unci banner

:: NEWS

Motta San Giovanni, gli auguri dell'Amministrazione comunale per il nuovo anno scolastico

Motta San Giovanni, gli auguri dell'Amministrazione comunale per il nuovo anno scolastico

Divertitevi, siate attenti e curiosi. Guardate oltre voi stessi per cercare nell’altro qualcuno che vi stimoli, vi arricchisca, vi renda più determinati e vi accompagni in questo percorso con la...

Nucera (La Calabria che vogliamo) si candida: servono uomini del fare

Nucera (La Calabria che vogliamo) si candida: servono uomini del fare

Alla guida della Regione, grazie all'azione concreta di un nuovo movimento e di una classe dirigente che nulla ha a che fare con i disastri del passato. Per uscire dalla...

Cammino Urbano del Collettivo La Strada tra i "resistenti" del Mercato coperto di Via Filippini

Cammino Urbano del Collettivo La Strada tra i "resistenti" del Mercato coperto di Via Filippini

“La prima cosa che faccio quando vado in un’altra città è andare a vedere il mercato”, ci dice una commerciante. Infatti il mercato è il polso di una città, ne...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICACannizzaro, Giovanni Calabrese esempio emblematico di legalità e trasparenza

Cannizzaro, Giovanni Calabrese esempio emblematico di legalità e trasparenza

Pubblicato in POLITICA Sabato, 03 Agosto 2019 12:24

L'OPERAZIONE di polizia che nella locride ha permesso di colpire la storica cosca dei "Cordì", ha sicuramente posto un importante freno all'ingerenza della malavita locale nella quotidianità della laboriosa ed onesta comunità jonica. La brillante attività investigativa di Carabinieri e Guardia di Finanza, ed il coordinamento scrupoloso degli inquirenti della Procura, ai quali rivolgo un premuroso quanto sentito ringraziamento, ha sicuramente trovato nella figura del primo cittadino di Locri, Giovanni Calabrese, l'Istituzione necessaria per svolgere al meglio le relative indagini e, soprattutto, emettere i provvedimenti di custodia cautelare di cui oggi apprendiamo.

Infatti, è solo grazie ad una serie di denunce del coraggioso e determinato sindaco Calabrese che, consapevole del proprio ruolo ed incurante delle minacce ricevute, ha svolto in maniera esemplare la sua azione amministrativa nel pieno solco della legalità e della trasparenza, senza mai rinunciare a quel vincolo di onestà e lealtà che dovrebbe appartenere ad ogni rappresentante delle istituzioni nei confronti delle proprie comunità. Complimenti al mio amico Giovanni, quindi, che grazie alla sua  integerrima volontà non si è piegato a logiche criminali ma, bensì,  ha reagito a testa alta a difesa dei propri concittadini, ponendo le giuste basi per la pronta risposta dello Stato che attraverso l'intenso e proficuo lavoro svolto dalle encomiabili forze dell'ordine, ha suffragato la propria presenza e titolarità sull'intero territorio. Un territorio che per tanti aspetti sarà pure ferito ma di sicuro non è mai privo di coraggio e dignità umana. Oggi più di ieri, felice e onorato di essere anzitutto amico di Giovanni, con il quale condividiamo gli stessi valori, ideali e  un'azione politica al servizio delle nostre comunità, che sempre più hanno il bisogno di ritrovare nelle istituzioni politiche la fiducia negli anni smarrita. Assieme a lui, la sua straordinaria squadra, continueremo a lavorare  per Locri, la Locride tutta e la Calabria. Grazie Giovanni Calabrese, esempio emblematico di buona politica, buona amministrazione, trasparenza e legalità troppo spesso decantata e poco attuata. 

Rc 3 agosto 2019

Letto 101 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Locri, tutto pronto per la presentazione delle nuove sale espositive di Palazzo Nieddu Del Rio

    Sabato 24 agosto 2019, alle ore 20.00, a Locri (Reggio Calabria), nel maestoso Palazzo Nieddu Del Rio, Sede del Museo del Territorio, diretto dalla dottoressa Rossella Agostino, ricadente nella Direzione territoriale delle reti museali della Calabria, guidata dalla dottoressa Antonella Cucciniello, verrà presentato il nuovo allestimento delle sale dedicate alla polis magno-greca di Locri.

  • Locri, ordinanza di custodia cautelare e sequestro beni nei confronti di 15 persone

    Nella notte i militari dei Comandi Provinciali Carabinieri e Guardia di Finanza, con il supporto in fase esecutiva dei Carabinieri dello Squadrone Eliportato “Cacciatori Calabria”, hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’ufficio G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria a seguito di richiesta della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, diretta dal dott. Giovanni BOMBARDIERI, nei confronti di 15 persone.

  • Crisi di Governo, Siclari e Cannizzaro intervengono sulle dichiarazioni di Morra

    "Il Crocifisso l'ho sempre portato sin da piccolo e credo lo porti anche Morra, il Senatore calabrese M5S che, come avete ascoltato in diretta TV, ha dichiarato che "La #Madonna e il Rosario in Calabria sono utilizzati per mandare messaggi alla 'ndranegherà". Sono certo, mi auguro di non essere smentito, che il Senatore (Presidente della Commissione Bicamerale Antimafia) non voleva affermare quanto ha dichiarato, oggi, in aula del Senato. Non ci credo e non voglio crederci!"
    È questa la considerazione amareggiata che il senatore forzista Marco SICLARI ha lasciato sui social dopo aver ascoltato in aula l'intervento del senatore 5stelle, anche lui calabrese, Morra.

  • Il 22 agosto "Invito all’Opera" un recital proposto dall’Associazione "Nuovi Confini"

    Il 22 agosto, alle ore 19.00, per la prima volta nel Comune di Montebello Ionico, a Sant’Elia nella Piazzetta Piromalli, una serata all’insegna del grande repertorio operistico e violinistico italiano e internazionale. L’Associazione “Nuovi Confini”, nata il 27 maggio scorso, organizza e propone, grazie, in particolare, all’azione del suo Vice-presidente, il cantante Lirico Giuseppe Zema, Invito all’Opera, un recital di brani e duetti eseguiti dal violinista e direttore d’orchestra Federico Vozzella, dalla pianista Lucia Malacrinò, dal soprano Maria Claudia Donato e dallo stesso Giuseppe Zema, baritono.

  • Cannizzaro e Carfagna: Maria Antonietta deve avere giustizia

    "Aiutatemi ad avere giustizia": con queste parole scolpite nella mente Francesco Cannizzaro e Mara Carfagna hanno voluto onorare l'impegno preso durante la visita a Bari con Maria Antonietta Rositani ed oggi, come ampiamente anticipato, I DUE DEPUTATI hanno depositato a firma congiunta un'interpellanza parlamentare che provi a chiarire questa triste vicenda. L'intento, infatti, è quello di fare luce sui tanti aspetti che hanno permesso il realizzarsi di un gesto omicida pur avendo avuto in tempo utile una serie di elementi chiari ed inequivocabili che avrebbero dovuto consentire un'azione in grado di anticipare e, quindi, neutralizzare tale vile aggressione.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.