unci banner

:: NEWS

Al MArRC, la mostra fotografica a cura della Polizia Scientifica, dal 21 al 26 maggio 2019

Al MArRC, la mostra fotografica a cura della Polizia Scientifica, dal 21 al 26 maggio 2019

Un viaggio attraverso le immagini per conoscere e comprendere eventi che hanno segnato la vita della società italiana, nel corso del XX secolo e agli inizi del terzo millennio. È...

Finale col botto per l’International Fashion Week 2019: il successo della seconda serata di sfilate

Finale col botto per l’International Fashion Week 2019: il successo della seconda serata di sfilate

Cala il sipario sulle sfilate della IV edizione dell’International Fashion Week. Un successo di talenti, ospiti e pubblico per l’evento promosso dalla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer in collaborazione con...

Orto e Mangiato: l’orto della Comunità Sant’Arsenio

Orto e Mangiato: l’orto della Comunità Sant’Arsenio

Da 5 anni portiamo avanti come cooperativa Comunità Sant’Arsenio la sperimentazione del progetto “Orto e Mangiato”, un orto Comunitario: piccoli appezzamenti di terreno “affittati” a servizio di “nuovi contadini”. Negli...

Arsac: Il suino nero di Calabria è risorsa e volano di sviluppo dell’agricoltura calabrese

Arsac: Il suino nero di Calabria è risorsa e volano di sviluppo dell’agricoltura calabrese

Nell’Ottocento un romanziere inglese scriveva che “qui, dovunque mi volgessi, incontravo maiali neri e magri che grugnivano, sgambettavano e strillavano”. Parlava del suino nero di Calabria, un maiale che si...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAScorrimento rapido Bova- Bova Marina, si attende il via libera del Genio Civile

Scorrimento rapido Bova- Bova Marina, si attende il via libera del Genio Civile

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 19 Aprile 2019 11:30

Strada a scorrimento rapido Bova Marina – Bova ancora impantanata nel guado delle lentezze procedurali. Questo quanto si apprende da una nota congiunta inviata alla stampa dal sindaco di Bova Santo Casile e della commissaria straordinaria del comune di Bova Marina Francesca Crea. Si allunga dunque la vicenda relativa al completamento ed alla messa in sicurezza del primo tratto dell’arteria che collega la costa ionica all’Aspromonte, una storia lunga quasi quarant’anni, che nell’ultimo decennio sembrava essere arrivata ad una svolta, salvo poi arenarsi, come spesso capita in pastoie e lentezze procedurali.

Ma cerchiamo di ricostruire brevemente una vicenda che nel 2014 sembrava essere arrivata positivamente al capolinea. È infatti di quell’anno la delibera N° 17 datata 28 luglio approvata dall’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria, che nell’ambito del programma triennale delle opere pubbliche 2014/2016,  ammette a finanziamento per oltre 2 milioni di euro anche la nuova strada scorrimento veloce Bova–Bova Marina, con interventi che prevedono l’allargamento e la messa in sicurezza dell’importante arteria. Facciamo un salto in avanti di qualche anno per osservare il trasferimento da parte dell’Amministrazione provinciale, dei fondi stanziati al comune di Bova Marina, al fine di accelerare il completamente delle procedure utili a definire l’appalto dell’opera. Da allora una serie interminabile di ritardi, di intoppo burocratici, di rimbalzi di responsabilità che oggi, a quasi cinque anni di distanza ci consegnano un ennesimo nulla di fatto, una sempre più preoccupante situazione di stallo. L’ultimo “imprevisto” in ordine di tempo sembrerebbe essere, in data 4 aprile 2019, la commissione straordinaria del Comune di Bova Marina scrive alla Regione Calabria ed al responsabile del settore IV Lavori Pubblici, evidenziando quanto segue: “Si fa presente - recita la nota dei commissari – che il ritardo nella realizzazione dei lavori in argomento, non solo potrebbe comportare la revoca del finanziamento concesso dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, ma continua a causare notevoli disagi alle popolazioni dei due comuni interessati, costretti a percorrere l’arteria in condizioni di grave rischio personale. Considerato anche che sono trascorsi i termini previsti dalla normativa regionale per la definizione della pratica, si prega di fornire urgente riscontro all’istanza”. A seguito del silenzio che fa seguito alla richiesta della commissione straordinaria, ecco giungere dunque il comunicato congiunto da parte dei due enti. “Allo stato attuale - si legge nel comunicato - ci troviamo a vivere una situazione assolutamente grottesca, che se non fosse foriera di enormi disagi ed altrettanti rischi alla popolazione, farebbe quasi sorridere. Il mancato espletamento di procedure anche abbastanza elementari da parte da parte del Genio Civile, appare allo stato incomprensibile ed inaccettabile, perché continua a vanificare una mole di lavoro e di sforzi personali profusi in oltre un ventennio da parte delle amministrazione che si sono avvicendate senza mai poter addivenire ad una vera risoluzione del problema. Oggi - prosegue la nota – ci troviamo a dover dare conto ad una popolazione avvilita, costretta a combattere quotidianamente con lo spauracchio del rischio personale, da affrontare nel tragitto di 9 km che separano la costa dal centro storico di Bova. Come abbiamo sempre fatto, ma oggi con maggiore determinazione, percorreremo qualsiasi strada possibile per mettere la parola fine ad una telenovela irriguardosa nei confronti delle comunità che amministriamo. Con l’augurio e con la speranza che anche quest’ultimo ritardo possa essere recuperato a questo punto in tempi rapidissimi, rivolgiamo a chi di competenza l’ennesimo appello affinchè venga garantito un diritto ai nostri cittadini, un passaggio doveroso che garantirebbe altresì un recupero di immagine da parte di apparati burocratici entrati nell’immaginario collettivo, spesso non a torto, come esempio di lentezza ed inefficienza”.   

Bova 19 aprile 2019

Letto 71 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Bova Marina: la Commissione Straordinaria incontra i candidati a Sindaco

    In data odierna si è tenuto presso la Sede del Municipio un incontro tra la Commissione Straordinaria ed i due candidati a Sindaco, On.le Saverio Zavettieri e Andrea Zirilli, accompagnati dalle rispettive delegazioni.
    Nel corso della riunione, alla quale erano presenti anche la Responsabile dell’Area Economico-Finanziaria, Dr.ssa Marianna Spataro, la Responsabile dell’Area Amministrativa Dr.ssa Caterina Attinà ed i due Responsabili delle Aree Tecniche, Ing. Michele Tigani e Arch. Domenica Portiglia, sono stati illustrati i dati del Bilancio Consuntivo relativo all’esercizio finanziario 2018, appena approvato, ed è stato delineato il quadro delle Opere Pubbliche e delle principali iniziative del Settore Amministrativo.

  • Bova Marina, bilancio positivo della Commissione Straordinaria in tema di Opere pubbliche

    La Commissione Straordinaria, al fine di consentire una corretta e tempestiva definizione delle pratiche inerenti le Opere Pubbliche, di rilevanza strategica per il comune di Bova marina, ha proceduto ad una revisione organizzativa, mediante lo sdoppiamento, del settore tecnico dell’Ente.
    Il nuovo assetto tecnico-organizzativo, così come concepito, comprende il Settore III al quale sono attribuite le funzioni di Pianificazione Territoriale, Ambiente e Manutenzioni ed il Settore IV che tratta i Lavori Pubblici.

  • Bova, si rinnova nella Domenica delle Palme il rito delle "Pupazze"

    Si rinnova anche a Bova nell'Area Grecanica l'antico rito della processione delle "pupazze". (foto di Roberto Canzoneri)

  • A Bova la Scuola di rivitalizzazione linguistica “Lingue Fantastiche e Dove Trovarle” dal 12 al 17 Aprile 2019

    Il GAL Area Grecanica, impegnato fin dalla sua costituzione, nel 1997, nella valorizzazione dell’identità culturale dei Greci di Calabria, ha avuto l’opportunità, grazie al supporto della linguista dottoressa Maria Olimpia Squillaci, di approfondire il tema della ”rivitalizzazione linguistica” promuovendo all’interno del Festival Paleariza 2015, 2016, 2017 e 2018 l’iniziativa ”To ddomadi greko” e partecipando nel 2017 come partner al Progetto H2020 Rise Coling, che è stato finanziato dal Programma di Ricerca e Innovazione di HORIZON 2020 dell’Unione Europea – Convenzione di sovvenzione Marie Skłodowska-Curie n. 778384.

  • “Il testamento di Palazzo Fragalà. Mercoledì 10 aprile appuntamento all’Istituto Euclide con il lavoro di Renato Pancallo

    “Il testamento di Palazzo Fragalà”. È questo il titolo dell’ultimo lavoro letterario di Renato Roberto Pancallo edito da Pellegrini. A discutere con l’autore e con i giornalisti Gianfranco Marino e Gianluca Albanese mercoledì 10 aprile dalle ore 10:00 nell’aula magna dell’Istituto Euclide saranno gli studenti del Liceo Scientifico di Bova Marina. In un paese della provincia siciliana, nel giugno del 1969, la cameriera di palazzo rinviene nascosto in un libro della biblioteca il testamento olografo del barone Rolando Fragalà, ancora in vita. Nel lascito è forte la sua volontà di donare una cifra ingente, senza nulla in cambio, a colui che sarà in grado di fondare una banca popolare.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.