unci banner

:: Evidenza

La Guardia Costiera soccorre due imbarcazioni a vela in difficoltà per il maltempo

La Guardia Costiera soccorre due imbarcazioni a vela in difficoltà per il maltempo

Nella mattina odierna la Guardia Costiera di Reggio Calabria ha effettuato il simultaneo soccorso di due imbarcazioni a vela, colte da improvvise condizioni meteo marine...

Bando Servizio Civile 2018: sono 15 i posti disponibili alla Caritas Diocesana, tutte le info

Bando Servizio Civile 2018: sono 15 i posti disponibili alla Caritas Diocesana, tutte le info

Il 20 agosto 2018.. il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha emanato un Bando per la selezione di n. 28.967 volontari da...

Brancaleone, Nazzareno torna a casa

Brancaleone, Nazzareno torna a casa

E' un'altra bella storia a lieto fine, di passione e di speranza, quella che ci arriva da Brancaleone. In questo piccolo paesino della costa ionico-meridionale...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICABandi Periferie il grido di allarme delle Amministrazioni Locali

Bandi Periferie il grido di allarme delle Amministrazioni Locali

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 10 Agosto 2018 12:21

“Ci troviamo di fronte ad un governo che voleva essere del cambiamento ma che è finito col cambiare le carte in tavola. Un governo che se da un lato si prevede lo sblocco degli investimenti per gli enti virtuosi, dall’altra congela fino al 2020 i finanziamenti per 96 tra città e aree metropolitane per trasferirli ad un’altra cassa.” A dirlo è il delegato al Bilancio e ai Rapporto con gli Enti Locali della città Metropolitana Antonino Castorina durante il suo intervento alla conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Alvaro, sede della città Metropolitana e con oggetto il grido di allarme delle Amministrazioni Locali riguardo il blocco dei fondi destinati al Bando Periferie.

“Ci eravamo visti assegnati come Comune di Reggio 18 milioni per il recupero del centro di Podargoni, che sarebbe dovuto diventerà un punto di collegamento tra la montagna e il mare, oltre che un centro attrattivo turistico innovativo come l’albergo diffuso.” – ha proseguito Castorina - “Come città Metropolitana avevamo visti approvati tutti i progetti presentati per 40 milioni di euro. Penso ai progetti per l’area della Locride dove si parla di 17 progetti approvati per un finanziamento complessivo che si avvicina ai 22 milioni di euro. I Comuni di Africo, Agnana, Bianco, Camini, Canolo, Caraffa del Bianco, Casignana, Caulonia, Gerace, Grotteria, Locri, Mammola, Roccella Jonica, Sant’Agata del Bianco, Siderno, Stignano e Stilo hanno visto approvati i progetti e soddisfatte le proprie richieste con interventi diversificati che vanno dalla riqualificazione degli impianti sportivi e del decoro urbano alla mobilità e viabilità, dall’aggregazione sociale all’edilizia. Che ne sarà di questi progetti? Per quanto resteranno fermi al palo grazie a questa decisione insensata del Governo Lega e 5 stelle?”
Alla conferenza stampa erano presenti anche il Presidente del Consiglio Comunale di Palmi e membro della Scuola per giovani amministratori forsAM di ANCI Salvatore Celi, Lucrezia Leonti Consigliere Comunale di San Procopio e componente del Coordinamento ANCI Giovani della Città Metropolitana di Reggio Calabria, la Vice Presidente del Consiglio Comunale di Calanna e componente del Coordinamento Regionale di ANCI Giovani Katia Tripodo ed il Consigliere Comunale di Stilo Andrea Calabrese che hanno sottolineato l’importanza per le loro comunità dei fondi derivanti dal Bando Periferie con i quali si sarebbe potuto agire sul recupero di numerose zone disagiate assicurando la cosa più importante, la coesione sociale.
“Un governo che blocca un fondo da 2,7 miliardi di euro per crearne un altro di solo 1 miliardo fruibili dagli enti virtuosi, ovvero quello che a fine anno registrano un avanzo di amministrazione è una follia” – ha proseguito Castorina- “perché gli avanzi di amministrazione degli Enti Locali sono pochissimi e insufficienti a bandire progetti di recupero per aree disagiate”.
“Il bando periferie rappresenta uno strumento di dinamicità per le nostre città.” – ha concluso il delegato Metropolitano al Bilancio e agli Enti Locali - “La nostra reazione come amministratori locali sulla questione non è un mero esercizio di stile nè un atto dissociativo. È piuttosto la manifestazione di una preoccupazione seria per un provvedimento che costituisce per le città con periferie disagiate, disfunzionali o non sviluppate, uno strumento di coesione sociale, obbiettivo realizzabile attraverso quei fondi. La possibilità dello sviluppo virtuoso delle periferie e della loro integrazione, passa dai fondi di quel provvedimento.”

Rc 10 agosto 2018

Letto 88 volte

Articoli correlati (da tag)

  • La Chiesa di San Giorgio al Corso, dedicata al patrono della Città

    Parliamo ancora di un edificio sacro, dedicato al patrono di Reggio Calabria chee sorge proprio al centro del salotto cittadino: la chiesa di San Giorgio al Corso. Eretta a parrocchia a fine Cinquecento, venne distrutta completamente dal terremoto del 1908, fu ricostruita seguendo il progetto dell'architetto Camillo Autore e venne inaugurata il 26 maggio 1935. San Giorgio al Corso venne originariamente eretta a parrocchia il 12 ottobre 1596 da monsignor Annibale D'Afflitto (arcivescovo di Reggio Calabria dal 1593 al 1638). In occasione degli 80 anni dalla ricostruzione della Chiesa, lo studioso e storico professor Francesco Arillotta ha precisato che la parrocchia era stata fondata molto tempo prima e che in origine occupava il sito ove oggi insiste il Genio Civile.

  • Festa di San Rocco, patrono della città di Scilla, il programma 2018

    Giovedì 16 agosto, Festa liturgica del Santo e onomastico di chi ne porta il nome, ha inizio la Festa in onore di San Rocco, Patrono della città di Scilla, evento spirituale e di aggregazione civile storicamente atteso da tutta la Città metropolitana di Reggio Calabria e dall’area dello Stretto di Messina. Significativi appuntamenti raggiungeranno il culmine domenica 19 agosto, per protrarsi fino a lunedì 20.
    A presiedere le Sante Messe delle 8,00 e delle 10,00 di giovedì 16 saranno, rispettivamente, il missionario padre Pasquale Castrilli OMI e l’Arciprete di Scilla don Francesco Cuzzocrea.

  • A Lazzaro taglio del nastro per il Liberamente Festival 2018

    Ha preso ufficialmente il via l’edizione 2018 del Liberamente Festival. Organizzato dall’associazione Kleos in collaborazione con la Pro Loco del Comune di Motta San Giovanni, il primo appuntamento ha visto la presentazione del libro “Frammenti Tellurici” di Domenico Loddo nello spazio dell’ex campo sportivo vicino il Lido Sogno. Prossimi appuntamenti in programma il 15 agosto con il falò e poi concertone giovedì 16. Ancora una volta il ricavato sarà devoluto a finalità sociali, questa volta per un progetto legato ad un villaggio in Africa

  • Pietra Cappa, il monolite che affascinerà il mondo

    Il cappuccio protegge la testa, un mantello copre quasi tutta la sua figura, ma le braccia e le mani no, quelle devono restare libere.
    Vogliamo raccontarla così la “nostra” Pietra Cappa, perché tra i molti significati veri o leggendari, noi abbiamo scelto di separare ed astrarre il significato della cappa come indumento, decontestualizzandolo per esprimere ciò che noi sentiamo, al suo cospetto.
    Pietra per condizione, cappa per vocazione, ma non quella che oscura e nasconde, ma bensì quella che protegge ed adorna.

  • Dal 27 agosto al 2 settembre il Bergamotto Art Festival 2018

    Dopo il successo dell’anteprima dello scorso anno, dal 27 agosto al 2 settembre 2018 torna il Bergamotto Art Festival. Riflettori accessi sulle eccellenze del nostro territorio in un percorso che vedrà coinvolto i borghi della nostra provincia con un gran finale nella città dello Stretto

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.