unci banner

:: NEWS

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

È importante che, a problemi strutturali, si diano risposte strutturali. Ribadiamo, anche da questo palcoscenico, che chi di dovere deve avere l'umiltà di sedersi intorno ad un tavolo, con tutte...

A Palazzo Campanella il convegno "Racket, tre mafie a confronto"

A Palazzo Campanella il convegno "Racket, tre mafie a confronto"

"Iniziative come questa sono la testimonianza che, tutti uniti lavorando verso una direzione comune, possiamo definitivamente spezzare i tentacoli della piovra mafiosa". Così, il sindaco Giuseppe Falcomatà, ha salutato gli...

Villa, rifiuti zero. Il Conai finanzia il progetto di sensibilizzazione

Villa, rifiuti zero. Il Conai finanzia il progetto di sensibilizzazione

Con riferimento al Bando Anci Conai per la comunicazione locale – edizione 2019, il comune di Villa San Giovanni è stato ammesso al cofinanziamento di 45mila euro per il progetto...

A palazzo Corrado Alvaro la visita del cardinale Ernest Simoni

A palazzo Corrado Alvaro la visita del cardinale Ernest Simoni

S’è tenuto questa mattina, nella sala “Monsignor Ferro” di Palazzo Alvaro, l’incontro istituzionale tra il cardinale Ernest Simoni e il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà – introdotto da Marcello Condorelli, portavoce...

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

C'è anche Caulonia tra i centri beneficiari del finanziamento milionario per i beni culturali del distretto della Locride deliberato dalla Giunta Regionale. Ammonta infatti a 1 milione e 400 mila...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAL’Udc tornerà in Consiglio regionale. Talarico: «Lista completata per il 70%»

L’Udc tornerà in Consiglio regionale. Talarico: «Lista completata per il 70%»

Pubblicato in POLITICA Sabato, 13 Luglio 2019 20:20

Prosegue senza sosta il lavoro di radicamento dell’Udc su tutto il territorio regionale. Dopo l’ottimo risultato ottenuto alle elezioni europee, con gli 8.500 voti raccolti da Lorenzo Cesa divenuto poi il primo dei non eletti, l’obiettivo è ovviamente quello di riuscire a tornare ad essere rappresentati in Consiglio regionale.
Una meta ambiziosa che il segretario regionale Francesco Talarico non vuole mancare e per raggiungere la quale si sta spendendo in prima persona anche attraverso il continuo confronto con amministratori, elettori e rappresentanti della società civile che si riconoscono nei valori del centrodestra moderato.

All’ultima di queste riunioni, che ha avuto luogo giovedì 12 luglio al “THotel” di Lamezia Terme, ha preso parte anche il segretario nazionale Lorenzo Cesa che ha nuovamente ribadito la sua intenzione di seguire, passo dopo passo, il processo di crescita del partito in Calabria e della formazione della lista per le regionali.
«Un grande segnale di attenzione – ha detto a tal proposito Francesco Talarico – che ci inorgoglisce e ci sprona a proseguire lungo la strada intrapresa. La nostra lista per la prossima competizione elettorale può considerarsi completa al 70% con l’individuazione di candidati importanti in tutte le province calabresi e anche grazie al dialogo intrapreso con il professore Pino Nisticò. Naturalmente – ha proseguito Talarico – il nostro partito rimane aperto al contributo di tutti i soggetti, politici e appartenenti alla società civile e al mondo dell’associazionismo, e in Calabria il bacino di riferimento è molto ampio, che si riconoscono nei valori Udc e dei moderati e vogliono dire basta al dilagare dei populismi. La politica della responsabilità deve tornare ad avere la supremazia – dice ancora il segretario regionale dell’Udc – e sconfiggere chi pensa soltanto ad inseguire i sondaggi di giornata e coniare slogan vuoti soltanto per compiacere la tribù dei social. C’è bisogno, invece, di una classe dirigente che sappia assumersi la responsabilità del governo per risolvere concretamente i problemi quotidiani dei cittadini».
La strada naturalmente è ancora lunga, ma il partito che si sta muovendo in maniera unitaria, vuole arrivare con un programma di governo ben definito alle prossime regionali. «Le elezioni per il rinnovo del governo regionale – dice ancora Talarico – sono un appuntamento fondamentale e l’Udc, partendo dal buon risultato ottenuto alle europee, riuscirà a superare la soglia di sbarramento del 4% tornando nella massima assemblea elettiva calabrese. E da qui – così come non si stanca di ripetere Lorenzo Cesa – potrà partire anche la rincorsa alle elezioni politiche che, con buona probabilità, si svolgeranno subito dopo la finestra delle regionali. L’Udc dimostrerà di essere determinante, così come lo è stato fino ad ora, all’interno della coalizione di centrodestra unita insieme a Lega, Fdi e Fi. Con il centrodestra unito e l’Udc presente al suo interno tutti gli appuntamenti elettorali regionali dal mese di marzo del 2018 sono risultati vittoriosi. E tante altre vittorie seguiranno – conclude Talarico – se la coalizione saprà essere compatta intorno ai propri valori e a credibili e concreti programmi di governo».

Francesco Talarico
Segretario Regionale Udc Calabria

Rc 13 luglio 2019

Letto 141 volte

Articoli correlati (da tag)

  • «L’Udc sarà il valore aggiunto per la coalizione di centrodestra». L’appello di Paola Lemma all’unità

    «L’Udc è pronto a dare il proprio contributo in vista delle prossime elezioni regionali e delle comunali di Reggio Calabria, con la consapevolezza di poter essere determinante per il successo della coalizione di centrodestra che si presenterà unita e coesa all’appuntamento con le urne».
    Ad affermarlo è il commissario provinciale dell’Udc della Città Metropolitana di Reggio Calabria Paola Lemma.

  • Le riflessioni di Paolo Arillotta (UDC) sulla politica cittadina e il futuro della città

    I recenti avvenimenti, sia giudiziari che politici, irrompono nella riflessione sul futuro della città ad iniziare dalle prossime elezioni comunali.
    Gli eruditi affermano che se Atene piange Sparta non ride, ed è proprio così.
    Non voglio esprimere giudizi sull’attuale Amministrazione, non fosse altro perché provenendo essi da un rappresentante di una forza politica della fazione opposta, sarebbero scontatamente e forse anche pregiudizialmente negativi. Li lascio quindi alla riflessione dei cittadini, che ne dicono già abbastanza.

  • Il cordoglio del segretario regionale dell’Udc Talarico per la scomparsa di Franco Pilieci

    «La scomparsa di Franco Pilieci segna un momento di lutto e una grave perdita per la politica calabrese. Storico dirigente Udc e amministratore di lungo corso, con esperienze da consigliere regionale e assessore a Girifalco, ha saputo dare un grande contributo per la crescita del partito e della comunità per la quale si è sempre speso e adoperato».
    Queste le parole di cordoglio del segretario regionale dell’Udc Francesco Talarico espresse per ricordare l’amico e collega di partito, nonché per porgere le più sentite condoglianze ai familiari di Franco Pilieci.

  • Paolo Arillotta è il commissario cittadino Udc per Reggio Calabria. La soddisfazione di Paola Lemma

    «Un altro piccolo tassello lungo il percorso che farà ritornare l’Udc alle percentuali di consenso di un tempo e che, ancora oggi, rappresentano l’effettiva consistenza dell’elettorato moderato calabrese che aspetta solo di avere una casa in cui confluire. Con grande soddisfazione annuncio la nomina del commissario cittadino per Reggio Calabria individuato in Paolo Arillotta, nome sul quale c’è stata la completa convergenza da parte del segretario regionale Francesco Talarico, del suo vice Luigi Fedele e del segretario nazionale Lorenzo Cesa».

  • Lemma (UDC): “Consiglio regionale inadeguato, si chiuda subito la legislatura”

    «Ancora una volta i calabresi sono stati costretti ad assistere ad uno spettacolo indecoroso – afferma la commissaria provinciale dell’Udc Paola Lemma riferendosi all’ultima seduta del Consiglio regionale – che mortifica ruolo e funzione della massima assemblea elettiva calabrese e rischia di affossare definitivamente ogni speranza di sviluppo del nostro territorio».
    «La maggioranza di centrosinistra che dovrebbe sostenere il governatore Mario Oliverio non esiste più da molti mesi – dice ancora Paola Lemma – e il contributo del centrodestra non può certo diventare strutturale così come pensano, evidentemente, i maggiorenti del Pd. Ognuno degli attori di palazzo Campanella dovrebbe trarre le conseguenze di quanto sta avvenendo negli ultimi mesi e chiudere una disastrosa esperienza di governo per ridare la parola ai calabresi il prima possibile».

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.