visione e progettualità grazie alle quali ha realizzato un grande giornale italiano e un gruppo editoriale di altissimo livello”. Il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, esprime così il proprio cordoglio per la scomparsa di Gianni Morgante, presidente di Ses, la società editrice di Gazzetta del Sud. “Il suo nome - prosegue Irto - sarà indelebile nella storia del giornalismo e dell’editoria pura nel Mezzogiorno e nel Paese. Il presidente Morgante, un uomo d’altri tempi di poche, chiare e solide parole, amava profondamente la Sicilia e la Calabria e non è un caso che Gazzetta del Sud sia riuscita a divenire in breve tempo il punto di riferimento per l’informazione in entrambe le regioni, costruendo un ponte di legami giornalistici ma soprattutto culturali, in un’area dello Stretto che grazie alla Gazzetta è divenuta prima un sogno e una prospettiva, poi una grande realtà socio-economica, culturale, politica e universitaria”.

  • Consiglio regionale, il presidente Nicola Irto interviene sull'operazione condotta dalla DDA di Reggio Calabria

    "Gli odierni lavori del Consiglio regionale sono stati preceduti da una lunga riunione della Conferenza dei Presidenti dei Gruppi consiliari, allargata all'Ufficio di Presidenza e al presidente della Commissione consiliare contro la 'ndrangheta, alla quale ha partecipato anche il Presidente della Regione. Nel corso della Conferenza si è preso atto di quanto accaduto nella giornata di ieri, con riferimento all'indagine della Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria, che ha riguardato anche due consiglieri regionali. Trovo doveroso informare i colleghi presenti oggi in aula e, per il tramite degli organi d'informazione e della diretta streaming, tutti i cittadini calabresi, delle valutazioni espresse all'esito della Conferenza dei capigruppo.

  • Cordoglio del presidente Irto per la scomparsa dell'on. Mimmo Bova

    “Mimmo Bova e’ stato un uomo coerente, una persona perbene, e ha rappresentato il volto pulito della politica e della Calabria”. E’ quanto afferma il presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto, dopo aver appreso della scomparsa dell’ex parlamentare ed ex consigliere regionale di Roccella Jonica. “Mimmo e’ stato uno dei protagonisti della storia politica della nostra regione, nella quale si e’ sempre distinto per la signorilita’ che ha accompagnato le sue battaglie a tutela dei diritti, a sostegno degli ultimi e soprattutto a favore della sua terra, la Locride, che ha profondamente amato e per la quale non ha lesinato mai impegno e passione. Per me - aggiunge Nicola Irto - Bova era un punto di riferimento per la lucidita’ dell’analisi, il rigore dell’impostazione politica, l’equilibrio e la mitezza che lo caratterizzavano. Con lui - conclude Irto - se ne va un pezzo di storia della sinistra della Locride”.

  • Il cordoglio del presidente Irto per la scomparsa del prof. Enrico Costa

    "Sono addolorato. Profondamente. Oggi ho perso un maestro e un amico sincero. Ed è difficile per me, in questo momento, fare i conti con la commozione". E' quanto afferma il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, dopo aver appreso della scomparsa del professore Enrico Costa, docente emerito di Urbanistica dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria. Per Irto, Costa era "un punto di riferimento umano e culturale, che ha inciso molto nella mia formazione. Aveva una personalità straordinaria, complessa, poliedrica, che ha dato tanto alla città di Reggio e all'Università Mediterranea".

  • Ricerca Svimez su Calabria, Irto: "Intraprendenza dei giovani è speranza per la regione"

    “C'è qualcosa, nella nostra regione, che sta cambiando rapidamente. È la mentalità dei giovani, che hanno voglia di mettersi in discussione, di fare impresa, di essere artefici del loro futuro e di farlo nel rispetto delle regole e del mercato. Soprattutto nei settori dell'agricoltura, dell'agroalimentare, del turismo, dei servizi e dell'innovazione tecnologica, si respira un'aria diversa. È questo clima che non deve farci perdere la speranza”. Il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, è intervenuto così durante i lavori di presentazione della ricerca elaborata dalla Svimez dal titolo “Calabria: regione aperta. Verso la rete dei giovani talenti”. L'evento si è svolto a palazzo Tommaso Campanella, alla presenza – tra gli altri – del presidente di Svimez, Adriano Giannola, del consigliere dello stesso organismo, Pino Soriero, e del presidente dell'Associazione degli ex consiglieri regionali della Calabria, Stefano Priolo.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.