unci banner

:: NEWS

Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto ad Ecolandia chiudono la 28^ edizione del festival EcoJazz

Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto ad Ecolandia chiudono la 28^ edizione del festival EcoJazz

Si avvicina l'attesissima conclusione della 28^edizione di EcoJazz festival, in memoria del giudice Antonino Scopelliti e di tutte le vittime per la Giustizia. Il parco Ecolandia di Arghillà a Reggio...

Giuseppe Livoti racconta la realtà della Pinacoteca dell'Area Grecanica di Bova Marina

Giuseppe Livoti racconta la realtà della Pinacoteca dell'Area Grecanica di Bova Marina

In occasione della Notte Bianca organizzata nell’ambito degli eventi per l’Estate 2019 a Bova Marina la nota località calabrese ha vissuto un grande momento di recupero e di animazione culturale...

Anassilaos: al Chiostro omaggio alla poesia magica di Eliot

Anassilaos: al Chiostro omaggio alla poesia magica di Eliot

Al Chiostro di San Giorgio al Corso ha risuonato la poesia magica di Eliot in una produzione dell’Associazione Anassilaos nell’ambito delle manifestazioni estive. Daniela Scuncia (che ne ha anche curato...

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei: gli appuntamenti del 24 agosto

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei: gli appuntamenti del 24 agosto

Sabato 24 agosto giunge alla conclusione la XXXIX Edizione del Roccella Jazz Festival, sempre diretto da Vincenzo Staiano, quest'anno caratterizzato dal tema Oriente, come recita il titolo “Erhuasian Summit –...

Consegnati i riconoscimenti del Premio Sant’Ilario 2019

Consegnati i riconoscimenti del Premio Sant’Ilario 2019

Ricordi emozionanti, riflessioni e ottimistiche proiezioni future al “Premio Sant’Ilario 2019”, il riconoscimento voluto dall’amministrazione comunale per raccontare il territorio attraverso i suoi protagonisti. Così dalla piccola cittadina jonica l’onda...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAPratticò (Circolo Eracle FdI): "Il mare come volano di sviluppo turistico del territorio reggino"

Pratticò (Circolo Eracle FdI): "Il mare come volano di sviluppo turistico del territorio reggino"

Pubblicato in POLITICA Sabato, 20 Luglio 2019 15:55

Da tanti, anzi, troppi anni, si discute, senza mai arrivare ad un' adeguata conclusione, quale potrebbe essere il settore su cui far decollare l'economia nel territorio della provincia di Reggio Calabria, oggi Citta' Metropolitana. Nei decenni passati, si sono sperimentate delle iniziative, morte poi ancor prima di nascere, come la liquichimica a Saline Joniche o il quinto centro siderurgico a Gioia Tauro, finite poi per rivelarsi delle vere e proprie cattedrali nel deserto, oltre a far sperperare centinaia di miliardi di fondi pubblici. L' unica vera "industria", che potrebbe risollevare il tessuto socio- economico del nostro territorio, visto anche il patrimonio naturalistico di cui lo stesso dispone, non e' altro che il turismo e in particolare il mare.

Di questa importante risorsa naturale e delle sue grandi potenzialita' in termini turistici, se ne e' discusso nel pomeriggio di ieri, in un convegno organizzato dal Circolo Eracle di Fratelli d'Italia, presso il Circolo velico di Reggio Calabria, a cui hanno preso parte, sia esponenti politici dello stesso movimento che fa capo a Giorgia Meloni, come il Consigliere Regionale Alessandro Nicolo' e il Consigliere Comunale Massimo Ripepi, ma anche soggetti, che potremmo definire "addetti ai lavori", come il Dott. Carlo Colella, Presidente del circolo velico di Reggio Calabria e l'imprenditore Giuseppe Falduto, titolare del centro commerciale "Porto Bolaro". A moderare gli interventi, e' stato Giuseppe Quattrone, Presidente del Circolo "Eracle" di Fratelli d'Italia. Ad avviare il tavolo dei lavori, e' stato Carlo Colella, il quale ha ribadito le innumerevoli potenzialita' di attrattiva turistica che il mare puo' offrire, anche per quanto riguarda il turusmo sportivo, ricordando le tante manifestazioni velistiche che si sono realizzate negli anni passati a Reggio Calabria, in cui il circolo velico ha recitato un ruolo di assoluto protagonista dal punto di vista organizzativo. "Da noi, ha affermato Colella, si puo' fare vela per almeno 300 giorni all' anno, questo grazie al vento costante che spira sul nostro mare, ma occorre che ci sia un sistema turistico integrato che consenta tutto cio'". Dopo Colella, e' stata la volta dell' imprenditore di Porto bolaro Pino Falduto, il quale ha illustrato il progetto, a dir poco avvenieristico che lo stesso ha da tempo realizzato per la costruzione di un grande porto turistico, con servizi annessi, nella zona adiacente il centro commerciale. Tale progetto, ha dichiarato Falduto, potrebbe creare, tra diretti e indiretti, oltre 4.000 posti di lavoro, oltre a dare un grosso contributo al vicino aeroporto "Tito Minniti", che grazie ai tanti turisti che si recherebbero in questo villaggio, potrebbe superare i due milioni di passeggeri annuali, diventando in questo modo aeroporto strategico. Purtroppo, ha proseguito Falduto, le istituzioni non ci stanno aiutando in questo progetto, troppi intoppi burocratici stanno mettendo i bastoni tra le ruote. Mi rammarica il fatto che questa amministrazione, che nel mio piccolo ho contributo a fare eleggere, non ci stia aiutando in questo progetto importante per la città". L'avvocato Franco Quattrone, ha invece rimarcato la necessita' di creare un' area integrata tra Reggio e Messina, con la creazione di una zona franca, in maniera tale da non dover dipendere dalla Regione Calabria, sempre lontana dalle istanze di Reggio. La situazione, ha affermato Quattrone, non e' cambiata rispetto al 1970, anzi, e' peggiorata. Reggio e Messina devono unirsi per creare un sistema integrato dello stretto, che vada dall' economia ai trasporti, solo cosi potranno risorgere". Poi e' stata la volta degli esponenti politici, come Massimo Ripepi, il quale ha rimarcato che "gia' dal 2011, nel progetto politico di Pace, il mare veniva considerato come una inestimabile fonte di sviluppo turistico - economico, in quanto ci troviamo in quella che viene definita la piu' grande autostrada del mare" Occorre dare forza a progetti come quelli di Pino Falduto, indipendentemente quale parte politica stia amministrando la citta'" Sulla stessa lunghezza d'onda, si e' incentrato l'intervento conclusivo del Consigliere Regionale Alessandro Nicolo', il quale ha ribadito l'importanza di sostenere progetti volti allo sviluppo del territorio."La politica, ha affermato Nicolo',ha il dovere di stare vicino a chi vuole investire per creare sviluppo. Con Pino Falduto, ha proseguito Nicolo', abbiamo condiviso in passato esperienze amministrative, poi politicamente abbiamo preso strade diverse ma questo non impedisce di stagli vicino nel suo importante progetto imprenditoriale". Da parte nostra di Fratelli d'Italia, assicuriamo che se torneremo alla guida amministrativa della citta', sosterremo iniziative come quella di Pino Falduto, volte a far crescere il territorio in tutte le sue sfaccettature.
Nino Prattico'- Circolo Fdi Eracle Reggio Calabria

Rc 20 luglio 2019

Letto 179 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Pratticò (FdI): sullo spartitraffico del Viale Europa, il Comune avrebbe dovuto ascoltare cittadini e commercianti

    Da qualche mese, sono in atto i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza del Viale Europa, arteria che collega la periferia sud con il centro della città, dove sono anche situate strutture importanti per la comunità, come l' Ospedale "Morelli" e la caserma dei Vigili del Fuoco. Il progetto esecutivo, prevede, oltre che le due rotatorie alle estremità del Viale, che ha di fatto eliminato i semafori, anche  uno spartitraffico, che dividera' in due corsie questa fondamentale arteria cittadina. Ma a molti cittadini e operatori commerciali della zona, questo progetto non va proprio giu', in particolare a chi risiede o ha ubicata la propria attività nelle traverse interne del Viale Europa, in quanto, lo spartitraffico, non consentirebbe di svoltare dall' altra parte della carreggiata.

  • Il Circolo Eracle (FI) interviene sulla questione quote Tonno Rosso

    Fratelli D’Italia non ci sta, e si schiera dalla parte dei pescatori Calabresi. Tale nota prende riferimento in merito alla questione relativa alla distribuzione delle quote del Tonno Rosso Mediterraneo.
    “Bisogna riconoscere, che esistono notevoli difficoltà, derivanti dalla mala distribuzione delle quote del tonno rosso. Fratelli d’Italia, chiede a gran voce, che ci sia una maggiore trasparenza, attraverso una ridistribuzione più equa delle quote assegnate ingiustamente alla Calabria. La politica che Fratelli d’Italia rivendica territorialmente, sia in ambito locale che in quello nazionale, è quella vicina alla salvaguardia di un settore importante come quello ittico. Bisogna andare a migliorare le già precarie condizioni degli operatori ittici calabresi, e di certo questa nuova ridistribuzione voluta da Centinaio non facilita la situazione.”  

  • Il Circolo Eracle FdI sulla chiusura del laboratorio di analisi in via Willermin

    Prendiamo atto con stupore e rammarico, la notizia relativa alla chiusura improvvisa del Laboratorio di Analisi di via Willermin. Tale struttura, utilizzata quotidianamente da centinaia di concittadini per eseguire esami importanti di laboratorio, andava a snellire l’importante lavoro del nostro Ospedale Metropolitano. Tale scelta, a nostro dire scellerata, non fa altro che complicare una già gravissima situazione presente in città, andando letteralmente a ripudiare il principio fondamentale e inviolabile del diritto alla salute dei cittadini. Dove come al solito a pagarne le spese sono sempre i cittadini.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.