unci banner

:: NEWS

Finale col botto per l’International Fashion Week 2019: il successo della seconda serata di sfilate

Finale col botto per l’International Fashion Week 2019: il successo della seconda serata di sfilate

Cala il sipario sulle sfilate della IV edizione dell’International Fashion Week. Un successo di talenti, ospiti e pubblico per l’evento promosso dalla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer in collaborazione con...

Orto e Mangiato: l’orto della Comunità Sant’Arsenio

Orto e Mangiato: l’orto della Comunità Sant’Arsenio

Da 5 anni portiamo avanti come cooperativa Comunità Sant’Arsenio la sperimentazione del progetto “Orto e Mangiato”, un orto Comunitario: piccoli appezzamenti di terreno “affittati” a servizio di “nuovi contadini”. Negli...

Arsac: Il suino nero di Calabria è risorsa e volano di sviluppo dell’agricoltura calabrese

Arsac: Il suino nero di Calabria è risorsa e volano di sviluppo dell’agricoltura calabrese

Nell’Ottocento un romanziere inglese scriveva che “qui, dovunque mi volgessi, incontravo maiali neri e magri che grugnivano, sgambettavano e strillavano”. Parlava del suino nero di Calabria, un maiale che si...

Antonimina: Grande successo per la Festa delle Rose 2019

Antonimina: Grande successo per la Festa delle Rose 2019

Si sa, gli dei amano le rose. Coloro che, domenica scorsa, sfidando pioggia, fulmine e saette previsti al sud, sono arrivati alla Casa delle Erbe, ad Antonimina, hanno potuto verificarlo....

Roccella Jonica, inaugurato il nuovo waterfront

Roccella Jonica, inaugurato il nuovo waterfront

“Questo lungomare ci racconta su cosa deve puntare il nostro territorio: cultura, bellezza e legalità”. Così, nella giornata di ieri, il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà ha inaugurato il nuovo Waterfront...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAMalara: PD in Calabria ha bisogno di seguire direttive da Roma

Malara: PD in Calabria ha bisogno di seguire direttive da Roma

Pubblicato in POLITICA Lunedì, 14 Gennaio 2019 10:16

Le difficoltà susseguitesi negli scorsi mesi, la scadenza di mandato di Magorno e la difficoltà avvertita nel trovare candidati alle Primarie Regionali in Calabria, impongono un cambio di rotta interno al PD Calabrese. - a scrivere è il Segretario Del PD della sezione di Sbarre Antonio Malara - Intere sezioni e aree territoriali, risultano addirittura prive di tessere per effettuare il tesseramento 2018, per altro già scaduto a fine dicembre e prerequisito fondamentale per affrontare i congressi, nel frattempo che le convenzioni provinciali sono già partite in molti circoli nel resto del territorio nazionale. C’è la necessità - conclude il dirigente Dem Malara - che il partito centrale intervenga suggerendo nuove direttive per avviare un processo che ravvivi un partito totalmente bloccato.

Rc 14 gennaio 2019

Letto 200 volte

Articoli correlati (da tag)

  • PD. Malara. Sui diritti civili non ci si può fermare, aderire compatti al pride del 27 luglio

    La fase di totale regressione politica e di ritorno a speculative logiche antiche da parte di una certa classe politica, che ha bisogno di urlare contro qualcuno per proporre la propria continua campagna elettorale, impone di aderire con convinzione al Reggio Calabria Pride 2019. - a scrivere è il segretario della sezione di sbarre del PD Antonio Malara - Reggio Calabria pride dovrà significare anche altro: dovrà significare lotta al femminicidio, lotta alle discriminazioni di ogni genere e soprattutto capacità di non accontentarsi. - prosegue il segretario DEM - Omosessualità non significa diversità, la base di partenza deve essere questa per rivendicare parità di diritti, se pur molto è già stato fatto in tal senso. Pertanto aderisco e condivido la visione che questo Reggio Calabria Pride vuole dare. Una visione maturata da un mondo LGBTQI capace di lavorare con e nelle istituzioni anche in una difficile realtà locale - Conclude Malara - Il 27 luglio saremo al fianco di tutti e tutte. Buon Pride!

  • Elezioni europee, l'assessore Lucia Nucera nella rosa del PD

    Ecco la lista del #PartitoDemocratico nella Circoscrizione Meridionale per le prossime elezioni #Europee. A dare l'annnuncio direttamente dal suo profilo social il commissario Stefano Graziano: "In bocca al lupo a tutti. Franco Roberti, Pina Picierno, Andrea Cozzolino, Elena Gentile, Giosi Ferrandino, Gerarta Ballo, Nicola Brienza, Caterina Cerroni, Nicola Caputo, Lucia Nucera, Franco Iacucci, Anna Marra, Massimo Paolucci, Leila Keichoud, Eduardo Piccirilli, Anna Petrone, Ivan Stomeo, Mariella Verdoliva".

  • Angela Martino (PD) su esclusione Porto Gioia dalla Via della Seta

    Il governo gialloverde ha inflitto una nuova mortificazione al Porto di Gioia Tauro, non prevedendo il suo inserimento fra gli scali portuali che saranno protagonisti delle reti commercali del mare nell'ambito del Memorandum siglato tra Cina e Italia. Una ennesima “disattenzione” dopo la disarticolazione del sistema portuale calabrese con l'illogico distacco dallo stesso dei porti di Reggio Calabria e Villa San Giovanni, prontamente impugnato dalla Regione Calabria innanzi alla Corte Costituzionale, le mancate risposte sull'operatività della Zes e sui fondi PON Infrastrutture e Reti inspiegabilmente inutilizzati, nonostante i continui solleciti della Giunta Oliverio.

  • Angela Martino (PD) su ipotesi dissesto Comune

    “L’impegno e la costanza con cui il sindaco Falcomatà sta seguendo la questione che vede il nostro Comune a rischio di dissesto finanziario, pare produrranno il risultato atteso. La nuova trasferta romana del primo cittadino è servita a suggellare un impegno politico del governo, rappresentato dalla sottosegretaria all’Economia Laura Castelli, da parte del quale a questo punto si attende l’ufficializzazione dei provvedimenti concordati con Falcomatà. Evitare il dissesto di Reggio, che assieme ad altri cento Comuni ha applicato una legge dello Stato ora dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale, è di vitale importanza. Un Comune già sciolto per mafia nella sua storia recente, non può e non deve subire l’ulteriore mortificazione del crac finanziario.

  • PD, le riflessioni di Pinone Morabito dopo il voto di marzo

    Sin da subito abbiamo condiviso le ragioni della candidatura a segretario di Nicola Zingaretti, silenziosamente come è il nostro costume fare, ma con la ferma determinazione di ricostruire un Partito Democratico vittima delle guerre fratricide tra correnti, lontano dal suo popolo, staccato dai territori, incapace di rappresentare i principi ed i valori di quella sinistra che hanno reso l’Italia più giusta e con più diritti, ad affermarlo è il coordinatore regionale di SinistraDem Pinone MORABITO.
    Il voto del 4 Marzo, non ha solo sancito il fallimento politico del PdR (Partito di Renzi), ma ci ha posto oggi più che mai l’interrogativo di quale fosse la nostra funzione dentro la società italiana, di fronte alla scelta di decidere da quale parte stare; penso alla povertà diffusa che aumenta, alle diseguaglianze, al tema del lavoro che manca, al rischio ambientale e alle difficoltà per milioni di italiani ad accedere al sistema sanitario nazionale.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.