unci banner

:: NEWS

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 di EcoJazz

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 di EcoJazz

Presso la pinacoteca civica di Reggio, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione, della ventottesima edizione di Ecojazz, una delle kermesse musicali più longeve ed importanti, che riguardano il...

Torna l'appuntamento con la "Notte al Vecchio Borgo" di Rizziconi

Torna l'appuntamento con la "Notte al Vecchio Borgo" di Rizziconi

Un mix di arte, cultura, l’immancabile solidarietà e il rispetto per l’ambiente sono gli ingredienti del successo ormai consolidato della “Notte al Vecchio Borgo” di Rizziconi, giunto quest’anno alla sua...

Un centinaio di piante di canapa indiana trovate nelle campagne di Cittanova

Un centinaio di piante di canapa indiana trovate nelle campagne di Cittanova

Ieri pomeriggio, nell’ambito di un servizio di controllo in area aspromontana finalizzato al contrasto delle coltivazioni di sostanza stupefacente, i carabinieri della Compagnia di Taurianova assieme ai colleghi Cacciatori di...

Tappa di successo a Lazzaro per la rassegna Calabria Judaica

Tappa di successo a Lazzaro per la rassegna Calabria Judaica

Ha fatto tappa a Lazzaro nel comune di Motta San Giovanni la rassegna Calabria Judaica promossa dalla Cooperativa Satyroi di Bova Marina. Protagonista l’Antiquarium Leucopetra aperto grazie anche alla collaborazione...

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Una giornata all’insegna della sensibilizzazione rispetto ai tempi del rispetto dell’ambiente. È stato questo il leit motiv dell’iniziativa tenutasi qualche giorno addietro presso il litorale di Bocale, promossa ed organizzata...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAPizzimenti (Cittadini per il cambiamento) interviene sulla questione Tir al Porto

Pizzimenti (Cittadini per il cambiamento) interviene sulla questione Tir al Porto

Pubblicato in POLITICA Lunedì, 17 Giugno 2019 09:31

“Dopo il parere positivo espresso dal Ministero dell’Ambiente per la realizzazione, nella rada di Pentimele, di un molo di attracco per consentire alle società di navigazione private di traghettare i mezzi pesanti da Reggio Calabria al porto di Tremestieri di Messina, adesso è arrivato il parere positivo, sia pure con tante prescrizioni, del Ministero dei Beni Culturali. Si tratta di una notizia che suscita inevitabilmente reazioni di fondato timore perché nella malaugurata ipotesi questo progetto dovesse trovare concreta attuazione, oltre ai danni ambientali, la città di Reggio Calabria vedrebbe ulteriormente congestionato il traffico e compromesso l’aspetto urbanistico”.

E’ quanto dichiara il Presidente dell’Associazione “Cittadini per il Cambiamento”, Nuccio Pizzimenti che continua: “Per evitare il passaggio dei mezzi pesanti nella città di Villa San Giovanni è stato realizzato un progetto che prevede un nuovo approdo nella zona di Bolano e un polmone di stoccaggio nella zona Castelluccio, lontano dal centro abitato, capace di contenere un numero considerevoli di mezzi. Spostare il gommato pesante da Villa San Giovanni a Reggio Calabria vuol dire che gli stessi problemi che per anni hanno tormentato la comunità Villesse saranno trasferite alla città di Reggio. Sono anni che questo progetto si trova sui tavoli di Commissioni e Ministeri, mentre l’Amministrazione Comunale di Reggio Calabria si è limitata ad esprimere un diniego formale. Poichè alla città sono stati scippati strutture e servizi importanti come il Distretto Militare, l’Agenzia delle dogane e poi ancora l’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità organizzata, saremmo tentati di dire che Reggio Calabria sembra essere diventata una “città dove tutto è possibile”. Queste sono le conseguenze politiche di un Sindaco che ha pensato di poter gestire la città senza avere un’idea di città e senza individuare e realizzare progetti in grado di condurre la comunità reggina verso mete e traguardi ambiziosi. Un altro Sindaco, per difendere la città da questi “scippi”, avrebbe scatenato il putiferio invece il Sindaco Falcomatà ha scelto come strumento di reazione, l’indifferenza.

Sul trasferimento dei mezzi pesanti alla rada di Pentimele, l’Amministrazione Comunale anziché esprimere dinieghi formali e manifestare la propria contrarietà attraverso comunicati stampa, avrebbe dovuto seguire la complessa vicenda passo passo e a tutti i livelli con più attenzione, vigore ed energia politica. Questo non è accaduto e le conseguenze disastrose per la città spuntano come funghi. Qualora l’Amministrazione Comunale fosse riuscita a incentivare e sostenere con iniziative attente e articolate la vocazione turistica della rada di Pentimele, dove peraltro insistono numerosi strutture balneari e una vasta area (l’ex fiera agrumaria,) che potrebbe essere trasformata in un villaggio vacanze o polmone verde per la città oppure ospitare insediamenti sportivi, probabilmente il Ministero dei Beni Culturali avrebbe valutato diversamente la questione. Invece, lo stato di abbandono e di degrado in cui versa l’intera area, associata alla mancanza di iniziative destinate ad incentivare l’attività del porto cittadino per inserirlo dentro i circuiti virtuosi di una progettualità destinata a privilegiare l’aspetto commerciale e turistico, ha messo nelle condizioni le società private a realizzare un progetto alternativo a quello di Bolano in parte finanziato. In quasi cinque anni di Consiliatura il primo cittadino ha gestito il nulla e ora trova persino l’ardire di ricandidarsi alla guida della città alle prossime elezioni amministrative convinto che le responsabilità del degrado in cui versa la città non sono sue ma dei fantasmi del passato che aleggiano nella sua mente”, conclude Nuccio Pizzimenti.

Uff. stampa Ass. CPC
www.cittadinjperilcambiamento.it

Rc 17 giugno 2019

Letto 89 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Cittadini per il cambiamento e UNC: il Comune riduca la TARI per i disservizi esistenti

    “La città di Reggio Calabria, nonostante la task force messa in atto recentemente dal Vicesindaco Armando Neri, continua ad esser invasa dai rifiuti. Si tratta di uno “spettacolo” talmente deprimente che porta in modo particolare forestieri e turisti a conservare il ricordo di una città non solo sporca ma anche incapace di sfruttare le sue notevoli potenzialità turistiche.” E’ quanto sostengono il Presidente dell’Associazione “Cittadini per il Cambiamento”, Nuccio Pizzimenti e il Presidente dell’“Unione Nazionale Consumatori Calabria”, Saverio Cuoco che aggiungono: “Recentemente, i Capigruppo di maggioranza in Consiglio Comunale, preoccupati che la presenza sempre più diffusa di cumuli di spazzatura potrebbe impoverire l’immagine della città e causare potenziali danni all’ambiente e ai cittadini, attraverso un comunicato stampa, hanno cercato di addossare la responsabilità unicamente all’Avr, la società che per conto del Comune gestisce la raccolta differenziata dei rifiuti.

  • Cartisano e Fortugno (Cittadini per il Cambianento): Giovani e Turismo binomio chiave per lo sviluppo del territorio

    L’ Associazione "Cittadini per il Cambiamento" non nasce con il solo scopo di promuovere le risorse e i valori ambientali e culturali della città di Reggio Calabria, ma ha come obiettivo quello di far riflettere i cittadini e di intervenire sui problemi più rilevanti che la città presenta. Il Coordinatore Giovani Città Metropolitana di Reggio Calabria dell'Associazione "Cittadini per il Cambiamento", Eugenio Andrea Cartisano e la responsabile del Dipartimento Turismo Francesca Fortugno, sostengono che, innanzitutto la prima vera soluzione sta nella popolazione reggina che deve essere capace di reagire e non essere inerte di fronte alle difficoltà della nostra realtà.

  • Pizzimenti (“Cittadini per il Cambiamento”) interviene sul piano di rientro del debito comunale a vent’anni

    “In questi giorni, gli organi di stampa locali, hanno riportato le dichiarazioni di esponenti politici che hanno cercato di attribuirsi il merito dell’approvazione, da parte della Commissione Bilancio della Camera, dell’emendamento n° 387 collegato al “Decreto Crescita” che porta a venti anni il piano di rientro dei debiti per il Comune di Reggio Calabria dopo che la Consulta aveva valutato illegittimo il periodo dei trent’anni voluto dal Governo Renzi. Al di là dell’attribuzione dei meriti, cui intenzionalmente intendiamo sorvolare, questa soluzione, a dire il vero, ci porta invece a manifestare reazioni di profonda preoccupazione perché mette nelle condizioni il Comune di Reggio Calabria a predisporre un bilancio molto più ingessato rispetto ai precedenti poichè riduce drasticamente la disponibilità delle sue risorse finanziarie”.

  • Cannizzaro: "la battaglia in Parlamento continua, al Porto non arriveranno i Tir"

    Parola d’ordine: scongiurare l’invasione di Reggio Calabria Porto da parte dei mezzi pesanti gommati. Dopo che la Direzione Generale del Ministero dei Beni Culturali ha espresso il parere favorevole in merito alla compatibilità ambientale del progetto presentato dalla “Caronte &Tourist SpA e Diano SpA” per la costruzione di un nuovo approdo per navi traghetto in zona Pentimele, sembrerebbe, ma è tutto da vedere, un ulteriore passo in avanti nella realizzazione dell’opera. Anche le notizie pubblicate in questi giorni dalla stampa locale mettono in risalto la positività di questo parere, ponendo l’arrivo del via libera ai lavori come una probabilità sicuramente più vicina ma, fortunatamente, non è proprio cosi.

  • Latella: "Da sempre contrari all’approdo dei mezzi pesanti al porto, il Governo riveda le sue decisioni"

    “Restiamo in vigile attesa perché un parere indica soltanto una tendenza e non una decisione definitiva o vincolate. Noi, comunque, siamo e continueremo ad essere fortemente contrari a qualsiasi spostamento degli attracchi a Pentimele. Lo abbiamo affermato con forza in questi anni, sia amministrativamente che politicamente. E su questo tema non faremo un passo indietro". Il consigliere comunale delegato al Turismo, Giovanni Latella, commenta l'indicazione del Ministero dei Beni culturali sul trasferimento degli approdi, da Villa San Giovanni a Reggio, delle navi che collegano la Calabria e la Sicilia.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.