unci banner

:: NEWS

Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Palmi ospiterà il prossimo 24 agosto il PrimarEtnoFest, un importante appuntamento musicale, previsto all'interno del ricco cartellone di eventi della “Varia di Palmi” in programma dal 10 al 25 agosto....

Laboratorio civico Impegno per Condofuri: impegno e partecipazione nel primo incontro estivo

Laboratorio civico Impegno per Condofuri: impegno e partecipazione nel primo incontro estivo

“L’estate culturale” del “Laboratorio civico Impegno per Condofuri” ha preso il via, all’insegna di civismo, stare insieme fra riflessione e divertimento, cultura. Un via, quello della manifestazione che ha il...

Al Castello Aragonese presentato il libro “Caulonia, storia di una polis” di Claudio Panaia

Al Castello Aragonese presentato il libro “Caulonia, storia di una polis” di Claudio Panaia

Presentato al Castello Aragonese il libro “Caulonia, storia di una polis” di Claudio Panaia (Città del Sole Edizioni). “Caulonia, la piccola città greca fondata dagli Achei verso la fine dell’VIII...

Una traversata notturna dello Stretto del 1677 rivive alla Lega Navale Italiana

Una traversata notturna dello Stretto del 1677 rivive alla Lega Navale Italiana

Presso la sede della Lega Navale, Sezione di Reggio Calabria, si è tenuta la preannunciata conferenza avente per tema: "Una traversata notturna dello Stretto", a cura del prof. Filippo Arillotta,...

Il consiglio dell’esperto: “Ustioni” da medusa, cosa fare?

Il consiglio dell’esperto: “Ustioni” da medusa, cosa fare?

Anche quest’anno, il tanto atteso bagno a mare, viene messo a repentaglio dalle meduse, creature marine dal caratteristico aspetto gelatinoso, a volte trasparenti e anche per questo insidiose, divenute ormai...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAFalcomatà: «L’incendio ai Villini Svizzeri porta via un pezzo di storia della nostra storia»

Falcomatà: «L’incendio ai Villini Svizzeri porta via un pezzo di storia della nostra storia»

Pubblicato in POLITICA Martedì, 07 Maggio 2019 19:55

«L’incendio divampato due giorni fa in via Villini Svizzeri, a pochi passi dal cuore del centro della città, porta via con sé un pezzo di storia della nostra amata Reggio. Sono profondamente addolorato per quello che è accaduto. In un’assolata domenica pomeriggio di primavera, in poche ore, è andata in fumo non solo un’abitazione, quella dei due coniugi rimasti peraltro ustionati durante l’incendio, ai quali va la solidarietà dell’intera comunità cittadina, ma una traccia importantissima, una delle meglio conservate, della memoria storica cittadina risalente al periodo della ricostruzione dopo il terribile terremoto del 1908». Lo scrive il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, commentando l'incendio avvenuto domenica pomeriggio che ha distrutto un'abitazione e danneggiato altri edifici in via Villini Svizzeri, provocando anche la morte per asfissia di alcuni animali ospitati in un appartamento adiacente alla storica struttura andata in fiamme.

«Quella casa rappresentava un simbolo per la città. Un segno di solidarietà e di fratellanza, della vicinanza dei popoli che da ogni parte d’Europa e del mondo, nelle settimane successive al terribile sisma, per il quale persero la vita migliaia di reggini e praticamente l’intera comunità cittadina si trovò senza più un tetto, si rivolsero a Reggio Calabria inviando aiuti, sostegno, viveri, beni di prima necessità ed appunto, come nel caso dei Villini Svizzeri, finanziarono la costruzione di abitazioni che avrebbero dovuto essere temporanee ma che, più di un secolo dopo, in alcuni casi, risultano ancora funzionali. E’ il caso appunto del villino andato in fiamme domenica pomeriggio. Solo grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco, che voglio ringraziare per lo straordinario lavoro che svolgono ogni giorno a servizio della collettività, premiato quest’anno dal riconoscimento della massima benemerenza cittadina del San Giorgio d’Oro, ha evitato che l’incendio si trasformasse in tragedia».

«A tal proposito quindi, intendo esprimere a nome dell’intera cittadinanza reggina, sentimenti di solidarietà e vicinanza nei confronti della famiglia colpita dal rogo. Spero che il villino colpito dalle fiamme possa essere in qualche modo salvato ed eventualmente ricostruito secondo il progetto originario. Se cosi non fosse sarebbe una grave perdita per la nostra città, la fine di un simbolo che appartiene alla memoria collettiva di un popolo che oggi sta lentamente riscoprendo, con orgoglio, le le sue radici, e che adesso ha intenzione di tutelarle e valorizzarle per come realmente meritano

Rc 7 maggio 2019

Letto 159 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Falcomatà: "Grazie a chi lavora ogni giorno per la legalità e per la sicurezza dei cittadini"

    Il sindaco Giuseppe Falcomatà ha preso parte all’iniziativa di presentazione dei nuovi distintivi della Polizia di Stato. Nelle sale del Castello Aragonese, che hanno ospitato l’evento, l’inquilino di Palazzo San Giorgio ha avuto modo di ascoltare ed apprezzare le parole del vice capo della Polizia, Antonio De Iesu, che si è detto “favorevolmente colpito dalla bellezza di Reggio Calabria”, del Questore Maurizio Vallone e del prefetto Massimo Mariani. Ripercorrendo le origini dell’aquila, simbolo araldico che caratterizza gli stemmi delle divise blu “adottata dal 1919 durante il governo di Francesco Saverio Nitti che istituì la Regia guardia per la pubblica sicurezza”, l’inquilino di Palazzo San Giorgio ha rimarcato “l’importanza della collaborazione fra le istituzioni”.

  • Il Sindaco Giuseppe Falcomatà: "L'Hospice non può e non deve chiudere"

    REGGIO CALABRIA - «L’Hospice “Via delle Stelle” non può e non deve chiudere. E’ una struttura troppo importante che travalica i confini medico-scientifici dove l’uomo misura concretamente la sua capacità di essere umano. Come sindaco della città, rispetto a quelle che sono le competenze strettamente legate all’Ente che ho l’onore di guidare, non mi risparmierò un solo secondo pur di provare a trovare una soluzione che possa andare incontro innanzitutto alle esigenze dei pazienti e delle loro famiglie, senza tralasciare, ovviamente, l’impegno nei confronti degli operatori e delle operatrici che, quotidianamente, vestono il camice bianco come fossero angeli al fianco degli ammalati e non i medici e gli infermieri che naturalmente e con encomiabile professionalità sono.

  • Il cordoglio del Sindaco Falcomatà per la scomparsa del Professor Enrico Costa

    Il prof. Enrico Costa ha amato la nostra città come se ne fosse stato figlio. Giunto a Reggio nel 1975, assunse il ruolo di incaricato di Urbanistica presso l’Istituto Universitario Statale di Architettura, retto da Antonio Quistelli e fondato da personaggi del calibro di Luigi Vagnetti e Ludovico Quaroni. L’idea dei fondatori di quella che sarebbe diventata l’Università Mediterranea, era di creare un punto di riferimento culturale e scientifico nel bacino del Mediterraneo. Enrico Costa interpretò pienamente questa missione, forte di un bagaglio culturale poderoso e di un estro di saggista mai ingabbiato nel linguaggio tecnico-accademico.

  • Falcomatà: “Manifestazione nazionale del 22 giugno apra riflessione sul ruolo del Sud”

    Ha avuto luogo a Palazzo San Giorgio l’incontro sul tema “Verso la manifestazione nazionale del 22 giugno”, promosso dalla Cgil nel contesto del percorso d’avvicinamento alla prima iniziativa nazionale congiunta coi tre segretari della Triplice programmata a Reggio Calabria dal 1972 a questa parte. La scelta di Cgil, Cisl e Uil di svolgere in riva allo Stretto la grande manifestazione di sabato prossimo vede l’adesione del Comune e della Città metropolitana, ha fatto presente il sindaco Giuseppe Falcomatà, perché è un «riconoscimento verso Reggio Calabria in relazione alle battaglie che si andranno a fare» ma al contempo, ha argomentato, perché «può far partire una riflessione su scala nazionale sulla necessità che il Governo dia risposte sul lavoro e sui problemi dei cittadini del Sud, anche rispetto all’avallo a un regionalismo differenziato configurato come una “secessione dei ricchi” a tutto svantaggio delle regioni più povere del Mezzogiorno».

  • Il Sindaco Falcomatà e il Vicesindaco Neri fanno il punto sulla situazione rifiuti

    “Vogliamo fare il punto sulla situazione rifiuti”. Parte da qui il videomessaggio settimanale del sindaco della Città di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà accompagnato, per l’occasione, dal vicesindaco con delega all'Ambiente Armando Neri, impegnato nella “task-force che sta affrontando la situazione legata al circuito di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel territorio urbano di Reggio Calabria. “Abbiamo passato una settimana difficile perché abbiamo dovuto registrare un blocco di tre giorni all’impianto di Sambatello dovuto al fatto che l’impianto era pieno di scarti di lavorazione – argomenta il vicesindaco Neri - l’impianto di Sambatello stava aspettando un’omologa dall’impianto di Crotone, unica discarica calabrese attualmente accessibile e utile a risolvere la problematica: l’impianto reggino, dunque, essendo “pieno” non poteva raccogliere tutti i rifiuti che stavamo intercettando per pulire tutte le zone della Città, tutto l’indifferenziato e tutte le micro discariche.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.