unci banner

:: Evidenza

Amici18, il reggino Mowgli in lotta per una maglia al serale. Le info per televotare

Amici18, il reggino Mowgli in lotta per una maglia al serale. Le info per televotare

Reggio Calabria. Continua la corsa del reggino Cristian Bilardi, in arte Mowgli, nel programma amici di Maria De Filippi. Gli scontri continui e gli screzi con la Celentano non hanno offuscato il suo talento, qualità...

Motta San Giovanni: promozione e difesa dell’agricoltura, strategia condivisa da Comune e Consorzio di bonifica

Motta San Giovanni: promozione e difesa dell’agricoltura, strategia condivisa da Comune e Consorzio di bonifica

“Entro questo giovedì trasmetteremo al Consorzio di Bonifica tutte le istanze presentate dai consorziati presso gli uffici comunali di Motta, Lazzaro e Serro Valanidi relative agli avvisi di pagamento, ruolo 2017, e oggetto degli incontri...

Porto di Gioia Tauro, Oliverio scrive al Presidente del Consiglio Conte

Porto di Gioia Tauro, Oliverio scrive al Presidente del Consiglio Conte

Di seguito, la lettera che il presidente della Regione Mario Oliverio ha inviato al presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, e per conoscenza al ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, sulla situazione che interessa il...

Viola, il playmaker Alessandri: a Valmontone per il riscatto

Viola, il playmaker Alessandri: a Valmontone per il riscatto

Filippo Alessandri, playmaker della Mood Project Reggio Calabria, ospite del format "Tutti i Figli di Campanaro" in onda su Radio Touring 104 ha commentato il ritorno in palestra della squadra neroarancio in vista del prossimo...

Villa San Giovanni, il sindaco Giovanni Siclari fa il punto

Villa San Giovanni, il sindaco Giovanni Siclari fa il punto

Il lavoro che questa Amministrazione sta portando avanti è raccontato dai fatti e dai numeri. Basti pensare che è già avviato l'iter necessario per la spesa dei € 100.000 euro concessi dal Governo (Ministero degli...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAGermanò (MNS): Reggio affonda e Falcomatà continua con le bugie

Germanò (MNS): Reggio affonda e Falcomatà continua con le bugie

Pubblicato in POLITICA Sabato, 09 Febbraio 2019 10:49

Come al solito, di fronte all’evidenza del fallimento della sua gestione, il sindaco Falcomatà e la sua sgangherata maggioranza tentano di imbrogliare i cittadini raccontando bugie, se la squagliano di fronte alle proprie responsabilità, come se avessero iniziato a gestire il Comune soltanto da ieri e non da quasi cinque anni. Intanto, un’amministrazione davvero trasparente dovrebbe fornire risposte chiare sulla propria gestione, al di là dell’interpretazione sulle procedute attivate, perché lo si deve ai cittadini. Non ci crede più nessuno, peraltro, che le incapacità di Falcomatà e compagni siano da giustificare con il sempre più stantìo richiamo a chi c’era prima di loro.

E allora basta con le bugie, i reggini sono stanchi di una città allo sbando, di strade abbandonate da anni, di acqua che non arriva nelle case nonostante la presa in giro del miracolo Menta, di servizio raccolta rifiuti che non funziona, di attività commerciali costrette a chiudere, di migliaia di giovani che scappano via in cerca di miglior fortuna perché qui hanno visto distrutta ogni speranza di futuro da una classe dirigente improvvisata, incapace di immaginare una prospettiva di crescita per gli anni a venire. Basta con la favoletta che tutto è fermo perché non ci sono soldi. Tutto è fermo, invece, perché hanno preferito far affondare la città per puro folle tornaconto politico e poter continuare a dire che non possono intervenire perché c’è stato il famoso “buco di bilancio” che hanno ereditato. E allora è necessario che Falcomatà faccia chiarezza su alcune vicende. Quando lui si è insediato il disavanzo di amministrazione certificato dai Commissari Straordinari e dalla Corte dei Conti al 31.12.2012 (ultimo anno della gestione del centrodestra) era pari a € 110.918.000, che con il consuntivo al 31.12.2014 (quindi gestione Falcomatà) diventano € 172.810.655. A fronte di tale disavanzo di amministrazione, i Commissari avevano lasciato in eredità al giovane sindaco le risorse provenienti dal piano di riequilibrio, che aveva portato nella casse del Comune liquidità per € 253.100.000, di cui € 187.500.000 appunto per pagare fatture non onorate e saldare i debiti derivanti dalla mancanza di disponibilità di cui tutti gli Enti Pubblici hanno sofferto e continuano a soffrire per i diminuiti trasferimenti da parte dello Stato. E allora, caro Falcomatà, come mai i debiti della sua amministrazione anziché diminuire grazie alle risorse straordinarie provenienti dal piano di riequilibrio, sono invece aumentati fino a diventare, come da egli stesso affermato, € 241.000.000? Che uso ha fatto dei 253.000.000, soldi liquidi giunti nelle casse del Comune per sanare il bilancio? Quali azioni ha prodotto a favore della città, quali sono gli investimenti che ha attivato e che hanno causato il debito prodotto dalla sua amministrazione? Spieghi Falcomatà che fine hanno fatto le risorse già iscritte a bilancio per le attività di manutenzione ordinaria (stradale, del verde pubblico, dell’illuminazione…) e oggi misteriosamente scomparse. Se è vero che circa due anni fa ha approvato e sottoscritto il contratto di servizio con Castore e Polluce (poi fuse nella sola Castore) che prevedeva un preciso piano industriale sulla scorta delle risorse appositamente destinate nel bilancio comunale, quelle risorse pari a diversi milioni di euro c’erano o non c’erano? Perchè se c’erano, deve spiegare come mai ad oggi sono state assegnate a Castore risorse pari solo a circa 1,5 milioni di euro, rendendo praticamente inattiva la società. Se invece non c’erano, allora ha sottoscritto un atto pubblico palesemente falso. Il risultato di tutto ciò è che le manutenzioni ormai da anni non vengono garantite e la città sta vivendo, anche da questo punto di vista, il periodo più buio della propria storia. Spieghi Falcomatà che fine hanno fatto gli introiti della TARI, considerato che l’AVR afferma di non aver incassato quanto fatturato e che, allo stesso tempo, la Regione minaccia di commissariare il Comune non avendo ricevuto quanto dovuto per gli oneri di conferimento dei rifiuti solidi urbani relativamente agli anni di gestione Falcomatà. Su queste cose siamo pronti al confronto pubblico. Accetti Falcomatà, per una volta, di confrontarsi davanti alla città e renda conto delle sue attività amministrative. Non sfugga più addossando sempre e comunque le responsabilità del suo fallimento a chi c’era prima di lui. Se accetterà il confronto, magari potrà farsi supportare dal nuovo dirigente delle Finanze della Città Metropolitana, il Dott. Cuzzola, che egli ha nominato evidentemente riponendo in lui grande fiducia, che è stato il dirigente comunale che ha redatto quei bilanci nei quali il sindaco ha più volte visto il famoso “buco”.
Il Commissario Città di Reggio Calabria
Franco Germanò

Rc 9 febbraio 2019

Letto 57 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Lavori via San Francesco da Paola, sopralluogo di MNS e Reggio Futura

    Questo pomeriggio esponenti di MNS e Reggio Futura hanno fatto un sopralluogo sulla via San Francesco da Paola interessata ai lavori di rifacimento del manto stradale. Tirano le somme Franco Germanó coordinatore cittadino del Movimento Sovranista e Giuseppe Agliano coordinatore di Reggio Futura.

  • Germanò (MNS): a proposito del "saluto fascista"...con il braccio sinistro

    Siamo davvero all’assurdo. Strumentalizzare il rispondere “presente” all’appello del Segretario Comunale, alzando il braccio sinistro per richiamare la sua attenzione per il caos esistente in aula, inventandosi un inesistente saluto fascista, getta un’ombra di cattivo gusto, sia nei confronti di certa stampa che si è inventata la notizia, sia nei confronti del Sindaco e di qualche sopravvissuto dirigente del PD che si sono lasciati andare a dichiarazioni fantasiose e a considerazioni che non hanno alcun senso. Sono doverose alcune precisazioni. Uno: il saluto fascista, da sempre, si manifesta alzando il braccio destro e mai quello sinistro.

  • Il Movimento Nazionale per la Sovranità interviene sul danneggiamento del bus

    E’ un gesto vile ed inaccettabile che Reggio Calabria non può tollerare quello subito dall’autista dell’Atam, il cui bus ieri sera è stato oggetto di una violenta sassaiola. Esprimiamo, pertanto, a lui e a tutte le donne e gli uomini che quotidianamente operano per l’Azienda di Trasporti cittadina la nostra incondizionata vicinanza e solidarietà.
    Auspichiamo, inoltre, che si possa fare immediata chiarezza su un episodio di violenza vigliacco, assolutamente non tollerabile per una società civile. Il rischio che una normale giornata lavorativa si possa trasformare in un momento di autentico pericolo per l’incolumità di lavoratori e utenti è problema che vede investire tutta la comunità reggina, la quale non può che fare fronte comune a sostegno dei dipendenti e dell’Azienda di trasporti metropolitana.

  • Postorino (MNS): un po’ di chiarezza sulla nuova “faccia” di Gambarie

    Mi sento in dovere di fornire alcune informazioni a proposito dei CONCRETI risultati che stanno vedendo protagonista la nostra importante località turistica del territorio di Gambarie d’Aspromonte. IO C’ERO: Questa mia memoria è comprovabile con documenti facilmente reperibili anche online. Parto mettendo in premessa che la Giunta Oliviero si è insediata nel 2015, il Sindaco Falcomata’ alla fine del 2014 e il sindaco Malara di Santostefano d’Aspromonte è in carica dal 2015. All’epoca il Comune di Reggio Calabria era Commissariato e il Sindaco di Santo Stefano era il dott. Zoccali. Pur volendo riconoscere all’attuale Sindaco di Santo Stefano (comune beneficiario del finanziamento) un ruolo che entra comunque in merito in quanto firmatario di eventuali atti finali. Mi sembra inappropriata la passerella del Sindaco di Reggio Calabria che nulla ha a che fare con i finanziamenti PISL.

  • MNS: "Gambarie, lo sviluppo e l’oblio..."

    Abbiamo assistito sinceramente compiaciuti alle dichiarazioni di giubilo promanate da più parti durante la grande festa che ieri ha visto finalmente protagonista Gambarie e la nostra montagna. Nessuno è più felice di noi nel vedere l’attuazione e la concretizzazione di un progetto di valorizzazione del territorio metropolitano reggino che ha origine in tempi certamente non così recenti come alcuni soggetti politici vorrebbero dare ad intendere.
    La mise sciistica del Sindaco Falcomatá, che ha scambiato una giornata storica per il comprensorio montano per la sua solita passerella edonistica, non è stata sufficiente a ricordargli che ieri ha potuto solcare le nuove discese innevate grazie a finanziamenti elargiti dall’allora Presidente di Regione Giuseppe Scopelliti.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.