unci banner

:: NEWS

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

«In tutte le regioni ci siamo presentati con la naturale alleanza di centro destra ed abbiamo vinto ovunque. Il nostro leader Silvio Berlusconi è stato sempre chiaro e sostiene in...

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Nel mese di luglio, in occasione del progetto Calabria Judaica, finanziato dalla Regione Calabria e curato dalla cooperativa sociale Satyroi, si terrà a Lazzaro un evento mirato alla valorizzazione e...

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

«Amarezza, mista a rabbia e sconforto per l’atteggiamento di molti Comuni facenti parte dell‘Ambito Sociale n.14 di Villa San Giovanni che hanno disertato ben due convocazioni, prima e seconda rispettivamente...

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

Reggio Calabria, 15 giugno 2019 - Le vacanze sono alle porte, le scuole chiudono e con la bella stagione è iniziata la corsa alla ricerca delle migliori opportunità per programmare...

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Finite le lezioni si sono aperte le porte delle vacanze per la gran parte dei settantanovemila studenti delle scuole di ogni ordine e grado della nostra provincia. A sospirare ancora...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAIl consigliere regionale Alessandro Nicolò su situazione assistenza sanitaria domiciliare

Il consigliere regionale Alessandro Nicolò su situazione assistenza sanitaria domiciliare

Pubblicato in POLITICA Giovedì, 16 Maggio 2019 14:37

“Desta sconcerto apprendere che, per responsabilità della Giunta regionale e del commissariamento, alcune strutture di servizio sociale operanti nel settore delle cure sanitarie a domicilio hanno interrotto i servizi per la mancata corresponsione degli emolumenti dal gennaio di quest’anno”. Lo afferma in una nota il consigliere regionale Alessandro Nicolò.
“L’assistenza sanitaria domiciliare – continua Nicolò - è parte integrante dei livelli essenziali di assistenza e come tale ha precedenza assoluta tra le scelte prioritarie di intervento per i cittadini in particolare condizione di sofferenza.

Tutto ciò, però, è diventato improvvisamente lettera morta, con quel che ne consegue per la condizione di decine di pazienti allettati e nonostante la comunicazione autorizzativa del commissario facente funzioni Mesiti, con cui si autorizzavano le strutture accreditate a proseguire il servizio nelle more dei tempi burocratici per l’accreditamento delle somme alle associazioni. Va da sé che l’avvicendamento continuo delle figure apicali deputate alla gestione dell’Asp di Reggio Calabria, ha ulteriormente disorientato il corso delle cose e nulla finora è stato deciso dai nuovi Commissari per attivare le procedure di liquidazione delle somme spettanti alle associazioni. Il risultato, reso negativo dalle responsabilità politico-amministrative della Giunta Oliverio, è che numerosi utenti reggini delle strutture – anziani non autosufficienti, malati oncologici, persone giovani colpite da patologie neurologiche degenerative, quasi tremila pazienti – non stanno più ricevendo l’assistenza di cui hanno diritto. Da qui – afferma l’esponente di FdI – l’urgente necessità di affrontare con risolutezza la questione, coprendo intanto con un apposito provvedimento il debito con le associazioni del terzo settore interessate, e ristabilendo un criterio di erogazione delle somme spettanti a tali associazioni ed agli operatori, tutti ad alta qualificazione, per cancellare una forma di precarietà davvero odiosa, anche perché – conclude l’On. Nicolò - riverbera negativamente sulle condizioni di vita di essere umani in stato di sofferenza e delle loro famiglie, altrimenti destinati ad assistere impotenti al peggiorare delle loro condizioni di salute, un fardello di responsabilità non facile per nessuno da sopportare”.

Rc 16 maggio 2019

Letto 108 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il consigliere Nicolò interviene sulle anticipazioni del decreto "Salva-Roma"

    “Destano sorpresa e preoccupazione gli indirizzi del decreto ‘Salva-Roma’ per come oggi anticipati dal quotidiano Il Sole-24 Ore”. Lo afferma in una dichiarazione il consigliere regionale Alessandro Nicolò.
    “L’imponente accollo finanziario dello Stato centrale, pari a 3,6 miliardi di euro, delle obbligazioni emesse dal Comune di Roma nel 2004 e il fondo di 541 milioni di euro, ripartito in tredici anni, destinato ai Comuni capoluoghi delle Città Metropolitane di Torino, Napoli, Messina e Catania, escludono, almeno finora, la citta di Reggio Calabria. L’unica provvidenza per Reggio – prosegue Nicolò - consisterebbe nell’allungamento a venti anni del piano di rientro del debito.

  • Il consigliere regionale Nicolò interviene sul sistema di depurazione calabrese

    “Anche nel 2019, com’è avvenuto puntualmente ogni anno in questa legislatura regionale, arriviamo alla stagione estiva e siamo costretti a constatare l’ennesima mortificazione delle straordinarie bellezze naturali calabresi a causa delle criticità ambientali, a cominciare dalle acque del mare e dalle spiagge. E alla penosa e preoccupante prospettiva di forti penalizzazioni per le aziende del settore e per gli operatori della ricettività turistico-balneare, si aggiungono timori e allarme per gli effetti negativi che si delineano per la stessa salute pubblica delle nostre comunità. Timori, purtroppo, non solo giustificati ma addirittura ora certificati ufficialmente dalla stessa Giunta Oliverio, e nella massima sede istituzionale, nel corso dell'audizione del dirigente generale dipartimento Presidenza della Regione, sentito in commissione parlamentare d' inchiesta sulle ecomafie che da settimane ormai ha aperto un dossier-Calabria”.

  • Nicolò: "l’emergenza rifiuti riemerge in tutta la sua drammaticità a Reggio e in Calabria"

    “L’emergenza rifiuti riemerge in tutta la sua drammaticità a Reggio e in Calabria, e non si vedono soluzioni per fronteggiarne le conseguenze”. Lo afferma in una nota il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Alessandro Nicolò.
    “Vi sono chiare responsabilità del Governo regionale a guida Pd per i ritardi finora accumulati per indicare le vie di uscite di un fenomeno che sta rendendo la vita difficile a migliaia di cittadini, soprattutto nei centri urbani. Una legislatura inconcludente, nonostante l’ampio mandato elettorale allora ricevuto, che certifica il fallimento politico e istituzionale, tutto ai danni dei calabresi.

  • Nicolò: successo prestigioso e inequivocabile, quello ottenuto da FdI

    “È un successo prestigioso e inequivocabile, quello ottenuto da FdI.” Lo afferma in una dichiarazione il Coordinatore provinciale di FdI di Reggio Calabria e consigliere regionale, Alessandro Nicolò.
    “Fratelli d’Italia, con il 10,26% dei voti in Calabria e con il 12,24 % raggiunto a Reggio e provincia, è vero riferimento di strati sociali di varia estrazione. Un partito aperto alle istanze della società, dagli imprenditori al mondo del lavoro, ai professionisti, con un unico obiettivo: migliorare e rendere competitivo il territorio e tracciare nuovi obiettivi europei in cui le istanze delle singole comunità nazionali trovino pieno rispetto e accoglienza dei loro bisogni.

  • TAC Ospedale Polistena, l'appello del consigliere regionale Alessandro Nicolò

    “Il Tomografo assiale computerizzato (Tac) dell’ospedale di Polistena fermo da mesi in attesa di riparazione, pazienti sballottati da un presidio ospedaliero all’altro, rappresentano l’icona dello stato delle cose in cui versa la sanità calabrese e quella reggina in particolare”.
    Lo afferma in una dichiarazione il consigliere regionale di FdI, Alessandro Nicolò. “L’odissea quotidiana imposta a decine di ammalati, l’impotenza del personale medico e paramedico in servizio a Locri e Polistena, certificano una sorta di ‘stato di guerra’ da cui non sono certamente esenti le responsabilità della Giunta regionale, ulteriormente aggravate dalla decisione del Governo nazionale di perpetuare il commissariamento della sanità calabrese nominando ‘tecnici’ da fuori regione, senza che, a tutt’oggi, sia stata intrapresa alcuna azione utile e virtuosa per riportare in asse la gestione nel settore.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.