unci banner

:: NEWS

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

«In tutte le regioni ci siamo presentati con la naturale alleanza di centro destra ed abbiamo vinto ovunque. Il nostro leader Silvio Berlusconi è stato sempre chiaro e sostiene in...

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Nel mese di luglio, in occasione del progetto Calabria Judaica, finanziato dalla Regione Calabria e curato dalla cooperativa sociale Satyroi, si terrà a Lazzaro un evento mirato alla valorizzazione e...

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

«Amarezza, mista a rabbia e sconforto per l’atteggiamento di molti Comuni facenti parte dell‘Ambito Sociale n.14 di Villa San Giovanni che hanno disertato ben due convocazioni, prima e seconda rispettivamente...

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

Reggio Calabria, 15 giugno 2019 - Le vacanze sono alle porte, le scuole chiudono e con la bella stagione è iniziata la corsa alla ricerca delle migliori opportunità per programmare...

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Finite le lezioni si sono aperte le porte delle vacanze per la gran parte dei settantanovemila studenti delle scuole di ogni ordine e grado della nostra provincia. A sospirare ancora...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICARegionalismo differenziato, il presidente Irto interviene alla Svimez

Regionalismo differenziato, il presidente Irto interviene alla Svimez

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 10 Maggio 2019 09:32

"Con l'autonomia rafforzata delle Regioni andremo incontro a una babele istituzionale e ci ritroveremo privi di un modello di ordinamento dello Stato. L'Italia sta correndo un gravissimo rischio". E' quanto ha affermato il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, che è intervenuto al seminario organizzato dalla Svimez sul tema: "Il regionalismo differenziato. Riflessioni sui profili istituzionali del processo di attuazione". L'incontro, coordinato dal consigliere Svimez Manin Carabba, è stato aperto dal presidente dell'Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno, Adriano Giannola, e ha visto relazionare Giorgio Macciotta (Presidente della Fondazione Casa Museo Gramsci di Ghilarza), Alberto Zanardi (Membro del Consiglio dell’Ufficio parlamentare di bilancio), Federica Fabriizzi (docente di Istituzioni di diritto pubblico dell'università Uninettuno) e Gaetano Armao (Vicepresidente della Regione Siciliana).

Sono inoltre intervenuti Nicola Lupo (docente di Diritto delle Assemblee elettive e Direttore del Centro Studi sul Parlamento della LUISS Guido Carli), i consiglieri Svimez Amedeo Lepore e Giuseppe Soriero, nonché il vicedirettore dell'associazione, Giuseppe Provenzano, che ha concluso il seminario.
Nel corso del suo intervento il presidente Irto si è soffermato sulla necessità di definire i livelli essenziali delle prestazioni. "Non e' una questione meramente procedurale o nominalistica - ha spiegato - ma costituisce un limite, oltrepassato il quale non ci troviamo piu' di fronte a una richiesta di maggiore autonomia, bensi' dinanzi a una surrettizia modifica dell'ordinamento dello Stato".
Un aspetto, questo, al centro della risoluzione approvata all'unanimità nel gennaio scorso dal Consiglio regionale della Calabria, un documento che il presidente ha richiamato nel corso del suo intervento davanti alla prestigiosa platea della Svimez. "Il Mezzogiorno non ha paura dell'autonomia rafforzata - ha aggiunto - ma a condizione che tutte le Regioni italiane siano collocate sulla stessa linea di partenza. Bisogna tener conto delle differenze che esistono nel Paese. Tutti gli indicatori economici segnalano l'aumento della forbice che separa le regioni del Nord e quelle del Mezzogiorno sui livelli di ricchezza, di benessere, di occupazione e di opportunita'. E a questo macrodato vanno aggiunti quelli, elaborati dal Censis per la Conferenza dei presidenti dei Consigli regionali, dai quali si evince che non esiste piu' 'un' Sud ma ci sono 'tanti' Sud, con aree piu' arretrate e a maggiore rischio di spopolamento e desertificazione economica".
Il presidente del Consiglio regionale della Calabria ha inoltre sottolineato i limiti della "controversa, anzi, discutibile riforma del titolo V della Costituzione avvenuta nel 2001, che ha trasformato le Regioni in enti di gestione del potere e in enormi centri di spesa. In questo quadro, la richiesta di particolari forme di autonomia trova la sua fonte nell'articolo 116 della Carta ma non può essere oggetto di una valutazione astratta perché va contestualizzata nella dimensione del Paese reale, nel quale 900mila giovani sono emigrati dal Sud negli ultimi sedici anni".
Nicola Irto ha infine ringraziato il presidente Giannola e Svimez "per l'ambizione e il coraggio di ragionare senza dogmi ma con un approccio scientifico sulla riforma, orientando correttamente un dibattito pubblico spesso superficiale. E su queste basi sarà importante, anche per noi rappresentanti dei Consigli regionali, continuare ad avvalersi dell'irrinunciabile contributo di Svimez".


Il Portavoce

Rc 10 maggio 2019

Letto 76 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Ricevuta a Palazzo Campanella una delegazione dell'Istituto Nazionale Azzurro

    Il Presidente del Consiglio Regionale della Calabria, On.Nicola Irto, ha ricevuto questa mattina a palazzo Tommaso Campanella il Presidente dell'Istituto Nazionale Azzurro Cav. Lorenzo Festicini accompagnato dal responsabile dell'equipe medica I.N.A. Dott. Antonello Faraone, dal Segretario Nazionale Salvatore Presentino, dal Direttore Artistico Alessandra Piccirilli, dal responsabile alle comunicazioni Ercole Sansalone, e dai Membri del Comitato Scientifico, Dott. Giuseppe Tassone e Dott. Paolo Borrello. Un incontro programmato in occasione dell'ultima missione umanitaria in campo medico che ha visto il nome della Calabria in particolare quello di Reggio Calabria elevato a livello internazionali per meriti umanitari.

  • Varia di Palmi, Irto in Senato: “È immagine positiva della Calabria nel mondo”

    "La Varia di Palmi è una grande festa religiosa e di popolo, un evento di prestigio internazionale che può dare una formidabile spinta all'immagine positiva della nostra regione nel mondo". Lo ha affermato il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, intervenendo al Senato alla presentazione dell'edizione 2019 della processione della grande macchina a spalla, dal 2013 inserita in una rete riconosciuta patrimonio immateriale dell'umanità dall'Unesco. La festa della Varia, quest'anno, usufruisce di un finanziamento di centomila euro (a valere sui PAC) della Regione Calabria su cui, nel corso della conferenza stampa, è stato dato atto dell'impegno politico del presidente Irto.

  • Approvata mozione su Radio Radicale, il presidente Irto primo firmatario: "Patrimonio di informazione e democrazia"

    “Radio Radicale non può e non deve chiudere. E' un patrimonio per l'informazione e la democrazia del Paese e il Consiglio regionale della Calabria non poteva rimanere insensibile dinanzi al rischio di un così grave depauperamento del panorama informativo nazionale”. Lo afferma il presidente dell'Assemblea legislativa calabrese, Nicola Irto, primo firmatario della mozione approvata oggi dall'aula di Palazzo Campanella a sostegno della storica emittente radiofonica. “Radio Radicale concorre in maniera preziosa e pressoché insostituibile al servizio pubblico contribuendo a inverare il principio di trasparenza e il diritto dei cittadini a una informazione puntuale e costante.

  • Il presidente Irto ha incontrato l'ambasciatore cinese in Italia

    Il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, ha ricevuto a palazzo Tommaso Campanella l'ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia, Li Ruiyu. Si è trattato di un colloquio cordiale, dal quale è emerso il comune interesse a rafforzare la cooperazione tra la Cina e la Calabria in direzione di scambi commerciali, culturali e turistici. Il presidente Irto si è detto “onorato di ospitare nel Parlamento regionale il rappresentante nel nostro Paese di una delle più importanti potenze mondiali, verso la quale siamo animati da sentimenti di amicizia e dal concreto interesse a intessere solide e durature relazioni, coinvolgendo pienamente il nostro sistema imprenditoriale soprattutto nei comparti agricolo, commerciale e turistico”.

  • Doppia preferenza di genere, Irto: persa un'occasione per rendere migliore la nostra democrazia

    “Oggi si è persa un'occasione per rendere migliore la nostra democrazia”. Lo afferma sulla doppia preferenza di genere il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, che aggiunge: “Sono stato fermamente a favore della doppia preferenza in tutti questi mesi, continuo a esserlo e lo sarò fino in fondo. E' una battaglia di civiltà, ci ho creduto fino a oggi e continuerò a spendermi perché la parità di genere in politica è un dovere a cui la Calabria non può e non deve sottrarsi”. ​

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.