unci banner

:: NEWS

La migrazione degli uccelli rapaci agli “Incontri di natura” del Parco

La migrazione degli uccelli rapaci agli “Incontri di natura” del Parco

Prosegue il ciclo di conferenze organizzato dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte insieme al Touring Club Italiano, Club di Territorio di Reggio Calabria, e al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane...

Serata Tchaikovsky al Teatro Cilea con l’Orchestra del Conservatorio

Serata Tchaikovsky al Teatro Cilea con l’Orchestra del Conservatorio

Per la prima volta a Reggio Calabria una "Serata Tchaikovsky" al Teatro Cilea dedicata al celeberrimo compositore russo che tanto amò l’Italia. Sabato 19 ottobre 2019 alle ore 20:30, il...

Il XXXIV Premio Mondiale di Poesia Nosside 2019 esalta l’antica lingua degli Incas e i versi di uno svizzero-italiano

Il XXXIV Premio Mondiale di Poesia Nosside 2019 esalta l’antica lingua degli Incas e i versi di uno svizzero-italiano

Un progetto senza confini: il Premio Mondiale di Poesia Nosside 2019 va ex-aequo a una lirica composta nell’antica lingua “quechua” del popolo andino degli Incas e ad una poesia di...

Italia Nostra: tre rare protagoniste arricchiranno il patrimonio botanico della via marina

Italia Nostra: tre rare protagoniste arricchiranno il patrimonio botanico della via marina

L’Associazione Italia Nostra Sezione di Reggio Calabria, in collaborazione con il Comune di Reggio Calabria, Settore Ambiente, Servizio Agricoltura e verde pubblico, porta a compimento l’iniziativa avviata lo scorso mese...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAPerrone su Porto Gioia Tauro: bene 140mln di investimenti e raddoppio container, ma non abbassare la guardia su Zes

Perrone su Porto Gioia Tauro: bene 140mln di investimenti e raddoppio container, ma non abbassare la guardia su Zes

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 06 Settembre 2019 14:35

Accogliamo con grande soddisfazione la notizia degli investimenti concretamente avviati da MSC, azionista di riferimento del terminalista MCT, che da qualche mese ha assunto il controllo dell’infrastruttura calabrese. Anche il raddoppio dei container è un aspetto che genera ottimismo e fa ben sperare in considerazione di un effettivo e quanto mai necessario rilancio del Porto di Gioia Tauro. Le belle notizie vanno accolte senza riserve, perché siamo fermamente convinti che ciò che di buono si produce in questo territorio è giusto vada raccontato e venga posto al centro della ribalta mediatica.

Il Commissario Agostinelli afferma che il “peggio è passato”, e noi - come Cisl Metropolitana - diamo credito alle sue parole e al suo operato, certi che tali investimenti e il nuovo corso ad essi riferiti, garantiscano un futuro stabile al livello occupazione, per troppi anni in balìa di piani di sviluppo a medio termine. Da oggi, grazie agli interventi che si stanno attuando, e quelli che si stanno predisponendo, si può intravedere una stagione di grandi prospettive di investimenti in questa infrastruttura strategica.
Occorre dunque, contestualmente non abbassare la guardia sulla Zes. Fin troppe volte è stata sottolineata la sua importanza strategica per lo sviluppo non solo dell’area della Piana di Gioia Tauro, ma per l’intera Calabria. Strumento fondamentale per le regioni del Sud. Lo dimostra la scommessa del Primo Ministro Conte, di puntare su una Zes Adriatica interregionale tra Puglia e Molise (che va ad aggiungersi alla Zes ionica tra Puglia e Basilicata).
In altre parole, dopo solamente qualche settimana dall’istituzione della ZES Jonica, questo nuovo decreto, consentirà di rendere la Puglia l’unica regione italiana ad avere sul proprio territorio due ZES interregionali, mirate a riqualificare economicamente e commercialmente i 5 poli pugliesi Manfredonia, Barletta, Bari, Monopoli e Brindisi. Ed è in quest’ottica che Regione Calabria e Città Metropolitana devono ragionare. Sinergicamente, devono puntare sulle infrastrutture portuali, aeroportuali e di collegamento che possano dare l’impulso adeguato alla ‘movimentazione’ prolificata al Porto di Gioia Tauro. Ora ci sono tutte le condizioni, affinché il sistema istituzionale, produttivo e imprenditoriale della Metrocity possa cogliere la grande opportunità - finora inespressa - del rilancio del Porto più importante del Sud Italia, consentendo di generare, nel vasto territorio perimetrato della ZES un pieno sviluppo in termini di crescita economica e occupazionale.
Ufficio Stampa UST Cisl Rc

6 settembre 2019

Letto 132 volte

Articoli correlati (da tag)

  • CISL, Perrone e Giordano ribadiscono la necessità di politiche strategiche per l’Aeroporto dello Stretto

    Alla luce di alcune considerazioni relative alla ‘questione Aeroporto’, nascono spontanei alcuni quesiti. Come mai la Metrocity non ha favorito incontri con le parti sociali confederali per discutere del rilancio dell’Aeroporto? Ha, per caso, lavorato in sinergia con la Conferenza permanente dell’Area dello stretto, un ente strategico che avrebbe potuto suggerire intuizioni a riguardo? I comitati di quartiere hanno affrontato la questione mettendoci la faccia, e come mai la Metrocity non ha seduto attorno al tavolo tutti i soggetti che avrebbero potuto generare proposte ed istanze dal basso?

  • Aeroporto, le riflessioni di Rosy Perrone e Domenico Giordano (CISL)

    La strutturazione del sistema aeroportuale regionale mortifica lo scalo di Reggio Calabria. E’ incredibilmente paradossale come amministrazione regionale e Città Metropolitana non percepiscano il valore strategico del ‘Tito Minniti’. Strategico… fattivamente e non formalmente!
    Non può e non deve essere considerato esclusivamente un’infrastruttura di servizio ma deve puntare in alto. Rappresenta il nodo cruciale di una vasta area centrale nel Mediterraneo, strategica non solo per il Sud del Paese ma per l’intera parte meridionale dell’Europa, in continuità solo per fare un esempio, con un’altra grande struttura come dovrebbe essere il Porto di Gioia Tauro.

  • Sequestrate oltre 10 tonnellate di sigarette al Porto di Gioia Tauro

    Nell’ambito dell’attività di controllo doganale svolte presso il porto di Gioia Tauro, i militari della Iª Compagnia della Guardia di Finanza a quella sede unitamente ai funzionari dell’Ufficio delle Dogane e dei Monopoli, dopo un’accurata analisi dei rischi, hanno individuato e fermato un container di tabacchi lavorati esteri TLE, proveniente dalla Slovenia e destinato in Libia, contenente 53.050 stecche di sigarette, per un totale di circa 10.610 kg netti, con marchio “BUSINESS ROYALS”. Stante la particolare natura del carico, sono state avviate le opportune attività di controllo per verificare l’autenticità del prodotto interpellando ufficialmente l’azienda detentrice del marchio che ha confermato la contraffazione dei prodotti.

  • Rosy Perrone: “Bene il credito d’imposta per la Zes, ma da subito la si riempia di contenuti”

    Dal 25 settembre per la Zona economica speciale di Gioia Tauro un'occasione importante: sarà disponibile il credito di imposta in maniera automatica per tutte le imprese che vorranno investire nel suo perimetro. Uno strumento cardine per l'effettivo rilancio di un'area da decenni martoriata.
    Il Governo ha fatto la sua parte, adesso subito a lavoro per creare le adeguate condizioni di futuro, dal punto di vista economico e soprattutto sociale. Indispensabile per la nostra terra.

  • Rosi Perrone: “Vicinanza agli operatori Hospice, il cui servizio è testimonianza d’amore”

    La chiusura della struttura dell’ Hospice - Via delle Stelle, non può lasciare indifferenti; e rispetto ad una partecipata e sincera forma di rimostranza da parte di tutti, verso questo triste passaggio, occorre interrogarci su quanto si possa essere effettivamente determinanti affinché la sanità reggina, pur vivendo un momento delicato che ha tutto il nostro appoggio affinché possa essere caratterizzata da criteri di legalità praticata, non perda un baluardo di assistenza e soprattutto di umanità quale l’Hospice. La comunità parteciperà al sit in di domani in piazza Prefettura e questo è un ottimo segnale sia per tutelare la dignità dei lavoratori dell’ Hospice sia per dare un contributo dunque per scongiurare la fine di un servizio rivolto, non solo a coloro i quali decidono di farsi accompagnare negli ultimi istanti della propria vita, ma anche ai loro familiari che alla struttura affidano le più fievoli speranze di mitigazione di sofferenze.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.