unci banner

:: NEWS

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

C'è anche Caulonia tra i centri beneficiari del finanziamento milionario per i beni culturali del distretto della Locride deliberato dalla Giunta Regionale. Ammonta infatti a 1 milione e 400 mila...

Il comico Maurizio Battista al Cilea: "Non vengo a Reggio per insegnare qualcosa ma per stare insieme al pubblico"

Il comico Maurizio Battista al Cilea: "Non vengo a Reggio per insegnare qualcosa ma per stare insieme al pubblico"

Si definisce “genuino” come lo vedi è ma secondo noi, è anche molto meglio perché oggigiorno è difficile stare con i piedi per terra soprattutto, se sei un uomo di...

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 del Premio Anassilaos

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 del Premio Anassilaos

Si terrà venerdì 8 novembre presso l’Auditorium “Nicola Calipari” del Consiglio Regionale della Calabria la cerimonia di consegna del Premio Anassilaos di Arte Cultura Economia e Scienze giunto alla sua...

A Piazza Castello tornano le "Letture viandanti"

A Piazza Castello tornano le "Letture viandanti"

Sabato 19 ottobre alle 16:00, a Piazza Castello, tornano le "Letture viandanti", l'iniziativa promossa dall'associazione Reggio tra le righe per portare la lettura e i libri tra la gente, renderli...

Bovalino, torna il concorso "Presepi in Mostra"

Bovalino, torna il concorso "Presepi in Mostra"

L' Associazione di Promozione Sociale Italia Night & Day con il patrocinio di S.E. Mons. Francesco Oliva Vescovo della Diocesi di Locri – Gerace e con il patrocinio del Comune...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAIl sindaco Falcomatà all'insediamento del consiglio comunale di Cardeto

Il sindaco Falcomatà all'insediamento del consiglio comunale di Cardeto

Pubblicato in POLITICA Giovedì, 13 Giugno 2019 11:03

Il sindaco Metropolitano, Giuseppe Falcomatà, ha preso parte alla seduta d’insediamento del consiglio comunale di Cardeto che, nell’ultima tornata elettorale, ha eletto la maggioranza che sostiene il sindaco Daniela Arfuso.
A margine del Civico Consesso, celebrato in piazza municipio, l’inquilino di Palazzo Alvaro ha raccolto l’invito del neo sindaco, rivolgendo un pensiero alla nuova classe dirigente del Paese ed ai tanti cittadini intervenuti.
«Faccio un grosso in bocca al lupo a Daniela Arfuso, il sindaco più giovane dei 97 comuni della Città metropolitana, circostanza che rende il suo impegno ancora più gravoso. Nel suo discorso d’insediamento ho rivissuto il mio.

Ho notato la stessa emozione, gli stessi occhi, la stessa consapevolezza del peso della responsabilità che, da oggi, avrà non soltanto per le difficoltà economico-finanziarie dell’Ente, ma soprattutto per ricostruire il tessuto sociale ed il legame di fiducia con la cittadinanza».
«In tutto questo – ha ribadito Falcomatà – la Città metropolitana vi sarà vicino e le istituzioni che rappresento continueranno ad avere un dialogo con l’intera comunità di Cardeto. Perché la Città metropolitana è essenzialmente questo: mettere i territori e chi li rappresenta al centro della programmazione dello sviluppo del comprensorio, senza filtri o passaggi intermedi».
Rivolgendosi direttamente al sindaco Arfuso, poi, Falcomatà ha detto: «Dobbiamo dare concretezza a quell’incoscienza che ci spinge, con passione ed amore, a muoverci per la nostra comunità. I sindaci sono l’ultimo e forse unico baluardo di presidio di resistenza istituzionale in una città, in un Comune, in un paese. Sindaco Arfuso, fuori dalla porta del suo ufficio, troverà cittadini che le chiederanno conto di ogni cosa, anche di quelle su cui lei non ha alcuna responsabilità. Ed il sindaco, per il ruolo che ricopre, è una persona che ascolta, è padre di famiglia, psicologo, amico, una figura che, anche fuori dal suo compito istituzionale, è percepita come colui o colei che può risolvere i problemi e, comunque, se ne interessa».
«Probabilmente – ha concluso Falcomatà - la definizione migliore di sindaco l’ha data Giorgio La Pira, il “sindaco santo”, quando disse che, in una comunità, “è colui che spegne la luce quando tutti dormono”. Il sindaco, deve essere sicuro, insomma, che la città sia andata a dormire tranquilla. Soltanto a quel punto, anche lui potrà andare a riposare qualche ora».

Cardeto 13 giugno 2019

Letto 188 volte

Articoli correlati (da tag)

  • In Questura l'omaggio del sindaco Falcomatà ai due agenti della Polizia di Stato uccisi a Trieste

    Un fascio di fiori presso il monumento ai caduti all'interno della Questura cittadina. È l'iniziativa promossa dal Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà come segno di solidarietà alle famiglie dei due agenti della Polizia di Stato uccisi in servizio nei giorni scorsi a Trieste. "Un simbolo di vicinanza - ha affermato il sindaco - all'intera comunità della Polizia di Stato, a tutti quegli uomini che lavorano quotidianamente in silenzio, spesso rischiando la propria vita, per garantire la sicurezza ed i diritti di tutti i cittadini".

  • Inchiesta sui Bronzi di Riace, le riflessioni del sindaco Falcomatà

    "L’inchiesta realizzata dalle Iene su Italia 1, riguardante la pletora di dubbi sul rinvenimento stesso e sulla successiva gestione del recupero dei Bronzi di Riace, merita una ponderata riflessione da parte della Città Metropolitana di Reggio di Calabria". Lo afferma, in una nota, il sindaco Giuseppe Falcomatà aggiungendo: "Lasciando da parte tutte le ipotesi delittuose che sono state fatte intravedere dal servizio andato in onda, che competono alla Magistratura inquirente, nella mia qualità di Sindaco non posso non auspicare che venga fatta piena luce sulla vicenda in oggetto, ben consapevole che i Bronzi di Riace sono l’attrattiva turistica e culturale principale dell’intera area metropolitana".

  • Falcomatà su operazione Bancarotta Multiservizi: quadro inquietante, effetti di quel periodo buio sono purtroppo ancora attuali

    《La ex Multiservizi avrebbe dovuto occuparsi delle manutenzioni cittadine: strade, cimiteri, verde pubblico, strutture sportive e spiagge.
    Ascoltare le parole degli inquirenti che spiegano i motivi per cui la manutenzione è mancata per cosi lungo tempo nella nostra città fa un certo effetto》. È quanto dichiara il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà commentando gli esiti dell'odierna indagine condotta dalla Procura di Reggio Calabria ed eseguita dagli uomini della Guardia di Finanza.

  • Il sindaco Falcomatà sui fatti di Rosalì

    «Al valoroso carabiniere che, pur essendo fuori servizio, con coraggio e destrezza è riuscito a sventare una rapina all’Ufficio postale di Rosalì, va il plauso ed il ringraziamento di tutta la Città Metropolitana. Il suo gesto non solo ha consentito di assicurare alla giustizia tre criminali, ma è servito, soprattutto, a ricordare l’importanza, la determinazione e lo spirito d’abnegazione che anima gli appartenenti ad ogni corpo delle forze dell’ordine costantemente impegnati al mantenimento della pace sociale. A lui l’augurio di una pronta guarigione, dopo la colluttazione avuta con uno dei malviventi arrestati».

  • Il sindaco propone di intitolare la sala stampa del Granillo al giornalista reggino Tonio Licordari

    "Intitolare la sala stampa dello Stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria al giornalista reggino Tonio Licordari". E' l'idea promossa dal sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, ed immediatamente sposata dall'Unione Stampa Sportiva Italiana, che ha proposto di dedicare la sala stampa dello storico impianto sportivo, sede delle gare casalinghe della Reggina 1914, alla memoria di un grande professionista del panorama giornalistico reggino scomparso qualche anno fa.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.