unci banner

:: NEWS

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività d’iniziativa indirizzata al controllo economico-finanziario del territorio, hanno proceduto al sequestro di 1,6 chilogrammi...

Tutto pronto per la kermesse “Arte sotto le stelle”

Tutto pronto per la kermesse “Arte sotto le stelle”

Si è svolta a palazzo Alvaro, sede della citta metropolitana di Reggio Calabria, la conferenza stampa di presentazione di “Arte sotto le stelle”, evento nato per festeggiare i 50 anni...

Al Tempietto luci e suoni off per i bimbi con spettro autistico

Al Tempietto luci e suoni off per i bimbi con spettro autistico

Luci e suoni off per consentire ai bambini che soffrono delle sindromi dello spettro autistico di poter accedere al Luna Park e godere di momenti di svago e divertimento in...

GEP: La memoria ritrovata, l'archivio storico dell'Istituto Tecnico Statele Economico "Raffaele Piria"

GEP: La memoria ritrovata, l'archivio storico dell'Istituto Tecnico Statele Economico "Raffaele Piria"

ln occasione delle Glornate Europèe del Patrimonio 2019, al 21 settembre la Soprintendenza archivistica e bibliografica della Calabria, in collaborazione con l'Istituto Tecnico Commerciale "R. Pìria" di Reggio Calabria promuove...

"Innamorarsi in Stazione" riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre

"Innamorarsi in Stazione" riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre

Dal 3 ottobre riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre, dopo la breve pausa estiva e le recenti emozioni vissute in occasione della tredicesima edizione del premio Simpatia...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICABiondo (UIL): la Calabria è ancora in forte ritardo sul fronte della completa depurazione

Biondo (UIL): la Calabria è ancora in forte ritardo sul fronte della completa depurazione

Pubblicato in POLITICA Sabato, 13 Luglio 2019 11:19

Come ogni anno con l’arrivo della stagione estiva si moltiplicano le segnalazioni, da parte di bagnanti preoccupati, sullo stato di salute dei nostri mari. Fra fake news, dati ufficiali dell’Arpacal sulla balneabilità delle acque, una certezza ci deve preoccupare: la Calabria è ancora in forte ritardo sul fronte della completa depurazione delle proprie acque nere. Non siamo noi a dirlo ma i commissari europei che stanno tenendo sotto controllo i dati del Programma operativo regionale: quello che avrebbe dovuto cambiare in meglio, grazie ai finanziamenti europei, il volto della nostra regione.

Ebbene, durante l’ultima riunione del Comitato di sorveglianza del Por Calabria il ritardo della Calabria su questo fronte è stato, ancora una volta, sottolineato dagli emissari dell’Unione europea. Quello della depurazione, hanno sottolineato i commissari, è un settore in cui bisogna migliorare, in cui la strada da fare è ancora tanta.
Il meccanismo che regola questo settore è complicato, gli ingranaggi che devono incastrarsi alla perfezione sono quelli della Regione e dei vari comuni disseminati sul territorio (ai quali spetta il compito di preparare i bandi per la costruzione dei depuratori), il cammino è irto di difficoltà e disseminato di vari procedimenti di infrazione per la Regione Calabria, ma bisogna provarci. Bisogna ribaltare questa inaccettabile situazione di stallo.
E’ necessario quel concreto cambio di passo che la Calabria attende sull’approvazione della legge di riforma del sistema idrico integrato regionale. Come abbiamo messo nero su bianco già da tempo, infatti, la concreta realizzazione, del ciclo integrato delle acque gestito da un soggetto unico regionale che faccia riferimento alla “AIC” non è più rinviabile, anche alla luce dei diversi punti di criticità che, durante il periodo estivo, ha fatto registrare il sistema di depurazione calabrese. A ciò si aggiunga il ritardo strutturale del ciclo della depurazione che, se non messo a norma in tempi rapidi, potrebbe obbligare il territorio a sopportare il peso economico delle violazioni accertate dalla Corte di giustizia dell'Unione europea.
Lo ripetiamo con forza: lo stato dell'arte di questo settore deve essere maggiormente attenzionato. La questione necessita di un confronto serrato e articolato in più incontri operativi. E' necessario scendere nel dettaglio su Sorical e sul sistema idrico integrato e di tutto il ciclo delle acque bianche e dei reflui.
Oggi, ancora una volta, chiediamo alla Regione di riprendere il confronto per ragionare sul futuro di Sorical, sul come questa azienda che ha grandi potenzialità, accresciute dalla professionalità impagabile dei suoi lavoratori, possa ripartire. Invitiamo, poi, l'amministrazione regionale a confrontarsi, per superare l'attuale fase di commissariamento, che non è stato capace di programmare concretamente lo sviluppo della Sorical, ripartire e trasformare questa partecipata regionale nello strumento adatto a rifondare il sistema idrico integrato della Calabria e, soprattutto, offrire ai cittadini calabresi l'opportunità di godere appieno della invidiabile dote idrica del nostro territorio.

Santo Biondo
Segretario generale Uil Calabria

Rc 13 luglio 2019

Letto 132 volte

Articoli correlati (da tag)

  • A Catanzaro giovedì 30 maggio incontro promosso dalla UIL Calabria sul regionalismo differenziato

    Non chiamatelo campanile. Regionalismo differenziato, opinioni a confronto”. Sarà questa la traccia portante dell’incontro promosso dalla Segreteria regionale della Uil Calabria che si terrà giovedì 30 maggio, a partire dalle ore 15.30, presso l’Aula P dell’Università della Magna Grecia di Catanzaro (posta al piano zero proprio sopra l’ingresso del Rettorato).
    Quello dell’autonomia regionale è un tema di assoluta attualità che coinvolge anche le Organizzazioni sindacali, soprattutto quelle operanti nelle regioni del Mezzogiorno d’Italia che da questa riforma potrebbero essere colpite duramente nelle loro prospettive di sviluppo e, allo stesso tempo, vedrebbero crescere il divario già ampio con il resto del Paese.

  • Autismo, Biondo (UIL): la Calabria, finalmente, sta provando a recuperare uno dei gap che la separano dal resto della nazione

    La Calabria, finalmente, sta provando a recuperare uno dei gap che la separano dal resto della Nazione. In queste ultime ore, infatti, la Commissione sanità del Consiglio regionale ha dato il via libera alla norma che prevede: “Interventi per l'assistenza a favore di persone con disturbi autistici e dello spettro autistico dall'età evolutiva a quella adulta”. Questo è un fatto che non possiamo che giudicare positivamente. La nostra regione, infatti, era una delle poche se non l’unica in tutta la Penisola, ad attendere da tempo, troppo tempo, un testo normativo che prevedesse interventi in questa delicata materia. Un ritardo inaccettabile davanti ad una problematica che coinvolge tanti bambini calabresi e le loro famiglie, spesso appartenenti alle fasce meno agiate della popolazione, che sono chiamate a fare i conti con questi disturbi e con le spese che le cure richiedono.

  • Fondi comunitari, Biondo (Uil): "O si è in grado di governare la Calabria o è meglio staccare la spina"

    Reggio Calabria. "O si è in grado di governare la Calabria in ogni suo processo, come quello importantissimo della spesa dei fondi comunitari, o è meglio staccare subito la spina a questa esperienza amministrativa e ridare ai cittadini calabresi la possibilità di determinarsi e determinare la nuova macchina politica regionale. Siamo molto preoccupati per l’andamento di questo

  • Via libera alla Zes, Biondo (Uil): "Potrebbe essere un’ottima notizia per Gioia e per la Calabria"

    Reggio Calabria. "La pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del decreto “Semplificazioni” ha dato il via libera operativo alle Zone economiche speciali. L’articolo 3 del decreto, in particolare, sbocca le modalità delle semplificazioni autorizzative per le Zes e per le Zone Logistiche Semplificate.  Per la Calabria e, in particolare per Gioia Tauro questa potrebbe essere un’ottima

  • Mobilitazione nazionale, Biondo (Uil Calabria): "In piazza per rivendicare lavoro e legalità per il Sud"

    Reggio Calabria. "La legge di bilancio varata dal Governo Conte non ci convince affatto. Ci lascia perplessi la mancanza di investimenti per il rilancio infrastrutturale della Penisola ma, soprattutto, ci preoccupa la totale assenza di una strategia utile a tirare fuori il Mezzogiorno, e la Calabria in particolare, dalla crisi nella quale è precipitato e dalla quale non riesce a tirarsi

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.