unci banner

:: NEWS

L’associazione Innamorarsi di Sbarre al lavoro per la riqualificazione della Villetta di Via Botteghelle

L’associazione Innamorarsi di Sbarre al lavoro per la riqualificazione della Villetta di Via Botteghelle

Su Via Botteghelle, alla presenza del direttivo completo, degli associati e dei privati cittadini del quartiere, prosegue intensamente l'attività dell'associazione "Innamorarsi di Sbarre". Oggi, sabato 21 settembre, intera mattinata dedicata...

Maltrattava e perseguitava l’ex compagna, arrestato dalla Polizia di Stato

Maltrattava e perseguitava l’ex compagna, arrestato dalla Polizia di Stato

La Sezione “Reati contro la persona, in danno di minori e sessuali” della locale Squadra Mobile, in esito a delicatissime indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta...

Giornata mondiale dell'Alzheimer: si illumina il Castello Aragonese

Giornata mondiale dell'Alzheimer: si illumina il Castello Aragonese

In occasione della XXVI Giornata Mondiale dell'Alzheimer, il Castello Aragonese di Reggio Calabria resterà illuminato a colori dal 20 al 23 settembre. L'iniziativa, fortemente voluta dall'assessore alle politiche sociali del...

Undici milioni destinati all'edilizia residenziale pubblica, la proposta passa in Commissione Bilancio

Undici milioni destinati all'edilizia residenziale pubblica, la proposta passa in Commissione Bilancio

Più di 11 milioni di euro del Decreto Reggio saranno destinati al settore dell'edilizia residenziale pubblica per l’ampliamento del patrimonio di alloggi comunali destinati dall’Amministrazione alle famiglie più bisognose. La...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAIniziativa di Comune e Città Metropolitana per celebrare il 25 aprile

Iniziativa di Comune e Città Metropolitana per celebrare il 25 aprile

Pubblicato in POLITICA Giovedì, 25 Aprile 2019 13:27

Cosa sarebbe accaduto se non ci fosse mai stato il 25 aprile 1945? E cosa potrebbe accadere se mai dovesse tornare l’incubo della soppressione delle libertà e della democrazia?
La Città Metropolitana ed il Comune di Reggio Calabria vogliono ribadire l’importanza della Giornata della Liberazione dal regime nazifascista aggiungendo un elemento di novità alle consuete celebrazioni.
Oggi, infatti, attraverso l’installazione di alcuni manifesti in Piazza Italia, sulle facciate dei due Palazzi istituzionali e nelle bacheche del teatro “Francesco Cilea”, riemergeranno dalle tenebre leggi e divieti imposti dal “duce” Benito Mussolini. Ciò per far comprendere, soprattutto ai giovani ma anche a quanti i drammi del regime non li hanno vissuti, l’importanza dei diritti conquistati grazie al sacrificio di quanti, per il bene dell’Italia e del suo popolo, hanno dato la vita.

Fascismo, infatti, è sinonimo di morte, oppressione, oscurantismo, repressione, costrizione. È l’antitesi del buono e del giusto. È il male assoluto, il limite più assurdo, crudele e spietato raggiunto dall’uomo.
La libertà di pensiero, di parola, di opinione, di voto, di riunione sono solo alcuni dei Valori che, ormai, diamo quasi per scontati. Ma la libertà può volare via con un soffio. Ogni giorno, nel nostro piccolo, dobbiamo impegnarci per difenderla ed affermarla.
La libertà che oggi celebriamo contro qualsiasi forma di governo autoritario, oppressivo ed antidemocratico, è un traguardo rispetto al quale non dobbiamo mai abbassare la guardia, nemmeno per un solo istante. Dobbiamo, anzi, opporci con forza a chi, a qualsiasi livello, gridando o in maniera subdola e silente, opera per cancellare noi stessi, le nostre scelte, la forza di non condividere quel che ci viene imposto.
La libertà e la democrazia che ci sono state consegnate dai Partigiani prima e dai Padri costituenti poi, sono state pagate a caro prezzo col coraggio e col sangue. È nostro dovere farne sempre memoria.
È un obbligo lottare perché ciò che è stato il Ventennio fascista non possa mai più tornare.

Rc 25 aprile 2019

Letto 221 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Alla Villa Comunale le celebrazioni per il 25 aprile 2019

    Anche Reggio festeggia il 25 aprile, e la liberazione dell'Italia dal nazifascismo, e lo fa come ogni anno grazie alla sezione regina dell'ANPI, ma quest'anno la commemorazione si è tenuta su tutte e due le sponde dello Stretto, la mattina a Reggio mentre nel pomeriggio si è spostata a Messina.
    Come da tradizione la commemorazione inizia con la staffetta partigiana, che da un paio di anni viene fatta dal bus panoramico dell'ATAM, che unisce insolubilmente la celebrazione con la Corrireggio, che ha deposto il proprio mazzo sulla stele del partigiano alla villa comunale.

  • ANPI crescono le adesioni e le iniziative per le celebrazioni del 25 aprile nel reggino

    Si moltiplicano le adesioni e le iniziative per la Festa della Liberazione nel territorio della Città Metropolitana. Numerose sono le adesioni annunziate per l’iniziativa centrale prevista per le ore antimeridiane alla Villa Comunale di Reggio Calabria, per rendere omaggio alla Stele del Partigiano nel giorno che ricorda la Liberazione dalla guerra e dal nazifascismo:

  • Al Parco Ecolandia un 25 aprile ricco di attività per grandi e bambini dal mattino al pomeriggio

    E’ tutto pronto a Parco Ecolandia per la festa di domani. Un 25 aprile ricco di attività per grandi e bambini dal mattino al pomeriggio. L’apertura del parco è come sempre alle ore 10.00. Segue, alle 10.30 la visita guidata al Forte Gullì e al sistema delle fortificazioni umbertine dello Stretto con “il volo di Icaro”. Alle 11.30 narreremo leggende in zattera navigando quietamente sul fossato del Forte mentre, alla stessa ora in area ludica, ci sarà animazione per bambini a cura dell’associazione Lelefante fino alle 12.30. Alle 12.30 secondo giro in zattera per raccontarci le tante leggende dello Stretto.

  • ANPI, il 25 aprile la cantastorie calabrese Francesca Prestia sarà presente a Reggio e Messina

    L’ANPI di Reggio Calabria, tra i promotori della Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto (in sinergia con il Consiglio Regionale, la Città Metropolitana, la Città di Reggio Calabria, l’ATAM e l’ANPI di Messina) ha rivolto, nei giorni scorsi, un pubblico appello ai cittadini, alle associazioni, ai movimenti ed alle organizzazioni sindacali e politiche, sollecitandone l’adesione e la partecipazione. Tra le adesioni, di cui daremo successiva e completa notizia, segnaliamo la disponibilità della cantastorie calabrese Francesca Prestia, con la quale abbiamo concordato la sua partecipazione ad entrambe le iniziative che si svolgeranno a Reggio e Messina in occasione del 74° anniversario del 25 aprile, che restituì la dignità, la libertà e democrazia a tutti gli italiani.

  • ANPI: appello per rendere più ricca, più bella e “plurale” la “Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto”

    Facciamo appello ai cittadini, ai giovani, alle associazioni, ai movimenti, alle chiese, alle organizzazioni sindacali e politiche che condividono i valori della nostra Costituzione, nata dall’antifascismo e dalla Resistenza, a ritrovarci tutti insieme il 25 aprile 2019 (74° anniversario della Liberazione) davanti alla “Stele del Partigiano”, all’interno della Villa Comunale di Reggio Calabria, per rendere più ricca, più bella e “plurale” la “Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto”.
    Quest’anno il 25 aprile 2019 cade in un contesto segnato non solo da segnali preoccupanti di fascismi e razzismi ma anche (ed è cosa intollerabile e gravissima) da atteggiamenti e dichiarazioni di rappresentanti delle Istituzioni, che annunziano di non partecipare o non organizzare iniziative pubbliche per dare rilievo alla Festa della Liberazione, ignorando e calpestando i valori fondamentali sanciti dalla nostra Carta Costituzionale.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.