unci banner

:: NEWS

Sindacati: Contratti istituzionali di sviluppo, strumento strategico per la Metrocity

Sindacati: Contratti istituzionali di sviluppo, strumento strategico per la Metrocity

Positivo l’incontro di mercoledì scorso in Prefettura, attraverso il quale il Prefetto Massimo Mariani insieme al Sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà e all’amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri, hanno...

Reggina: la numerazione ufficiale delle maglie della prima squadra

Reggina: la numerazione ufficiale delle maglie della prima squadra

La Reggina rende nota la numerazione ufficiale delle maglie degli atleti della prima squadra per la stagione sportiva 2019/20:

Wish List: perché tutti dovrebbero averne una

Wish List: perché tutti dovrebbero averne una

Agosto 2019 - L’estate sta finendo… tempo di bilanci e di ritorno alla routine. C’è chi considera il post vacanze estive come una sorta di nuovo inizio. Carichi di energie...

Miss Cinema Calabria è la reggina Vanessa Marrara

Miss Cinema Calabria è la reggina Vanessa Marrara

La Calabria ha la sua Miss Cinema. Si tratta di Vanessa Marrara, 22 anni, di Reggio Calabria che, ieri, mercoledì 21 agosto, ha trionfato durante la decima selezione regionale di...

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei: i concerti del 23 agosto

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei: i concerti del 23 agosto

Venerdì 23 agosto 2019 penultima serata di Rumori Mediterranei, la storica sezione del Roccella Jazz Festival che si tiene al Teatro al Castello, con due straordinari concerti, entrambi produzioni originali...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAEcopass, Morgante: bisogna dire la verità, la politica non c'entra

Ecopass, Morgante: bisogna dire la verità, la politica non c'entra

Pubblicato in POLITICA Lunedì, 20 Maggio 2019 20:12

Non ho mai parlato di politica, ma soltanto di figure tecniche. Ancora una volta, si tenta – peraltro maldestramente – di strumentalizzare il mio messaggio rivolto solo a chi, per molti anni, ha rivendicato la paternità dell'Ecopass. Voglio dire di più, anche se ai tempi facevamo parte di squadre contrapposte ho sempre espresso il mio favore nei confronti di uno strumento che poteva rappresentare un aiuto per la città. Come me il sindaco Giovanni Siclari, che ai tempi faceva parte della squadra di Governo, ha sempre creduto nello strumento e questo nessuno lo ha mai messo in dubbio».

Si esprime così l'assessore Massimo Morgante, rispondendo alle dichiarazioni pubblicate a mezzo social e sulla stampa negli ultimi giorni, con riferimento all'Ecopass. Nel suo intervento, durante il Consiglio comunale, Morgante era stato molto netto. Discutendo delle problematiche afferenti il bilancio, aveva ricordato come il fulcro fosse rappresentato proprio dall'Ecopass, introdotto il 31 agosto 2011, con una delibera di giunta (n. 156) che prendeva atto del protocollo d'intesa con il Comune di Messina, siglato il 20 agosto dello stesso anno. Ed è ricordando questi fatti che, spiega Morgante, «mi sono rivolto non alla politica, che non è stata mai tirata in ballo, ma a chi faceva parte dell'ufficio dello staff. Chi oggi parla e ritiene di essere il "padre" dell'Ecopass dovrebbe ricordarsi che è stato nello staff del sindaco La Valle dal 2 novembre 2010 al 7 luglio 2012 e, dunque, risulta pienamente corresponsabile di un'introduzione dell'Ecopass fatta male e gestita peggio e che, proprio a causa di quei vizi originari introduttivi, è stata bocciata prima dal Tar e poi dal Consiglio di Stato». Morgante si rivolge direttamente a chi, all'epoca, era parte integrante dello staff e ha dato il via libera alla sottoscrizione del protocollo d'intesa con il Comune di Messina e successivamente alla delibera di Giunta di recepimento di quell'accordo: «Chi l'ha fatto non ha consentito a Villa San Giovanni, che ne ha tutti i presupposti, di poter introdurre una tasse ecologica vera e propria, ancorando, invece, le sorti a quelle del Comune di Messina. Ebbene, chi ha fatto ciò deve smetterla di dare lezioni false e sbagliate e farebbe meglio a tacere, provando, di contro, a frequentare ripetizioni di buona politica che non ha mai voluto e saputo imparare».

Morgante riporta anche l'unico aspetto positivo di quell'accordo: il non aver esposto il Comune di Villa San Giovanni a richieste di rimborso. «Merito, questo, non del tuttologo capo-staff dell'epoca, ma dell'ufficio del gabinetto del Sindaco di Messina, Buzzanca, che ha predisposto il protocollo».

«Pertanto – conclude Morgante – l'attività di questo signore, che si nasconde dietro un partito che non esiste a livello nazionale ne tantomeno a livello locale, si è rivelata per certi versi fallimentare, come confermato anche dal Consiglio di Stato, se invece avesse fatto bene il suo lavoro oggi non ci troveremmo senza Ecopass. Rimarco come, da quando sono stato eletto, c'è un gruppo di persone che non fa altro che attaccarmi. Si tratta di attacchi mirati che, però, non tengono conto di come la politica si debba limitare a dare indicazioni e fornire indirizzi».

Villa San Giovanni 20 maggio 2019

Letto 116 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Villa: sostegno alle famiglie, per il pagamento delle rette degli asili nido, con bambini fino a 36 mesi

    Un riconoscimento economico utilizzabile per la riduzione delle rette, presso i servizi per l’infanzia (nidi e micronidi), con l’erogazione di buoni a sostegno delle famiglie, grazie alle risorse dei fondi PAC per la prima infanzia. A comunicarlo, con entusiasmo, è Maria grazia Richichi Vicesindaco e Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Villa San Giovanni, ente capofila dell’Ambito Territoriale 14. I voucher sono utilizzabili presso Strutture autorizzate al funzionamento ed accreditate dall’Ambito 14, ovvero presso i Comuni di Bagnara Calabra, Calanna, Campo Calabro, Fiumara, Laganadi, San Procopio, San Roberto, Sant’Alessio, Sant’Eufemia, Santo Stefano, Scilla, Sinopoli e Villa San Giovanni.

  • Villa San Giovanni, installate nuove "fototrappole" contro l'abbandono dei rifiuti

    La pulizia e il decoro urbano sono un pallino dell’amministrazione guidata da Giovanni Siclari e, pur ammettendo i limiti e le difficoltà, il sindaco ha ufficialmente dichiarato guerra a chi sporca Villa San Giovanni senza alcun rispetto nei confronti dei cittadini e di quanti, invece, si adoperano per lasciare pulita e decorosa la città. Il primo cittadino lo aveva annunciato e ha mantenuto la promessa: le fototrappole sono state installate e sono in funzione, adesso chi getterà i rifiuti senza differenziare per strada o creerà micro discariche non avrà scampo.

  • Villa, il sindaco Siclari scrive alla Regione per l'attivazione delle centraline per il monitoraggio della qualità dell’aria

    Lo aveva annunciato in Consiglio Comunale e, come da impegni presi con CoSaVi, in sinergia con l’assessore all’ambiente Pietro Caminiti, il primo cittadino Giovanni Siclari ha scritto alla Regione Calabria per chiedere l’immediata riattivazione delle centraline per il monitoraggio della qualità dell’aria a Villa San Giovanni. Continua, dunque, dopo il blocco delle autorizzazioni all’installazione di antenne, l’azione concreta del sindaco e dell’amministrazione a tutela della salute dei cittadini.
    «Si tratta di azioni concrete – ha chiarito il sindaco – perché intendiamo tutelare con ogni mezzo necessario la salute dei cittadini ma, considerando che il servizio di attraversamento dello Stretto non è ad appannaggio della nostra città ma garantisce un collegamento fondamentale per tutto il paese, e che sono stati superati i limiti di soglia che prevedono l’intervento diretto della Regione, ho scritto affinchè in modo urgente siano riattivate le centraline».

  • Villa, stop alle autorizzazioni di nuove antenne. Siclari incalza gli uffici compententi

    Il primo cittadino Giovanni Siclari, in sintonia con l'assessore Pietro Caminiti, nel porre come priorità assoluta la tutela della salute dei cittadini, con richiesta formalmente protocollata all'ufficio tecnico urbanistico, alla Polizia Municipale e alla Suap ha sospeso tutti i procedimenti per la concessione di autorizzazioni all'installazione di nuovi impianti stazione radio e antenne. Mantenendo l'impegno preso in Consiglio Comunale, con l'associazione Co Sa Vi e con FDI, il sindaco ha messo in atto quella che rappresenta solo la prima di tante azioni volte a tutelare la salute pubblica, infatti, altri importanti passi, soprattutto in tema di ambiente e inquinamento saranno comunicato a breve.

  • Estate Villese 2019: "Donne di Calabria, il coraggio di combattere nella terra dei diritti negati"

    L'estate Villese è anche confronto e condivisione e, appuntamento cardine è  un interessante convegno dal titolo esplicativo: "Donne di Calabria. Il coraggio di combattere nella terra dei diritti negati". Donne e mamme straordinarie racconteranno le loro storie, vite messe a dura prova da sofferenze di ogni genere che solo il coraggio e l'amore per i figli ha permesso loro di superare. Sarà un momento di confronto anche per discutere su come è possibile non far sentire sole le tante donne che in questa terra si trovano a combattere anche contro l'indifferenza delle istituzioni.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.