unci banner

:: NEWS

Domenica 23, l’escursione di Gente in Aspromonte sulla cima dell’Aspromonte

Domenica 23, l’escursione di Gente in Aspromonte sulla cima dell’Aspromonte

Gente in Aspromonte inaugura la stagione estiva con un bellissimo itinerario, interessante sia dal punto di vista paesaggistico che naturalistico. Si camminerà attorno alla cima che, con i suoi 1956...

Gallico marina: tutto pronto per la V edizione dell'Infiorata del Corpus Domini

Gallico marina: tutto pronto per la V edizione dell'Infiorata del Corpus Domini

È conto alla rovescia nel vecchio borgo marinaro di Gallico Marina per la quinta edizione dell’Infiorata del Corpus Domini la prossima domenica 23 giugno 2019. L’evento si lega quest’anno alla...

Alloggi popolari. Osservatorio Disagio Abitativo: petizione popolare 11 milioni, la Giunta non ha ancora deliberato

Alloggi popolari. Osservatorio Disagio Abitativo: petizione popolare 11 milioni, la Giunta non ha ancora deliberato

Positiva in parte la decisione espressa dai consiglieri di maggioranza sul ripristino di 11 milioni di euro del "Decreto Reggio", per l'acquisto di alloggi popolari. Ma non basta. Alle intenzioni...

Sequestro gazebo sul lungomare, per Palazzo San Giorgio: "il dialogo ed il buon senso premiano sempre"

Sequestro gazebo sul lungomare, per Palazzo San Giorgio: "il dialogo ed il buon senso premiano sempre"

"La vicenda dei gazebo sul Lungomare si è messa su un binario positivo. Le circostanze delineate a seguito dei molteplici tavoli tecnico-politici tenutisi nelle ultime 48 ore hanno premiato un...

Parte dal Polo Sud di Via Padova la campagna di Potere al Popolo! per il diritto alla salute dei reggini

Parte dal Polo Sud di Via Padova la campagna di Potere al Popolo! per il diritto alla salute dei reggini

La situazione drammatica della sanità reggina esige il maggior coinvolgimento possibile di tutti gli abitanti dell'area metropolitana di Reggio Calabria. Non basta infatti chiedere l'azzeramento del debito dell'Asp 5, per...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAImportante discussione sulle problematiche delle strutture psichiatriche reggine oggi in Terza Commissione

Importante discussione sulle problematiche delle strutture psichiatriche reggine oggi in Terza Commissione

Pubblicato in POLITICA Lunedì, 24 Settembre 2018 17:39

La terza Commissione consiliare ‘Sanità, attività sociali, culturali e formative’, presieduta dal consigliere Michele Mirabello, si è riunita oggi affrontando, come primo punto all’ordine del giorno, la delicata questione delle strutture psichiatriche reggine, come concordato con lo stesso Presidente in seguito al presidio, promosso dall’Usb, di lavoratori e familiari tenutosi in occasione dell’ultima seduta di Consiglio regionale.
Occasione importante di confronto, vista la presenza del Commissario straordinario alla Sanità, Ing.Massimo Scura, e dei vertici dell’Asp di Reggio Calabria, conseguenza quindi delle iniziative di lotta portate avanti dagli operatori di questo importante settore a difesa della propria dignità, dai diversi presidi tenutisi e anche da iniziative come l’occupazione della Direzione Generale dell’Asp reggina.

Le principali problematiche, ricordiamo, nascono dal modello di gestione anomalo adottato negli anni: una sorta di gestione mista pubblico-privata che non risponde alle normative vigenti, tanto da far scattare un’inchiesta da parte della Procura reggina. Per riportare il sistema nell’alveo della legalità è necessario procedere agli accreditamenti delle strutture, operazione che registra notevoli ritardi da parte degli uffici competenti come ribadito dallo stesso Ing.Scura, che ha inoltre garantito il suo impegno affinchè questa fase proceda nella maniera più veloce possibile.
Ma è un’altra l’apertura dell’Ing.Scura che ha sollevato i lavoratori e i familiari dei pazienti rispetto alla preoccupazione per il loro futuro, dopo la scelta di bloccare i pagamenti alle strutture a seguito dell’inchiesta della Procura di Reggio Calabria: il Commissario ha garantito che, fino al completamento della procedura di accreditamento non ci saranno interruzioni dei servizi e, di conseguenza , dei rispettivi pagamenti. È necessario un atto che leghi l’esigenza del mantenimento dei servizi alle contestazioni mosse dalla Procura, ma i tempi prospettati sono relativamente brevi.
Come Usb vigileremo affinché si concretizzi il percorso delineato così come lo sblocco dei pagamenti che, in qualche caso, sono fermi al novembre 2017. Al riguardo la stessa Terza Commissione ha deliberato una risoluzione di indirizzo affinchè al più presto le strutture dipartimentali della Regione intervengano, per le rispettive competenze, ad appianare la situazione finanziaria in atto, creando le condizioni di un ritorno alla normalità dei tempi di erogazione dei pagamenti.
Reggio Calabria, 24.09.2018

Unione Sindacale di Base

Letto 281 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Riflessioni di un Educatore dei servizi psichiatrici di Reggio Calabria: “la burocrazia senz'anima e le sue maschere”

    Sono Giuseppe Foti, un educatore dei servizi psichiatrici di questa città, sanamente imperfetto come mi piace definirmi. Da molto tempo, il settore psichiatrico ed il sociale in genere, sono stati messi in ginocchio da innumerevoli problematiche, divulgati più volte per mezzo stampa e dai vari media. La mia riflessione vuole essere un personale punto di vista, nato dall’esigenza, direi stringente, di condividere un pensiero in merito alla questione, e questo attraverso la personale analisi della definizione di burocrazia senza anima e delle sue conseguenziali e infinite maschere. Per fare ciò, ho volutamente e rispettosamente, preso spunto dal libro della politologa e filosofa, Hannah Arentd, perché il suo pensiero è più che mai attuale e si addice perfettamente al momento socio/politico che viviamo quotidianamente da anni.

  • Strutture psichiatriche: si va verso lo sblocco dei pagamenti ma rimangono le preoccupazioni sul futuro del settore

    Nella giornata odierna una rappresentanza dei lavoratori delle strutture psichiatriche, coordinati da USB e Coo.La.P., e delle cooperative che gestiscono il servizio residenziale ha incontrato i tre commissari alla guida dell’ASP di Reggio Calabria. Dopo le aperture avute nei giorni scorsi pare finalmente che si vada verso il pagamento delle prime tre mensilità del 2019, e questa è una buona notizia anche se i lavoratori, in sofferenza per i troppi ritardi nella corresponsione degli stipendi, dovranno ancora aspettare la prima decade di giugno.

  • Strutture psichiatriche, USB e Coolap: "Cotticelli deciso a risolvere la questione in tempi brevi"

    I rappresentanti delle Cooperative sociali, del sindacato USB e del Coo.la.p (coordinamento lavoratori psichiatria) sono stati ricevuti mercoledi 15 maggio dal Generale Cotticelli e dai funzionari delegati dal Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria. Agli stessi è stato consegnato il documento appositamento prediposto, con le proposte più idonee a superare lo stallo attuale e scongiurare il pericolo della consegna al mittente delle “chiavi della gestione”, atteso che, ormai da tempo, le cooperative non sono messe nella condizione di rendere agli ospiti delle strutture un servizio efficace e decoroso.

  • Strutture psichiatriche reggine: continua il presidio dei lavoratori

    La giornata di ieri, martedì 14 maggio, ha visto un presidio continuo dei lavoratori delle strutture psichiatriche, dell’Usb e del Coo.La.P., che rivendicano le spettanze inevase dall’inizio dell’anno.
    Nel corso del presidio, che ha visto anche momenti di forte tensione, una delegazione ha incontrato il Prefetto Meloni e il Dr. Giordano della terna commissariale. La comunicazione data dai due commissari ha del grottesco: non possiamo sapere quando si potranno pagare le fatture dei servizi regolarmente prestati perché bisogna rispettare la legalità.

  • Strutture psichiatriche, i lavoratori tornano a protestare e minacciano dimissioni in massa

    Sono tornati a protestare questa mattina i lavori delle strutture psichiatriche del reggino. Ancora infatti non si è sbloccata la situazione dei pagamenti arretrati che in alcuni casi raggiungono i dodici mesi, così come per molti resta incerto anche il futuro. L'ASP da parte sua ha annunciato tutta l'intenzione di sbloccare la vicenda ma per i lavoratori ogni giorno che passa è sempre più difficile anche raggiungere il posto di lavoro. Non di meno resta alta la preoccupazione dei parenti degli ospiti delle strutture che questa mattina hanno manifestato con i lavoratori in via Diana davanti la sede dell'Asp

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.