unci banner

:: NEWS

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Una giornata all’insegna della sensibilizzazione rispetto ai tempi del rispetto dell’ambiente. È stato questo il leit motiv dell’iniziativa tenutasi qualche giorno addietro presso il litorale di Bocale, promossa ed organizzata...

Avviata la cabina di regia per le festività mariane 2019

Avviata la cabina di regia per le festività mariane 2019

Avviata la macchina organizzativa per le iniziative culturali e musicali previste nel calendario dei festeggiamenti civili delle celebrazioni mariane per il prossimo mese di settembre. Si è riunita questa mattina...

Palmi, ambiente e territorio: riunione tra i sindaci per chiedere immediati provvedimenti

Palmi, ambiente e territorio: riunione tra i sindaci per chiedere immediati provvedimenti

Continua senza sosta il lavoro dell’Amministrazione Comunale per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente e del nostro patrimonio naturale. Questa mattina il sindaco Giuseppe Ranuccio ha preso parte ad una...

Reggio Live Fest 2019: Arena dello Stretto gremita e standing ovation per Max Weinberg e Alessandro Quarta

Reggio Live Fest 2019: Arena dello Stretto gremita e standing ovation per Max Weinberg e Alessandro Quarta

“Due serate eccezionali, generi diversi ma con un comune denominatore: l’Arte, la creatività e le emozioni della grande Musica dal vivo ai massimi livelli internazionali... La location unica al mondo...

Cataforio, ufficiale un altro top player: Angelo Creaco è bianconero

Cataforio, ufficiale un altro top player: Angelo Creaco è bianconero

L’Asd Cataforio C5 Reggio Calabria, comunica di avere ingaggiato Angelo Creaco, universale-pivot classe 1989 di Reggio Calabria. Nelle ultime due stagioni ha contribuito al doppio salto di categoria del Futal...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICASiclari (MNS): Il fango sul passato non vi trasformerà in buoni amministratori

Siclari (MNS): Il fango sul passato non vi trasformerà in buoni amministratori

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 05 Aprile 2019 14:07

Ciò che sta succedendo al dibattito politico cittadino non è più sopportabile. E se la maggioranza in Consiglio Comunale crede di potere gettare il confronto dialettico in pasto ad una vergognosa rissa significa che o non ha compreso appieno la drammaticità del momento che la città sta vivendo oppure ha il preciso obiettivo di distogliere l'attenzione dei reggini dalla evidente incapacità amministrativa sinora dimostrata.
È il momento di intervenire, per far comprendere a questi amministratori che Reggio è stanca di assistere a lamentose giustificazioni, alle solite ormai inflazionate scuse, alla ricerca di un passato recente, che personalmente ho vissuto da semplice cittadino, ma che, già soltanto per opere realizzate e servizi prestati aveva fatto diventare grande Reggio e inorgoglito per un decennio i suoi abitanti.

Nelle zuffe chi perde è sempre la verità, per dirla con Publilio Siro e questa pantomima scellerata, inscenata sulle spalle dei reggini, volgare e rabbiosa reazione che puntualmente scatta ogni qualvolta questa amministrazione viene inchiodata dai fatti davanti alle proprie responsabilità, ha davvero sfiancato tutti.
Troppo facile ma non più tollerabile risulta assistere a scene scomposte e goffamente aggressive per controbattere a ragionate e legittime critiche dell'opposizione sull'operato di una giunta che incassa fallimenti su fallimenti a guardare le condizioni pietose in cui versa la città.
A meno che i signori del PD e della sinistra non si siano ancora accorti che la cortina di ferro delle dittature sovietiche ha pietosamente fatto il suo tempo e che le minoranze esistono per fungere da critica e stimolo a chi sta governando.
"La verità fa male, lo so”, ma quando si è chiamati a rispondere a fatti precisi, documentati e legittimamente portati all'attenzione dell'opinione pubblica, per sottrarsi alle doverose risposte che la città pretende, non si può ancora oggi agitare istericamente lo spauracchio delle amministrazioni precedenti, con argomentazioni che, se in passato hanno consentito di ingannare gli elettori, oggi, alla luce dello sfascio frutto della loro incapacità, non attecchiscono più.
Sarebbe troppo facile abbassare il livello dello scontro alle infime quote che la sinistra vorrebbe come scenario dell'agone politico, per indugiare in riferimenti ad atti giudiziari, considerata la copiosa bibliografia su tanti esponenti dell'attuale maggioranza, a scomode parentele, bandi e concorsi finiti nell’occhio degli inquirenti ed importanti fattispecie di illecito su cui la magistratura sta indagando, ma ciò significherebbe prima di ogni cosa delegittimare la politica, far straripare dal letto del fiume la dialettica della più nobile delle arti, nel cui primato, viceversa, credo fortemente.
Noi non cadremo in tentazioni vendicative e non scadremo fino ai bassifondi della contesa, ma continueremo ad inchiodarli sulle loro responsabilità amministrative.
Convinti di un garantismo senza convenienza, non speculeremo sulle loro vicende giudiziarie, bensì insisteremo e li incalzeremo perché i reggini ottengano risposte concrete. Faremo, cioè, ancora quella attività di opposizione che pare la maggioranza non sia più in grado di sopportare restando nei canoni della civile contrapposizione.
Continuare a scappare e ad eludere i fatti, tentando di impartire sermoni di legalità da un pulpito di fragili carte false è una intollerante piega che sfocia nell'attacco personale, umilia la dignità delle persone e calpesta ogni principio del libero confronto.
Reggio ha bisogno di ben altro, merita le attenzioni di una classe dirigente che si occupi delle gravissime condizioni di invivibilità che affliggono il territorio in ogni settore, che provi a fornire i servizi essenziali e a garantire i diritti elementari di cui si assiste ogni giorno ad un vero e proprio stillicidio.
Sappiano questi signori che gettare fango sul passato non li farà diventare dei buoni amministratori.
Perché i reggini ricordano bene che quegli eventi tanto vituperati con le quelle frasi ormai in desuetudine, ripetute a ritornello a fini propagandistici, hanno portato ad un ritorno economico sull’indotto cittadino senza precedenti. E i reggini sono esausti, vogliono fatti, strade, pulizia, servizi. Ed hanno diritto di vivere una vita normale che vada oltre l’emergenza, che conduca ad uno sviluppo dell’unica vera risorsa del territorio e cioè il turismo.
Non mettiamo ancora troppo a dura prova la loro pazienza, ricordandoci che per un popolo esiste un’azione peggiore che quella di togliergli il diritto di voto, e consiste nel togliergli la voglia di votare.
Il Coordinatore Provinciale
Ernesto Siclari

Rc 5 aprile 2019

Letto 130 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Ernesto Siclari (MNS): Amministrazione Falcomatà scaricabarile

    Un dato certo è emerso in questi quasi cinque anni di amministrazione comunale: lo sport preferito del Sindaco Falcomatà è lo scaricabarile. Se fosse disciplina olimpica gli attuali amministratori sarebbero certamente candidati a riempire il medagliere, con il gradino più alto del podio riservato al primo cittadino.
    Nel corso dei primi anni si sono distinti nell’addossare le responsabilità delle disastrose condizioni in cui ci fanno tutt’oggi vivere alle “precedenti amministrazioni”, locuzione sulla bocca di chiunque appartenesse alla squadra di governo, quasi fosse un mantra da ripetere ritualmente ad ogni legittima protesta per disservizi e problematiche, sorte peraltro da quando sono loro a governare e non prima di quella reggenza commissariale, che già tanti danni aveva arrecato per le vie di Reggio.

  • Ernesto Siclari (MNS): Reggio non può aspettare

    Lo urlano di dolore le strade: Reggio non può aspettare. Reggio prima di tutto.
    Gli infimi livelli conseguiti in termini di degrado non consentono più tatticismi, attese, né insensato antagonismo. La cittadinanza si aspetta che le rispettive formazioni politiche stringano le proprie fila per schierare una coesa e compatta offensiva da contrapporre ad una sinistra non più tollerabile per arroganza e incapacità. Il Movimento Sovranista è impegnato da sempre al perseguimento dei valori di coesione, di condivisione di percorsi, nell’intento di dare alla coalizione del Centro Destra un programma che possa vederci tutti uniti verso il riscatto di questa terra.

  • All'Oasi Village il convegno del MNS "Il Turismo è una cosa seria"

    Nella giornata di ieri all’Oasi Village di Pentimele, si è tenuto il convegno “Il Turismo è una cosa seria”. Oltre ad un folto pubblico, erano presenti il Coordinatore Metropolitano del Movimento Nazionale per la Sovranità Ernesto Siclari, coadiuvato da tutti i dirigenti del partito. Hanno inoltre presieduto il dibattito: il Presidente degli “Amici del Museo” Professore Francesco Arilotta, il Presidente di Confesercenti di Reggio Calabria Claudio Aloisio, il Dott. Giuseppe Biacca, broker portuale e croceristico, Pasquale Anastasi, ex Dirigente al Turismo della Regione Calabria ed infine l’Avvocato Fabio Colella Presidente del Circolo Nautico di Reggio Calabria. L’evento si è concluso con il discorso del Professore Giuseppe Bombino, Docente Universitario ed ex Presidente dell’Ente Parco dell’Aspromonte.

  • All'Oasi stasera (30 maggio 2019) incontro dibattito sul turismo organizzato dal MNS

    Turismo non è improvvisazione. Serve organizzazione, studi approfonditi, supporto della professionalità e quella lungimiranza che sola potrà fare di Reggio e del suo territorio metropolitano una vera attrazione per i flussi turistici.
    Di questo ed altro si parlerà stasera alle 18 e 30 presso l'Oasi Village di Pentimele, dove il Coordinatore Metropolitano del Movimento Nazionale per la Sovranità Ernesto Siclari insieme a tutti i Dirigenti di partito incontreranno, il Presidente degli Amici del Museo Prof. Francesco Arillotta, il Presidente di Confesercenti Reggio Calabria Claudio Aloisio, il Dott. Giuseppe Biacca, Broker portuale e croceristico, Pasquale Anastasi ex Dirigente Turismo Regione Calabria, e l'Avv. Fabio Colella del Circolo Nautico reggino.
    Chiuderà i lavori il Prof. Giuseppe Bombino, docente universitario e già Presidente dell'Ente Parco dell'Aspromonte.

  • Siclari (MNS): L’unica vera risata proviene dalla disperazione

    “L’unica vera risata proviene dalla disperazione” e questo aforisma ben si stende addosso alla prosopopea del Sindaco Falcomatà, al quale sembrerebbe che anche le briciole appaiono oggi come una prelibata e gustosa torta.
    All’indomani delle consultazioni europee egli cerca di attribuirsi meriti e successi, mescolando numeri e confondendo le idee attraverso un’analisi monca e faziosa dei risultati elettorali.
    Non si spiega altrimenti la gioia e la soddisfazione sbandierate per aver conquistato circa 4.000 preferenze, peraltro appannaggio di un suo assessore, Anna Nucera, unica candidata reggina in lista, unica rappresentante del Partito Democratico locale: su di lei, infatti, sono confluite le preferenze e l’appoggio elettorale di tutti i rappresentanti istituzionali reggini del PD.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.