unci banner

:: NEWS

Bovalino, torna il concorso "Presepi in Mostra"

Bovalino, torna il concorso "Presepi in Mostra"

L' Associazione di Promozione Sociale Italia Night & Day con il patrocinio di S.E. Mons. Francesco Oliva Vescovo della Diocesi di Locri – Gerace e con il patrocinio del Comune...

Insediata a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana

Insediata a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana

Si è insediata questa mattina a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana di Reggio Calabria.Immediatamente operativo l’organismo, del quale fanno parte Luciano Cama, Giuseppina Palmenta, Eleonora Maria...

Ponte di Paterriti, il cantiere procede speditamente. Falcomatà: "La frazione dice addio all'isolamento"

Ponte di Paterriti, il cantiere procede speditamente. Falcomatà: "La frazione dice addio all'isolamento"

Questa mattina, il sindaco Giuseppe Falcomatà ha effettuato un sopralluogo sul cantiere del Ponte di Paterriti. L’imponente infrastruttura è fondamentale per gli abitanti della frazione collineare visto che, ad opera...

Riaperti i termini per l'iscrizione alle Consulte comunali

Riaperti i termini per l'iscrizione alle Consulte comunali

Riaperti i termini per l’iscrizione alle Consulte per le associazioni già iscritte all’Albo comunale.Lo comunica l’assessore con delega alla partecipazione Irene Calabrò. “Dall’esame dell’Albo delle Associazioni abbiamo rilevato che erano...

Tutti gli appuntamenti della Esse Emme Musica a Reggio Calabria

Tutti gli appuntamenti della Esse Emme Musica a Reggio Calabria

Mancano ormai poche settimane alla partenza della programmazione prevista nella Città metropolitana di Reggio Calabria dalla Esse Emme Musica, che proporrà come di consueto una ricca serie di grandi eventi....

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICANucera (La Calabria che vogliamo": "bene regionalismo differenziato"

Nucera (La Calabria che vogliamo": "bene regionalismo differenziato"

Pubblicato in POLITICA Martedì, 17 Settembre 2019 17:43

"Non sono contrario al regionalismo differenziato, anzi. L'autonomia differenziata non è un qualcosa contro le Regioni del Sud, può essere al contrario quella chiave di volta che stiamo attendendo da anni". Così Giuseppe Nucera, promotore del movimento "La Calabria che vogliamo", già presidente di Confindustria a Reggio Calabria, candidato a governatore della Regione, risponde alle polemiche di questi giorni sul tema del regionalismo differenziato.

Secondo Nucera - che domenica ha sciolto la riserva sulla sua discesa in campo per le prossime regionali - "l'autonomia riuscirebbe a valorizzare capacità e competenze regionali della Calabria. Sarebbe così l'occasione che la regione aspetta da tempo per smontare gli stereotipi, i falsi idoli, i teoremi che accomunano tutto il Sud".

"Una maggiore autonomia consentirebbe anche di attuare quelle politiche forti di internazionalizzazione ad oggi assenti, senza dipendere dalle disposizioni del Governo centrale. Da anni - racconta Nucera - le imprese del Sud prendono meno incentivi di quelle del Nord. Sono dati di contabilità pubblica".

"Al Mezzogiorno non mancano le energie, le risorse e le competenze giuste. Inoltre sono convinto che i calabresi, a parità di condizioni, possono superare di gran lunga lombardi e veneti" conclude l'imprenditore.
17 settembre 2019
Ufficio stampa
Erika Letizia Anna Ciancio

Letto 77 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Calabria, la ricetta di Nucera: puntare su eccellenze. Incontro con gli operatori turistici ieri a Lamezia Terme

    "Non ho la bacchetta magica per risolvere tutti i problemi, ma ho il coraggio e la determinazione per cambiare le cose. Voglio coinvolgere i calabresi di successo che ancora vivono nella nostra terra, con chi l'ha dovuta lasciare". Lo ha detto il candidato alle prossime elezioni regionali, l'imprenditore Giuseppe Nucera, già presidente di Confindustria Reggio Calabria, rivolgendosi ai giornalisti, in occasione dell'incontro con gli operatori turistici della Calabria, tenutosi ieri a Lamezia Terme (Cz), per un progetto di promozione nei grandi mercati esteri. "La Calabria è una regione meravigliosa, ricca di bellezze paesaggistiche, culturali e artistiche. La politica, con la sanità, ha fatto affari e clientela portando la sanità calabrese pubblica al disastro. Ma in realtà -sottolinea Nucera - abbiamo cliniche e laboratori privati che sono eccellenze, al pari delle migliori realtà del nord".

  • Fuga di cervelli, Nucera (La Calabria che vogliamo): dobbiamo far tornare i giovani

    "Mentre il Meridione sprofonda, la politica continua, in modo ossessivo, ad evocarlo, da un quarto di secolo. Tutte chiacchiere e pochi fatti. Se la nostra terra è in preda ad una desertificazione davvero drammatica, se i cervelli sono fuggiti a Berlino o a Milano, in fondo, fa poca differenza. Il punto è: come possiamo convincerli a tornare?" E' l'allarme lanciato su "AffarItaliani" da Giuseppe Nucera, imprenditore del settore turistico, già capo di Confindustria Reggio Calabria, candidato alle prossime Regionali. "Ho vissuto sulla mia pelle cosa significa andare a imparare un mestiere.

  • Nucera (La Calabria che vogliamo) si candida: servono uomini del fare

    Alla guida della Regione, grazie all'azione concreta di un nuovo movimento e di una classe dirigente che nulla ha a che fare con i disastri del passato. Per uscire dalla crisi profonda in cui versa la sua terra e permettere alla Calabria di diventare il traino economico per tutto il Mezzogiorno. Giuseppe Nucera, imprenditore ed ex presidente di Confindustria a Reggio Calabria, scioglie la riserva in vista delle prossime elezioni regionali e annuncia di voler "contribuire in prima persona", con "La Calabria che vogliamo", con cui "pretendere di prendere parte alla guida della Regione".

  • A Reggio Calabria l'assemblea costituente dell'Associazione "La Calabria che vogliamo"

    Domenica 15 Settembre, alle ore 10, presso l'aula Magna Quistelli del dipartimento di Architettura - Università Mediterranea - a Reggio Calabria, sarà presentata la piattaforma di impegno civico e di pensiero politico, economico ed istituzionale "La Calabria che vogliamo". "La Calabria è una regione dalle mille potenzialità inespresse, a causa anche di una reputazione negativa che si porta dietro prurtroppo da anni. Un pesante fardello, ingiustificato, di cui i nostri concittadini farebbero volentieri a meno. Ecco quindi il punto nodale: bisogna voltare pagina, cambiare registro. Basta con i luoghi comuni che hanno frenato lo sviluppo della nostra terra, che può invece ambire a divenire il traino di tutto il Mezzogiorno", afferma il promotore dell'associazione, Giuseppe Nucera, imprenditore, già presidente di Confindustria nella città.

  • Nucera (La Calabria che vogliamo): ora i fatti, pronto a contribuire in prima persona

    "La questione meridionale è stata eliminata dal dibattito politico nazionale. Serve una visione strategica, un'azione concreta per lo sviluppo del Sud e della Calabria". A chiedere un cambio di passo deciso, rispetto alle "passerelle" del passato, è l'imprenditore Giuseppe Nucera, già presidente di Confindustria Reggio Calabria, oggi promotore dell'Associazione "La Calabria che vogliamo", che in un'intervista al Tempo, sull'operato dell'ex ministro per il Sud Lezzi, afferma: "È sembrata un'apparizione mistica, ma senza miracolo. Un passaggio che non ha lasciato alcun segno o, per essere buoni, pochi ne hanno percepito l'esistenza".

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.