unci banner

:: NEWS

Il concerto di Carmen Consoli conclude l’estate reggina 2019

Il concerto di Carmen Consoli conclude l’estate reggina 2019

Sabato 21 settembre alle 21,30 il concerto di Carmen Consoli presso piazza Indipendenza concluderà gli eventi comunali programmati per l’estate reggina 2019, in collaborazione con la città metropolitana di Reggio...

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

L’assessorato alla Valorizzazione del Patrimonio Culturale guidato da Irene Calabrò comunica le iniziative del Comune di Reggio Calabria in occasione delle Giornate europee del Patrimonio che si terranno il prossimo...

Arriva il Rodeo Calabria Tennis Tour 2019

Arriva il Rodeo Calabria Tennis Tour 2019

Ecco il "Rodeo Calabria Tennis Tour 2019". Torna il circuito per III e IV categoria, tabelloni di singolare maschile e femminile, con la novità dei punti pieni Fit e la...

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività d’iniziativa indirizzata al controllo economico-finanziario del territorio, hanno proceduto al sequestro di 1,6 chilogrammi...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAErnesto Siclari (MNS): il turismo resta una vocazione negata

Ernesto Siclari (MNS): il turismo resta una vocazione negata

Pubblicato in POLITICA Mercoledì, 15 Maggio 2019 08:22

La vocazione è una. Naturale e bellissima inclinazione di una terra nata per essere visitata. Programmare dal generale fino ai dettagli il modo per intercettare i flussi, accogliere ed ospitare il turismo deve essere la visione unitaria di chi sarà chiamato presto a governare la città. E l'impostazione che dovrà sorreggerne l'azione politica non potrà essere altra. Reggio e la sua provincia devono vivere di turismo e per il turismo. E farlo tutto l'anno, sviluppando idee progettuali nei molteplici settori: dal quello balneare al turismo montano, da quello culturale al turismo studentesco / universitario, dal congressuale all'enogastronomico e al turismo sportivo.


La concertazione tra i vari segmenti dell'indotto ed il raffronto continuo con le Istituzioni sono passaggi fondamentali per realizzare il processo. Ma è la stessa mentalità che dovrà essere "costruita" affinché dall'albergatore al semplice cittadino si compia quella sorta di complicità ed unicità di intenti che sola potrà significare risultato vero in termini di incremento. Cancellati questi ultimi disastrosi 7 anni di incuria e abbandono del territorio, riprendere la precedente esperienza del periodo di governo di quel Centro Destra che per primo ha individuato l'attitudine di questa città è un ottimo punto di partenza, ma soltanto un progetto serio e supportato da esperti nel settore potrà tornare a dare frutti. Perché il turismo oggi è oggetto di approfonditi studi ed è diventato persino indirizzo universitario, a comprova della impossibilità di improvvisarsi buoni ricettori.
Non sarà facile, il lavoro è lungo e arrivare ad ottimizzare una proposta valida potrà richiedere del tempo, ma non è più possibile rimandare. Serve immediatamente dare vita ad una fase programmatica che parta dallo sviluppo delle competenze necessarie a consentire l’incontro tra la domanda e l’offerta, enfatizzando il legame tra tutti gli attori pubblici e privati nella progettazione, promozione e gestione, superando la prospettiva settoriale a favore di quella sistemica.
Serve potenziare le strutture e le infrastrutture, con il porto cittadino che deve immediatamente cambiare DNA e trasformarsi in un accogliente ed attrezzato punto di approdo.
Waterfront, Metropolitana del Mare e quant'altro sono progetti da ritirare fuori dalla soffitta del minimalismo rinunciatario di un classe politica sinistra inadeguata che ha frenato lo sviluppo ed annichilito le speranze. Le due coste Jonica e Tirrenica con le loro perle incastonate vanno "avvicinate" al capoluogo con collegamenti veloci, per mettere in atto una strategia che sia d'insieme. Ma il vero motore della grande macchina non possono che essere le due Statue, quei due capolavori del passato che devono trovare assoluta e perfetta identificazione con la città di Reggio e per la valorizzazione dei quali, incredibilmente, non esiste un piano.
Perché si possa riprendere il percorso interrotto, perché quell'ectoplasma definito volano di sviluppo che da troppo tempo viene vissuto dai reggini come un fantomatico irraggiungibile obiettivo divenga finalmente realtà concreta.
Si dice che il visionario costruisce ciò che i sognatori immaginano soltanto e nella mia di visione la battaglia è appena cominciata.


Il Coordinatore Metropolitano
Ernesto Siclari

Rc 15 maggio 2019

Letto 174 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Siclari (MNS) si rivolge al centrodestra: rompere gli indugi, i silenzi, i rinvii

    Ho avversato l’amministrazione Falcomatà sin dal suo insediamento. E l'ho fatto perché non la ritenevo ed ancor più oggi non la ritengo capace di governare la nostra città, la mia Reggio.
    Per tanto tempo in solitudine, col grande contributo di tutti i miei Dirigenti di partito. Potrei tranquillamente affermare di essere stato per un lungo periodo una vera e propria opposizione extraconsiliare a questa amministrazione comunale di sprovveduti signorini.
    In questi 5 anni i reggini hanno assistito attoniti ed inermi allo sprofondare nell’abisso del degrado un territorio metropolitano intero, alla resa incondizionata a scippi istituzionali condotti da governi amici ma a senso unico, a continui, ripetuti e ormai ampiamente obsoleti rimbalzi di responsabilità al passato per nascondere le proprie palesi inadeguatezze.

  • Ernesto Siclari (MNS): Amministrazione Falcomatà scaricabarile

    Un dato certo è emerso in questi quasi cinque anni di amministrazione comunale: lo sport preferito del Sindaco Falcomatà è lo scaricabarile. Se fosse disciplina olimpica gli attuali amministratori sarebbero certamente candidati a riempire il medagliere, con il gradino più alto del podio riservato al primo cittadino.
    Nel corso dei primi anni si sono distinti nell’addossare le responsabilità delle disastrose condizioni in cui ci fanno tutt’oggi vivere alle “precedenti amministrazioni”, locuzione sulla bocca di chiunque appartenesse alla squadra di governo, quasi fosse un mantra da ripetere ritualmente ad ogni legittima protesta per disservizi e problematiche, sorte peraltro da quando sono loro a governare e non prima di quella reggenza commissariale, che già tanti danni aveva arrecato per le vie di Reggio.

  • Ernesto Siclari (MNS): Reggio non può aspettare

    Lo urlano di dolore le strade: Reggio non può aspettare. Reggio prima di tutto.
    Gli infimi livelli conseguiti in termini di degrado non consentono più tatticismi, attese, né insensato antagonismo. La cittadinanza si aspetta che le rispettive formazioni politiche stringano le proprie fila per schierare una coesa e compatta offensiva da contrapporre ad una sinistra non più tollerabile per arroganza e incapacità. Il Movimento Sovranista è impegnato da sempre al perseguimento dei valori di coesione, di condivisione di percorsi, nell’intento di dare alla coalizione del Centro Destra un programma che possa vederci tutti uniti verso il riscatto di questa terra.

  • All'Oasi Village il convegno del MNS "Il Turismo è una cosa seria"

    Nella giornata di ieri all’Oasi Village di Pentimele, si è tenuto il convegno “Il Turismo è una cosa seria”. Oltre ad un folto pubblico, erano presenti il Coordinatore Metropolitano del Movimento Nazionale per la Sovranità Ernesto Siclari, coadiuvato da tutti i dirigenti del partito. Hanno inoltre presieduto il dibattito: il Presidente degli “Amici del Museo” Professore Francesco Arilotta, il Presidente di Confesercenti di Reggio Calabria Claudio Aloisio, il Dott. Giuseppe Biacca, broker portuale e croceristico, Pasquale Anastasi, ex Dirigente al Turismo della Regione Calabria ed infine l’Avvocato Fabio Colella Presidente del Circolo Nautico di Reggio Calabria. L’evento si è concluso con il discorso del Professore Giuseppe Bombino, Docente Universitario ed ex Presidente dell’Ente Parco dell’Aspromonte.

  • All'Oasi stasera (30 maggio 2019) incontro dibattito sul turismo organizzato dal MNS

    Turismo non è improvvisazione. Serve organizzazione, studi approfonditi, supporto della professionalità e quella lungimiranza che sola potrà fare di Reggio e del suo territorio metropolitano una vera attrazione per i flussi turistici.
    Di questo ed altro si parlerà stasera alle 18 e 30 presso l'Oasi Village di Pentimele, dove il Coordinatore Metropolitano del Movimento Nazionale per la Sovranità Ernesto Siclari insieme a tutti i Dirigenti di partito incontreranno, il Presidente degli Amici del Museo Prof. Francesco Arillotta, il Presidente di Confesercenti Reggio Calabria Claudio Aloisio, il Dott. Giuseppe Biacca, Broker portuale e croceristico, Pasquale Anastasi ex Dirigente Turismo Regione Calabria, e l'Avv. Fabio Colella del Circolo Nautico reggino.
    Chiuderà i lavori il Prof. Giuseppe Bombino, docente universitario e già Presidente dell'Ente Parco dell'Aspromonte.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.