unci banner

:: NEWS

Estate e intossicazioni alimentari: i consigli del Tecnologo Alimentare

Estate e intossicazioni alimentari: i consigli del Tecnologo Alimentare

Il caldo estivo, lunghe percorrenze per raggiungere casa dopo aver fatto la spesa e qualche disattenzione nel rispettare la catena del freddo possono essere causa di alterazione per i nostri...

Villa, firmato protocollo d'intesa con i consulenti del lavoro per l'Asse.Co.

Villa, firmato protocollo d'intesa con i consulenti del lavoro per l'Asse.Co.

«Sono felice e per questo ringrazio il sindaco di Villa San Giovanni e tutta l'amministrazione, perché con la firma di oggi si intraprende un percorso virtuoso e questo comune è...

Reggio Live Fest: all'Arena il tributo in musica ai Queen e Freddie Mercury

Reggio Live Fest: all'Arena il tributo in musica ai Queen e Freddie Mercury

Il 27 agosto alle 21.30 presso l’Arena dello Stretto di Reggio Calabria avrà luogo l’ultimo appuntamento del Reggio Live Fest 2019, la serie di eventi frutto della sinergia tra i...

Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto ad Ecolandia chiudono la 28^ edizione del festival EcoJazz

Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto ad Ecolandia chiudono la 28^ edizione del festival EcoJazz

Si avvicina l'attesissima conclusione della 28^edizione di EcoJazz festival, in memoria del giudice Antonino Scopelliti e di tutte le vittime per la Giustizia. Il parco Ecolandia di Arghillà a Reggio...

Giuseppe Livoti racconta la realtà della Pinacoteca dell'Area Grecanica di Bova Marina

Giuseppe Livoti racconta la realtà della Pinacoteca dell'Area Grecanica di Bova Marina

In occasione della Notte Bianca organizzata nell’ambito degli eventi per l’Estate 2019 a Bova Marina la nota località calabrese ha vissuto un grande momento di recupero e di animazione culturale...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAPlauso dei Verdi per l'iniziativa di pulizia del lungomare da parte dei volontari

Plauso dei Verdi per l'iniziativa di pulizia del lungomare da parte dei volontari

Pubblicato in POLITICA Martedì, 15 Gennaio 2019 12:38

È stato senza dubbio un successo l’evento voluto dalla biologa marina Arianna Liconti di Worldrise Onlus e svoltosi domenica scorsa sul lungomare di Reggio Calabria. Nel corso della giornata si è proceduto alla pulizia del tratto di litorale che d’estate è occupato dagli stabilimenti balneari privati e dai numerosi bagnanti e cittadini che utilizzano la “spiaggia libera”. Assieme a numerose associazioni e privati cittadini abbiamo, con entusiasmo, partecipato anche noi Verdi Reggini, senza nascondere, ahinoi, l’amarezza per la scarsa partecipazione della cittadinanza, la vera proprietaria del patrimonio comunale. Ci saremmo aspettati una partecipazione molto piu’ copiosa di cittadini, cosi’ come avremmo apprezzato la presenza dell’amministrazione comunale e di tutte le forze politiche cittadine che quotidianamente esternano sui social il loro sviscerato amore per la città.

Tra il numeroso e variegato materiale che e’ stato raccolto dai volontari, si è rilevata la presenza di filamenti di risulta di silicone sicuramente utilizzati, assieme a numerosi spezzoni di fili elettrici, nastro isolante e chiodi arrugginiti, all’edificazione dei vari lidi che in estate animano le giornate del lungomare reggino.

Evidentemente chi opera in questo settore non si rende conto che questi materiali, estranei all’ambiente e per nulla biodegradabili, una volta finiti in acqua perche’ leggeri e trasportati dal vento oltre che dalle mareggiate, diventano vere e proprie attrazioni alimentari per la numerosa fauna marina che poi, nella migliore delle ipotesi, ovvero quando non muore per l’ingestione di quelle che agli occhi dei pesci che popolano il nostro litorale viene scambiata per preda, finisce spesso nelle reti da pesca per essere trasferita sulle nostre tavole.

L’obbligo per chi gestisce attivita’ commerciali sulla spiaggia, non può essere limitato soltanto alla esposizione dei contenitori selettivi per la raccolta dei rifiuti, occorre anche verificare e imporre che i tratti di spiaggia occupati vengano restituito alla collettività puliti e sgombri da strutture e macerie varie. A tal proposito facciamo appello ai gestori degli stabilimenti, alle loro associazioni di categoria e all’amministrazione comunale affinché, già dalla prossima stagione balneare, si proceda in tal senso. E’ doveroso riconoscere che l’AVR ha fattivamente garantito la collaborazione durante la manifestazione, ma riteniamo corretto gli si possa chiedere anche, sopratutto d’inverno, di farsi carico di raccogliere i rifiuti ingombranti che il mare (ma noi non ci crediamo tanto) porta a riva, come frigoriferi o bidoni e che sono spiaggiati e assolutamente visibili e che non devono rimanere esposti (paradosso per una città che si definisce turistica), in bella mostra in attesa delle operazioni di pulizia ad opera di volontari.

Se fino a qualche tempo fa’, l’ambientalismo era uno stile di vita, oggi e’ diventato una necessita’ e per questo invitiamo tutti i cittadini, soprattutto i piu’ giovani, non solo a non abbandonare i rifiuti urbani in modo indiscriminato ma addirittura di dotarsi di una busta biodegradabile da portarsi sempre appresso, anche in macchina, nella quale raccogliere tutte le microplastiche sparse per le strade come tappi, fascette da elettricista, vecchi accendini, penne e quant’altro può finire dentro le caditoie e, inevitabilmente, finire in mare. L’idea potrebbe essere adottata dall’amministrazione comunale mediante una iniziativa da proporre alle scuole cittadine, riconoscendo dei benefit simbolici agli alunni partecipanti, e nel proporre questo ricordiamo alla nostra amministrazione l’urgenza di rendere operativo lo sportello ambiente da poco approvato in consiglio comunale proprio per farlo diventare punto di riferimento non solo dei cittadini ma sopratutto delle scuole di ogni ordine e grado per tutte le problematiche ecologiche.

Non possiamo pensare di affidare la soluzione dei problemi sempre e solo alle telecamere o all’uso della coercizione amministrativa, è arrivato il momento di essere protagonisti e agire per il nostro bene e dei nostri figli.

Mimmo Bova e Vincenzo Giordano

Portavoci Federazione Verdi Reggio e Citta’ Metropolitana

Rc 15 gennaio 2019

Letto 156 volte

Articoli correlati (da tag)

  • I Verdi chiedono chiarezza su spostamento traffico gommato

    Risale ormai al 16 maggio u.s. l’appello lanciato dal Sindaco alla citta’ perche’ si opponga allo spostamento del traffico gommato da Villa a Reggio e manca ormai poco alla scadenza del “termine ultimo” dettato dal Ministero competente, previsto per la fine di Maggio, affinche’ si presenti a ribadire il dissenso manifestato da piu’ parti e a caldeggiare la costruzione del nuovo approdo a Bolano ma sopratutto a proporre una destinazione di quell’area una volta per tutte.

  • I Verdi Città Metropolitana RC chiedono l'istituzione di uno "Sportello Amianto"

    Quale e quanto pericolo rappresentano per la cittadinanza i cumuli di manufatti a base di amianto che spesso vengono “depositati” in angoli non tanto remoti della nostra città e che, puntualmente, vengono posti all’attenzione attraverso l’uso quotidiano dei social media? Cosa spinge gli incivili a considerare normale spazzatura lastre di eternit, serbatoi o canne fumarie senza sapere i rischi che essi stessi corrono e che procurano alla popolazione? Cosa dice esattamente il Piano regionale dell’Amianto? A che punto è la mappatura dei siti che individuano la presenza di amianto nella nostra citta’? A chi rivolgersi e che atteggiamento assumere quando si scopre che un rifiuto urbano solido, contenente pericolose fibre di amianto, è stato abbandonato per strada?

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.