unci banner

:: NEWS

Estate e intossicazioni alimentari: i consigli del Tecnologo Alimentare

Estate e intossicazioni alimentari: i consigli del Tecnologo Alimentare

Il caldo estivo, lunghe percorrenze per raggiungere casa dopo aver fatto la spesa e qualche disattenzione nel rispettare la catena del freddo possono essere causa di alterazione per i nostri...

Villa, firmato protocollo d'intesa con i consulenti del lavoro per l'Asse.Co.

Villa, firmato protocollo d'intesa con i consulenti del lavoro per l'Asse.Co.

«Sono felice e per questo ringrazio il sindaco di Villa San Giovanni e tutta l'amministrazione, perché con la firma di oggi si intraprende un percorso virtuoso e questo comune è...

Reggio Live Fest: all'Arena il tributo in musica ai Queen e Freddie Mercury

Reggio Live Fest: all'Arena il tributo in musica ai Queen e Freddie Mercury

Il 27 agosto alle 21.30 presso l’Arena dello Stretto di Reggio Calabria avrà luogo l’ultimo appuntamento del Reggio Live Fest 2019, la serie di eventi frutto della sinergia tra i...

Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto ad Ecolandia chiudono la 28^ edizione del festival EcoJazz

Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto ad Ecolandia chiudono la 28^ edizione del festival EcoJazz

Si avvicina l'attesissima conclusione della 28^edizione di EcoJazz festival, in memoria del giudice Antonino Scopelliti e di tutte le vittime per la Giustizia. Il parco Ecolandia di Arghillà a Reggio...

Giuseppe Livoti racconta la realtà della Pinacoteca dell'Area Grecanica di Bova Marina

Giuseppe Livoti racconta la realtà della Pinacoteca dell'Area Grecanica di Bova Marina

In occasione della Notte Bianca organizzata nell’ambito degli eventi per l’Estate 2019 a Bova Marina la nota località calabrese ha vissuto un grande momento di recupero e di animazione culturale...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAChiusura Hospice "Via delle Stelle": le reazioni della politica reggina

Chiusura Hospice "Via delle Stelle": le reazioni della politica reggina

Pubblicato in POLITICA Mercoledì, 10 Luglio 2019 15:02

La sofferenza cronica raffigura un caso socio-sanitario ragguardevole. È fondamentale ribadire il diritto primario dell’uomo a non soffrire inutilmente. È dovere delle istituzioni, prima ancora che dei medici e delle associazioni, fornire le soluzioni migliori, perché questo diritto sia garantito.
I medici e le associazioni ce l’hanno messa tutta. Le istituzioni no. La notizia che il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione “Via delle Stelle” ha annunciato l’imminente chiusura dell’Hospice di Reggio Calabria, rappresenta una dolorosa ferita nei confronti dei cittadini tutti, forse la più grande. Una struttura, dove dal 2000 ci si impegna ad offrire un servizio pubblico gratuito in grado di garantire tutti gli aiuti previsti dai livelli assistenziali propri della rete di cure palliative.


Torniamo a ribadire che la cattiva amministrazione è generata da un mal governo politico. Chiediamo urgentemente al Governo, alla Regione, al Commissario Cotticelli e al primo cittadino della Città di impegnarsi nel salvataggio del presidio, non come, ma più dei loro predecessori. Lanciamo un appello a tutte le forze politiche e civili della Città, che siano di maggioranza o di minoranza: scendiamo in piazza per salvare l’Hospice. I repubblicani si impegneranno moralmente e fattivamente per dare ancora una dignità a tutte quelle persone che, già in condizioni di salute fortemente precarie, non troveranno più la dolcezza del personale Hospice.
Come repubblicani non intendiamo difendere né attaccare nessuno. Ciò che vogliamo tutelare è solo la nostra città.

Partito Repubblicano Italiano
Segretario Sezione “R. Sardiello” – Reggio Calabria


“La chiusura dell’Hospice ‘Via delle Stelle’ è il suggello finale di una stagione fallimentare della Giunta regionale e del suo presidente, Mario Oliverio”. È quanto afferma il consigliere regionale Alessandro Nicolò.
“La prossima settimana, la struttura per le cure palliative – per come reso noto dalla Fondazione che l’amministra - chiuderà le attività, e quindi interromperà per forza di cose i ricoveri dei pazienti terminali, perché impossibilitata, per come fatto negli ultimi anni, a offrire servizi dignitosi a famiglie e ammalati colpiti da gravissime patologie. È tutto avviene nel silenzio della Giunta regionale, la quale percepiamo sia rassegnata dinanzi ad una prospettiva così pesantemente negativa che lede proprio il principio posto alla base dei livelli minimi assistenziali. Se ci fosse un caso degno di doversi incatenare dinanzi a Palazzo Chigi, quale sarebbe se non questo, presidente Oliverio? Lei è istituzionalmente la persona che prima degli altri deve indicare ai cittadini ed ai pazienti dell’Hospice quale strada seguire per evitare il baratro della chiusura! E i commissari straordinari dell’Asp, affrontino l’emergenza ormai acclarata dell’Hospice. Non si tratta di dare sfogo all’ennesima polemica politica ma di fare l’impossibile per dare continuità alle attività dell’Hospice dentro cui operano importanti esperienze professionali da quasi un decennio, la cui messa in libertà (è il nuovo conio della parola licenziamento...) accrescerebbe ulteriormente il senso dell’impotenza in una situazione già di per sé abbastanza angosciante. Fratelli d’Italia, in Consiglio regionale - conclude l’On. Nicolò - offrirà ogni contributo possibile, produrrà i suggerimenti necessari, per bloccare una procedura i cui effetti potrebbero risultare senza possibilità di ritorno, discutendo anche con i Commissari straordinari dell’Asp, e finanche con il Ministro della Salute, ai quali va detto con chiarezza che il futuro dell’Hospice non può essere condizionato dall’andamento generale della gestione delle risorse, ma deve trovare accoglimento primario in ogni azione di risanamento finanziario fino a giungere ad una stabilizzazione del personale rassicurando, nel contempo, decine e decine di famiglie che trovano ancora oggi nella struttura quell’accoglienza umana necessaria per lenire le conseguenze dolorose per la perdita dei propri cari”.

Rc 10 giugno 2019

Letto 106 volte

Articoli correlati (da tag)

  • I Consulenti del Lavoro intervengono sulla questione Hospice

    I Consulenti del Lavoro della provincia di Reggio Calabria, insieme a tutte le articolazioni sindacali ed associative, intendono esprimere grande preoccupazione rispetto alla chiusura dell’ Hospice reggino.
    “La struttura di Via delle Stelle, aldilà dei tecnicismi burocratici che non possono e non devono passare in secondo piano, ha un alto impatto sociale per il nostro territorio rappresentando, in molti casi, l’unica possibilità per i pazienti terminali ed i loro congiunti per affrontare con dignità un momento così difficile. La fine della vita, infatti, è un momento che ognuno vive in modo diverso: ogni individuo ha esigenze differenti, sia per quanto riguarda l’informazione sia per quanto concerne il sostegno fisico e psicologico. I pazienti ed i familiari, fino ad oggi, presso la struttura di via delle stelle hanno trovato risposte a domande e preoccupazioni da un team di professionisti che hanno sempre messo al centro l’uomo e la sua dignità aldilà degli aspetti meramente sanitari.

  • Hospice, Siclari (FI) non è ottimista sulle notizie che arrivano da Roma

    Ennesimo "nulla di fatto" del Governo che certificherà la perdita di una struttura di eccellenza. Il Sottosegretario Armando Bartolazzi risponde all'interrogazione parlamentare del collega Francesco Cannizzaro senza dare alcuna nuova notizia dichiarando soltanto che sarà mantenuta la continuità dell'Hospice tramite la ASP ed è proprio ciò che occorre scongiurare. Mi domando: come fa la ASP di RC che sta dichiarando "il dissesto della stessa" a gestire l'Hospice garantendo la stessa qualità assistenziale che viene data adesso ai pazienti e alle loro famiglie? Bartolazzi dichiara che il commissario ad acta ha comunicato di aver convocato uno specifico tavolo tecnico per il prossimo 23 luglio, già calendarizzata da giorni, che ha pagato l'ordinario ma non fa alcun cenno ai pagamenti dei costi extra budget sostenuti e Documentati dalla Fondazione e per i quali la Fondazione rischia di chiudere.

  • Hospice, interviene il presidente Mario Oliverio: "Struttura indispensabile"

    "Ritengo ormai non più rinviabile un definitivo intervento che consenta all'Hospice di Reggio Calabria di continuare ed ampliare le proprie attività e la propria funzione nel campo delle cure palliative, un ambito di dolore e di sofferenza per i pazienti e le loro famiglie".
    E' quanto afferma, in una nota, il presidente della Regione, Mario Oliverio. "Nei mesi scorsi -prosegue- ho avuto modo di visitare l'Hospice e di incontrare il presidente, dott. Vincenzo Trapani Lombardo e il suo staff, ed ho avuto modo di apprezzare una meritoria attività ed una eccellenza sanitaria che, giustamente, trova grande solidarietà e sostegno in tutti i settori sociali della provincia di Reggio Calabria. Ho dato mandato al direttore del Dipartimento della Salute, dott. Antonio Belcastro, di seguire con particolare attenzione le problematiche dell'Hospice ed in tal senso si è svolta già una prima riunione di verifica e di approfondimento della situazione".

  • Hospice, Nicolò: convocata per lunedì 22 luglio la Commissione speciale di vigilanza

    In seguito ad una mia specifica richiesta, dopo aver preso atto delle dichiarazioni sia dei Commissari dell’Asp, che del Presidente dell’“Hospice Via delle Stelle”, è stata convocata dal Presidente On. Morrone, la commissione speciale di vigilanza, per lunedì 22 c.m., con all’ordine del giorno l’audizione del Presidente dell’Hospice, Vincenzo Trapani Lombardo. E’ quanto dichiara il consigliere regionale Alessandro Nicolò. In merito, la commissione rispetto alle proprie competenze, farà i dovuti approfondimenti e accertamenti. L’Hospice di Reggio Calabria è una vera eccellenza, pertanto- conclude l’On. Nicolò - oltre all’azione di sindacato ispettivo, e’ opportuno quanto necessario, un impegno del Presidente Oliverio, per giungere a soluzioni utili a scongiurare categoricamente la chiusura di tale struttura.

  • Hospice, Siclari (FI): se l'ASP non darà risposte positive già discusso alternativa contro la chiusura

    «L'Hospice è una delle poche realtà eccellenti di tutta la sanità calabrese che, come ormai è noto a tutti, è allo sfascio. Proprio per questo non consentiremo che chiuda perché qui lavorano professionisti qualificati che offrono un servizio di conforto e cure palliative necessarie a chi sta combattendo la sua ultima e dolorosa battaglia con la vita. L'Asp deve promuovere e premiare strutture che offrono un servizio eccellente come quella dell'Hospice ed in questo caso può e deve farlo garantendo un contratto che permetta di proseguire nella loro assistenza agli ammalati. Nell'ipotesi in cui l'ASP non darà la giusta risposta, ho già individuato, con il Presidente della Fondazione, una soluzione alternativa che ci permetterà di salvare comunque l'Hospice».

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.