unci banner

:: NEWS

Marco Bocci alla SRC, accordi in corso per un’importante collaborazione

Marco Bocci alla SRC, accordi in corso per un’importante collaborazione

Inizia tutto sul Set di “Calibro 9”, il nuovo film prodotto dalla Minerva Pictures per la regia di Toni D’Angelo, dove l’attore calabrese, Direttore della Scuola di Recitazione della Calabria,...

Il 25 agosto il rito della Varia di Palmi, una Festa per tutta la Calabria

Il 25 agosto il rito della Varia di Palmi, una Festa per tutta la Calabria

La Festa della Varia di Palmi sta per compiersi. Il prossimo 25 agosto nella cittadina calabrese si celebrerà il rito della “scasata”, il trasporto nel centro cittadino dell’enorme carro che...

Gli italiani spenderanno 113 euro per riempire il frigorifero al rientro dalle vacanze

Gli italiani spenderanno 113 euro per riempire il frigorifero al rientro dalle vacanze

Agosto 2019. A fine agosto per molti italiani le vacanze estive sono ormai un ricordo lontano e tornano a casa, dove ad attenderli c’è l’immancabile frigorifero vuoto. Il rientro rende...

Ululone appenninico in Aspromonte: ultimo appuntamento con gli "Incontri di Natura" versione estiva

Ululone appenninico in Aspromonte: ultimo appuntamento con gli "Incontri di Natura" versione estiva

Si chiuderà sabato 24 agosto all’Osservatorio della Biodiversità di Cucullaro con inizio alle ore 17, il ciclo di “Incontri di Natura” versione estiva, promossi ed organizzati dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte...

Cataforio, ecco l'organigramma societario: Ferrara è la new entry

Cataforio, ecco l'organigramma societario: Ferrara è la new entry

Squadra che vince non si cambia. È su questa base che l'Asd Cataforio Calcio a 5 Reggio Calabria, comunica la composizione del nuovo organigramma societario per il campionato di Serie...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAHospice, Siclari (FI) non è ottimista sulle notizie che arrivano da Roma

Hospice, Siclari (FI) non è ottimista sulle notizie che arrivano da Roma

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 19 Luglio 2019 16:12

Ennesimo "nulla di fatto" del Governo che certificherà la perdita di una struttura di eccellenza. Il Sottosegretario Armando Bartolazzi risponde all'interrogazione parlamentare del collega Francesco Cannizzaro senza dare alcuna nuova notizia dichiarando soltanto che sarà mantenuta la continuità dell'Hospice tramite la ASP ed è proprio ciò che occorre scongiurare. Mi domando: come fa la ASP di RC che sta dichiarando "il dissesto della stessa" a gestire l'Hospice garantendo la stessa qualità assistenziale che viene data adesso ai pazienti e alle loro famiglie? Bartolazzi dichiara che il commissario ad acta ha comunicato di aver convocato uno specifico tavolo tecnico per il prossimo 23 luglio, già calendarizzata da giorni, che ha pagato l'ordinario ma non fa alcun cenno ai pagamenti dei costi extra budget sostenuti e Documentati dalla Fondazione e per i quali la Fondazione rischia di chiudere.

Quello che ha chiesto la Fondazione e la cittadinanza con il sit in organizzato lunedì scorso in piazza e la raccolta delle firme da parte dei reggini è semplice: dare un contratto alla Fondazione per garantire la continuità assistenziale da parte della Fondazione e scongiurare, quindi, la gestione da parte della ASP pronta al dissesto della stessa. Su questo punto il Governo latita perché la loro volontà è quella di assorbire come ASP l'Hospice e la sua gestione con le conseguenze che possiamo immaginare: ennesima struttura con gestione inefficiente, inefficace e inadeguata rispetto all'assistenza che viene data oggi. Se nella riunione del 23 si deciderà di non fare il contratto alla Fondazione ho individuato con il Presidente della Fondazione un'uscita di sicurezza (che non proviene dal Governo o dalla ASP) per garantire la qualità assistenziale che viene offerta oggi a tutti i pazienti. Conoscendo i tempi e i metodi della politica (dimostrata dalla prevedibile risposta del sottosegretario Bartolazzi), mi sono attivato già da settimane per trovare l'uscita di sicurezza e siamo pronti ad utilizzarla convinto che i commissari sono validissimi professionisti con grande volontà a risolvere i problemi della sanità, ma non hanno strumenti e risorse per poterlo fare. Ecco il mio obiettivo: garantire la
continuità di un'assistenza di alta qualità. Su questo siamo già pronti insieme al presidente e ai lavoratori qualora non venga firmato un vero contratto tra Asp e Fondazione".
Lo ha dichiarato il senatore forzista Marco Siclari dopo aver appreso la risposta del Governo sul caso Hospice.

Roma 19 luglio 2019

Letto 105 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Crisi di Governo, Siclari e Cannizzaro intervengono sulle dichiarazioni di Morra

    "Il Crocifisso l'ho sempre portato sin da piccolo e credo lo porti anche Morra, il Senatore calabrese M5S che, come avete ascoltato in diretta TV, ha dichiarato che "La #Madonna e il Rosario in Calabria sono utilizzati per mandare messaggi alla 'ndranegherà". Sono certo, mi auguro di non essere smentito, che il Senatore (Presidente della Commissione Bicamerale Antimafia) non voleva affermare quanto ha dichiarato, oggi, in aula del Senato. Non ci credo e non voglio crederci!"
    È questa la considerazione amareggiata che il senatore forzista Marco SICLARI ha lasciato sui social dopo aver ascoltato in aula l'intervento del senatore 5stelle, anche lui calabrese, Morra.

  • Sanità, Siclari (FI): solidarietà ai medici aggrediti, l'emergenza in estate peggiora

    "L'emergenza sanitaria che la Calabria vive ormai da anni, in estate assume forme drammatiche. Il personale medico e sanitario non può supportare l'utenza enorme dei pazienti che arrivano nel periodo estivo. Già manca normalmente il personale, figuriamoci in estate. Così l'esasperazione dei pazienti finisce per essere riversata su chi, invece, non conosce riposo ed è in ospedale a dare assistenza come meglio può". Il senatore Forzista Marco SICLARI torna ad accendere i riflettori su quanto accade negli ospedali calabresi e, in particolare, esprime vicinanza ai medici che, loro malgrado, sono stati brutalmente aggrediti. Diversi i casi registrati che, per il senatore, non posso passare inosservati perché sintomo di una situazione di emergenza arrivata, ormai, all'esasperazione generale.
    "Esprimo profonda vicinanza e solidarietà ai colleghi medici e a tutto il personale sanitario, in attesa di un governo che possa approvare una vera Legge a tutela e difesa degli operatori sanitari", ha concluso il senatore azzurro.

  • Siclari (FI): in Calabria lo Stato è presente, grazie a tutti gli uomini come il Giudice Scopelliti

    «Porto i saluti del Presidente Elisabetta Casellati in questa giornata dedicata alla memoria del giudice Scopelliti che ha sacrificato la sua vita per questa terra. Ringrazio tutti gli uomini che rappresentano lo Stato e che quotidianamente, in modo incessante, lavorano per garantire sicurezza e che ci rendono orgogliosi di essere calabresi. Grazie al loro operato possiamo dire con fierezza che la Calabria è una terra sicura dove lo Stato è presente e dimostra, vincendo molte battaglie, che la 'ndrangheta può essere sconfitta e che i calabresi non sono soli. L'azione della procura e delle forze dell'ordine deve essere uno stimolo per i giovani a rimanere in Calabria a credere e investire il loro futuro in questa terra ricca di un potenziale inespresso. Lo stesso vale per gli imprenditori che guardando a questa fertile realtà non devono sentirsi soli, ma possono decidere di investire nella convinzione che in Calabria c'è lo Stato oltre a cittadini onesti e lavoratori».

  • Il senatore Siclari a Calabria In Campus per discutere di riscatto della Calabria

    «L'unica strada possibile per riscattare la nostra terra e riscoprire la nostra identità è dare la possibilità ai giovani di restare in Calabria e ciò può accadere solo creando occupazione. Per fare questo la nostra terra ha necessità di avere una classe politica dirigente qualificata e, per ottenerlo, serve che i partiti facciano una selezione accurata, candidando chi ha competenza ed esperienza per trovare soluzioni concrete ai problemi atavici del nostro territorio. Persone in grado di confrontarsi anche con gli esponenti del centro nord e portare al sud gli investimenti che mancano da sempre. L'ultimo grande investimento al Sud è stato fatto nel 2001 dal Governo Berlusconi con la Salerno/Reggio Calabria. Fino ad allora, lo Stato non ha investito nelle infrastrutture del Sud e non ha dato l'opportunità di sviluppare quell'enorme potenziale che porterebbe ricchezza e occupazione a tutto il Meridione».

  • Siclari (FI): bene TAV, si continui con il Ponte sullo Stretto e Alta Velocità al Sud

    "Il risultato ottenuto con l'approvazione della mozione su Tav è un passo avanti importante per l'intero Paese, se l'intenzione è quella di proseguire su questa strada investendo allo stesso modo al Sud.
    L'ultimo grande investimento al Sud è stato fatto nel 2001 dal Governo Berlusconi con la Salerno/Reggio Calabria. Fino ad allora lo Stato non ha investito nelle infrastrutture del Sud e non ha dato l'opportunità di sviluppare quell'enorme potenziale che porterebbe ricchezza e occupazione a tutto il Meridione. Adesso, per la crescita dell'intero Paese, la priorità assoluta deve essere data al Ponte sullo Stretto e all'alta velocità al Sud. Soltanto realizzando le infrastrutture e le grandi opere al Sud, il paese smetterà di camminare a due velocità, ed il Sud, impoverito dalle politiche assistenziali degli ultimi decenni, avrà finalmente giustizia e vivrà il suo riscatto morale, economico e occupazione".

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.