unci banner

:: Evidenza

E' rinvio a giudizio per il "Caso Miramare"

E' rinvio a giudizio per il "Caso Miramare"

Rinvio a giudizio per il primo cittadino Giuseppe Falcomatà e buona parte della Giunta comunale del tempo insieme ad alcuni dirigenti comunali per il “Caso Miramare”. La prima udienza si terrà tra due mesi. Le...

Undici provvedimenti di Daspo: cinque per Reggina-Catanzaro e sei per Palmese-Gela

Undici provvedimenti di Daspo: cinque per Reggina-Catanzaro e sei per Palmese-Gela

Non si è fatta attendere la risposta del Questore della Provincia di Reggio Calabria dopo i deprecabili episodi del 27 gennaio e del 3 febbraio scorso, relativi rispettivamente all’incontro disputato allo stadio Lo Presti di...

Sissy Trovato Mazza, il governo risponde all'interpellanza di Cannizzaro

Sissy Trovato Mazza, il governo risponde all'interpellanza di Cannizzaro

A seguito della mia interpellanza parlamentare sull'omicidio dell'agente Sissy Trovato Mazza, il Governo ha intrapreso azioni ineludibili alla ricerca della verità sui fatti tristemente noti, e oggi, tramite il Sottosegretario di Stato alla Giustizia Vittorio...

Alberi rasi e nidi distrutti in piazza San Giorgio: gli storni sfrattati con la forza

Alberi rasi e nidi distrutti in piazza San Giorgio: gli storni sfrattati con la forza

La presenza degli storni nelle città, da sempre rappresenta un rapporto di amore e odio. Indimenticabili nei loro voli di gruppo nel cielo all’alba o al tramonto, quando a sera tornano tra gli alberi insieme...

LegaPro. La Virtus Francavilla batte la Reggina. Decide Sarao dal dischetto (1-0)

LegaPro. La Virtus Francavilla batte la Reggina. Decide Sarao dal dischetto (1-0)

Reggio Calabria. La Reggina cade al “Fanuzzi” di Brindisi contro la Virtus Francavilla. Manuel Sarao a dieci minuti dalla fine dal dischetto decreta la sconfitta amaranto. La partita è stata fortemente condizionata dal terreno di...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAPd, Enza Bruno Bossio replica ai parlamentari 5stelle su bando periferie

Pd, Enza Bruno Bossio replica ai parlamentari 5stelle su bando periferie

Pubblicato in POLITICA Sabato, 15 Settembre 2018 20:32

La deputazione calabrese 5stelle, invece di nascondersi dalla vergogna per aver votato contro i propri elettori, sul bando per le periferie ci propina l’ennesima montagna di bugie. I fondi c’erano tutti, stanziati in due tranche con leggi della Repubblica: la legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) e la legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di stabilità 2017). I progetti sono stati selezionati sulla base di una graduatoria (altro che assenza di valutazione) e lo Stato ha concluso con tutti gli enti locali una convenzione che ha validità giuridica a tutti gli effetti con tanto di via libera della Ragioneria dello Stato.

Nel loro delirio di male fede mista a insopportabile ignoranza, i parlamentari 5 stelle confondono le pere con le mele. I fondi delle periferie sono dello Stato e vengono dati ai Comuni; i fondi dell’avanzo di amministrazione sono dei Comuni, e quindi con questa operazione lo Stato li taglia ai Comuni. Imparino la differenza tra bilancio di cassa e bilancio di competenza, prima di parlare altrimenti producono solo danni e disastri. L’intesa sancita dalla Corte Costituzionale si poteva trovare in un quarto d’ora in Conferenza Unificata Stato-Regioni-Enti locali, invece loro con questo pretesto hanno smontato tutto, producendo danni incalcolabili sui bilanci degli enti locali. L’aspetto ancora più odioso di questa vicenda è che è stata compiuta un’operazione che colpirà soprattutto il Sud, perché alla fine la Lega farà recuperare i fondi ai Comuni del Nord amministrati dalla Lega stessa e sul tappeto, per colpa loro, si sarà ancora e una volta un solo sconfitto: il Mezzogiorno.

Enza Bruno Bossio

Deputata Pd

RC 15 settembre 2018

Letto 183 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Sabato mattina alla Città Metropolitana organizzato un confronto politico

    Le necessità della nostra area metropolitana Reggina impongono una particolare attenzione al piano strategico metropolitano. Il nuovo assetto costituito prevede una collaborazione fra le varie realtà del territorio al di sopra delle parti. Bisogna cominciare a riunire gli amministratori, la politica e la società civile impegnata, per affrontare le principali tematiche di costruzione della città metropolitana. Bisogna investire sulle fusioni dei comuni, spiegandone i vantaggi e le autonomie mantenute, e riconfigurare la ponderazione elettorale.

  • Richichi su commissariamento Federazione PD Calabria

    La federazione del PD calabrese è stata commissariata dall’onorevole Orfini, rappresentante del partito nazionale. Non possiamo non rilevare che il provvedimento, adottato contro il parere di tutta la delegazione calabrese giunta a Roma per avere comunicazioni sul congresso regionale, è illegittimo ed illegale perché l’onorevole Orfini non ha titolo a predisporre atti politici di natura straordinaria in quanto rappresenta solo sé stesso che nel PD nazionale è una infima minoranza. Ma, aldilà degli aspetti statutari che, generalmente, vengono superati dal detto: “è la politica, bellezza “, il commissariamento era una cosa prevedibile dopo anni, soprattutto l’ultimo, di assenza dalla politica del PD regionale.

  • Stefano Graziano nominato nuovo commissario del PD calabrese

    Non sara’ l’ex senatore Stefano Esposito il commissario del Pd calabrese che avrebbe rifiutato per questioni di lavoro, ma l’ex deputato e attuale consigliere regionale campano, Stefano Graziano

  • Commissariato il PD calabrese, nominato Stefano Esposito

    Il PD calabrese è stato commissariato dal Presidente del partito Matteo Orfini. A ricoprire il ruolo di commissario per la Calabria l’ex senatore Stefano Esposito

  • Malara: PD in Calabria ha bisogno di seguire direttive da Roma

    Le difficoltà susseguitesi negli scorsi mesi, la scadenza di mandato di Magorno e la difficoltà avvertita nel trovare candidati alle Primarie Regionali in Calabria, impongono un cambio di rotta interno al PD Calabrese. - a scrivere è il Segretario Del PD della sezione di Sbarre Antonio Malara - Intere sezioni e aree territoriali, risultano addirittura prive di tessere per effettuare il tesseramento 2018, per altro già scaduto a fine dicembre e prerequisito fondamentale per affrontare i congressi, nel frattempo che le convenzioni provinciali sono già partite in molti circoli nel resto del territorio nazionale. C’è la necessità - conclude il dirigente Dem Malara - che il partito centrale intervenga suggerendo nuove direttive per avviare un processo che ravvivi un partito totalmente bloccato.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.