unci banner

:: NEWS

Minori e celiachia, sinergia fra l’associazione e il garante Mattia

Minori e celiachia, sinergia fra l’associazione e il garante Mattia

L’Ufficio del Garante Metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza si unisce all’articolazione calabrese dell’Associazione Italiana Celiachia, a partire dalla difesa dei diritti costituzionali alla salute e allo studio, a fianco dei...

Nasce una nuova collaborazione tra AVIS e Pallanestro Viola

Nasce una nuova collaborazione tra AVIS e Pallanestro Viola

Sport e generosità si incontrano. La Pallacanestro Viola è lieta di annunciare la collaborazione per la stagione 2019/2020 con l’A.V.I.S. Comunale di Reggio Calabria – OdvL’ AVIS (Associazione Volontari Italiani...

A Delianuova il Parco inaugura il laboratorio "Dal grano al pane" e la nuova area faunistica

A Delianuova il Parco inaugura il laboratorio "Dal grano al pane" e la nuova area faunistica

Giovedì 24 ottobre alle ore 10, al Rifugio “Il Biancospino” di Delianuova (loc. Carmelia), l’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte presenterà il Laboratorio “Dal grano al pane” e la nuova area faunistica.Le...

Consultazione pubblica per l’implementazione del piano di indirizzo alla redazione del Piano di Spiaggia Comunale

Consultazione pubblica per l’implementazione del piano di indirizzo alla redazione del Piano di Spiaggia Comunale

Continua il processo partecipativo diretto all’aggiornamento del piano spiaggia comunale, uno strumento di pianificazione che necessita di essere revisionato a seguito della ridefinizione delle funzioni amministrative affidate ai comuni sul...

Al Salotto Biesse protagonisti i "Racconti e altre storie" di Nino Mallamaci

Al Salotto Biesse protagonisti i "Racconti e altre storie" di Nino Mallamaci

I sentimenti protagonisti dei "Salotti Biesse "con Racconti e altre storie di Nino Mallamaci dichiara la Presidente Bruna Siviglia, una serata dedicata alla riflessione prendendo spunti dagli scritti di Nino...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICASanità, Siclari (FI): incontrato il ministro Speranza, presentato documento sull'emergenza

Sanità, Siclari (FI): incontrato il ministro Speranza, presentato documento sull'emergenza

Pubblicato in POLITICA Giovedì, 10 Ottobre 2019 16:46

I capigruppo di Forza Italia delle Commissioni Salute del Senato e Affari sociali della Camera, Marco Siclari e Roberto Bagnasco, hanno incontrato questa mattina il ministro della Salute, Roberto Speranza ed il vice ministro Sileri, ed hanno consegnato un documento sul tema della Sanità. "Ho consegnato ed illustrato personalmente al Ministro della Salute Roberto Speranza insieme a Roberto Bagnasco (capogruppo comm affari sociali della Camera dei Deputati) ed in presenza del Vice Ministro Pierpaolo Sileri, un importante DOCUMENTO che ho preparato da capogruppo in Commissione Salute del Senato e che ho condiviso con il Presidente Anna Maria Bernini ed i colleghi in commissione salute senatori di Forza Italia (Paola Binetti Laura Stabile Sen. Maria Rizzotti).

È stato un lungo e cordiale confronto politico che mira a portare avanti un lavoro costruttivo e sereno nel rispetto dei nostri cittadini più bisognosi. Per questa ragione abbiamo affrontato i temi sociali, assistenziali e sanitari contenuti nel documento che riporta anche le (nostre) proposte".

Il senatore forzista Marco Siclari ha illustrato al Ministro Speranza i punti salienti del documento: Salvare il Servizio Sanitario Nazionale dal crollo previsto nel 2024. Per questa ragione proponiamo un vincolo MINIMO di SPESA dello Stato in assistenza sanitaria, sotto il quale non si deve e non si può andare. Oggi vi è un tetto del 6,2% sul PIL, che secondo noi deve diventare la soglia MINIMA di spesa e non la massima. Incrementare il numero di #medici (oggi ne mancano 20.000 e nel 2024 ne mancheranno 54.000), infermieri, operatori sanitari e amministrativi sbloccando il turnover, aumentando da subito il numero degli ingressi nelle scuole di specializzazione, e prevedendo un sistema adeguato per selezionare in modo più coerente gli studenti che accedono alle facoltà di medicina e chirurgia aumentando comunque il numero degli iscritti al corso. Aumentare lo stipendio dei medici e degli infermieri. Rivedere il regolamento che disciplina il commissariamento della sanità nelle regioni, intervenendo eliminando il blocco del turn over fino a coprire le carenze organiche delle strutture ospedaliere. Prevedere, per le regioni commissariate, un fondo da utilizzare per la straordinaria manutenzione degli strumenti (TC, RM, ascensori, ambulanze ecc), l'acquisto di nuova strumentazione, di nuova tecnologia e di nuovi farmaci e per l'assunzione di personale medico sanitario nelle strutture ospedaliere dove vi è necessità e carenza di organico. Rivedere il Decreto Calabria che, dopo mesi di attuazione, dimostra di essere inefficace e di mettere a rischio l'intero sistema sanitario territoriale (320 mln spesi per curare i calabresi fuori regione, il 21% di migrazione). Ho sollecitato il Ministro di intervenire per poterlo migliorare, considerando che lo stesso Ministro Speranza aveva espresso voto contrario quando fu discusso dal Parlamento. Prevedere l'esenzione dal ticket sanitario per i minori fino al quattordicesimo anno di età e per tutte le famiglie e i pensionati che hanno reddito basso. Introdurre, quali prestazione a carico del S.S.N., delle protesi dentarie per i pensionati con bassi livelli reddituali, nonchè degli ausili e delle protesi per i soggetti disabili che vogliamo svolgere attività fisica e sportiva. Prevedere nel nuovo Patto per la Salute l'obbligo a carico delle Regioni di programmare idonee procedure che garantiscano la continuità assistenziale del malato in relazione alla patologia. Al regime di ricovero ordinario deve essere associata l'assistenza domiciliare, il supporto ed il sostegno assistenziale psicofisico per i malati terminali e per tutti coloro che soffrono di patologie più gravi ed invalidanti specialmente quelle motorie, neurologiche, cardiovascolari e oncologiche necessarie a migliorare le condizioni generali di cura e che diano dignità al paziente e per chi va incontro al fine vita. I più bisognosi di assistenza non possono essere lasciati nelle loro abitazioni a carico dei loro familiari perché mancano le strutture come l'Hospice, come le strutture di riabilitazione ecc ecc, lo Stato deve garantire dignità ai loro cittadini fino alla fine", ha concluso il senatore azzurro.

Roma 10 ottobre 2019

Letto 43 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Siclari (FI): a Reggio è vietato avere disturbi psichiatrici, urge soluzione da ASP

    "A Reggio Calabria i diritti di chi soffre di disturbi psichiatrici, da oltre 4 anni, vengono calpestati. Il tutto perché, da tutto questo, tempo non è possibile ricoverare gli ammalati poiché le poche residenze sanitarie esistenti non sono accreditate e le famiglie sono costrette a portare i propri cari fuori provincia e, in casi più gravi fuori regione, con un significativo aumento dei costi e allentamento dei legami". Indignato per l'ennesimo capitolo fallimentare della gestione sanitaria in Calabria, il senatore forzista Marco Siclari interviene su una situazione paradossale.

  • Sanità, Siclari (FI): "Ho chiesto al ministro Speranza di rivedere lo strumento del commissariamento"

    "Ho avuto modo di parlare e confrontarmi con il ministro alla salute Roberto Speranza. Dopo avergli illustrato i gravi disagi che i calabresi sono costretti a vivere, vittime della grave emergenza sanitaria calabrese, l'ho invitato a rivedere lo strumento del commissariamento della sanità che sta compromettendo, in modo inequivocabile, il diritto alla salute in molte regioni così come in Calabria da oltre 10 anni".
    Il senatore forzista Marco SICLARI non ha perso tempo e, cambiata la squadra, ha subito investito il neo ministro alla Sanità delle sorti della sanità calabrese.

  • Siclari (FI): lodevole iniziativa del Questore Vallone per contrastare il crimine partendo dai giovani

    «L'iniziativa promossa dal Questore Dott. Vallone questa mattina non solo è lodevole ma merita un plauso particolare perché guarda alla nuova generazione con speranza e rinnovata fiducia. I giovani, sono loro i veri protagonisti di una società che vuole estirpare un male che ha incancrenito la nostra bellissima terra. Si parte dalle scuole con un progetto di rinascita che prevede la diffusione della cultura della legalità tra i giovani come strumento di prevenzione per contrastare la cultura mafiosa e criminale. Solo così, credendo e puntando sui giovani si può costruire e seminare la vera cultura, quella della legalità, che rende libero l'uomo e che permette la rinascita culturale, politica, economica e sociale del nostro territorio».

  • Siclari (FI): ospedali chiusi? Dove'era Oliverio quando la Calabria protestava a Roma

    "Dov'era la Regione e la sinistra quando li invitavo a protestare prima che venisse approvato il Decreto Calabria dal Governo? Dov'era la Regione quando ho organizzato, per la prima volta nella storia della Calabria, una manifestazione a Montecitorio per protestare ed evitare l'approvazione del decreto che avrebbe affossato la sanità calabrese?".
    Il senatore forzista Marco SICLARI non ci sta ad assistere a manovre sulla sanità che sanno di campagna elettorale.

  • Crisi di Governo, Siclari e Cannizzaro intervengono sulle dichiarazioni di Morra

    "Il Crocifisso l'ho sempre portato sin da piccolo e credo lo porti anche Morra, il Senatore calabrese M5S che, come avete ascoltato in diretta TV, ha dichiarato che "La #Madonna e il Rosario in Calabria sono utilizzati per mandare messaggi alla 'ndranegherà". Sono certo, mi auguro di non essere smentito, che il Senatore (Presidente della Commissione Bicamerale Antimafia) non voleva affermare quanto ha dichiarato, oggi, in aula del Senato. Non ci credo e non voglio crederci!"
    È questa la considerazione amareggiata che il senatore forzista Marco SICLARI ha lasciato sui social dopo aver ascoltato in aula l'intervento del senatore 5stelle, anche lui calabrese, Morra.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.