unci banner

:: NEWS

Festa di sant’Anna tutto pronto a Reggio per l’edizione 2019

Festa di sant’Anna tutto pronto a Reggio per l’edizione 2019

Torna anche per quest’anno a Reggio il consueto appuntamento con la due giorni dedicata ai festeggiamenti in onore di Sant’Anna. Si pare con la serata del 25 di luglio, dove...

Plauso di Incontriamoci Sempre per i nuovi pannelli della Stazione Centrale

Plauso di Incontriamoci Sempre per i nuovi pannelli della Stazione Centrale

L'Associazione Incontriamoci Sempre, nel vedere i bellissimi lavori di rinnovo della stazione di Reggio Calabria centrale, accoglie con grande entusiasmo gli straordinari pannelli che richiamano le splendide immagini della nostra...

Supporters Trust ViolaRC: "La Viola rinasce. Libera, identitaria, popolare"

Supporters Trust ViolaRC: "La Viola rinasce. Libera, identitaria, popolare"

E' dalla pagina social dei Supporters Trust Violarc che riparte in una calda serata di fine luglio il sogno neroarancio di Reggio Calabria: "La Viola rinasce. Libera, identitaria, popolare. Sarà...

Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Palmi ospiterà il prossimo 24 agosto il PrimarEtnoFest, un importante appuntamento musicale, previsto all'interno del ricco cartellone di eventi della “Varia di Palmi” in programma dal 10 al 25 agosto....

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICASanità, Oliverio: "Un vero e proprio imbarbarimento istituzionale"

Sanità, Oliverio: "Un vero e proprio imbarbarimento istituzionale"

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 08 Marzo 2019 09:29

Dopo la visita in Calabria della Ministra Giulia Grillo, il Presidente della Regione Mario Oliverio interviene sul problema della sanità e parla “di un vero e proprio imbarbarimento istituzionale”. E aggiunge: “Non ci sono altre parole. Si annunciano decreti speciali in sfregio a elementari dettami costituzionali forse anche per coprire ormai evidenti incapacità di Governo. Si prosegue in una logica di pura propaganda. Che in Calabria lo stato dei servizi sanitari sia inadeguato, insufficiente ed in alcune situazioni drammatico lo denunciamo da anni. Nessuno ha ascoltato il nostro accorato appello: né i Governi di ieri né tanto meno quello di oggi. La ministra Grillo - ricorda Oliverio - è stata da me sollecitata più volte ad attivare un tavolo Istituzionale sulle vicende della sanita’ calabrese ma non abbiamo mai avuto risposte.

E' grave che la Ministra faccia finta di non sapere che la Calabria è commissariata da lunghi 10 anni e che l'attuale Governo regionale, sin dal suo insediamento, è stato volutamente estromesso dal governo della sanità. L'attuale Governo nazionale, in assoluta continuità con i precedenti, persevera in una impostazione miope e fallimentare come quella del commissariamento. Oggi la Ministra annuncia poteri speciali per lo stesso istituto commissariale che governa la sanità calabrese da 10 anni, come se in questo lungo periodo il commissario non avesse avuto il potere di decidere sulla sanità calabrese in sostituzione del potere ordinario della Regione. Il conto lo chiediamo noi al Governo per il fallimento della stagione dei commissariamenti che i calabresi pagano sulla loro pelle. Non è un caso - sostiene ancora il Presidente - che la stessa Conferenza delle Regioni (unanimamente) ha da tempo chiesto il superamento della stagione dei commissariamenti, che hanno dimostrato sul campo il loro fallimento. Con gli annunci di ieri la Grillo continua nella linea della propaganda, sfidando l'insieme delle Regioni che anche nella seduta di oggi, della Conferenza dei Presidenti, hanno confermato la necessità di un chiarimento con il Presidente del Consiglio dei Ministri, proprio al fine di affrontare il tema delle relazioni Istituzionali tra Regioni e Governo. Infatti - conclude il Presidente Oliverio - proprio le vicende calabresi sono state le ultime, in ordine di tempo, che hanno certificato l'urgenza di un chiarimento ormai non più rinviabile”. pg

ufficio stampa

Cs 8 marzo 2019

Letto 134 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Oliverio invita Cotticelli ed i Prefetti ad un incontro sulla Sanità

    Il presidente della Regione Mario Oliverio, in presenza della grave condizione del servizio sanitario regionale, scrive una lettera al commissario ad acta per il Piano di rientro e hai cinque Prefetti calabresi, nella quale evidenzia, tra l’altro, la paralisi gestionale e l’impossibilità di approvvigionarsi anche di farmaci salvavita in seguito al vuoto legislativo prodotto D.L. n. 35 del 2019 e il depauperamento della qualità dei servizi a causa della mancata assunzione di personale, per chiedere un incontro da concordare per la prossima settimana. Questo il testo della lettera indirizzata al commissario Saverio Cotticelli e hai Prefetti Francesca Ferrandino (di Catanzaro), Massimo Mariani (di Reggio Calabria), Paola Galeone (di Cosenza), Fernando Guida (di Crotone) Francesco Zito (di Vibo Valentia):

  • Calabria: Maria Crocco nuovo subcommissario per la sanità

    Via libera del Consiglio dei ministri alla nomina di Maria Crocco come nuovo subcommissario per l'attuazione del Piano per la sanità della Regione Calabria. Laureata in Giurisprudenza, una lunga esperienza nei ruoli apicali della sanità abruzzese, Maria Crocco sostituisce nell’incarico, Thomas Schael che si era dimesso il 1° luglio scorso per ragioni personali. La nomina, su proposta del ministro dell’Economia e delle Finanze, ha richiesto il concerto del ministro della Salute. “Faccio i miei migliori auguri alla dottoressa Crocco che vanta una significativa esperienza nella gestione sanitaria e che, da oggi, è chiamata a un lavoro non semplice - dichiara il ministro della Salute, Giulia Grillo - ma che, ed è questo il mio auspicio, saprà onorare con entusiasmo e determinazione, per il bene dei cittadini, ma anche di chi lavora con serietà e dedizione nella sanità calabrese.

  • Calabria, decesso post partum: il ministro Grillo invia task force all'ospedale di Cetraro

    Il ministro della Salute, Giulia Grillo, dopo aver appreso della morte di una giovane donna a poche ore dal parto avvenuto nel punto nascita dell'ospedale di Cetraro, nel cosentino, ha disposto l'invio della task force, composta da dirigenti del ministero della Salute, Iss, Agenas, Carabinieri del Nas e un delegato delle Regioni. "Abbiamo il dovere di accertare come sia stato possibile che una donna di 35 anni, già mamma di un bimbo, abbia potuto perdere la vita dopo aver messo al mondo il suo bambino, che per fortuna sta bene, ma crescerà senza la madre. Anche la magistratura ha avviato le sue indagini, ma noi come ministero dobbiamo fare la nostra parte. Lo dobbiamo alla vittima e alla sua famiglia che oggi la piange. Ma lo dobbiamo anche alla Calabria a cui è rivolto il nostro massimo impegno perché torni ad avere una sanità degna di questo nome" dichiara il ministro Grillo.

  • Hospice, interviene il presidente Mario Oliverio: "Struttura indispensabile"

    "Ritengo ormai non più rinviabile un definitivo intervento che consenta all'Hospice di Reggio Calabria di continuare ed ampliare le proprie attività e la propria funzione nel campo delle cure palliative, un ambito di dolore e di sofferenza per i pazienti e le loro famiglie".
    E' quanto afferma, in una nota, il presidente della Regione, Mario Oliverio. "Nei mesi scorsi -prosegue- ho avuto modo di visitare l'Hospice e di incontrare il presidente, dott. Vincenzo Trapani Lombardo e il suo staff, ed ho avuto modo di apprezzare una meritoria attività ed una eccellenza sanitaria che, giustamente, trova grande solidarietà e sostegno in tutti i settori sociali della provincia di Reggio Calabria. Ho dato mandato al direttore del Dipartimento della Salute, dott. Antonio Belcastro, di seguire con particolare attenzione le problematiche dell'Hospice ed in tal senso si è svolta già una prima riunione di verifica e di approfondimento della situazione".

  • Sanità, Oliverio: "Questa situazione non è più tollerabile"

    "Le condizioni della sanità calabrese peggiorano ogni giorno che passa. Dal Pollino allo Stretto si registrano, quotidianamente, emergenze non più sopportabili. L'attuale Governo, sin dal suo insediamento, ha negato qualsiasi confronto sulle difficoltà della sanità calabrese, proponendo e facendo approvare dalla maggioranza gialloverde, in Parlamento, un decreto legge presentato come "Salva - sanità calabrese" ma che nei fatti non affronta nessun problema del servizio sanitario, anzi finisce, come dimostrano i fatti, per aggravare le già sofferenti condizioni". E' quanto afferma, in una nota, il presidente della Regione, Mario Oliverio.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.