unci banner

:: NEWS

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 di EcoJazz

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 di EcoJazz

Presso la pinacoteca civica di Reggio, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione, della ventottesima edizione di Ecojazz, una delle kermesse musicali più longeve ed importanti, che riguardano il...

Torna l'appuntamento con la "Notte al Vecchio Borgo" di Rizziconi

Torna l'appuntamento con la "Notte al Vecchio Borgo" di Rizziconi

Un mix di arte, cultura, l’immancabile solidarietà e il rispetto per l’ambiente sono gli ingredienti del successo ormai consolidato della “Notte al Vecchio Borgo” di Rizziconi, giunto quest’anno alla sua...

Un centinaio di piante di canapa indiana trovate nelle campagne di Cittanova

Un centinaio di piante di canapa indiana trovate nelle campagne di Cittanova

Ieri pomeriggio, nell’ambito di un servizio di controllo in area aspromontana finalizzato al contrasto delle coltivazioni di sostanza stupefacente, i carabinieri della Compagnia di Taurianova assieme ai colleghi Cacciatori di...

Tappa di successo a Lazzaro per la rassegna Calabria Judaica

Tappa di successo a Lazzaro per la rassegna Calabria Judaica

Ha fatto tappa a Lazzaro nel comune di Motta San Giovanni la rassegna Calabria Judaica promossa dalla Cooperativa Satyroi di Bova Marina. Protagonista l’Antiquarium Leucopetra aperto grazie anche alla collaborazione...

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Una giornata all’insegna della sensibilizzazione rispetto ai tempi del rispetto dell’ambiente. È stato questo il leit motiv dell’iniziativa tenutasi qualche giorno addietro presso il litorale di Bocale, promossa ed organizzata...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICADecreto Calabria, Siclari (FI) scrive al presidente Mattarella e ringrazia le tv calabresi per il supporto alla manifestazione

Decreto Calabria, Siclari (FI) scrive al presidente Mattarella e ringrazia le tv calabresi per il supporto alla manifestazione

Pubblicato in POLITICA Lunedì, 17 Giugno 2019 19:23

"Dopo aver atteso invano la risposta del Ministro Grillo ai ripetuti appelli di presentarsi in Commissione Igiene e Sanità per confrontarci serenamente sulle necessarie modifiche per migliorare il decreto Calabria ho deciso di scrivere direttamente al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella perché il diritto alla salute è un diritto di tutti e non ha colore politico o di partito. Sono contento della risposta dei cittadini calabresi che domani saranno a Roma a chiedere di essere ascoltati dal Governo e, anche chi non potrà esserci sarà reso partecipe grazie a tutte le reti calabresi che hanno accettato il mio invito a trasmettere la diretta dei lavori di aula e della manifestazione a Piazza Montecitorio, con le reti unificate".

Il senatore forzista Marco SICLARI non arresta la sua battaglia e senza attendere oltre le risposte di un Governo che si è dimostrato sordo al grido di una Calabria esausta e ha deciso di scrivere direttamente alla più alta carica dello Stato
"​Egr. Sig. Presidente mi permetto di scriverLe, da cittadino, da calabrese e da medico ancor prima che da Senatore della Repubblica, perché non posso restare inerme di fronte alla discussione, che stiamo affrontando in Senato, sul disegno di legge di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 35, recante misure emergenziali per il servizio sanitario della Regione Calabria e altre misure urgenti in materia sanitaria.
​Mi rivolgo al Lei Presidente, come Capo dello Stato, come primo cittadino italiano, per rappresentare due circostanze che mi angosciano e che preoccupano per il futuro del Paese, della democrazia parlamentare e del principio di uguaglianza nella nostra beneamata Italia.
​In primo luogo penso alla decretazione d'urgenza, sempre abusata nel nostro ordinamento oltre i limiti costituzionalmente imposti, ma che il Governo in carica ha inteso e sta interpretando come una sorta di iniziativa legislativa acceleratissima per approvare in tempi brevissimi i provvedimenti spot annunciati: il bicameralismo è stato di fatto soppresso; ed infatti procedendo sempre e per ogni materia con la decretazione d'urgenza, si è determinata la situazione per cui l'unico ramo del Parlamento che possa modificare e/o migliorare un provvedimento normativo sia il primo che ne discute il testo, senza che l'altro possa far altro che limitarsi a votarlo e quindi ad approvarlo, visto la maggioranza che ha introdotto questo "nuovo" procedimento legislativo.

​In secondo luogo penso alla mia Calabria che ha diritto ad essere pensata e trattata meglio dalla politica, che troppo spesso la usa quale bacino elettorale e poi la relega all'abbandono più totale. Il c.d. Decreto Sanità Calabria offende la mia regione perché non affronta l'emergenza sanitaria che i calabresi sono costretti a subire, dovendo pagare per curarsi o emigrare per curarsi o rinunciare alle cure ed inoltre perché parte dal presupposto che in Calabria tutto sia riconducibile alla criminalità organizzata.

​Presidente su entrambe le offese la Calabria attende la scuse di uno Stato che non è stato spesso in grado di risolvere i problemi e che deve trattare tutti cittadini come Italiani, senza distinzioni. Le chiedo di intervenire, nelle forme che riterrà opportune per richiamare l'attenzione su entrambe le questioni che mi sono permesso di segnalarLe.

​Il prossimo 18 Giugno in Piazza Montecitorio ci saranno tutti i rappresentanti di tutte le categorie ed associazioni di tutta la Calabria, dal personale ospedaliero alle strutture private accreditate e convenzionate, dai medici ai malati: si tratta della Calabria sana e pulita che reclama il Diritto alla Salute, che questo Governo, non discutendo e non accogliendo i 152 emendamenti, che nascono dalle istanze del territorio, delle associazioni e delle categorie, sta mortificando. Confido nella Sua intermediazione per consentire ad una delegazione dei manifestanti di essere ricevuta dal Ministro della Salute per ascoltare il grido di dolore della Calabria".

Roma 17 giugno 2019

Letto 93 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Hospice, Siclari (FI) non è ottimista sulle notizie che arrivano da Roma

    Ennesimo "nulla di fatto" del Governo che certificherà la perdita di una struttura di eccellenza. Il Sottosegretario Armando Bartolazzi risponde all'interrogazione parlamentare del collega Francesco Cannizzaro senza dare alcuna nuova notizia dichiarando soltanto che sarà mantenuta la continuità dell'Hospice tramite la ASP ed è proprio ciò che occorre scongiurare. Mi domando: come fa la ASP di RC che sta dichiarando "il dissesto della stessa" a gestire l'Hospice garantendo la stessa qualità assistenziale che viene data adesso ai pazienti e alle loro famiglie? Bartolazzi dichiara che il commissario ad acta ha comunicato di aver convocato uno specifico tavolo tecnico per il prossimo 23 luglio, già calendarizzata da giorni, che ha pagato l'ordinario ma non fa alcun cenno ai pagamenti dei costi extra budget sostenuti e Documentati dalla Fondazione e per i quali la Fondazione rischia di chiudere.

  • Reggio Calabria, Siclari (FI): vicino ai colleghi Zavettieri e Cambareri. Atti vigliacchi indegni

    "Non esistono parole per condannare chi ha messo in atto le intimidazioni ai colleghi Guido Zavettieri e Saverio Cambareri. Gesti ignobili che lasciano l'amaro in bocca soprattutto perché consumati nei confronti di due professionisti, due medici che già operano in un territorio difficile e con mille difficoltà. A loro va la mia solidarietà e la mia vicinanza nella certezza che tali gesti non fermeranno mai i tanti calabresi onesti che combattono questa gentaglia. Sono fiducioso e certo che la giustizia farà il suo corso".
    Lo ha dichiarato il senatore forzista Marco SICLARI commentando il vile gesto intimidatorio nei confronti dei due medici reggini.

  • Svendita immobili per debito pubblico, l'intervento del senatore Marco Siclari

    "La scelta di svendere gli immobili del paese per pagare il debito pubblico, da loro aumentato, dimostra l'assenza totale di un programma che miri alla crescita, anzi, certifica che questo Governo con l'ultima legge di Bilancio, ha portato il Paese con l'acqua alla gola. Diverso sarebbe stato vendere per investire in grandi opere o infrastrutture necessarie per lo sviluppo e la crescita di tutta la nazione".
    Lo ha dichiarato il senatore forzista Marco SICLARI commentando il via alla concessione di immobili per 1,2 miliardi.
    "Siamo arrivati al punto di non ritorno, a svendere come chi ha bisogno di un minuto in più di ossigeno per poi tornare in apnea senza guardare al futuro e alla crescita", ha concluso il senatore azzurro.

  • Hospice, Siclari (FI): se l'ASP non darà risposte positive già discusso alternativa contro la chiusura

    «L'Hospice è una delle poche realtà eccellenti di tutta la sanità calabrese che, come ormai è noto a tutti, è allo sfascio. Proprio per questo non consentiremo che chiuda perché qui lavorano professionisti qualificati che offrono un servizio di conforto e cure palliative necessarie a chi sta combattendo la sua ultima e dolorosa battaglia con la vita. L'Asp deve promuovere e premiare strutture che offrono un servizio eccellente come quella dell'Hospice ed in questo caso può e deve farlo garantendo un contratto che permetta di proseguire nella loro assistenza agli ammalati. Nell'ipotesi in cui l'ASP non darà la giusta risposta, ho già individuato, con il Presidente della Fondazione, una soluzione alternativa che ci permetterà di salvare comunque l'Hospice».

  • Siclari in visita all'Hospice: lunedì tutti al sit-in davanti la Prefettura

    "Questa mattina, dopo diversi incontri sul territorio reggino, ho visitato l'Hospice ed ho avuto modo di verificare l'altissima qualità assistenziale erogata dai lavoratori della Fondazione "Via delle Stelle". Durante l'incontro ho avuto modo di dare e apprendere delle notizie fondamentali per le sorti della struttura. In primis ho avuto modo di apprendere una pessima notizia, ovvero che l'ASP vuole prendere in gestione la struttura e ciò comporterebbe una scarsa assistenza a causa della riduzione dell'organico. Non possiamo permettere che un'eccellenza riconosciuta a gran voce da tutti, soprattutto dai cittadini, perda il suo valore ed è per questo che lunedì 15 alle ore 11.00 inizieremo la raccolta firme durante in sit in organizzato davanti la Prefettura di Reggio Calabria.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.