unci banner

:: NEWS

Tennis, ritorno al passato per lo Sport Village Catona

Tennis, ritorno al passato per lo Sport Village Catona

Il circolo del tennis Sport Village intende ringraziare l'Accademia del Tennis e il suo presidente Nino Girella, per il percorso comune che è stato svolto, con professionalità, nel corso di...

A Polsi con la sua arte, l'iniziativa del maestro pizzaiolo Giorgio Riggio

A Polsi con la sua arte, l'iniziativa del maestro pizzaiolo Giorgio Riggio

Il 29 agosto si rinnoverà per il 20esimo anno l'appuntamento che coniuga arte e fede del maestro pizzaiolo Giorgio Riggio alla Madonna di Polsi. L'arte racconta la fede, attraverso gli...

Estate e intossicazioni alimentari: i consigli del Tecnologo Alimentare

Estate e intossicazioni alimentari: i consigli del Tecnologo Alimentare

Il caldo estivo, lunghe percorrenze per raggiungere casa dopo aver fatto la spesa e qualche disattenzione nel rispettare la catena del freddo possono essere causa di alterazione per i nostri...

Villa, firmato protocollo d'intesa con i consulenti del lavoro per l'Asse.Co.

Villa, firmato protocollo d'intesa con i consulenti del lavoro per l'Asse.Co.

«Sono felice e per questo ringrazio il sindaco di Villa San Giovanni e tutta l'amministrazione, perché con la firma di oggi si intraprende un percorso virtuoso e questo comune è...

Reggio Live Fest: all'Arena il tributo in musica ai Queen e Freddie Mercury

Reggio Live Fest: all'Arena il tributo in musica ai Queen e Freddie Mercury

Il 27 agosto alle 21.30 presso l’Arena dello Stretto di Reggio Calabria avrà luogo l’ultimo appuntamento del Reggio Live Fest 2019, la serie di eventi frutto della sinergia tra i...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICASiclari (MNS): L’unica vera risata proviene dalla disperazione

Siclari (MNS): L’unica vera risata proviene dalla disperazione

Pubblicato in POLITICA Mercoledì, 29 Maggio 2019 14:09

“L’unica vera risata proviene dalla disperazione” e questo aforisma ben si stende addosso alla prosopopea del Sindaco Falcomatà, al quale sembrerebbe che anche le briciole appaiono oggi come una prelibata e gustosa torta.
All’indomani delle consultazioni europee egli cerca di attribuirsi meriti e successi, mescolando numeri e confondendo le idee attraverso un’analisi monca e faziosa dei risultati elettorali.
Non si spiega altrimenti la gioia e la soddisfazione sbandierate per aver conquistato circa 4.000 preferenze, peraltro appannaggio di un suo assessore, Anna Nucera, unica candidata reggina in lista, unica rappresentante del Partito Democratico locale: su di lei, infatti, sono confluite le preferenze e l’appoggio elettorale di tutti i rappresentanti istituzionali reggini del PD.

Se conquistare quel frammento elettorale con in campo un’intera Giunta Comunale (Sindaco in testa), un Presidente del Consiglio Regionale, un capogruppo in Consiglio Regionale, i Consiglieri Regionali eletti e una maggioranza in Consiglio Metropolitano, può essere vantata come vittoria, allora il futuro di Falcomatà e soci si profila tetro all’orizzonte.
A ben vedere, il consenso totale del centrosinistra a ridosso delle europee è ben lontano da quello che ha garantito alla stessa coalizione la vittoria alle comunali del 2014, segnale evidente ed inconfutabile di quanto sia ormai distante la fiducia dei cittadini reggini da una classe dirigente dimostratasi incapace ed inaffidabile. Ne deriva che la manifestata contentezza di Falcomatà, posta sotto il cono di luce della realtà oggettiva dei dati elettorali messi a confronto, diventa effimera e pauperistica.
Ancora più astrusa diventa, poi, l’analisi che il Primo Cittadino riserva ai consensi conquistati alla stessa tornata dal Centro Destra, il quale totalizza più del 46% delle preferenze in ambito cittadino.
Un dato che dovrebbe, viceversa, far preoccupare l’attuale maggioranza, poiché certifica la crescita della coalizione e soprattutto la incessante richiesta di un’alternativa credibile a questa amministrazione proveniente da una cittadinanza esasperata ed esausta dopo cinque anni di incompetenza al governo e degrado per le vie.
I dati che giornalmente Falcomatà dovrebbe leggere ed interpretare sono scritti, infatti, sui volti dei reggini, che sono ormai da troppo tempo stanchi di essere privati di servizi e per di più canzonati da un atteggiamento propagandistico e da meri ed irriverenti proclami cui non corrisponde mai il minimo aumento della qualità della vita.
Il Commissario Metropolitano
Ernesto Siclari

Rc 29 maggio 2019

Letto 129 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Ernesto Siclari (MNS): Amministrazione Falcomatà scaricabarile

    Un dato certo è emerso in questi quasi cinque anni di amministrazione comunale: lo sport preferito del Sindaco Falcomatà è lo scaricabarile. Se fosse disciplina olimpica gli attuali amministratori sarebbero certamente candidati a riempire il medagliere, con il gradino più alto del podio riservato al primo cittadino.
    Nel corso dei primi anni si sono distinti nell’addossare le responsabilità delle disastrose condizioni in cui ci fanno tutt’oggi vivere alle “precedenti amministrazioni”, locuzione sulla bocca di chiunque appartenesse alla squadra di governo, quasi fosse un mantra da ripetere ritualmente ad ogni legittima protesta per disservizi e problematiche, sorte peraltro da quando sono loro a governare e non prima di quella reggenza commissariale, che già tanti danni aveva arrecato per le vie di Reggio.

  • Ernesto Siclari (MNS): Reggio non può aspettare

    Lo urlano di dolore le strade: Reggio non può aspettare. Reggio prima di tutto.
    Gli infimi livelli conseguiti in termini di degrado non consentono più tatticismi, attese, né insensato antagonismo. La cittadinanza si aspetta che le rispettive formazioni politiche stringano le proprie fila per schierare una coesa e compatta offensiva da contrapporre ad una sinistra non più tollerabile per arroganza e incapacità. Il Movimento Sovranista è impegnato da sempre al perseguimento dei valori di coesione, di condivisione di percorsi, nell’intento di dare alla coalizione del Centro Destra un programma che possa vederci tutti uniti verso il riscatto di questa terra.

  • All'Oasi Village il convegno del MNS "Il Turismo è una cosa seria"

    Nella giornata di ieri all’Oasi Village di Pentimele, si è tenuto il convegno “Il Turismo è una cosa seria”. Oltre ad un folto pubblico, erano presenti il Coordinatore Metropolitano del Movimento Nazionale per la Sovranità Ernesto Siclari, coadiuvato da tutti i dirigenti del partito. Hanno inoltre presieduto il dibattito: il Presidente degli “Amici del Museo” Professore Francesco Arilotta, il Presidente di Confesercenti di Reggio Calabria Claudio Aloisio, il Dott. Giuseppe Biacca, broker portuale e croceristico, Pasquale Anastasi, ex Dirigente al Turismo della Regione Calabria ed infine l’Avvocato Fabio Colella Presidente del Circolo Nautico di Reggio Calabria. L’evento si è concluso con il discorso del Professore Giuseppe Bombino, Docente Universitario ed ex Presidente dell’Ente Parco dell’Aspromonte.

  • Minasi sul dopo voto: "Castorina e il PD diano risposte alla città!"

    "A bocce ferme, come consuetudine, si leggono analisi politiche sviscerate da più fronti. Non sto qui a sottolineare, dal momento che i numeri 'parlano' da soli, il successo della Lega in provincia di Reggio ed in Calabria, però è bene fissare dei punti sui quali sviluppare riflessioni concrete. Il 'vanto' che il Pd ha esternato nelle ultime ore in merito ai risultati ottenuti, sembra essere una narrazione dai sapori fantascientifici che prende spunto dal mero dato del 26 maggio, senza paragone con qualsiasi elezione precedente e senza tener conto della presenza, da quasi cinque anni ormai, di un comune e di una regione a trazione centrosinistra che, solo per il loro guidare due enti importantissimi (tre con la Città Metropolitana) avrebbero dovuto di gran lunga superare la soglia dei quasi 14 mila voti in città.

  • Riace, gli sciocchi e l’analisi del voto

    “Le battaglie non si perdono mai, si vincono sempre!”. Mette sempre i brividi il motto guevarista, ed è una fede più forte di qualsiasi batosta, anche della recente debacle di Riace. E poco importa se ci daranno degli idioti dopo averci dato degli sciocchi, siamo e restiamo nani sulle spalle di giganti. Voi moralizzatori che dispacciate meschine ideologie (travestite da notizie) potete dire altrettanto?
    Resta però da compiere il rito funesto dell’analisi del voto. E va fatto senza ipocrisia. Gli errori sono errori, e ci faranno “vincere” solo se sapremo chiamarli per quello che sono. È pesante la sconfitta della lista elettorale del modello Riace, con l’ex sindaco Mimmo Lucano a correre per un posto in consiglio, è bene ricordarlo da candidato in esilio per una ridicola persecuzione giudiziaria (caro moralizzatore, ci saranno pure delle notizie di reato e un procedimento in corso, ma impedire a un candidato di partecipare alla campagna elettorale, ed è solo questo il motivo delle misure cautelari, significa mettere le manette alla democrazia. Se non lo vedi sei in malafede).

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.