unci banner

:: NEWS

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività d’iniziativa indirizzata al controllo economico-finanziario del territorio, hanno proceduto al sequestro di 1,6 chilogrammi...

Tutto pronto per la kermesse “Arte sotto le stelle”

Tutto pronto per la kermesse “Arte sotto le stelle”

Si è svolta a palazzo Alvaro, sede della citta metropolitana di Reggio Calabria, la conferenza stampa di presentazione di “Arte sotto le stelle”, evento nato per festeggiare i 50 anni...

Al Tempietto luci e suoni off per i bimbi con spettro autistico

Al Tempietto luci e suoni off per i bimbi con spettro autistico

Luci e suoni off per consentire ai bambini che soffrono delle sindromi dello spettro autistico di poter accedere al Luna Park e godere di momenti di svago e divertimento in...

GEP: La memoria ritrovata, l'archivio storico dell'Istituto Tecnico Statele Economico "Raffaele Piria"

GEP: La memoria ritrovata, l'archivio storico dell'Istituto Tecnico Statele Economico "Raffaele Piria"

ln occasione delle Glornate Europèe del Patrimonio 2019, al 21 settembre la Soprintendenza archivistica e bibliografica della Calabria, in collaborazione con l'Istituto Tecnico Commerciale "R. Pìria" di Reggio Calabria promuove...

"Innamorarsi in Stazione" riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre

"Innamorarsi in Stazione" riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre

Dal 3 ottobre riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre, dopo la breve pausa estiva e le recenti emozioni vissute in occasione della tredicesima edizione del premio Simpatia...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAPerrone (CISL): “Manifestazione unitaria a Reggio, fondamentale per maturare una nuova consapevolezza di futuro”

Perrone (CISL): “Manifestazione unitaria a Reggio, fondamentale per maturare una nuova consapevolezza di futuro”

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 21 Giugno 2019 08:03

Una portata storica, quella dell’evento del 22 giugno. I sindacati Cgil, Cisl e Uil, in maniera unitaria hanno scelto Reggio, e la Calabria, per ribadire la centralità del Sud all’interno del sistema Paese. Non è retorica decifrare il Sud come motore trainante senza il quale, il resto del Paese faticherebbe. Un Paese che procedendo a due velocità diverse, rischia di creare una polarizzazione economica e dunque sociale, degna della più traumatica versione della Questione Meridionale.
L’impegno e la presenza delle tre strutture sindacali, in riva allo Stretto sabato, testimonierà una rilevanza che mai era stata denunciata o quantomeno traslata all’attenzione del Governo centrale. Il sud in questo contesto storico frammentato, ha bisogno di lavoro, di investimenti, di infrastrutture; in altre parole ha bisogno di un futuro accessibile alle aspettative di vita dei suoi cittadini.

Non può e non deve scomparire dall’agenda di Governo; la prerogativa politica di far ripartire il Mezzogiorno deve rappresentare la stella polare di un’azione istituzionale che aggreghi il Paese, piuttosto che dividerlo e lacerarlo con il regionalismo differenziato. Viviamo un periodo di recessione profonda che genera scompensi economici asimmetrici: assai più grave la ripercussione al Sud. Solo una forte politica economica che aiuti a superare le trappole che ostacolano la ripresa, può rappresentare l’ultima spiaggia per una città Metropolitana, come Reggio Calabria, che arranca. Occorre sbloccare i cantieri, investire in edilizia scolastica ed infrastrutture, rilanciando la Zona economica speciale e il Porto di Gioia Tauro, sbloccare le assunzioni e contestualmente praticare una totale bonifica del comparto sanitario, finanziare l’ultimazione del megalotto della statale 106 e garantire una presenza costante nell’azione di contrato alla ndrangheta.
Pochi ma importanti appunti per il governo che saranno amplificati grazie alla manifestazione di sabato prossimo, alla quale hanno dichiarato la loro convinta adesione centinaia di comuni e di amministratori locali, di associazioni e di pezzi importanti della società civile. Un’iniziativa dunque che va ben oltre la protesta, e che avrà la mission di richiedere, a gran voce, una nuova politica di crescita e di sviluppo per il Mezzogiorno e per la Calabria, anche e soprattutto per arrestare un’affliggente e sempre più crescente migrazione giovanile.
La gente del Sud ha il diritto di maturare e realizzare i propri sogni nella propria terra.
Ufficio Stampa UST CISL Reggio Calabria

Rc 21 giugno 2019

Letto 128 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Perrone su Porto Gioia Tauro: bene 140mln di investimenti e raddoppio container, ma non abbassare la guardia su Zes

    Accogliamo con grande soddisfazione la notizia degli investimenti concretamente avviati da MSC, azionista di riferimento del terminalista MCT, che da qualche mese ha assunto il controllo dell’infrastruttura calabrese. Anche il raddoppio dei container è un aspetto che genera ottimismo e fa ben sperare in considerazione di un effettivo e quanto mai necessario rilancio del Porto di Gioia Tauro. Le belle notizie vanno accolte senza riserve, perché siamo fermamente convinti che ciò che di buono si produce in questo territorio è giusto vada raccontato e venga posto al centro della ribalta mediatica.

  • Rosy Perrone: “Bene il credito d’imposta per la Zes, ma da subito la si riempia di contenuti”

    Dal 25 settembre per la Zona economica speciale di Gioia Tauro un'occasione importante: sarà disponibile il credito di imposta in maniera automatica per tutte le imprese che vorranno investire nel suo perimetro. Uno strumento cardine per l'effettivo rilancio di un'area da decenni martoriata.
    Il Governo ha fatto la sua parte, adesso subito a lavoro per creare le adeguate condizioni di futuro, dal punto di vista economico e soprattutto sociale. Indispensabile per la nostra terra.

  • Rosi Perrone: “Vicinanza agli operatori Hospice, il cui servizio è testimonianza d’amore”

    La chiusura della struttura dell’ Hospice - Via delle Stelle, non può lasciare indifferenti; e rispetto ad una partecipata e sincera forma di rimostranza da parte di tutti, verso questo triste passaggio, occorre interrogarci su quanto si possa essere effettivamente determinanti affinché la sanità reggina, pur vivendo un momento delicato che ha tutto il nostro appoggio affinché possa essere caratterizzata da criteri di legalità praticata, non perda un baluardo di assistenza e soprattutto di umanità quale l’Hospice. La comunità parteciperà al sit in di domani in piazza Prefettura e questo è un ottimo segnale sia per tutelare la dignità dei lavoratori dell’ Hospice sia per dare un contributo dunque per scongiurare la fine di un servizio rivolto, non solo a coloro i quali decidono di farsi accompagnare negli ultimi istanti della propria vita, ma anche ai loro familiari che alla struttura affidano le più fievoli speranze di mitigazione di sofferenze.

  • Ripartiamo dal Sud per unire il Paese: Reggio per un giorno voce del Mezzogiorno senza futuro

    Reggio Calabria diventa per un giorno la voce del Sud che chiede futuro, sanità e lavoro. Un fiume colorato che ha pacificamente invaso il centro cittadino sin dalle prime ore del mattino quello dei tanti arrivati dalle regioni vicine: Sicilia, Puglia, Campania ma anche dal Nord. Oltre ventimila secondo le stime degli organizzatori i partecipanti alla manifestazione "Ripartiamo dal Sud per unire il Paese" promossa da Cgil,Cisl e Uil. Presenti tra i tanti lavoratori precari, migranti, in cassa integrazione, i segretari generali: Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo che hanno poi chiuso la manifestazione in piazza Duomo.

  • Porto di Gioia Tauro, Rosi Perrone (CISL): “Dolore e sgomento per la morte di Agostino Filandro”

    Sconcertata per la morte di un giovane operaio del Porto di Gioia Tauro. Non si può morire a quarant’anni svolgendo il proprio lavoro. Un dolore che toglie il fiato e che arriva nei giorni in cui celebriamo, proprio a Reggio Calabria, la difesa e il rilancio del lavoro. Sicurezza e lavoro, un binomio sul quale abbiamo sempre indirizzato il nostro impegno sindacale. Ma adesso non è il tempo di reclamare ma è il tempo di indagare. Le cause del gravissimo incidente che si è verificato questa mattina nel piazzale della ‘Zen’ - azienda privata che produce scafi e che opera all'interno dello scalo - vanno subito accertate, anche se dalle prime ricostruzioni degli organi inquirenti, sembrerebbe che il povero Agostino Filandro, sarebbe stato colpito da un cavo spezzatosi improvvisamente.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.