unci banner

:: NEWS

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

«In tutte le regioni ci siamo presentati con la naturale alleanza di centro destra ed abbiamo vinto ovunque. Il nostro leader Silvio Berlusconi è stato sempre chiaro e sostiene in...

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Nel mese di luglio, in occasione del progetto Calabria Judaica, finanziato dalla Regione Calabria e curato dalla cooperativa sociale Satyroi, si terrà a Lazzaro un evento mirato alla valorizzazione e...

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

«Amarezza, mista a rabbia e sconforto per l’atteggiamento di molti Comuni facenti parte dell‘Ambito Sociale n.14 di Villa San Giovanni che hanno disertato ben due convocazioni, prima e seconda rispettivamente...

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

Reggio Calabria, 15 giugno 2019 - Le vacanze sono alle porte, le scuole chiudono e con la bella stagione è iniziata la corsa alla ricerca delle migliori opportunità per programmare...

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Finite le lezioni si sono aperte le porte delle vacanze per la gran parte dei settantanovemila studenti delle scuole di ogni ordine e grado della nostra provincia. A sospirare ancora...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICACannizzaro: non si arretra sul Porto di Gioia Tauro

Cannizzaro: non si arretra sul Porto di Gioia Tauro

Pubblicato in POLITICA Sabato, 02 Marzo 2019 10:17

Il Governo oggi ha risposto solo parzialmente in Aula alla mia interpellanza sulla paradossale vicenda del Porto di Gioia Tauro. Attraverso il Sottosegretario all'Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, On. Salvatore Micillo, l'esecutivo nazionale ha dichiarato di prestare particolare attenzione alla vicenda e di aver fatto sue, almeno sulla carta, alcune delle rimostranze che nell'istanza parlamentare avevo ben chiarito e che stamane, durante la relazione espositiva, ho avuto modo di ribadire con ferma determinazione.

Non si discute che l'intenzione generale è di preservare i livelli occupazionali attraverso un incremento dei volumi di traffico operativi del porto e che, chiaramente, devono essere consequenziali ad investimenti mirati e ad una politica di crescita commerciale lungimirante. Purtroppo, però, già dal tavolo ministeriale della scorsa settimana, l'elemento di maggiore preoccupazione che è emerso è il fattore tempo: non si può dare un solo giorno di più a chi non si presenta neanche ad un incontro fondamentale per la vita di cinquecento famiglie, evitando, di fatto, il confronto diretto e la ricerca di una soluzione. La mia interpellanza ha chiaramente fornito un input importante al Ministro Toninelli che, opportunamente, e come confermato in Aula dal On. Micillo, ha avviato nei confronti dei due azionisti del Terminal calabrese per il tramite dell'autorità portuale, il procedimento di decadenza della relativa concessione demaniale delle banchine del porto di Gioia Tauro. Un'azione che ho inteso precisare non sia solo formale, mi auguro, proprio per tutelare i lavoratori ma anche per garantire la continuità operativa della struttura che, per rimanere nella rete “core”, necessita del volume di traffico container previsti dalla normativa europea. Il Sottosegretario però, nella replica garbata e solo per pochi aspetti positiva, non ha chiarito come attivare una gestione strategica maggiormente supportata dal Governo proprio in virtù di quanto ho fatto notare più volte, e cioè che i porti stranieri del Mediterraneo di concorrenza diretta per grandezza e capacità di trasbordo, godono di attenzioni costanti dagli stati di appartenenza. Avevo anche chiesto di manifestare subito le caratteristiche di un eventuale “Piano B”, se la situazione dovesse volgere al peggio, ma anche su questo, tranne espressioni di buona volontà, di concreto nulla. Dunque, il Governo ha ascoltato ma non ha risposto completamente, ed il tempo non è sicuramente nostro alleato. Da parte mia posso solo ribadire quanto in Aula ho espresso, dando seguito alle mie richieste fino a quando non finirà la vergognosa consuetudine di anteporre gli interessi economici di società private alla vita reale dei calabresi.

Roma 2 marzo 2019

Letto 135 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Cannizzaro: vanificati i tentativi di "rianimare un decreto malato"

    Limitare i danni: questo è stato l'obiettivo che ci siamo posti in aula come gruppo parlamentare. Altro non è stato possibile fare, davanti all'utopia proposta dai gruppi di maggioranza a trazione grillina, ostinati difensori del commissariamento totale delle funzioni più elementari della sanità calabrese. Abbiamo ottenuto una piccola vittoria che assume notevole importanza per quanto riguarda l'impatto economico su un provvedimento che potrebbe durare molti mesi e che, senza un nuovo governo nel breve periodo, difficilmente troverà accorgimenti migliorativi o, come spero, l'abrogazione totale.

  • Cannizzaro: il voto alle europee rilancia il Cdx ed affossa il Pd, per Falcomatà ed Oliverio sfratto esecutivo!

    Queste elezioni per il rinnovo del parlamento europeo ci consegnano due certezze per la Calabria: un Pd esausto ed un cdx in costante crescita. L'elemento del dato nazionale conferma un trend assolutamente positivo, ponendo la Lega di Salvini come prima forza politica di una nuova stagione di coalizioni vincenti del Cdx, a livello territoriale, ed un ridimensionamento, anzi crollo totale dei 5stelle. Leggendo nel dettaglio il dato di Forza Italia, ed analizzando i risultati generali del partito nel Paese, la provincia di Reggio Calabria si attesta fra le quattro più votate a livello nazionale, mantenendo un gap positivo con gli alleati di coalizione sul piano locale.

  • Sequestrati al Porto di Gioia Tauro 53 chili di cocaina nascosti in un carico di frutta esotica

    Nell’ambito dell’attività di contrasto al traffico internazionale di sostanze stupefacenti gli uomini del Comando Provinciale di Reggio Calabria, unitamente ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane – Ufficio Antifrode di Gioia Tauro, con il coordinamento della Procura della Repubblica - Direzione Distrettuale Antimafia - hanno individuato e sequestrato 53 Kg di cocaina purissima nello scalo portuale calabrese.
    Attraverso una complessa attività di indagine eseguita tramite analisi di rischi e riscontri fattuali su oltre 1.200 contenitori provenienti dal continente americano, gli uomini della Guardia di Finanza, con il supporto di unità cinofile e grazie ai sofisticati scanner in dotazione all’Agenzia delle Dogane, sono riusciti ad individuare quello in cui era stato occultato lo stupefacente.

  • 100 giovani della Città di Reggio Calabria aderiscono a Forza Italia

    La pianificazione di una ristrutturazione solida del presente deve imprescindibilmente transitare dalle scelte future che dovranno essere adottate. Oggi, questo inequivocabile concetto, trova la sua massima espressione nelle generazioni più giovani che si apprestano a vivere un domani ricco di molteplici e particolari insidie, di vario genere, ma non per questo meno fruttuoso se debitamente programmato e vissuto. Una premessa indispensabile che accompagna la scelta di oltre 100 giovani della Città di Reggio Calabria, desiderosi di manifestare pubblicamente la loro adesione al progetto politico di Forza Italia.

  • Cannizzaro: sulla norma "scioglimento comuni" ipocrisia giallo-verde in Aula

    L'interpellanza che abbiamo proposto oggi, sulla norma che regola lo scioglimento dei consigli comunali, a prima firma dell' on. Jole Santelli, sottoscritta e pienamente condivisa da me e dai colleghi Maurizio D'Ettore, Maria Tripodi e Roberto Occhiuto, ha svelato in Aula l'ipocrisia che dal suo insediamento contraddistingue  questo anomalo governo. Una norma vitale per la democrazia del Paese e per la lotta contro le organizzazioni criminali che spesso invadono il campo della politica e delle pubbliche amministrazioni, che necessità, però, di chiari ed inequivocabili correttivi affinché il risultato sia quello cercato e le conseguenze non siano peggiorative per le comunità destinatarie di tali provvedimenti.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.