unci banner

:: NEWS

Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto ad Ecolandia chiudono la 28^ edizione del festival EcoJazz

Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto ad Ecolandia chiudono la 28^ edizione del festival EcoJazz

Si avvicina l'attesissima conclusione della 28^edizione di EcoJazz festival, in memoria del giudice Antonino Scopelliti e di tutte le vittime per la Giustizia. Il parco Ecolandia di Arghillà a Reggio...

Giuseppe Livoti racconta la realtà della Pinacoteca dell'Area Grecanica di Bova Marina

Giuseppe Livoti racconta la realtà della Pinacoteca dell'Area Grecanica di Bova Marina

In occasione della Notte Bianca organizzata nell’ambito degli eventi per l’Estate 2019 a Bova Marina la nota località calabrese ha vissuto un grande momento di recupero e di animazione culturale...

Anassilaos: al Chiostro omaggio alla poesia magica di Eliot

Anassilaos: al Chiostro omaggio alla poesia magica di Eliot

Al Chiostro di San Giorgio al Corso ha risuonato la poesia magica di Eliot in una produzione dell’Associazione Anassilaos nell’ambito delle manifestazioni estive. Daniela Scuncia (che ne ha anche curato...

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei: gli appuntamenti del 24 agosto

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei: gli appuntamenti del 24 agosto

Sabato 24 agosto giunge alla conclusione la XXXIX Edizione del Roccella Jazz Festival, sempre diretto da Vincenzo Staiano, quest'anno caratterizzato dal tema Oriente, come recita il titolo “Erhuasian Summit –...

Consegnati i riconoscimenti del Premio Sant’Ilario 2019

Consegnati i riconoscimenti del Premio Sant’Ilario 2019

Ricordi emozionanti, riflessioni e ottimistiche proiezioni future al “Premio Sant’Ilario 2019”, il riconoscimento voluto dall’amministrazione comunale per raccontare il territorio attraverso i suoi protagonisti. Così dalla piccola cittadina jonica l’onda...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAHospice Via delle Stelle: garantire lavoratori e livelli assistenziali

Hospice Via delle Stelle: garantire lavoratori e livelli assistenziali

Pubblicato in POLITICA Giovedì, 11 Luglio 2019 11:36

È stata una risposta univoca e inequivocabile quella registrata ieri nel corso della conferenza stampa, indetta dalla Fondazione "Via delle stelle", da parte della cittadinanza reggina. Troppo forte il timore di perdere la possibilità di poter continuare ad usufruire dell'eccellente Servizio di Cure Palliative Specialistiche, garantito dall'Equipe dedicata multidisciplinare - formata per erogare cure palliative oncologiche e non - che in questi 12 anni ha preso in carico persone affette da patologie a prognosi infausta e loro familiari, nei 4 setting assistenziali (hospice, day hospice, ambulatorio e assistenza domiciliare).

Un’equipe di cura che nel corso del tempo - grazie anche alla frequenza a corsi di aggiornamento e Master in Cure palliative - ha acquisito esperienze, conoscenze e competenze specialistiche tali da far diventare l'Hospice di Reggio Calabria centro di eccellenza nella sanità calabrese, con riconoscimenti non solo locali ma anche sul territorio nazionale.
Uno stile assistenziale multidimensionale, improntato sulla dimensione relazionale/umana, quello promosso ed attuato dal personale in forza in tutti questi anni, preposto a prendersi cura globalmente di chi è costretto a fronteggiare una malattia inguaribile attraverso un progetto assistenziale individualizzato che fa leva oltre che sulle terapie farmacologiche anche sulla piena integrazione di interventi culturali che hanno a che vedere con la vita. Innumerevoli le attività di supporto esistenziale, proprie di un servizio di cure palliative specialistico, poste in essere da Operatori e Volontari che hanno dato vita allo “SpazioCultura… la Cultura che cura!”, all'HMagazine, all'Hospice Day, a iniziative continue di promozione e diffusione della cultura delle cure palliative sul territorio con particolare attenzione alle realtà scolastiche e universitarie, alla realizzazione di una concreta rete tra hospice calabresi e siciliani grazie all'istituzione del tavolo tecnico Sapere Aude!, nonché alla periodica produzione di lavori scientifici presentati in occasione dei Congressi nazionali della Società Scientifica delle Cure Palliative (SICP), società che vede alcuni degli operatori componenti del Consiglio Regionale.
Fin dalle sue origini è stato incessante l'impegno e la dedizione da parte di tutto il personale, che non si è mai tirato indietro di fronte alle numerose e pervasive difficoltà che hanno tediato ciclicamente questa realtà lavorativa. L’USB ritiene che sia arrivato il momento che la nostra città decida di salvaguardare il patrimonio professionale ed umano rappresentato da questa squadra di operatori, che sia arrivato il momento di garantire le condizioni contrattuali ed economiche che consentano loro il proseguo di un servizio di cura eccellente rivolto alla qualità di vita ed alla dignità dei malati e dei loro familiari. L’USB farà di tutto per evitare che siano proprio questi lavoratori, e quindi i livelli assistenziali, a subire le conseguenze dello scontro che si è venuto a creare tra la Fondazione Via delle Stelle e i commissari dell’ASP reggina.

Reggio Calabria, 11.07.2019
USB Reggio Calabria

Letto 82 volte

Articoli correlati (da tag)

  • L’USB incontra Cotticelli sulle strutture psichiatriche reggine

    Nella giornata di ieri una delegazione dell’USB ha incontrato il Generale Cotticelli, Commissario straordinario alla Sanità in Calabria. L’atteso incontro era stato richiesto a seguito della definizione della nuova Rete territoriale di assistenza psichiatrica riabilitativa residenziale per il territorio di competenza dell’ASP 5, atto che ha destato forti perplessità tra i lavoratori del settore, soprattutto per l’indicazione del fabbisogno di posti letto, già praticamente soddisfatto e che non tiene conto delle reali esigenze del territorio della provincia reggina.

  • USB: la politica non può restare sorda alle problematiche delle strutture psichiatriche reggine

    Giovedì 1 agosto dalle ore 14 USB e i lavoratori delle strutture psichiatriche reggine saranno in presidio davanti Palazzo Campanella in occasione dei lavori del Consiglio Regionale.
    La situazione di crisi in cui versano le strutture psichiatriche reggine continua così come crescono le preoccupazioni dei lavoratori del settore. Sebbene la chiusura della fase di accreditamento, il cui termine è stato fissato per la fine dell’anno, rappresenta la possibilità di andare finalmente verso un rapporto certo tra Asp e cooperative, il taglio dei posti letto sancito con l’approvazione della nuova Rete territoriale determinerà un’importante riduzione dei posti di lavoro, oltre che della qualità dei servizi erogati. A queste inquietudini si aggiunge l’ennesimo ritardo nei pagamenti, fermi allo scorso marzo.

  • I Consulenti del Lavoro intervengono sulla questione Hospice

    I Consulenti del Lavoro della provincia di Reggio Calabria, insieme a tutte le articolazioni sindacali ed associative, intendono esprimere grande preoccupazione rispetto alla chiusura dell’ Hospice reggino.
    “La struttura di Via delle Stelle, aldilà dei tecnicismi burocratici che non possono e non devono passare in secondo piano, ha un alto impatto sociale per il nostro territorio rappresentando, in molti casi, l’unica possibilità per i pazienti terminali ed i loro congiunti per affrontare con dignità un momento così difficile. La fine della vita, infatti, è un momento che ognuno vive in modo diverso: ogni individuo ha esigenze differenti, sia per quanto riguarda l’informazione sia per quanto concerne il sostegno fisico e psicologico. I pazienti ed i familiari, fino ad oggi, presso la struttura di via delle stelle hanno trovato risposte a domande e preoccupazioni da un team di professionisti che hanno sempre messo al centro l’uomo e la sua dignità aldilà degli aspetti meramente sanitari.

  • Hospice, Siclari (FI) non è ottimista sulle notizie che arrivano da Roma

    Ennesimo "nulla di fatto" del Governo che certificherà la perdita di una struttura di eccellenza. Il Sottosegretario Armando Bartolazzi risponde all'interrogazione parlamentare del collega Francesco Cannizzaro senza dare alcuna nuova notizia dichiarando soltanto che sarà mantenuta la continuità dell'Hospice tramite la ASP ed è proprio ciò che occorre scongiurare. Mi domando: come fa la ASP di RC che sta dichiarando "il dissesto della stessa" a gestire l'Hospice garantendo la stessa qualità assistenziale che viene data adesso ai pazienti e alle loro famiglie? Bartolazzi dichiara che il commissario ad acta ha comunicato di aver convocato uno specifico tavolo tecnico per il prossimo 23 luglio, già calendarizzata da giorni, che ha pagato l'ordinario ma non fa alcun cenno ai pagamenti dei costi extra budget sostenuti e Documentati dalla Fondazione e per i quali la Fondazione rischia di chiudere.

  • Hospice, interviene il presidente Mario Oliverio: "Struttura indispensabile"

    "Ritengo ormai non più rinviabile un definitivo intervento che consenta all'Hospice di Reggio Calabria di continuare ed ampliare le proprie attività e la propria funzione nel campo delle cure palliative, un ambito di dolore e di sofferenza per i pazienti e le loro famiglie".
    E' quanto afferma, in una nota, il presidente della Regione, Mario Oliverio. "Nei mesi scorsi -prosegue- ho avuto modo di visitare l'Hospice e di incontrare il presidente, dott. Vincenzo Trapani Lombardo e il suo staff, ed ho avuto modo di apprezzare una meritoria attività ed una eccellenza sanitaria che, giustamente, trova grande solidarietà e sostegno in tutti i settori sociali della provincia di Reggio Calabria. Ho dato mandato al direttore del Dipartimento della Salute, dott. Antonio Belcastro, di seguire con particolare attenzione le problematiche dell'Hospice ed in tal senso si è svolta già una prima riunione di verifica e di approfondimento della situazione".

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.